NSR Mosler tuned by Salvatore Noviello

TRASVERSALEPersonalmente preferisco la configurazione trasversale con lo Shark 22K, e sono sicuro che qualcuno la userà (Santagati in primis…).

Secondo me il minor peso del motore offre i seguenti vantaggi:- maneggevolezza decisamente superiore nei tratti misti;- maggior trazione in uscita- minore consumo gomme; ciò consente di partire con gomme leggermente più basse rispetto alla configurazione in linea; e non è poco…Richiede una guida “da metallaro”, molto più brusca, che molti non amano, con aperture del gas più violente in uscita dalle curve; va letteralmente aggredita!Sembra di essere al limite ma non è mai così, si può sempre accelerare prima e più brutalmente, e la Mosler NSR non tradisce, non esce.Rapporto consigliato 12/32; per chi ama come me rapporti corti 11/31 (c’è ora anche la nuova corona da 30)Se non volete perdere nulla in attriti/rumorosità/maneggevolezza utilizzate solo ingranaggi NSR; non è pubblicità; chiedete direttamente a Mario Arturi in persona cosa è significato a Slotlandia sostituire gli ingranaggi preesistenti con altri NSR…

Questo tipo di trasmissione è come quella utilizzata nel metallo; venticinque anni di gare in pista insegnano che un ottimo accoppiamento è fondamentale ai fini della trazione in uscita, non solo della silenziosità o del rendimento meccanico e termico del motore. Una macchina con un accoppiamento non ottimale perde tantissimo anche in maneggevolezza! Fidatevi!

IN LINEALa versione in linea dispone del famigerato King 21K, un motore che ha letteralmente spopolato in tutto il mondo.Sarà la configurazione preferita dalla quasi totalità dei piloti, dato che offre i seguenti vantaggi:- maggiore attrazione magnetica- maggiore velocità- frenata ineguagliabile

E’ possibile frenare direttamente dentro la curva, facendola scorrere per poi accelerare subito.A Slotlandia girando sulla corsia 2 staccavo esattamente sull’ultimo binario del rettilineo principale, proprio sotto gli occhi del pilota che guida sulla corsia 1, praticamente dentro la curva!Ci vuole solo coraggio per girare forte, coraggio di andare più forte di quello che sembra essere il limite di una “slot-plastica”. E’ incredibile, ad ogni giro si riesce a frenare qualche centimetro più tardi ma non si arriva mai lunghi…Il motore ha freno e spunto davvero esagerati per cui è necessario allungare tantissimo i rapporti non perdendo niente, anzi guadagnando molto in velocità pura.A Slotlandia avevo 11/27 ma la Mosler NSR era corta anche per me; poco più di metà rettilineo ed ero già al massimo, per cui rapporto consigliato 10/23 oppure 11/24 ma dipenderà anche dall’altezza delle ruote di cui parlerò in seguito.Altro consiglio pratico: se optate per il pignone da 10 denti allora vanno bene tutti; ma se decidete per quello da 11 utilizzate il pignone NSR se volete che la macchina sia sempre silenziosa e scorra bene, senza che la trasmissione si “impunti”. Vale quanto scritto prima.

AVANTRENOE’ utile togliere lo spessore sotto il pick-up per ridurre l’altezza da terra all’anteriore, per un inserimento in curva ancora migliore.La pista Ninco non è “pappata” quindi più bassi siamo all’anteriore e meglio è; non rischiamo mai di raccogliere sporcizia strisciando con il telaio sulla pista in uscita di curva, anzi, avremo la possibilità di spalancare prima il gas.Non è necessario aggiungere peso dato che durante tutto il venerdì la Mosler NSR non è mai volata sui dossi di Slotlandia prima che fossero ben sistemati alla sera.Le spazzole vanno sfilacciate leggermente con un taglierino solo negli ultimi 5mm, sì da assicurare un ottimo e morbido contatto pur rimanendo schiacciate in corrispondenza dei connettori, tenendo quindi la macchina molto bassa.

SOSPENSIONIE’ necessario montare le sospensioni SOFT se la pista non sarà gommatissima (non credo lo sarà, però sarà bene testare nelle prove libere anche le MEDIE) oppure le MEDIUM in caso di buon grip. Le HARD sono indicate per piste molto gommate (polistil, carrera, legno) quindi in questo caso non servono per niente.

L’operazione fondamentale è quella di avvitare quasi completamente le viti che trattengono la carrozzeria sul telaio in modo da evitare del tutto il “solito” basculamento verticale (produrrebbe solo saltellamenti e strappi con le sospensioni montate) lasciando invece la possibilità di una leggera traslazione orizzontale (telaio/carrozza). A questo punto è necessario svitare tutte e tre le viti delle sospensioni per avere un gioco di 1mm, l’equivalente di 1 giro completo di vite.In questo modo vedrete la vostra Mosler NSR sfrecciare sulla pista Ninco rimanendo ad altezza costante nonostante i sobbalzi, mentre le sospensioni lavorano alla perfezione smorzando ogni asperità e favorendo anche la trazione in uscita di curva.E’ come se si viaggiasse su un cuscino d’aria! Macchina incollata alla pista e nessun sobbalzo!

PESOA Slotlandia ho provato ad aggiungere peso sotto l’assale (in entrambe le configurazioni di motore) ma i tempi sul giro non miglioravano, con la differenza che dovevo portarmi dietro inutilmente 2-3 grammi in più che alla distanza si fanno sentire eccome.Quindi non è necessario aggiungere peso in quanto la Mosler NSR ha già di suo una enorme trazione… e poi il resto lo fanno le famose gomme NSR ULTRAGRIP TRATTATE!

ALTEZZA RUOTELa Mosler NSR offre la possibilità di andare fortissimo anche e soprattutto con ruote molto basse, da soli 18.50mm di diametro o anche meno. Il consiglio pertanto è quello di “trovare” il rapporto giusto con questa altezza di ruote, quando si correrà la finale (o in ogni caso nell’ultima fase della propria gara), sacrificando magari un pochino di spunto nella fase eliminatoria.Il motore deve essere “impiccato”, deve letteralmente strillare alla fine del rettilineo, giusto prima della staccata, ma con le ruote bassissime da 18.50-18.40 montate. A questo punto si montano le ruote per la gara. Altezza consigliata (con ruote NSR trattate) alla partenza per chi punta alla finale: 19.50-19.40 Altezza consigliata (con ruote NSR trattate) alla partenza per chi punta alla semi: 19.20Altezza consigliata (con ruote NSR trattate) per chi farà solo la prima fase: 19.00 – 18.90

RUOTE NSR TRATTATELa preparazione di ruote ultracompetitive è oggi molto semplice: – munirsi di cerchi NSR645 e di gomme NSR726 oppure NSR716 ultragrip, incollare e tornire a 19.00mm (oppure acquistare ruote già pronte incollate e tornite NSR652)

– mettere le ruote sul rodagomme aggiungendo olio NSR669 per trattamento gomme- la sera fermare il rodagomme, lasciare le ruote sollevate in modo che durante la notte assorbano completamente l’olio- la mattina successiva ricominciare l’operazione- dopo circa 20-30 ore di trattamento sono già morbide e sono arrivate a 19.50mm di diametro- a questo punto si va in pista a girare, anche 100 giri non sono un problema;- dopo le prove si cosparge di olio NSR669 solo la superficie e si lasciano asciugare, consentendo di assorbire ancora olio- poi ancora a girare, ancora olio dopo le prove, ancora girare, ancora olio dopo le prove…. E così via …. FINO AL GIORNO PRIMA DELLA GARA!!!Quel giorno avrete delle ruote davvero ESAGERATE!!!Per chi non può, non sa, non vuole fare tutto questo… beh… abbiamo già preparato dei treni di ruote con trattamento di 30 ore, praticamente pronte all’uso; se si vuole ottenere proprio il massimo bisogna solo girare in pista e oliare girare e oliare girare e oliare… fino a sabato notte!

MIRACOLO AVIOUn altro piccolo segreto svelato a Slotlandia, notato da alcuni molto attenti, relativo alla pulizia delle ruote NSR: procuratevi “AVIO”, è una benzina avio smacchiatore, lo vendono nei grossi centri commerciali.Potrebbe sembrarvi simile allo Zippo degli accendini, ma sulle gomme NSR ha un effetto incredibile: pulite le vostre ruote NSR con Avio, si attaccheranno immediatamente tra di loro! E se provate a far cadere per terra una ruota pulita con Avio non rimbalzerà ma rimarrà attaccata sul pavimento.

SCOPO DELL’ARTICOLOCon questo articolo ho cercato di dare consigli per una rapida e semplice messa a punto della Mosler NSR sulla pista Ninco.

Sicuramente altri avranno avuto più tempo a disposizione del sottoscritto, avranno forse anche fatto meglio, saranno stati più scaltri, avranno scoperto altre cose… Ma la mia intenzione è quella di aiutare lo slottista “medio”, che ha poco tempo o doti non innate, visto che la Mosler NSR si presta a tante regolazioni sì da renderla ipercompetitiva su ogni tracciato e si adatta ad ogni stile di guida. Spero di aver dato il mio piccolo contributo al vostro divertimento, alla vostra passione.

Ringrazio di cuore tutte le persone che mi sono vicine in questo momento; grazie davvero a tutti voi, vicini e lontani; per me è difficile accettare la mia stessa decisione, è veramente ma veramente dura rimanere lontano dalla pulsantiera dei Campionati Italiani ANSI e Campionati Mondiali ISRA.Sono ancora combattuto, fino all’ultimo; vorrei almeno scendere in pista per una sessione di prove libere GT, a mò di saluto e di ringraziamento a tutti voi, ma sono sicuro che mi lascerei prendere troppo cercando anche di fare i tempini, quindi…
Con affetto a tutti voi.Salvatore Noviello

12 commenti su “NSR Mosler tuned by Salvatore Noviello

  1. F A N T A S T I C O….
    penso che sia il più bell’articolo su come preparare una macchina che abbia mai letto su questo portale.
    Complimenti!

  2. Incredibile veramente un bell’articolo… e sembra tutto di un semplicità fantastica !!! Spero di vederti girare almeno ai CI

    ciao paul

    • …chi mi conosce sa bene che ho sempre letteralmente ODIATO preparare le macchine all’eccesso, vuoi per il poco tempo che ho vuoi per la mia incapacità, ma leggere QUESTO articolo mi fa pensare che si può fare bene anche senza dannarsi troppo… Complimenti a Salvatore Noviello sia per il buon prodotto che per il buon cuore.
      Unico rischio (buon per la NSR comunque 😉 ) è quello di vedere presto sulle piste un “monomarca-NSR”, almeno per le gare GT…

      Marco Costa

  3. Grazie Salvatore di tutti i consigli dati!!
    E’ una descrizione fatta molto bene;
    SEI ECCEZIONALE!!
    Speriamo di poterti incontrare a Soragna.
    Ciao Alfredo

  4. Salvatò,cito dal regolamento GT ANSI:”Nel banchino cassa lunga NSR,è permessa l’eliminazione delle linguette guida per i fermi delle viti posteriori”A cosa serve? Dopo aver provato,la sospensione lavora peggio e l’assetto ne risente in maniera negativa.Con le sue belle linguettine a posto l’auto è un missile!Qual’è l’arcano mistero?
    Ci vediamo a Soragna.
    Stammi bene.
    Marco

    • Marco,
      chiedilo alla Commissione Tecnica!
      Davvero non capisco il senso di questa cosa…
      Comunque le linguette fanno da “fermo” ai cappellotti dove sono alloggiate le molle; se togli il fermo non potrai mai regolare la tensione delle molle senza aprire la macchina… una ca..ata
      ciao

      • Ciao Salvatore
        probabilmente perchè i banchini per motore a cassa lunga, in commercio prima del 15 di luglio, in Italia disponibili solo presso Bona distribuzione, non avevano le linguette.
        La logica penso sia stata o permettiamo di levare le linguette o non omologhiamo il banchino. Molto meglio così per tutti.

        Permettimi un pò di pubblicità, senza linguetta si può montare il sistema di molle MB SLOT Art. 19111

        Ciao

        • Ciao Marco
          Sono daccordo con te sul dare la possibilità da parte della CT di montare le tue sospensioni; in questo caso necessariamente vanno tolte le linguette.

          Riguardo la prima affermazione, visto che pur non rappresentando la CT hai fatto una tua ipotesi basata non so su quali fatti, ti devo smentire in quanto è completamente falsa!
          A tal proposito permettimi di chiarire come sono andati realmente i fatti:

          – i supporti motore in linea NSR1201 sono in commercio dal 30 giugno

          – sono stati venduti banchini in linea (ovviamente ben prima del 15 luglio in italia) A DIVERSI CLIENTI ITALIANI (non solo a Bona) e sorattutto ad altri distributori esteri;

          – solo dopo le spedizioni, e per puro caso, ci siamo accorti che per errore POTEVANO essere stati spediti dei supporti difettosi, privi appunto di una delle tre linguette;

          – immediatamente abbiamo spedito nuovamente in pari quantità i banchini A TUTTI I CLIENTI, pregandoli di rimpiazzare in ogni caso i banchini precedenti in automatico, anche se non ce ne fosse stato bisogno;

          – contemporaneamente è stato emesso un comunicato ufficiale in 4 lingue per avvisare della POSSIBILITA’ (ripeto, possibilità e non certezza) di avere tra le mani dei banchini difettosi in corso di sostituzione gratuita (spedizione compresa ovviamente);

          – infatti alcuni utenti finali hanno ricevuto il banchino in sostituzione meravigliandosi, dato che quello in loro mani era perfetto; ci hanno addirittura telefonato per chiedere come mai hanno ricevuto un banchino gratis!

          Ovviamente sai benissimo che ho tutti i documenti contabili in possesso per dimostrarlo qualora venisse aperta un’inchiesta (sai… di questi tempi… :-))

          Quindi credo (a questo punto è una mia più che ipotesi) che sia stata data semplicemente la possibilità di montare le tue sospensioni.

          Saluti

          • Sicuramente, tanto, sulle date hai ragione tu, purtroppo io prima del 15 quelli con le linguette non li ho ricevuti e non li ho trovati in giro per l’Italia.

            Meno male che la CT ha permesso di asportare le linguette altrimenti Miglioli forse non avrebbe vinto i Campionati, come avrebbe fatto senza le sospensioni MB SLOT!!!!!!!!

            Naturalmente perdonatemi la battuta.

            Ciao Salvatore

  5. Attualmente credo sia la macchina in assoluto da battere, personalmente ne ho già due e sono strpitose e con questa panoramica precisa e semplice dettata dal maestro Salvatore sono sicuro di poter mettere su due macchine spettacolari!
    Parlo anche da fedelissimo NSR!!!!!
    Andrea Lucisano “Il Cavallino Sanremo”

  6. Vorrei ringraziare Salvatore anche a nome di chi come me non può partecipare a campionati di rilievo, ma coltiva lo slot con egual passione.
    Le nostre Mosler trarrano di sicuro un grande vantaggio da questi preziosi consigli!!!!

    Cesare(Race64)

  7. Ultimi aggiornamenti dopo un intenso (finalmente… dopo SEI mesi) fine settimana in pista, concluso alle 2 di notte di domenica:

    – ci vuole un rapporto LUNGHISSIMO in quanto il motore ripeto ha coppia e freno davvero da vendere, quindi più si allungano i rapporti e meglio va la macchina: 11-24 è stata la scelta ottimale, l’ho “deliberato” su 6 macchine su 7 messe a punto; una sola faceva identici tempi sia con corona da 25 che con corona da 24, e siccome avevo finito le corone da 24…

    – è consigliabile mettere una piccolissima goccia di olio NSR530 tra banchino-telaio e tra banchino-cappelloto molle, sì da evitare eventuali cigolii o attriti;

    – vi consiglio di chiudere la carrozzeria con la macchina priva di ruote posteriori; in questo modo potete controllare (afferrando il telaio proprio dove mancano le ruote) che ci sia un piccolissimo gioco tra carrozzeria e telaio; parliamo di 2 decimi di millimetro, non di più;

    – è opportuno montare SOLO sull’anteriore una vite media da 8mm NSR528 o simile; non si sa mai, si dovesse allentare quella standard da 6,5mm in gara… (al posteriore è inutile in quanto tengono bene)

    – attenzione a montare correttamente le ruote posteriori che dopo il trattamento sono diventate larghissime; considerate sempre che il banchino si muove in tutte le direzioni, come se “sterzasse”, quindi fate MOLTA attenzione; montate le ruote e controllate muovendo il banchino a destra e a sinistra se sfregano sul telaio; anche con ruote larghissime si rimane in carreggiata (65mm) quindi non occorre “restringere” il battistrada. Basta solo evitare che tocchino nel telaio ripeto.

    – carreggiata anteriore: non ho inserito alcun distanziale, quindi risulta di circa 63mm; la macchina va talmente forte ed è priva di difetti che ho ritenuto inutile provare ad allargare…

    – per chi utilizza il Pulsante Elettronico NSR532TC: tenere il traction control SEMPRE TUTTO INSERITO (tutto girato in senso orario) perchè sono sicuro che la pista non sarà mai gommata come quella del vostro club (trattandosi di impianto itinerante) così evitate pattinamenti e intraversate in uscita; questo settaggio vi consentirà di uscire dalle curve e accelerare subito senza perdere il controllo della macchina;
    ovviamente dovrete guidare più “rapidi”, settare la sensibilità agendo in senso antiorario; chip consigliati per piloti “medi”: 101

    Dico solo che dopo due giorni sono arrivato a tempi da paura, fatti solo con macchina con magnete, scendendo sotto il fatidico muro degli 8 secondi che sembrava inarrivabile!

    Ricordo ancora che le gomme, dopo il trattamento con rodagomme, vanno usate in pista e sempre oliate subito dopo, FINO AL GIORNO DELLA GARA.

    Buona fortuna a tutti!

I commenti per questo articolo sono chiusi.