Proviamo il nuovo telaio Slot.it

Come si sa, nello slot le prestazioni maggiori si ottengono con il side-winder o, quantomeno, angle-winder (metallo docet); non stiamo qui a ricordare il perché dal punto di vista meccanico, ma aggiungiamo solo in questo caso che (chiamiamolo così…) l’effetto-suolo dei magneti del motore aumenta, sulla carta, ulteriormente l’aderenza del modello, potendo sfruttare l’effetto per maggiori angolazioni di derapata rispetto a uno in-linea.
Dalle prime foto, non si capiva bene come il produttore avesse “coperto” gli spazi nel telaio principale in caso di uso dei banchini porta-motore classici.
Ecco qua:

L’altezza da terra dell’asse post è come quella dei banchini grigi denominati “off-set” di recente produzione: ciò consente di usare gomme da 20 mm. e girare con il retrotreno all’altezza giusta da terra.

Il banchino a mie mani in realtà è una prova di stampo: probabilmente per questo, trovo qualche difficoltà nel posizionarlo sul telaio principale; per poter inserirlo liberamente e lasciare un eventuale gioco per basculare, devo “lavorare” di cutter e carta abrasiva.
Credo che di questo il produttore ne terrà conto.

In particolare nello spigolo in primo piano, ho trovato la maggior interferenza.

Un altro problema è nell’eccessivo gioco delle sedi delle bronzine sferiche posteriori: questo forse ci darà qualche problema.
Ma Slot.it ci ha assicurato che il difetto è già stato risolto per la produzione definitiva.

Per evitare di utilizzare una schiera di distanziali, non avendo sotto mano uno “stopper”, riciclo una vecchia corona con inserto in alluminio (mai buttare via niente!!!!!)

Ed ecco il telaio assemblato, con cerchi Slot.it piccoli e gomme Ninco incollate, le solite morbide spazzole NSR, mancante solo del motore, che verrà fissato con 2 piccole viti, previste sul motore: questa soluzione scrive la parola “fine” al nastro o ai movimenti fastidiosi che tutti i precedenti sistemi di fissaggio del motore non potevano eludere.

La prova in pista, decisamente comparativa, vedrà una collaudata Dallara con il King rapportato a 10/24, mentre sul telaio Slot.it / Nissan AW monteremo un praticamente equivalente 12/28.
Per par condicio, la carrozzeria della Nissan sarà una leggera “versione stradale” con abitacolo in lexan.

Partiamo con la Dallara, il King è cattivo come non mai, difficile, con pista poco gommata, riuscire a contenere l’uscita di curva, ma gira e rigira ecco un bel 10” 25, lontano dai record sotto i 10”, ma comunque questa macchina e questo motore vanno molto forte!!

E adesso, montiamo il pignone da 10 SW sulla Nissan , fissiamo il motore con due piccole viti, e andiamo in pista.
Come previsto, la macchina spancia in alcuni punti della pista, perché il King spunta leggermente da sotto il telaio e le bronzine hanno troppo gioco e fanno scendere il telaio in basso.
Sul rettilineo principale, soprattutto, l’alimentatore è finalmente soddisfatto perché, dopo anni, riesce a tirare fuori tutti i suoi bei 20 ampere, con vistosi effetti pirotecnici!!!
Ma la gomma buona è questa e provo lo stesso a fare il tempo.
Giro con il banchino bloccato per paura di saltellamenti, ma non scendo sotto i 10” 50.
Provo a regolare le viti (non vi dico come….) ed ecco il “bip” che segnala il miglioramento!!!
La macchina si trasforma, è morbida in entrata e fluida in uscita di curva, sembra quasi di veder girare un modello di metallo!!!!
Peccato le spanciate, ma il tempo viene fuori lo stesso: 10” 22 !!!!
A sensazione, senza il problema dell’altezza da terra si potevano levare anche 2 o 3 decimi, sarà per la prossima, quando avrò fissato le bronzine nelle loro sedi (almeno di questo banchino).

In conclusione, davvero “l’arma finale”, poter sfruttare su un bel telaio e una carrozzeria leggera e bassa il King, è veramente tanta roba!!!!!

Emilio

Riguardo

BICI, AUTO, MOTO E.... SLOT

6 commenti su “Proviamo il nuovo telaio Slot.it

  1. E bravo EMI, sei sempre un super Test Driver!!!
    Ma sulla Nissan, niente pesi?
    E poi mi chiedo: come mai certe strane controtendenze? Tu hai spiegato bene la motivazione tecnica per la quale un motore Side o Angle Winder ha (o dovrebbe avere) migliori prestazioni nei confronti di un In Line, ed ecco quindi spiegata la tendenza di Slot.it…… però è anche vero che NSR (se ho capito bene…) stà percorrendo la strada inversa, sfoderando il banchino In Line come step migliorativo della Mosler…
    Illuminami!!!

    • ALT!!! mi rispondo da solo….. non avevo notato che il banchino Angle Winder della NSR può montare solo lo Shark ed è quindi il Top Engine King a vincolare la soluzione Inline…

    • Effettivamente la macchina è stata piombata, con due strisce di piombo da 1mm. sui fianchi per metà lunghezza della fiancata.
      Non ho avuto abbastanza tempo per verificare il piombamento ideale sulla ns. pista, comunque il modello non sembrava aver particolari esigenze.

      Emilio

        • Purtroppo il mio idraulico non usa più il piombo, per cui i rimasugli che ho li devo usare con parsimonia…..

          😉

          Emilio

I commenti per questo articolo sono chiusi.