A Labaro (Roma) per una gara di Super Prototipi !!

Questa è sempre stata naturalmente la nostra categoria di vertice, caratterizzata da livelli prestazionali notevolmente superiori alle altre contemporaneamente praticate, siano esse rispondenti a regolamenti interni oppure nazionali.
Da quest’anno pero, con l’avvento delle nuove GT- Ansi, qualche cosa è cambiato: il vistoso margine di vantaggio a favore dei nostri Prototipi, in particolare a livello di giri totali in gara si è notevolmente assottigliato.
Per dare una idea, consideriamo che nell’arco dei nostri canonici 24 minuti delle gare interne i vincitori sono arrivati ad inanellare nei casi migliori attorno ai 160 giri con i Prototipi, attorno ai 156 invece con le Gt-Ansi. Un altro dato interessante è fornito dal risultato della gara interregionale GT da noi svoltasi in primavera: 158 giri per il primo classificato e 157 per il secondo, due concorrenti venuti da fuori (purtroppo per noi soci, lo S.C.Carli19 è ancora terra di conquista).
Queste considerazioni, alla luce della recente presentazione di nuovi motori dalle caratteristiche (per ora sulla carta) estremamente interessanti, ci stanno inducendo a pensare che, forse, le nostre sofisticazioni telaistiche siano tutto sommato superate dalla notevole evoluzione prestazionale dei prodotti messici a disposizione dalle ditte del settore, ci riferiamo in particolar modo alle gomme, e che, tutto sommato, i pochi giri che ci sono di differenza tra questi due diversi gradi di preparazione possano essere colmati semplicemente montando in una GT bene assettata un motore più performante.
Un Prototipo al top (nello specifico fino ad oggi si è trattato normalmente di Porsche 956 “Slot.it” spinte da motori “Scaleauto” oppure “V12” riavvolti), in gara stacca tempi attorno all’ 8.5, una GT attorno all’8.9. Tempi che nell’arco dei 4 minuti della manche consentirebbero, senza neanche una uscita, di effettuare 28 giri nel primo caso e quasi 27 nel secondo. Nell’intero arco della gara, sarebbero quindi quattro i giri di differenza tra le due configurazioni di elaborazione. Tutto questo in un contesto estremamente teorico, senza uscite appunto, dove tutto fili liscio.
Nella realtà noi che ci corriamo sappiamo quanto possa essere scorbutico un Prototipo, superammortizzato con motore sidewinder “potente & brutale”. Prevedere con tali macchine 24 minuti di gara senza una uscita è una impresa che può riuscire al nostro amico Boffa Vito (quello che nell’interregionale GT è venuto da Napoli per fare 157 giri sulla nostra pista) non per noi normali esseri umani.
D’altro canto si potrebbe però obbiettare che con ogni probabilità un motore più potente in una Raynard o in una Dallara manderebbe a farsi benedire quell’ottimo equilibrio prestazionale del pacchetto telaio, gomme e motore che caratterizza tali modelli in versione GT e che ne rende così rapida e sicura la guida, cosa che andrebbe a vanificare, con maggiori rischi di uscite, quel poco di guadagno di velocità pura negli allunghi.
Macchine dal passo lungo come le due “Spirit” in oggetto hanno in effetti bisogno di motori poco bruschi per riprendere meglio in uscita di curva, non è infatti un caso che la massima facilità di guida la raggiungono adottando motori a cassa lunga. L’inerzia data dalla massa dell’indotto di tali motori evita il pattinamento nelle brusche accelerate con macchina ancora non bene allineata, una sorta di “antispin” sempre inserito. In tale contesto, lo “Shark” attualmente molto usato nel GT, con la sua alta coppia, che gli consente di spingere rapporti relativamente lunghi, costituisce una sorta di riuscito compromesso tra un “cassalunga” e un “cassacorta”.
Oggi però, come sopra detto (ed in effetti è questa la novità che ci ha spinto ad effettuare questa sorta di sondaggio), leggiamo che sono in uscita dei nuovi motori “NSR” a cassa lunga che potrebbero rivoluzionare (nel senso di semplificarne la realizzazione) il nostro concetto di Prototipo, leggiamone insieme le caratteristiche:

“KING 21k” 21.400 r.p.m. 270 gr/cm
“KING 25k” 25.000 r.p.m. 270 gr/cm
“KING 30k” 30.000 r.p.m. 310 gr/cm
“KING 38k” 38.500 r.p.m. 310 gr/cm

Il “38k”, con i suoi valori esagerati, sembrerebbe proprio il motore in grado di dare una risposta in senso positivo alle argomentazioni di cui sopra, e questo, non tanto per l’elevato numero di giri dichiarati, quasi anomalo in un motore a cassa lunga, ma per l’elevatissimo valore di coppia, ben 310 gr/cm. La stessa NSR per questa caratteristica lo consiglia in abbinamento con rapporti piuttosto lunghi.
Nella presentazione viene inoltre riferito che: ….”testati in pista per moltissime ore hanno fornito risultati strabilianti per costanza di rendimento. L’impressione inedita è quella di una grandissima trazione in uscita di curva che permette di accelerare prima e più forte, oltre ad una frenata fuori dal comune”.

UNA PROPOSTA A NOVIELLO

L’idea che a questo punto ci sentiamo di avanzare è quella della realizzazione di una gara “aperta”, una sorta di appuntamento annuale in gara unica dove possano essere “testati” motori o altri accessori “speciali” che, per quelle che sono le (giuste) limitazioni imposte a livello federale, non possono essere altrimenti utilizzati.
A tale manifestazione, che per le sue peculiarità regolamentari sia a livello tecnico che sportivo (si tratterebbe nelle nostre intenzioni di un “Trofeo” a squadre con 2-3 vetture per Team), potrebbe rivelarsi particolarmente interessante ed importante, potrebbero addirittura partecipare squadre ufficiali o semiufficiali attratte dalla possibilità di testare e poi pubblicizzare i loro prodotti nell’ottica di una eventuale affermazione in pista.
Non credo sarebbe un sogno in tale scenario immaginare ad esempio il vulcanico Noviello salire a Labaro per schierare una sua formazione ufficiale di Dallara o di Raynard accessoriate NSR spinte dai sui nuovi motori “King-Opened”.
Il nostro non è un delirio da stress di fine ferie, provate un attimo a fare mente locale di quanto potrebbe essere importante tale appuntamento da ripetere ovviamente con regolarità annuale.
Nel nostro Club non saremo mediamente dei fulmini di guerra con il pulsante, però annoveriamo delle ottime “penne” in grado senza problemi di creare attesa dell’evento inviando articoli mirati (questa nota andrebbe considerata in tale contesto una sorta di antipasto), lanciando sfide su “Italiaslot”. Ed una volta effettuata la gara, inondare i siti di note sui risvolti sportivi e tecnici della manifestazione.

Queste righe, nella realtà, come sopra scritto vogliono essere un sondaggio sulla fattibilità e sul grado di accoglienza che l’ambiente slottistico riserverebbe ad un avvenimento cosi impostato.
Grazie quindi per essere riusciti a leggerci fino a qui, nelle intenzioni dovevano essere in realtà solo poche parole di presentazione dell’avvenimento.
Attendiamo suggerimenti, critiche e pareri, grazie.

Per lo Slot Club Carli 19 ( www.slotclub.it )

Sergio Lucarini

PROTOTIPI (Specifiche tecniche)

Spirito della categoria –
Categoria caratterizzata da una ampia libertà di elaborazione finalizzata al raggiungimento delle massime prestazioni possibili di un modello in plastica “Grande serie”.
In linea di massima, escluso qualsiasi magnetismo tra telaio e binario, la filosofia della categoria è tale da prevedere che l’interno del modello non risulti soggetto a verifica.

Modelli utilizzabili –
Tutti i modelli riproducenti vetture a ruote coperte di tipo Sport, Prototipo, Gt 1, Gruppo C, etc., che abbiano corso la “24 ore di Le Mans” o Campionati internazionali riservati a tali categorie.
Per i modelli che lo prevedano, la scelta del banchino portamotore è facoltativa.
Per i modelli il cui telaio non si presta ad un uso “racing” è possibile l’utilizzo integrale del telaio HRS della Slot.it con configurazione del banchino portamotore facoltativa.

Carrozzeria –
Fatte salve le dimensioni originarie e la cura di una buona estetica, sono consentite tutte le modifiche atte a favorire il libero basculamento con possibilità di intervenire sulla lunghezza dei piloncini e di utilizzare tamponi elastici e/o molle.
E’ consentita la eliminazione dell’abitacolo nei modelli chiusi e la sua sostituzione con un analogo in lexan nei modelli spider.
E’ consentita una moderata maggiorazione dei passiruota posteriori.
E’ vietata l’asportazione di vetri, lunotti, spoiler ed alettoni.

Telaio –
Sono consentite smussature o modifiche per consentire il migliore basculamento e il migliore assetto. E’ consentito l’uso di sospensioni magnetiche, molle, inserti in gomma, neoprene o altro.
Piombatura libera all’interno del telaio.

Motore-
Libero purchè intercambiabile senza asportazioni o aggiunte di materiale con quello originale, oppure che possa essere montato tramite un adattatore esistente in commercio.
Il motore è modificabile (avvolgimenti, cuscinetti, etc.).
Vietate le calamite speciali (cobalto, neodimio, etc.).
Sono vietate asportazioni di materiale dalla cassa.
Il motore può essere fissato al telaio con nastro, colla, viti o altro.

Ruote-
Cerchi anteriori e posteriori come da regolamento GT-ANSI.
Gomme di tipo commerciale, senza l’obbligo della evidenza delle scritte laterali.
Le gomme anteriori, obbligatoriamente presenti, possono essere trattate (cianoacrilate).
Vietate le gomme in spugna.

Assi-
Non soggetti a verifica.

Bronzine o cuscinetti:
Non soggetti a verifica.

Trasmissione-
Corona e pignone non soggetti a verifica.

Viti di fissaggio-
Non soggette a verifica.

Dimensioni-
Quelle del modello originale, carreggiata massima 65 mm.

6 commenti su “A Labaro (Roma) per una gara di Super Prototipi !!

  1. WWWWWWWWWWOOOOOOOOOOWWWWWWWW!!!!!!!!!!!!

    ERA ORA CHE QUALCUNO CI PENSASSE SERIAMENTE!!!!!!!!!

    Considerate già iscritto il TEAM NSR!!!!!

    Sarebbe bellissimo poter correre per una volta all’anno con telai preparati con il dremel in 12 secondi che finalmente basculano solo a soffiarci sopra con l’alito :-)))) e con corone limate al limite dello spappolamento :-))))) con pickup sottili quanto la carta velina :-)))))
    A PATTO CHE VENGA PERO’ SEMPRE RISPETTATO L’ASPETTO MODELLISTICO!!!!
    Quindi passaruota allargati si ma con moderazione, non cannibalizzati!!!!! altrimenti diventano delle macchine brutte e storpiate, delle ciabatte vaganti!!

    x sergio: la proposta non la devi fare a me, ma a tutti! (proporrei sia gara sprint che endurance, 2 appuntamenti all’anno)

    x sergio: ovviamente schiereremo la Mosler MT900R rigorosamente sidewinder :-)))))))))))
    altro che dallara ahahahhahahhahaha

    • Caro Salvatore, fammiti prima di tutto ringraziare di cuore per la tua pronta disponibilità, sei un grande.
      Ora che per la “SUPER RACE” di Labaro abbiamo come prima iscritta la squadra ufficiale “N.S.R.”, possiamo dire che il successo per questa nostra manifestazione è COMUNQUE già assicurato.
      Considera quindi la cosa come già fatta, si tratta di decidere una data dopo di che mettiamo in moto la macchina organizzativa.

      Nelle nostre intenzioni, il meccanismo della gara deve essere estremamente semplice, con verifiche ridotte all’osso da effettuare sulla linea di partenza: controllo della carreggiata(65mm), accertamento dell’assenza di magnetismi anomali a livello di motore e telaio, e via con i giri di qualificazione.

      Ovviamente siamo tutti d’accordo sulla cura estetica dei modelli schierati.
      A tale proposito, dato che la gara è riservata a squadre con 2/3 macchine (della stessa marca e dello stesso modello), è auspicabile, anche se non obbligatorio, che, ad esempio, la N.S.Racing presenti vetture con analoga livrea, lo stesso faranno, ce lo auguriamo, gli altri Team che a questo punto ne siamo certi, seguendo il tuo esempio accetteranno la sfida. Se le macchine saranno belle da vedere, le loro foto andranno ad accompagnare le dettagliate note tecniche che nelle nostre intenzioni andrebbero a precedere e a seguire l’avvenimento.

      La premiazione sarà certamente ricca, con coppe ai piloti meglio qualificati. Il premio principale sarà un “Trofeo” assegnato alla squadra a maggior punteggio (punteggio costituito dalla somma dei punti dei primi due piloti componenti la stessa).

      Come dicevo, già solo con il tuo interessamento hai decretato il quasi sicuro successo di questa nostra idea, a questo punto non credi che, per fare un esempio, da Arezzo scenderà quasi certamente una squadra sponsorizzata “Barone Rosso” ?

      Il sasso è stato lanciato, ora non resta che spingere per trasformare questa nostra idea in una bella ed importante manifestazione.

      Grazie di nuovo, Sergio

      • Mi permetto di aggiungere nel regolamento:
        “carrozzerie RIGOROSAMENTE riverniciate”

        poi ritoccherai tu magari la voce “peso minimo” o altro, ma l’importante è che siano davvero BELLE oltre che performanti!

        ciao

        • Come detto in apertura, le verifiche devono essere snelle, quindi, ferma restando la buona cura estetica esterna, il peso della carrozza non lo andremo a verificare.
          Se rendiamo obbligatoria la riverniciatura, molti concorrenti si presenterebbero certamente con pezzi di plastica sventagliati di colore alla benemmeglio. Al piu potremo prescrivere che:
          le squadre devono presentare macchine della stessa marca, dello stesso modello e della stessa livrea. E più semplice per tutti.
          Martedi al Club abbiamo in programma un incontro per decidere una data adatta, in quella occasione dobbiamo prendere anche altre decisioni a livello tecnico, personalmente ho intenzione di proporre una premiazione speciale dedicata ai concorrenti che in gara utilizzino mezzi spinti da motori in linea. Una sorta di sottocategoria quindi.
          Lo scopo è quello di agevolare la partecipazione di quanti, forti della loro esperienza con le GT in configurazione Ansi, ritengono di poter ben figurare, senza incontrare troppe difficoltà, semplicemente utilizzando tali modelli debitamente adattati.
          Considera a tale proposito (sopra l’ho già detto) che nell’ultimo campionato interno per vincere con un Prototipo ci sono voluti circa 160 giri, mentre Galvanelli del M.R.M.C. che ha vinto la gara interregionale GT di giri ne ha fatti 158 montando uno Shark ovviamente in linea.
          Ipotizzando al posto della motorizzazione standard il tuo Shark da 30.000 giri oppure uno dei nuovi “King” non pensi che le ipotetiche Dallara o Raynard cosi preparate possano ulteriormente avvicinarsi al podio se non alla vittoria?
          Dimmi di si ti prego (anche se è un si politico)!!!
          Sto ovviamente facendo riferimento a quello che è la nostra esperienza, fino ad ora maturata all’interno delle nostre mura. E’ ovvio che il confronto con l’esterno porterà una evoluzione ben più rapida, è successo anche nelle altre categorie. Dove però ripeto, il nostro club è ancora purtroppo terra di conquista!!! Non siamo ancora stati capaci di vincere una interregionale, ma cresceremo!!!!
          Comunque, alla riunione di martedì prossimo ho intenzione di proporre per la nostra “SUPER RACE” una data non eccessivamente ravvicinata, in modo che ci sia tempo per discutere di argomenti tecnici con te ed altri amici che vorranno intervenire in proposito, tutto questo contribuirà a creare attesa ed interesse.
          Una cosa, una volta pronte le tue 2/3 macchine di punta, quelle del Team ufficiale (se la cosa dovesse andare come penso io, molte altre macchine, soprattutto le sopracitate Spirit, potresti essere costretto a preparare per eventuali Team-clienti), fotografale e presentale sul sito, sarebbe un traino da paura. Però cerca di non spaventarci troppo, almeno fino al giorno della gara cerca di volare basso senno ci fai scappare i clienti!!!
          Ciao e grazie ancora per i consigli e per il tuo importante appoggio.
          Ciao, a presto, Sergio

  2. Innanziutto grazie dei complimenti rivoltimi..non saprei sin quanto meritati…Avevo davvero 1 macchina al top!!
    Per quanto concerne la categoria.ho fatto qualche giro con il prototipo dell’amico Zin Zin Zinelli e mi sono divertito da matti!! Lo stesso dicasi con le Vs. F.1!!
    A tal proposito reputo il Vs. Club oltre che interessantissimo x la bellezza del circuito, anche molto “vulcanico e propositivo” sotto il profilo della libertà di pensiero e di creazione di categorie davvero entusiasmanti!!.A quest aggiungiamo un ottimo rapporto di amicizia creatosi..e…ho detto tutto… parafrasando il Principe De Curtis!!
    Salutissimi…
    Van BOFFEN

    • Grazie a te, Vito!!!
      La gara si svolgerà all’inizio di febbraio 2006, ovviamente contiamo sulla tua presenza, sono convinto, lo giuro, che al tuo livello di “guida” faresti un figurone anche con una seplice GT-Ansi!!!
      Ovviamente l’invito è rivolto a tutti gli altri amici campani, in particolare a Ettore Mazza, il suo “Fan-Club” sempre attivo qui a Labaro, lo esige quale speaker ufficiale della manifestazione.
      Ciao Vito, di nuovo grazie per la tua amicizia.

I commenti per questo articolo sono chiusi.