Dome Judd SCX – come complicarsi la vita

La Dome Judd si è rivelata una macchina molto complessa da preparare secondo il nostro regolamento nazionale; l’obbligo del motore a cassa corta nella categoria GT, penalizza notevolmente questo modello.

“incudine e martello” e questa è una macchina che si presta particolarmente.

In pista, come ho già detto, la macchina ha un comportamento molto neutro, la carrozzeria è leggera e una volta a punto, non si fà brutta figura.

Confrontando i miei tempi, con quelli della gara GT di Milano Slot in cui sono arrivato 3°, (Audi R8 Slot.it) mi ritengo soddisfatto del lavoro svolto.

Audi R8 – 3 – Grazioli Giacomo 

11,823 – rossa
11,882 – bianca
11,904 – verde
11,998 – arancio
12,132 – blu
12,183 – gialla

Dome Judd – 13 – Grazioli Giacomo 

12,091 – arancio
12,239 – blu
12,469 – gialla
12,004 – rossa
11,881 – bianca
11,909 – verde

Addirittura nelle ultime due corsie, dopo essermi fermato per l’uscita dell’assale anteriore causa tamponamento, ho eguagliato i tempi dell’Audi. (per i giri vi rimando alle classifiche su www.milanoslot.com)

In conclusione, la SCX fa delle bellissime auto, ma i testoni che lavorano ai progetti, farebbero bene a progettare oggetti per la pesca, (mulinelli, ami, galleggianti ecc.) la strada che hanno preso anni fa tra: l’impossibilità di sostituire il motore con uno diverso, il sistema a lamelle che porta corrente alle spazzole, ora l’aggiunta del sistema di basculante posteriore, mi fanno capire che per chi volesse usarle per correre, senza lavorarci troppo, cè poca speranza.
E dire che pare abbiano assunto per questo progetto 2 forti piloti spagnoli per consigli e test in pista… risultato, non le usa nessuno neanche in Spagna.

Discorso a parte sono le gare Rally dove le SCX funzionano molto bene.

Giacomo

PS: dimenticavo che per il taglio dei pesi, mi sono attenuto scrupolosamente alle immagini che gentilmente Emilio ci ha mostrato nei suoi articoli, mi sono talmente piaciuti che penso di averli imitati perfettamente, in più ho solo aggiunto la “Cicaboom” al posto del biadesivo, la trovo più pratica, posso spostare i pesi anche se il pianale è imbrattato di olio e soprattutto è compatibile con le gomme NSR!!!!

Prossimo articolo: La “Cicaboom” dove reperirla e come usarla. Non sottovalutela, vi risolverà un sacco di fastidi.

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

10 commenti su “Dome Judd SCX – come complicarsi la vita

  1. Bravo Giacomo!!!
    Ho lavorato sulla bellissima (come questa) Audi barchetta della SCX, più o meno gli stessi problemi.
    La SCX è legata al suo standard, con il pick up con problemi di ulteriore “contatto strisciante” e “basculamento” e la trasmissione da arrangiarsi di brutto.
    Peccato perchè la carrozzeria e le misure del telaio sarebbero, dal punto di vista prestazionale, giuste.
    E l’estetica è ottima.
    Ti dico solo che, alla fine, sulla mia Audi SCX ho messo su, massacrando il telaio, il banchino motore e supporto pick up di Slot.it: almeno ci posso girare (non in gara…..).
    Comunque, i tempi che hai fatto indicano che, anche con lo standard regolamentare Ansi, se la cava.

    Emilio

    • Emilio, sarebbe interessante vedere qualche foto del lavoro che hai fatto, ho 3 pianali SCX Auri R8 e uno lo potrei sacrificare per metterci il supporto Slot.it

  2. Concordo pienamente con Giacomo !!!
    La judd è una macchina che ho preparato con molta fatica prima dell’estate. Il motore originale è ridicolo confrontato con qualunque motore GT (slot.it, cartrix, ninco etc) per cui anche non volendo preparare l’auto secondo il regolamento Ansi il motore va cambiato. Il telaio l’ho lasciato basculante inserendo degli spessori e trovando un buon compromesso mentre il pignone mi ha dato parecchi problemi fino a che non ho montato quello allungato della Cartrix. Tutto sommato è venuta fuori un’auto decorosa, piuttosto leggera con cui ho vinto anche una gara (gomme proslot) ma tutto sommato piuttosto difficile da mettere a punto. In compenso la livrea bianca verde multicolor è molto bella e l’effetto luci/led è notevole

    … e per Natale buono slot a tutti

    paul (Super-K) Grifoni Slot Club Genova

  3. Io ho preparato la seat, e devo dire che va molllllto bene. il problema del pignone l’ho risolto (alla metallara per capirci, e non parlo di musica ma di slot) mettendoci uno spessore tra cerchio e boccola, fronte dentatura corona.
    non so quanto in linea con il regolamento ansi, ma molto più semplice da effettuare.
    ciao e complimenti per la presentazione perfetta .
    Saluti a tutti Sandro.

  4. Ecco le foto della SCX Audi modificata:

    Avendo cura di centrare i fori affinchè il tutto sia dritto, ho utilizzato il porta pick-up ed il banchino motore di Slot.it HRS, asportando il supporto dell’asse anteriore ed utilizzando quello del telaio SCX.

    Il banchino motore è spessorato con dei piccoli o-ring:

    Davanti ho levato tutto il gruppo pick up dal telaio SCX:

    Come prestazioni, quando fu fatto il lavoro (si correva con i 29k) il riferimento sulla ns. pista era la Toyota e la SCX così preparata aveva prestazioni praticamente identiche.

    Emilio

    • Molto bene Emilio, mi sembra un buon lavoro (solo l’idea), mi metterò subito all’opera con la motosega e vediamo se riesco a fare qualche cosa di simile.

      • O, se poi non ci riesci c’è sempre la ” STUFAAAAAAAA” !!!!!!!!!!!!!
        ciao Mario

  5. Dove c’è da segare e limare Giacomino è sempre presente…………….seguito da Emilio!!!!!!!

    AHAAHAHAH!!!!

    • Certo!!!
      Tu hai Salvatore che ti prepara tutto!!!!
      Noi dobbiamo darci di scalpello!!!!
      AHAHAHAHAHAHAHHHHH!!!!!!!!!

      Emilio

I commenti per questo articolo sono chiusi.