50 Kilometri di Natale – Una gara con i fiocchi! ma non di neve!!!!

Ragazzi che brividi!!! Le 12 squadre riunite al Milano Slot per la 50 Km di Natale, hanno dato vita ad un’incredibile gara piena di suspance ed incognite.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Prima di entrare nel vivo della giornata, vi vorrei spiegare quello che di diverso aveva questa competizione.
L’auto usata è stata la nuova Honda NSX della Ninco, con kit posteriore NSR appositamente confezionato per l’occasione.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

La confezione, fornita in parco chiuso, comprendeva anche i ricambi, 4 cerchi con gomme pre incollate, 1 assale, 2 corone da 30 denti, 2 pignoni da 12 denti e i distanziali necessari per il montaggio. Tutto il resto doveva rimanere di serie.
Le squadre, composte da 3 piloti ciascuna, dovevano percorrere una distanza di 50 km e, in caso di rottura di pianale o carrozzeria, il pilota poteva chiedere l’intervento in pista della Pace-Car che avrebbe effettuato 10 giri ad andandatura lenta, tenendo dietro gli altri concorrenti, in modo da poter sostituire il pezzo dannaggiato senza avere troppi giri di penalizzazione sugli altri. Nel frattempo le altre squadre avrebbero potuto fermarsi ai box per la pulizia spazzole o cambio gomme, riaccodandosi poi alla Pace Car senza perdere neanche un giro.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Non vi nascondo che la perplessità sul funzionamento di questa procedura lasciava perplessi molti concorrenti prima della partenza, ma siccome a volte, si fà prima a fare che a spiegare, anche chi non aveva capito bene come sarabbe andata, ha accettato di buon grado il regolamento, sperando che non ci fossero rotture.

Le squadre partecipanti:

Ayrton Senna NSR – Fallini – Paco – Mazza(Gnocchi)
Ayrton Senna Junior – Faroldi Alba – Villa – Ferri Izu
Ayrton Senna – Avanzini – Cavanna – Sana
Italia Slot Brasile – Simoni – Grazioli – Mufalli
Milano Slot – Arturi Mario – Arturi Eligio – Fumagalli
Milano Slot 2 – Palumbo – Oliva – Jonh Holmes
Fombio Slot – Albertini – Pollastri – Riboldi
Nuvolari – Rosti – Collica – Maglione
Bear Team – Taddeo – Casellato – Girardelli
Milano 90 – Tradico – Maffeis – Amadori
ASA Aosta – Massarenti – Pavan – Dario Franco
ADF Cantù – Pigoli – Guarisco – Rossi

Dopo il breafing per spiegare a voce quello che vi ho sopra descritto, vengono consegnate le scatole contenenti il kit NSR, il meccanico della squadra doveva montare il tutto in parco chiuso, chiudere la macchina e consegnarla per la misurazione del motore.
Il regolamento dava il limite dei giri a 6650 misurato alla ruota, ma la media delle misurazioni si è attestata sui 6400/6500.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Alle 9,30 parte la gara, scattano subito in testa i bravissimi ragazzi di Fombio, seguiti da Italia Slot, Ayrton Senna e Ayrton Senna NSR.
I primi guai cominciano sin dalla prima manche per le squadre di casa, Milano Slot 2 con una macchina che gracchia, mentre Milano Slot ha problemi con il pianale e sono costretti alla sosta per riparazioni.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Nella seconda manche passa in testa di pochi metri su Fombio l’Ayrton Senna, qualche problemino con le spazzole attarda invece l’Ayrton Senna Junior mentre cresce ADF Cantù e ASA Aosta.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Italia Slot, con il Brasiliano finalmente in piena forma alla guida, “balla” tra la seconda e la terza posizione, allungando sugli inseguitori.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Durante i primi 25 km le 3 squadre di Soragna, si fermano spesso per cercare di assettare meglio le loro auto, perdendo qualche giro sui primi. La peggio tocca alla squadra composta da Avanzini-Cavanna-Sana, il loro accoppiamento non è dei migliori e si fermano per risolvere il problema.
Nelle retrovie in lotta ci sono Milano 90 e Bear Team, Nuvolari rimane un pò attardato.

Milano Slot, con la macchina finalmente a punto macina giri veloci, ma a poco servono, i kilometri persi per la sostituzione del telaio sono tanti e non riusciranno a raggiungere la testa della corsa.

Verso il 25esimo chilometro, mentre si riordina la classifica, una stupenda grigliata di costine e braciole, ha tenuto impegnate le bocche dei 36 coraggiosi che, riuniti intorno al tavolo, iniziavano a fare le prime strategie.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

e chi invece faceva altre strategie…. MAZZA!!! GNOCCHI!!! PAOLO!!! anche tu!!!

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Si riparte con la decisione unanime di far correre, alle 6 squadre con il minor chilometraggio, i restanti 25 chilometri tutti d’un fiato. (Decisione presa per favorire, i ragazzi di Aosta che avevano i tempi contati e, con il ritardo accumulato per il montaggio dei kit e le verifiche, non sarebbero arrivati a casa in tempo.

A poco è servito, dopo qualche giro la macchina dei Valdostani rompe il telaio,

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Dario Franco che in quel momento si trovava alla guida, chiede la Safety Car che entra in pista, mentre il suo meccanico provvede alla riparazione.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Gli altri piloti procedono lentamente per 5 giri accodati alla macchina con i lampeggianti; CHE SPETTACOLO!!!
Ripartenza lanciata, ma la riparazione non ha avuto esito positivo, l’Attack nella fretta è finito da tutte le parti bloccando assale e boccole.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Peccato, il ritiro è stato d’obbligo. Speriamo vi sia piaciuta almeno la formula di gara, con un telaio nuovo, sareste stati ancora in gara, perdendo pochissimi giri.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Tornando alla Safety Car, i 5 giri effettuati sulla corsia di Aosta, non venivano conteggiati da WinCrono, il programma di rilevamento, opportunamente modificato da Alberto Elli, ci ha consentito di non dover fermare la gara per riordinare i giri. Ottimo lavoro e chissà, dopo questa esperienza positiva, altri club potranno utilizzare questa formula di gara che ritengo molto interessante e sicuramente da sviluppare in gare Endurance.

I guai continuano ad affliggere i piloti del Milano Slot 2, nei pochi giri che la macchina funzionava bene, il giovanissimo Palumbo e “ditone” Oliva, hanno dimostrato di andare veramente forte.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Milano Slot, pur con la macchina finalmente a posto, non riesce a recuperare i giri persi e termina i 50 Km in settima posizione. Beart Team ha la meglio su Milano 90 che termina con la macchina in condizioni disastrose, mentre per il Nuvolari, alla loro prima esperienza in una gara così impegnativa, ha mantenuto un passo costante fino alla fine arrivando 10°.

L’entrata della Safety Car, per i primi 6 in classifica, ha creato non pochi cambi di strategia, chi pensava di fermarsi a pulire solo le spazzole e chi invece, più azzardato, pensava di fermarsi e sostituire solo una gomma, riaccodarsi alla Safety Car per poi rifermarsi e sostituire l’altra gomma. Ogni squadra studiava il miglior modo per sfruttare i 5 giri lenti che si sarebbero apprestati a fare.

Tocca ai team in testa alla gara chiudere con gli ultimi 25 km, lo stupefacente Fombio sempre in testa seguito dai miracolati di Italia Slot, ADF, Ayrton Senna Junior, Ayrton Senna NSR e Ayrton Senna.
Ma qualche cosa non va, dalla macchina di Fombio provengono rumori strani, ogni giro che passa aumentano sempre più fino alla inevitabile sosta ai box per il cambio di corona. Ne approfitta l’ADF che balza al comando, i suoi 3 regolarissimi piloti hanno saputo rispariare il mezzo e cominciano ad allungare prendendo qualche centinaio di metri di vantaggio.

Italia Slot, (mi scuso con i miei compagni) perde i colpi, l’agitazione di vedere un secondo posto in classifica mi ha giocato un brutto scherzo, con qualche uscita di troppo. Gli scatenati ragazzini di Soragna abbattono il muro dei 12″ più volte, fino a portarli in seconda posizione.

Nella penultima manche, con l’ADF praticamente al sicuro in prima posizione, si decide la seconda piazza. Paco e il campione Italiano Fallini si mettono a testa bassa recuperando chilometri e riescono ad avvicinarsi a Italia Slot, solo un giro li separa.

La partenza dell’ultima manche, inizia con i 5 giri di Pace-Car per pareggiare il conto con gli altri 6 team; tocca al pilota della squadra in testa, Guarisco condurla. Grandissimo fermento ai box, pulizia spazzole e cambio gomme prima che la Pace-Car compia il giro completo. Ayrton Senna NSR ne approfitta e accodandosi recupera il giro di svantaggio su Italia Slot.
Trascorsi i giri lenti, l’Ayrton Senna NSR sferra l’attacco anche all’Ayrton Junior, nulla possono fare contro Babbo Natale che conquista la 2 posizione.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Per Italia Slot Brasile, il quarto posto è stato il miglior risultato che abbia mai avuto, certo, il secondo era alla portata ma se il Muflone ci sarà, ritenteremo in un’altra occasione.

Così la classifica

1 – ADF Cantù – – Km 49,728
2 – Ayrton Senna NSR – – Km 48,972
3 – Ayrton Senna Junior – – Km 48,888
4 – Italia Slot Brasile – – Km 48,846
5 – Ayrton Senna – – Km 48,384
6 – Fombio Slot – – Km 47,292
7 – Milano Slot – – Km 46,788
8 – Bear Team – – Km 44,940
9 – Milano 90 – – Km 44,688
10 – Nuvolari – – Km 43,008
11 – Milano Slot 2 – Km 42,672
12 – ASA Aosta – – Km 36,288

IMMAGINE NON RECUPERABILE

In conclusione, premiazioni del presidente con una bella targa in ricordo della 50 Km

IMMAGINE NON RECUPERABILE

e ricchi omaggi offerti dagli immancabili Bruno della Giocheria di via Solari e Meg Modellismo di Cunano Milanino

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Bravissimi i vincitori, oltre a guidare bene, hanno preparato un’ottima macchina che gli ha permesso di arrivare in fondo senza mai fermarsi. Rossi è stato grande, il suo contributo alla direzione gara, ha permesso al povero Oliva di dividersi tra pilotaggio, commisarriamento e direzione gara.
Pigoli sempre veloce e Guarisco gran personaggio, nuovo nell’ambiente ma molto competente e veloce, ci è voluto qualche manche, ma alla fine non ha sbagliato un colpo.
Sfortunatissimi ma, sarebbe stata dura prenderli, i ragazzi di Fombio, in testa per 3/4 di gara e fermati solo dalla rottura; bravi ragazzi, avete veramente stupito tutti.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Bravo SuperMario & C, ne è uscita una SuperGara, con una SuperGrigliata, con SuperAmici… insomma una SuperGiornata.

PS grazie per le foto che sono pervenute, appena risolvo i problemi di spazio che mi affliggono perennemente, le pubblico insieme a molte altre.

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

21 commenti su “50 Kilometri di Natale – Una gara con i fiocchi! ma non di neve!!!!

  1. Grandissima giornata!!!!!!!!!

    Bravi i ragazzi dell’ADF. Una macchina perfetta giudata in maniera perfetta.
    Bravi ai ragazzi dell’A.S. Junior e di Fombio, le due rivelazioni della giornata.
    Bravo a Marco Villa, si è trovato catapultato nella sua prima endurance nel giro di qualche giorno, e, su una pista quasi sconosciuta e con una macchina del tutto nuova, ha sfoderato una degna prestazione.
    Ma soprattutto bravi ai ragazzi del Milano Slot, una giornata fantastica in compagnia di tantissimi amici, tanto maiale alla griglia e tanto buon vino hanno fatto il resto.

    Parola di Fallini Babbo Natale!!!!!!!

  2. BELLISSIMOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!
    Grazie prima di tutto al Milano Slot per aver organizzato una gara di Natale cosi bella, poi ringrazio Il mio Team Manager di questa competizione Giacomino per la preparazione del mezzo silenziosissimooooooo e volante , complimenti al Berlusconi Paolo per l’ottima prestazione alla guida , e complimenti a tutti gli altri Team che gara Ragazziiiiii che lotta i ragazzini terribili sono straordinari davvero.
    Permettetemi un elogio particolare al giovanissimo Palumbo è andato veramente forte davvero.
    Grazie per la grigliata ottima e panettone especial e Obrigado agli Arturi .
    P.S. Paolo e Mazza attenti lei è molto pericolosa è dura da tenere a bada provare per credere.
    Ciao e Buone feste a tutti

    • Bellissima giornata…..
      grazie a Milano slot per l’organizzazione e per la giornata gestita magnificamente.
      Villa Marco per una giornata grandissimo slottista che insieme a me e ad Alba abbiamo dato “vita” a un piccolo grande team.
      Per concludere GRAZIE A TUTTI!!!!!

    • Grazie Franco per l’apporto che hai dato alla squadra, mi ha fatto molto piacere averti con noi, ovviamente non solo per quanto riguarda la tua splendida performance ma anche e soprattutto per la simpatia e per la carica che riesci a dare al gruppo, ed i risultati si sono visti, grazie ancora e spero che ci siano altre occasioni per divertirci insieme.
      Bravissimi i fratelli Arturi, a parte la sfortuna in pista per il resto veramente bravi, l’intermezzo con la grigliata una vera “figata”, poi il buon panettone, il gutturnio, la bonarda, la “bonazza” della foto …. peccato solo in foto, Francooooo fai qualcosaaa !!

      Bravi tutti, mi sono proprio divertito.

      Alla prossima.
      Paolo

      • ahh … dimenticavo e di dovere, bravissimi i ragazzi dell’ADF, veramente stellari, un passo veramente insostenibile per gli altri e i risultati si sono visti, guardate i giri !! macchina perfetta, piloti velocissimi che non hanno sbagliato un colpo, bravi, veramente complimenti, speriamo di vedervi più spesso.

        Paolo

  3. Mi associo ai complimenti che fanno e faranno tutti quanti …….Mario Arturi, Eligio(con il pigiama era fantastico) e company siete stati bravi anzi bravissimi .
    Bravo Oliva e Carlo Rossi nel gestire la gara e Dario Sentenza Fumagalli per la passione che stà mettendo nell’apportare e migliorare il tracciato anche per quello che riguarda plastico e pista(sono cose che a me piacciono molto).
    Complimenti ai vincitori ADF e a tutti i vinti sempre molto corretti in gara che hanno contribuito ad instaurare un ottimo clima.
    Tutto bene , a parte per il sottoscritto (non me ne voglia NSR) rapporti e pignoni mi sono sembrati troppo rumorosi e anche un pochino fragili così come il telaio di questa Honda che sembra per ora molto soggetto a rotture specie nella forcella posteriore.
    Le gomme invece si sono secondo me rivelate perfettamente all’altezza della situazione che ricordo erano anch’esse NSR.
    Un Saluto a tutti e un ringraziamento ancora a tutti gli organizzatori.
    Antonio Avanzini.

    • Salve.

      Dico solo che nessuno ha mai rotto niente, e nessuno ha mai avuto macchine rumorose nelle gare con macchine M3 Ninco.
      Del resto questa trasmissione è stata usata da tutto il centro (e sud) per due anni, mentre tu continuavi a correre con la clk con il motore nc1 con i cerchi in plastica…

      c’è gente che gira da un anno con lo stesso accoppiamento, e non solo per risparmiare soldi (emilioooo), e anche quando spacca il telaio non sostituisce pignoni e corone…

      io stesso l’anno scorso ho corso l’italiano dtm nc2 con una macchina con il telaio spaccato, incollato con attack durante la semifinale riuscendo ad agguantare la finale.
      poi il telaio si è aperto completamente in finale costringendomi al ritiro ma MAI la trasmissione è stata rumorosa, e non si è rotta, nemmeno con il telaio aperto in due!

      mi dispiace che non siate riusciti a montare la macchina bene, perchè l’unico errore è stato solo e soltanto quello, dovuto certamente ad imperizia. (non conoscenza del tipo di macchina)

      per essere la prima gara assoluta con quel tipo di macchina devo dire che siete riusciti a fare anche troppi giri!

      Invece al Team Ayrton Senna NSR nemmeno quell’asino di Paco è riuscito a distruggere la trasmissione, pensa…

      Perdonami, ma il tono con il quale emetti sentenze non mi piace,
      “”(non me ne voglia NSR) rapporti e pignoni mi sono sembrati troppo rumorosi e anche un pochino fragili “”

      Non te ne voglio mai, per carità, ci conosciamo e ci stimiamo da sempre, ma ci vorrebbe un pò più di umiltà, da un pilota come te mi sarei aspettato
      “” …non avendo esperienza con questo tipo di macchina abbiamo peccato nella preparazione tritando la trasmissione, mentre gli altri hanno saputo sfruttare al meglio il materiale fornito””…. e io aggiungerei
      ” che sicuramente è stato all’altezza della situazione”

      Mi dispiace, non voglio mai essere polemico, ma purtroppo c’è sempre qualcuno che mi tira dentro per i capelli.
      E siccome la gente si fa i film devo per forza intervenire.
      Fossi stato a Milano ti avrei preparato personalmente la macchina, peccato!

      nb ho scritto da una settimana un articolo sulla preparazione NSR della Honda, purtroppo mi sono accorto di non averlo inviato per farlo pubblicare, altrimenti leggendolo ne avrebbero tratto tutti un vantaggio enorme perchè spiega tutto sulla trasmissione.

      ciao

  4. GRAZIE !!!!! agli ideatori e realizzatori di questa gara. A tutti i partecipanti e Complimenti ai vincitori,… una Formula perfetta,… squadre agguerrite ma sempre corrette e disponibili… proprio un eccellente clima Natalizio con fantastica grigliata e panettonata,… e dimostra come dalle origini l’abbinamento PANE&VINO crea armonia e consolida le amicizie dei popoli, i fratelli Arturi nella loro grandissima esperienza hanno osato e ci hanno regalato una giornata veramente SUPER, (finalmente tra un giro in pista più o meno perfetto,… il resto perfetto!… hic! ma ‘ùna bèla Grigliàda et ùn Bicièr de quèl bòeùn èl tè fà andà à pè fìn à Vimudrùn’ …. Grazie Fratelloni.

  5. Siamo noi a ringraziare tutti i partecipanti intervenuti e a tutti quelli che hanno contribuito allla bella giornata di sano slot trascorso insieme.
    Un ringraziamento a Salvatore Noviello NSR per averci procurato il materiale e permesso di provare il Kit dedicato a questo modello.
    Ringrazio anche Bruno GIOCHERIA e MEG per aver messo a disposizione i premi
    Un caloroso saluto
    Mario Arturi

  6. è stata una bellissima giornata a parte la macchina anzi il telaio che era rotto sin dalli’inzio e correvamo con una macchina claudicante…..mezza sghemba mezza storta mezza se……a
    grazie al caposquadra maffeis e all’ottimo compagno arturo abbiamo vissuto momenti di serena incazzosità , ma si sà è un gioco …..
    QUELLO DI CUI VADO ORGOGLIOSO E LO SCRIVO IN GRANDE E’ L’AVERE DATO LA DRITTA A SUPERMARIO E ALBERTO ELLI PER FARE ENTRARE
    LA SAFETYCAR…….
    anche se sono di un altro club quale milano 90
    ritengo sia bello condividere con altri amici nuove esperienze senza invidie …. …..
    la mia mania di protagonismo deve dire anzi scrivere……
    di fatto dalla mia breve esperienza non ho mai visto una safetycar in pista ne tantomeno una ospitalità cosi’ bella …….grigliatina alle 12.30 e panettone per merenda …….poi l’effetto del vinello
    soprattutto nel tardo pomeriggio ha visto alzarsi enormemente i tempi…….oppure erano le macchine che chiedevano pietà ??????
    a voi le conclusioni…….
    comunque sia bella giornta veramente bella
    e ….BUON NATALE A TUTTI !!!!!!
    renato mi 90

    • Pensa Renato, ieri sera mi ha chiamato Mazza e mi ha comunicato che ci siamo sparati quasi 50 km col telaio rotto!!!!!………………….che culo!

      • Ma dove li avete pucciati quei telai????!!!!????

        AHAHAHAHAHAAHHHHH!!!!!!!

        Fallini, con la scusa hai corso con un “flexi” !!!!!

        Emilio

        • Ma se sei stato tu a dirmi di pucciarli nel liquido dei freni!!!!!! Ecco perchè la CLK che mi avevi dato 10 giorni fa era “frenata”!!!!!!!

          AHAHAHAHAAHAHAH!!!!

          • Ti sbagli: il liquido dei freni te lo ha detto ………. ENRICOOOOOOOOO!!!!!!!!

            Emilio

  7. Antonio Avanzini con Dario Fumagalli, progettista della pista

    Sono gli ultimi Kilometri, paolo Simoni, Guarisco

    L’uomo nero riposa il suo gambone malandato

    Renato Tradico di Milano 90 intento a capirci qualche cosa

    Pigoli e Rossi se la ridono, oramai sono gli ultimi giri e la vittoria è in tasca

    Paolo Simoni che ha fatto la sua migliore prestazione in una gara endurance

    Rostri – Cavanna – Mufalli – Oliva

    La professionalità di Izu



    Guarisco dell’ADF

    Come le lucciole intorno al fuoco

    I vincitori della 50 km, ADF Team di Cantù
    Guarisco – Pigoli – Rossi

    Alba è stato veramente mitico, il più veloce in pista.
    In questa foto, il suo “tutor” Paco ha il suo daffare per tenerlo a freno.

    Ayrton Senna Junior – Ferri Izu – Faroldi Alba – Villa

    Ayrton Senna – NSR – Mazza-Gnocchi!!! – Paco – Fallini

    Ayrton Senna – Soragna – Sana – Avanzini – Cavanna

    Un momento del breafing pre gara

    Lo sfortunatissimo Team di Fombio, in testa per la maggior parte di gara
    Albertini – Pollastri – Riboldi

    Italia Slot Brasile – Grazioli – Simoni – Mufalli

    Milano Slot 2 – Palumbo – Jonh Holmes

    Nuvolari – Rosti – Collica – Maglione

    ASA Aosta – Pavan – Massarenti – Dario Franco

    Pigoli e Rossi

    Il Bear Team alle prese con la loro Honda

    Pino Taddeo – Renato Tradico – Valter Oliva

    La tensione nell’ultima manche era alle stelle, il Team ADF controlla il vantaggio su Ayrton Senna NSR

    • Nota bene quello di fianco a Manuel Pavan non è Walter Oliva ma Jonh Holmes (PAce all’anima sua)
      Ciao

I commenti per questo articolo sono chiusi.