Honda NSX Ninco: proviamola !!

Ahimè, non ho fatto in tempo a beneficiare dell’apposito kit NSR, ma mi sono adattato.
La trasmissione è angle-winder con una inclinazione effettiva di circa 30° gradi (mia figlia non ha ancora il goniometro, mi riservo di dare una misura esatta…..): scopo del test comparativo sarà verificare quanto il vantaggio di tale soluzione costruttiva sia limitato da “difetti” (a mio modesto parere) presenti sul modello:
-il pick up alza non poco l’anteriore, a differenza di altri modelli che lo “inglobano” nel telaio rendendo il tutto molto basso, e ha un gioco laterale che potrebbe dare qualche fastidio (ho provato altri pick-up, ma non ne ho trovato uno che calzi alla perfezione)
-Ninco, come da tradizione, insiste sul basculaggio dell’asse anteriore, per cui sarà arduo evitare che le gomme “pelino” la pista all’altezza ottimale
-il telaio flette, ma non tanto per morbidezza di materiale quanto per lo spessore ridotto (peraltro la “X” al centro del telaio inibisce la torsione spesso ben accetta, invece di irrigidire in senso longitudinale)
-la carrozzeria è leggera, ma non ha un baricentro tra i più bassi

Davanti monto dei leggeri cerchi in plastica (selezionati e dritti…) e gomma tornitissimo per un’altezza effettiva di 17 mm.; dietro cerchi Slot.it piccoli che con la gomma porta ad un diametro di circa 20 mm., al fine di avere un’altezza dalla pista sotto al retrotreno di poco meno di 1,5 mm.
Motore 23k con adattatore, corona NSR da 30t e pignone da 11.
Faccio notare che, rispetto a quanto siamo abituati con le altre GT più usate, il motore gira al contrario, pertanto ri-rodo lo stesso al contrario.

Spazzole MB (par condicio…), assale e bronzine da 3/32” e distanziali qua e là per un buon accoppiamento e per raggiungere la carreggiata alla gomma di 65 mm.
La carrozzeria, portata a 24 grammi dai 23,1 originali con 1 grammo di piombo sotto l’abitacolo, mi complica la vita perché si incastra davanti e dietro, a causa di dettagli estetici, e, per poter basculare liberamente, necessita la solita riscaldata con asciugacapelli e “messa in forma”.
I passaruota sono ampi e non chiudono nella parte bassa, non avremo problemi di contatto tra gomma e carrozzeria.

Piombi come da foto, inizialmente vado pesante come la collaudata concorrente Fly del test, ma da un pre-prova, oltre a registrare l’accoppiamento (con l’inclinazione del motore è d’obbligo), alleggerisco ulteriormente dal centro circa 10 grammi, perché il comportamento era un po’…. “impacciato”. Cerco di non irrigidire il telaio nelle zone di torsione con il piombo, per beneficiare della flessibilità.
Il piombo sui fianchi dovrà essere “ritoccato”, perché la carrozzeria ha delle prese d’aria in basso che interferiscono, incastrandosi.

Per la prova in pista, prendo come riferimento una Porsche Fly Racing già “veterana” ed uso lo stesso paio di gomme posteriori, non potendo montare lo stesso motore per la diversità di sistema di accoppiamento. Per questo motivo e per altri, tra cui quello che la Fly vanta un collaudo congruo sulla ns. pista, i rilievi cronometrici non saranno da interpretare in modo assoluto, ma forniranno un’idea di massima, mentre saranno più importanti, credo, le sensazioni del comportamento.
Proverò solo con la versione “GT GAS”, ovvero gomma non incollata e, dunque, grip non esagerato, dato che le gomme “buone” non sono ancora rientrate da Soragna…..

La Prova!!!
Innanzitutto i rilievi cronometrici che sono stati molto simili….:
Porsche Fly Racing = 11,31
Honda Ninco = 11,32
Da prendere, come già detto, “con le pinze”.

Il comportamento della Honda, rispetto alla Porsche, è stato buono, ma in uscita di curva il retrotreno tendeva ad impuntare (baricentro alto o telaio rigido?) ed il tempo è venuto fuori solo con una guida pulita.
Anche in staccata è sembrata migliore la Fly, ma è stato nel misto e nelle curve in successione (vedasi sidewinder…) che la Honda è apparsa a suo agio.
Oltre all’accoppiamento da rodare (ancora rumoroso) e qualche affinamento (soprattutto ricerca di un pick-up meno ballerino) direi che siamo in linea con gli altri GT attualmente utilizzati.

Emilio

Riguardo

BICI, AUTO, MOTO E.... SLOT

9 commenti su “Honda NSX Ninco: proviamola !!

  1. Scusate… c’è stato un errore nella firma dell’articolo: il vero autore è Enrico.

    Emilio

  2. ops … sono proprio fuso ! non avevo visto il vostro articolo e mi sono divertito a commentare la mia Honda al “piano di sotto” …. dove Salvatore presenta il nuovo kit!
    Anche io ho trovato la macchina un pò piu difficile da guidare causa saltellamento asse posterire … ho dovuto montare gomme con meno grip…. tra l’altro nella mia macchina il peso era solo di contorno al motore….
    Leggetevi l’articolo !!!!
    Ciao da Andrea.

    • BRAVO ANDREA!!!!
      Giustamente fai notare un particolare non trascurabile: l’Honda è circa mezzo centimetro più corta come passo (slottisticamente parlando la distanza tra pick-up ed asse posteriore); da questo ecco la differenza riscontrata anche da te.
      Con un 11/30 comunque recuperi il gap.

      Emilio / Enrico

      • La mia macchina era anche molto piu leggera… non avevo il peso nella parte anteriore e non avevo neanche quello nelle pance laterali….
        Riguardo al telaio ho notato una particolarità, Forse la “X” che c’è al centro non è studiata a caso… il telaio resta piu rigido nella parte centrale ma ha una buona torsione nella parte anteriore e in quella posterire.Anzi , diciamo che al retrotreno flette quasi piu di tutte le altre….
        Unico problema : non basculano le bronzine !… ma li ci sarà la gara a chi è piu furbo o a chi è piu bravo a farti credere che si è usurata la sede delle boccole……………

        • Sull’anteriore non è che serva un granchè…. dietro si per limitare l’impuntamento, ma non puoi esagerare.
          La X per me è una belinata, casomai potevano irrigidire in lunghezza, ma non limitando la torsione.
          Come plastica non è che sia morbidissima……

          Emilio

  3. Ciao EMILIO,

    prova a togliere la calamita,

    scoprirai un altro mondo.

    Ciao. Cipollino.

    • Buona idea, basta che a Sanremo me la fai rimettere sulla 956…..

      GRANDE!!!!

      Emilio

  4. Giovedì 3 Marzo 2005,un gruppo di Audi R8 con motori 26 e 29k, 4 Dallara Spirit con motori analoghi, 01 Lola Fly ed una Honda Nsx (preparazione locale..) ingaggiano selvaggia lotta contro una Honda Nsx o meglio NSR (nel senso del campione del mondo Salvatore Noviello) che monta
    un “modesto” Nc5 di serie…..
    Fine gara :L’Honda Nsx NSR ha vinto.
    Morale : anche fra i preparatori la classe non è acqua….
    Tenuta perfetta (gomme Ultragrip da favola),piombatura calibrata(niente macigni di peso…inutile),trasmissione eccezzionale,silenziosa e scorrevolissima,rapportatura azzeccata,basculaggio incredibile,che dire: Grande Salvatore,mitico Nano.
    Un ottimo consiglio per l’acquisto.
    P.s. Non mi ha pagato……peccato ci speravo ahahaha

I commenti per questo articolo sono chiusi.