Come ti preparo la Panoz per vincere il Milano Trophy

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Il ritmo di gara del “Re delle Avant”, era mediamente più basso di 3/4 decimi rispetto agli avversari, tanto da consentirgli di correre solo gara 1 per aggiudicarsi il titolo.
A Davide Pallini e Claudio Biacchi è servita anche l’ultima manche delle 12 disputate sull’intero campionato, per giocarsi Il secondo e terzo posto, finendo ad un solo punto di distacco.

Anche in questa occasione, come è sempre successo nel campionato, molti concorrenti hanno finito a settori, rendendo la gara divertente e spettacolare.
Si riconferma ottimo pilota Montani con la Marcos, il rientrante Crippa che in poco meno di 20 minuti ha preparato la sua Panoz portandola al settimo posto e, incredibile ma vero, il mio terzo posto a un solo giro dal secondo, Cavanna, che vince invece gara 2.

Per la seconda volta sullo schieramento del Milano Trophy, udite udite… Mimmo Martinez che si è presentato con un WC sotto il braccio per sensibilizzare lo slottista sul problema igienico nei Club italiani.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

In gara 2 Mario Arturi, con il campionato in tasca, decide di provare la tanto chiaccherata Corvette Scalextric di Pino Taddeo vincitrice nella gara disputata al Milano 90, posizionandosi in seconda posizione a pochi settori dal primo.

Nella categoria Turismo, vittoria del Webmaster di Italia Slot, Paolo Simoni e della sua rossa fiammante Alfa 147 GTA.
La vittoria del campionato è andata invece a Mauro Albertini, molto prudente nella guida e speranzoso in un mio ritiro; cosa che è avvenuta verso metà gara quando ero in testa con un paio di giri di vantaggio.

In totale i partecipanti al Milano Trophy sono stati 44 di cui 15 che hanno partecipato a tutte e 12 le gare. Un’ottima media considerando il periodo estivo, gli orari che ci hanno imposto un certo rigore e le macchine sconosciute a livello di preparazione un pò per tutti.

Bella la formula della doppia gara e grandiosi gli sponsor MB Slot – Bruno Giocheria e Meg Modellismo che non hanno mai fatto mancare i premi per tutti i partecipanti e un ringraziamento particolare a Milano Slot per le targhe e le coppe di campionato.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Mario Arturi premiato da Paolo Simoni

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Davide Pallini – Nuvolari Slot Club

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Claudio Biacchi

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Mauro Albertini – Ayrton Senna – Soragna

IMMAGINE NON RECUPERABILE

In attesa delle foto di “Sentenza” sulle auto in corsa, nelle sezioni speciali troverete la classifica generale del campionato, mentre di seguito quella della gara di Lodi.

Gara 1

1 – Arturi – Panoz LMP – 48,24
2 – Cavanna – Panoz LMP – 47,67
3 – Grazioli – Panoz LMP – 46,96
4 – Ballardini – Ford Capri – 46,91
5 – Cambielli – Marcos – 46,83
6 – Biacchi – Marcos – 46,27
7 – Pallini – Panoz GT – 45,47
8 – Riboldi – Marcos – 45,36
9 – Montani – Marcos – 45,28
10 – Simoni – Panoz LMP – 44,125
11 – Crippa – Panoz LMP – 44,83
12 – Pollastri – Marcos – 43,93
13 – Bollani – Panoz LMP – 43,90
14 – Fumagalli – Panoz GT – 43,60
15 – Albertini – Ford Capri – 42,59
16 – Martinez – Viper – 41,109
17 – Taddeo – Corvette Scalextric – 41,56
18 – Pilotto – Panoz LMP – 41,46
19 – Collica – Marcos – 41,27
20 – Benvenuti – Panoz LMP – 40,66
21 – Dicillo E. – Panoz LMP – 38,27
22 – Dicillo V. – Panoz LMP – 35,53 (albero trasmissione)

Gara 2

1 – Cavanna – Panoz LMP – 47,126
2 – Arturi – Corvette Scalextric – 47,86
3 – Montani – Marcos – 46,47
4 – Biacchi – Marcos – 45,120
5 – Ballardini – Ford Capri – 45,83
6 – Pallini – Panoz GT – 45,30
7 – Crippa – Panoz LMP – 44,79
8 – Bollani – Panoz LMP – 43,136
9 – Martinez – Panoz LMP – 43,119
10 – Pilotto – Panoz LMP – 43,90
11 – Taddeo – Corvette Scalextric – 43,60
12 – Pollastri – Marcos – 43,46
13 – Fumagalli – Panoz GT – 42,90
14 – Collica – Marcos – 41,42
15 – Dicillo E. – Panoz LMP – 41,36
16 – Simoni – Alfa Romeo 147 GTA – 40,109 (Turismo)
17 – Riboldi – Alfa Romeo 147 GTA – 40,7 (Turismo)
18 – Benvenuti – Panoz LMP – 39,60
19 – Albertini – Alfa Romeo 147 GTA – 38,94 (Turismo)
20 – Dicillo V. – Ferrari Daytona – 34,65
21 – Grazioli – Alfa Romeo 147 GTA – 25,0 (Turismo)(albero trasmissione)

Ed ora vi voglio mostrare i segreti della Panoz vincitrice del Trofeo, in un prossimo articolo pubblicheremo anche quelli dell’Alfa 147 GTA.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

La macchina montava cerchi NSR grandi sia al posteriore che all’anteriore, gomme P3 Slot.it

IMMAGINE NON RECUPERABILE

PK Slot.it, corona da 26 denti Slot.it e pignone di serie da 8 denti

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Il pianale Panoz si presta molto bene alla pesatura, gli spazi a disposizione sono ampi.
La pesatura di Mario ci ha lasciati alquanto perplessi, a diversità delle altre Panoz in gara con i pesi sotto assale e nel supporto alettone, questa li aveva posizionati sul pianale davanti all’assale.

Essendo foto “rubate” e con pochissimo tempo a disposizione per non essere scoperti, non siamo in grado di dirvi il peso totale e il diametro delle gomme, cosa che ci avrebbe aiutato notevolmente a capire di più del perché questa macchina era imbattibile.

In ultimo, e cosa molto importante, il passaggio dei fili.
La Panoz a causa della forma della carrozzeria anteriore, ha pochissimo passaggio per i fili e, se si vuole un basculaggio senza intralci, bisogna stare molto attenti al loro posizionamento. (Emilio insegna)

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Sperando di essere stato utile e di non aver scatenato le ire del Campione, vi saluto e preparatevi a future sorprese.

Giacomo

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

20 commenti su “Come ti preparo la Panoz per vincere il Milano Trophy

  1. Complimenti al vincitore.
    Per quanto riguarda la preparazione del modello non mi sembra di vedere, per la disposizione del piombo, nulla di diverso dai modelli che ho impegato e ho visto impiegati nel campionato italiano Fly Avant (2002).
    In quel caso cmq il regolamento era meno permissivo (anche perche nasceva come categoria “promozionale”).
    Quello che mi lascia un po’ perplesso è il fatto che il motore è “libero”, ricordo in diverse occasioni di motori fuoriusciti e “frittate di trasmissioni”, forse un po’ di nastro a bloccare il motore non sarebbe male.
    Mi auguri di vedere a breve anche le Alfa…
    Alla prossima
    Paolo

    • Ciao Paolo, il motore non è libero ma deve essere quello montato di serie sul modello.
      Nel caso di BMW o di altre macchine Fly su cui è montato il motore Racer Fly, va sostituito con la versione montata sugli altri modelli.
      L’eccezione del motore esiste nei modelli Scalextric e Revell che di fatto sono più potenti.

      • giacomo credo che per “libero” intendesse non vincolato con nastro adesivo…

        Ciao, GAbriele

        • AHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!!!
          Questa è psicosi da regolamenti!!!!!!!
          AHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!

          Emilio

    • Paolo se stringi il motore con il nastro la macchina è ferma. Pensa che anche nelle prestazioni della macchina influisce negativamente incollare l’alettone posteriore nella Panoz.
      Bisogna stare attenti nelle avant ad incollare bene la boccolina vicino al pignone, che la molla non sia deformata e trovare la giusta altezza da terra delle ruote anteriori.

      Le Fly avant hanno avuto un grande successo, probabilmente perchè non impegnative nella preparazione e nelle prestazioni, anche se in tutti i circuiti la differenza con dei GT Light era meno di un secondo a parità di voltaggio.

      Ciao

    • Ciao Giacomo,
      complimenti per la tua bella macchina. Una domanda, vorrei acquistarla ma degli amici che hannop delle Fly sostengono che sono soggette a continue rotture della fatidica molla.
      Ti/Vi risulta? Qualche suggerimento?
      ciao
      Cesare

  2. ciao a tutti.
    Devo dire che mi ha proprio divertito questo campionato Avant e che sono proprio contento per il mio amico SuperMario che questa mattina si è risvegliato “the Champ”.

    Rispetto alla preparazione della sua macchina, visto che chi ha scritto precedentemente non ha notato niente di particolare nella preparazione, vuol dire che il dito fà la differenza!!!
    Complimenti ancora SuperMario.
    Complimenti ancora a tutti gli organizzatori!

    Ciao a tutti
    Ennio

  3. E’ l’ora tarda che gioca a favore di Super Mario, è l’unico che nonostante tutto ha sempre l’occhietto vispo. Bravo Marietto sono proprio contento.
    Ciao a tutti quanti a presto.
    Walter O’live

  4. Dove stà scritto che PER PREGARE BISOGNA PER FORZA ANDARE IN UNA CATTEDRALE?

    Dopo questo anatema, volevo porgere un cordiale saluto a tutti coloro che sono intervenuti ieri sera in quel di Lodi per disputare le ultime due manche del Milano Trophy.
    La cosa che mi è rimasta più impressa nella mente è la serenità che si è respirata per tutta la serata, lo scambio continuo più o meno tra tutti sul come fare andare sempre meglio le vetture di questa categoria.
    Io mi sono aggregato solo da metà campionato alla carovana, ma penso che l’anno prossimo il Milano Trophy sarà uno dei campionati ai quali parteciperò assiduamente. Quest’anno ho partecipato a sole 3 gare, ma comunque a tre gare con fondi diversi, Carrera, Polistil e Ninco e comunque siano andate a finire entrano a far parte del bagaglio di esperienza dal quale partire per prepararsi al campionato dell’anno prossimo.

    La formula di gara con le due manche e l’assenza del parco chiuso che permette di poter lavorare sulla macchina tra una manche e l’altra cambiando rapporti, pesi, motore gomme e per chi vuole anche l’auto completa è il massimo che uno slottista/hobbista può chiedere e di questo dobbiamo rendere merito Giacomo, BRAVO.

    Nonostante fossimo in 22 e dovessimo disputare 2 manche siamo riusciti a trovare il tempo per provare, chiaccherare del più e del meno, di correre e anche di mangiare la PIZZA. Eh, cosa, la PIZZA? Si, la “pizza in pista” evidentemente non è una prerogativa degli dei, non si mangia solo nelle CATTEDRALI DELLO SLOT, ma si mangia anche e forse con più gusto a casa dei comuni mortali.

    Concludo porgendo i miei ringraziamenti a Marco MB Ballardini ottimo padrone di casa come sempre, agli altri sponsor della manifestazione MEG Modellismo e Bruno Giocheria e rinnovo un arrivederci a tutti i partecipanti alla prossima edizione del trofeo, IO CI SARO’.

    Un saluto a tutti
    Cavanna Claudio

  5. complimenti a “SUPERMARIO” tornato ad essere il mio punto di riferimento…
    ma un bravo anche al presidentissimo Pallini che fa onore al nostro giovane club in giro per il mondo.
    Complimenti agli organizzatori per la formula vincente.
    un pensierino per il prossimo anno
    FORMULA VINCENTE NON SI CAMBIA, al limite la si ritocca per migliorarla

  6. Mi aggrego per i complimenti a Mario per la vittoria finale, posso comunque assicurarvi che la macchina è un’autentica BOMBA.
    Ma i miei più sinceri complimenti più che per il terzo posto di ieri, per la splendida scoperta di una categoria divertente e facile da preparare, vanno a Giacomino che ha saputo giudicare delle macchine veramente divertenti con una vasta gamma di modelli utilizzabili, e pensare che fino a pochi mesi fa le pensavamo belle ma impossibili!
    Anche questo ha contribuito al mio ritorno in pista dopo parecchi mesi di assenza.
    Spero che l’anno prossimo si amplii ulteriormente questa fantastica MILANO TROPHI
    BRAVO GIACOMO!
    Un abbraccio Walter

  7. Volevo ringraziare TUTTI per l’amicizia che dimostrate.
    Un ringraziamento particolare oltre ai SUPER SPONSOR MEG – GIOCHERIA – MB veramente eccezionali anche agli organizzatori di questo splendido campionato MILANO TROPHY nelle persone di Giacomo Grazioli, Claudio Biacchi e Davide Pallini per l’impegno e la professionalità dimpstrata.
    Grazie anche a Pino per la Sua splendida Corvette
    Mario Arturi

  8. ecco un “branco” di lupi affamati mentre azzannano la loro pizza, CATTEDRALI o non CATTEDRALI la pizza in pista stà diventando un classico dalle nostre parti.

    Tornando al Milano Trophy, beh che dire, bello ! bellissimo !! adoro le Fly avant, io e Giacomo avevamo già disputato dei campionati con queste auto divertendoci un mondo, continuavamo a ripeterci che prima o poi avremmo organizzato un campionato del genere e da lì è nato il Milano Trophy.

    Grazie a tutti gli amici che hanno creduto nella formula, penso che anche i più scettici si siano ricreduti, con queste macchine ci si diverte, eccome, belle, facili da preparare, ottime prestazioni e bellissime da guidare.

    A tutti un arrivederci alla prossima edizione e preparatevi per le novità !!

    Paolo

    • Paolo hai perfettamente ragione, ma lo scetticismo era dovuto molto probabilmente dal susseguirsi di impressioni negative che venivano riportate sul portale nel periodo in cui questa categoria è stata praticata a livello nazionale.
      Ricordo di aver letto varie volte si spacca qui, si rompe la, i semiassi non stanno diritti e così via.

      Questo campionato ci ha dimostrato che il più delle volte le analisi negative vanno prese con le molle e che per renderci conto se una cosa è valida o meno dobbiamo sperimentarla personalmente o ancor meglio in gruppo.

      Il risultato positivo ottenuto da questo campionato secondo me è anche dovuto al non aver limitato il numero di macchine utilizzabili, o ancor meglio ad aver permesso di utilizzare TUTTE LE MACCHINE IN COMMERCIO PURCHE’ CON MOTORE ANTERIORE, ed aver limitato il regolamento a qualche paletto assolutamente necessario, ma lasciando allo slottista abbastanza libertà nello scegliere la soluzione tecnica che più gli piaceva per risolvere i problemi di costruzione che queste vetture presentano.

      Restando in attesa delle novità saluto tutti.
      Cavanna Claudio

      • Posso assicurarti sulla mia pelle che le voci di modelli “fragili” non erano del tutte infondate.
        Personalmente conservo ancora due Panoz LMP dell’epoca e tutte e due hanno il telaio spaccato in corrispondenza dell’allogiamento della bronzina dell’asse posteriore e so con certezza di non essere il solo ad avere problemi del genere.
        Penso che comunque avere consentito l’utilizzo della trasmissione professionale (il regolamento nazionale prevedeva l’utilizzo di quella di serie) e comunque l’utilizzo di tutti i modelli “avant” indipendentemente dal fabbricante sono secondo me le chiavi del successo di questo campionato.
        Paolo /molto invidioso 🙂

  9. COMPLIMENTONI A TUTTI RAGAZZI!!!!!!!!!!!!!

    Complimenti a Super Mario Arturi, ormai slottista di punta!

    Complimenti al mio pupillo Albertini, finalmente ripagato delle innumerevoli trasferte e delle lunghe notti passate in pista per la preparazione dei modelli.

    Complimenti a tutti i partecipanti per lo spirito di “puro divertimento” col quale hanno affrontato questo bel campionato.

    Complimenti al solito Giacomino, per avere organizzato qualcosa di nuovo, finalmente un poco di “aria fresca” nel panorama slottistico nazionale.

    Al prossimo Milano Trophy spero di fare qualche presenza.

    Fallini Lorenzo.

  10. Questo Milano Trophy è stato una delle cose migliori viste quest’anno.
    Tra l’altro, l’anno prossimo sarà indispensabile fare di nuovo qualcosa del genere perchè Giacomo non ha ancora vinto niente!
    Dal punto di vista dei regolamenti tecnici sono daccordo con chi sostiene che la pizza sia davvero indispensabile. Per rendere più equilibrata la competizione e meno dolorosa la digestione dovremmo trovare almeno un altro fornitore di pizze. Chissà che nel prossimo catalogo NSR…
    Peccato non aver potuto partecipare a tutte le gare, ma mi rifarò (almeno spero).
    Grazie a Giacomo per le (ottime) macchine.
    Grazie a Paolo per il passaggio.
    Grazie a tutti per l’ospitalità.

  11. Scusatemi per ritardo al commento ma in questo ultimo periodo sono stato un pò preso, comunque non ho parole per il bellissimo campionato appena disputato e credo che l’anno prossimo il nostro Giacomino abbia nel suo cilindro ultriori novità in merito al gia attuale Milano Trophy, grande successo con clima sempre molto disteso e con tante paranoie mentali svanite nel nulla grazie alla formula del campionato stesso!!!
    Porgo i miei più vivissimi complimenti al sempre + speed Supermariooooooo per l’ottima e ben realizzata avant, imbattibile e per la vittoria finale!!!…. complimenti anche a tutto il resto della banda per essere intervenuti così numerosi e forza che i prossimi saranno ancor + combattuti ed avvincenti!!!
    Un BIG BIG RINGRAZIAMENTO agli sponsor Meg Modellismo – MB Slot – Bruno Giocheria per i numerosi premi offerti ad ogni gara così rendendo il tutto molto più interessante e stimolante a noi partecipanti, grazie ancora!!!!

    Ciao a tutti!!!

    Davide

I commenti per questo articolo sono chiusi.