Nuovo telaio Step3

Fino ad ora, la scelta per i progettisti di auto slot era quella di realizzare un’auto con assale anteriore ad altezza fissa dal suolo, o assale anteriore basculante.

In entrambi i casi, il gioco dell’assale non era regolabile dall’utente e, nel caso dell’assale basculante, il modello si presenta con le ruote in posizione non naturale una volta che sia sollevato dalla pista.

Questa invenzione rende possibile la regolazione della posizione e del gioco dell’assale anteriore.

Il principio di funzionamento è molto semplice: l’altezza del supporto inferiore dell’assale anteriore è stata ridotta di un millimetro, e sono stati creati spessori di altezza variabile, a forma di tazza, che calzano sul suddetto supporto inferiore.

Quindi, rimuovendo completamente il supporto si ottiene un gioco verticale di 1mm, mentre inserendo gli spessori si riduce tale gioco a 0.75, 0.5, 0.25mm fino a zero, che è la configurazione attuale delle auto Slot.it.

Il distanziale non può uscire dalla sua sede, essendo posizionato al di sotto dell’assale stesso.

Tutte le auto di futura produzione Slot.it (Nissan e Mercedes) saranno già fornite di questa caratteristica, che nel tempo verrà estesa anche
ai modelli Porsche 956 e Porsche 962.

Il telaio Audi Step3 (SICS01t-3) ed i distanziali (SISP07) saranno disponibili la settimana prossima per i distributori.

Saluti
Maurizio



9 commenti su “Nuovo telaio Step3

  1. ..non posso che ringraziare la tua professionalità e l’attenzione che metti nel mondo dello SLOT….il solito ottimo prodotto!! penso di poterti dire..grazie da parte di tutti gli estimatori dell’audi.. Dario …”Sentenza”

  2. Uno dei grossi difetti dei “giocattolini” in plastica è, spesso, di avere supporti dell’asse anteriore che ti fanno lavorare più di tutto il resto della preparazione del modello per renderlo competitivo.
    Compito dei fabbricanti è lavorare affinchè non ci si debba scervellare o cercare trucchi o sotterfugi per rientrare nelle regole e per non generare il solito divario tra chi sà preparare al meglio e chi no.
    I modelli dovrebbero essere semplici da preparare al top per tutti.
    E questo caso non può che rendere onore al fabbricante.

    Emilio

  3. E’ molto bella la regolazione!
    Ma chi può spiegarmi la funzionalità? In che condizione l’assale serve basso e quando alto? Perchè….

    Ciao Ciao “un pivello”

    • Può sembrare una particolare superfluo nello slot, dato che fondamentalmente parliamo di appoggio su tre punti: pick-up e le due ruote post.
      Ma nell’assetto che determina il tocco finale per rendere un modello quasi-perfetto l’asse anteriore ha la sua rilevanza.
      La “legge” dice che da fermo e su piano di riscontro le ruote ant devono essere leggermente sollevate.
      In pratica si devono verificare diverse cose pratiche quali: torsione del telaio, altezza del baricentro del modello, grip delle ruote post, peso complessivo, etc., tant’è che l’altezza ideale per il giro più veloce è calcolabile empiricamente, anche se le esperienze consentono di prevederla a tavolino.
      In generale, comunque, ti basti sapere che una ruota ant che tocca di più, oltre a ridurre la scorrevolezza, ti consente di tenere la ruota post interna più a contatto della pista e, quindi, un’apparente maggior stabilità, ma può causare improvvisi impuntamenti e “dritti”.
      Viceversa una gomma ant più lontana da fermo dalla pista consentirà una guida più “aggressiva” e “sporca” senza rischiare uscite improvvise di muso.
      Non trascurabile, poi, è la perfezione di rotazione della gomma ant, che se p.e. ovalizzata o deformabile in appoggio può causare saltellamenti anomali in entrate di curva “lunghe”.
      Ninco o alcune Fly difettano spesso proprio per i giochi anomali dell’asse ant, che comportano diverse prove per ottenere il giusto equilibrio.

      In ogni caso, è sempre il responso della pista con tutte le variabili possibili a detrminare la misura ottimale.

      Emilio

I commenti per questo articolo sono chiusi.