Riviste slot 2

Buon giorno a tutti, mi chiamo Alessandro, vorrei precisare, visto che la cosa ha fatto andare su tutte le furie i piu’ “navigati”, che non mi sono registrato in quanto al momento dell’inserzione dell’articolo, non mi è stato richiesto nessun dato.
Evidentemente il WebMaster, e mi trova pienamente d’accordo, da la possibilità a chiunque voglia, di lasciare traccia, senza costringere la persona a lasciare dati personali.
Premesso questo, veniamo al punto del mio precedente pezzo.
Sono rientrato in Italia dopo cinque anni di permanenza negli stati uniti, li lo slot è praticato e seguito anche dalla stampa, in modo normale e continuativo.

Parlando con slottisti italiani di fama internazionale invece, mi hanno detto che in Italia lo slot è considerato il gioco Natalizio per bambini.
E’ vero ?
Secondo i sopraccitati, l’ambiente dei club è ermetico, difficilmente si riescono a reperire informazioni necessarie alla pubblicazione.
E’ vero ?
Alcune persone collaborano per pochi numeri, poi cala l’entusiasmo e la collaborazione sfuma.
E’ vero ?
Eppure c’è la necessità per i neofiti, o per chi vuole crescere dal punto di vista modellistico di imparare nuove tecniche, sia nell’elaborazione che nella costruzione di plastici, tracciati e perché no… di modelli.
Il mio primo pezzo, e mi scuso nuovamente per la mancata registrazione, è stato provocatorio, volevo vedere se in Italia c’è realmente l’interesse per una rivista che si occupi di solo slot, prima di investire soldi propri o di sponsor.
Teniamo conto che italiaslot è un miracolo creato dal webmaster, è realmente riuscito a radunare in una sola volta più appassionati che mai si sarebbero parlati.
Per favore, suggerite.
Grazie
Alessandro

Riguardo

Fotografia, modellismo

6 commenti su “Riviste slot 2

  1. Ciao Alessandro
    Ho molto piacere di parlare con te, volevo precisare che la mia sfuriata non era rivolta solo a te, ma in principal modo a tutti quelli che non si registrano per la paura di non so cosa, ero c’erto che non facevi parte di questa schiera.
    Visto che sei di Como perche Domenica non vieni a trovarci a Milano dove si svolge una 12 ore a Team?
    Avrei piacere di conoscerti visto che hai delle idee per far crescere lo Slot in Italia, cosa che sono sicuro non interessa solo a me.
    Ti aspetto
    Ciao Walter

  2. Ciao Alessandro, spero di non averti fatto inc…, ma la mia replica al tuo art. “anonimo” la avrei fatta comunque, indipendentemente dai buoni motivi e propositi su cui si basa l’articolo.
    Le ragioni le ha già ampiamente esposte Walter “Maniaslot”; trovo comunque encomiabile l’iniziativa, e spero sinceramente che tu riesca nell’intento, di certo con l’appoggio e magari con l’aiuto di tutti noi (almeno di quelli che possono vantare una certa esperienza). In effetti la questione “ermetismo” dei Campioni è oggetto di periodici riflussi su queste pagine WEB, ma mi sembra che pian piano le cose stanno cambiando…
    Siamo in tanti a scrivere pareri personali, cronache ecc. ecc., ma a quanto pare ben pochi se la sentono di “mettere in pubblico i segreti” derivati da tante prove.
    Posso anche capire i loro motivi “agonistici” ma…
    Se vai a cercare un po’ nei vecchi articoli vedrai tu stesso che razza di risposte sono arrivate a chi prima di te ha fatto presente la cosa.
    Inoltre anche i “blasonati” che si mettono a scrivere recensioni di una certa credibilità (che non siano solo pareri personali, intendo) non sono poi molti… purtroppo!!
    Cordiali saluti, e speriamo in bene! MarcoC

  3. caro Alessandro, non so quali giornali leggevi negli Stati Uniti, ma dubito che sui quotidiani trovavi articoli sullo slot: è vero che ci sono 3-4 magazines dedicati allo slot, ma se fai un paragone tra questi e quante pubblicazioni dedicate agli hobby più svariati esistono lì, e fai lo stesso paragone in Italia, allora vedi che forse la differenza sta nel mercato e nell’approccio che in altri paesi hanno verso le attività meno “serie” del calcio, del superenalotto, di Sanremo ecc…

    A parte ciò, fare un mensile è un impegno molto gravoso, non solo di denaro, ma di tempo, quindi è un lavoro che deve essere svolto da professionisti per poter garantire un minimo di continuità alla pubblicazione, i quali ben difficilmente sono esperti di slot come vorresti tu: è vero che alcuni di noi hanno collaborato con articoli e foto, ma questo rimane un evento saltuario, l’impegno che sarebbe necessario per una collaborazione continuativa sappiamo dall’inizio che non verrà ripagato se non con la soddisfazione di vedere pubblicato il proprio lavoro.

    C’è poi in Europa il bell’esempio di Guìa Slot, gestito in pratica da Criccrac, che comunque non ha vita facile (talvolta viene pubblicato con mesi di ritardo) ed è in buona sostanza una vetrina commerciale, ma è poco “istruttivo” come invece chiedi tu

  4. Ciao.
    Se ti può far piacere io sono daccordo sulla tua idea. Ricordo con grande piacere gli anni 80, quando allora esisteva slottistica: cronaca, curiosità, notizie dai box, e piccole piccole cose; ma almeno era qualcosa. Poi gli impegni, le famiglie, e slottistica è sparito.
    Purtroppo non posso prendere impegni scritti per garantire di contribuire con articoli e recensioni con cadenze fisse, dato che non ho nemmeno il tempo di aggiornare il nostro sito; magari qualcosa sicuramente potrò scrivere.
    Però sarei il primo, come sempre, a tirare fuori dei soldi. E questo ti assicuro è già qualcosa IN ITALIA, DOVE NESSUNO TIRA FUORI UN SOLDO!

    Quando sei pronto non esitare a contattarmi in privato.
    NSR Salvatore Noviello nsrslot@tin.it

    • La mia premessa è:
      COMPLIMENTI PER L’IDEA!!!!!!!
      Visto che lo slot è ancora considerato un gioco, personalmente non ci trovo niente di male, basta far conoscere alla gente che il gioco ESISTE.
      Io l’ho scoperto per caso da circa due mesi, e sapete dove l’ho scoperto??………………. su una rivista di modellismo alla quale sono abbonato da tempo, che per caso ha pubblicato un’articolo……e patatrack. Ho detto: “ma esiste una cosa del genere?”. Ho fatto delle ricerche ed ho trovato un club anche nella mia città, Perugia, da lì a cominciare a correre e parlandone con degli amici, far correre anche loro il passo è stato brevissimo. Per qusto io sono convinto, come te, che c’è bisogno di una rivista “dedicata”.
      Al momento curo la pubblicazione delle cronache e dei resoconti delle gare del mio club. Come dedico del tempo per le pubblicazioni su Italiaslot ne potrei dedicare per “collaborare” con la rivista.
      Complimenti ancora per l’idea e attendo buone nuove.

      Massimo Cellini
      cmassimo@supereva.it

  5. Carissimo Slotrace ,
    ho letto e riletto i tuoi due articoli , e sono stato in forte dubbio se mandare un mio commento in proposito , dal momento che spesso i miei interventi su questo portale , causa irrefrenabile voglia di dire la mia con sincerità , sono stati molto duri e , a volte , forieri di polemiche.
    Al di là di ciò , ti dico subito due cose.
    Innanzitutto noterai un fatto curioso : dopo la tua proposta di fare una rivista dedicata allo slot (cosa discutibile , ma poi ti dirò perchè) , si è scatenata , come dice De Andrè in “bocca di Rosa” “l’ira funesta delle cagnette” , le quali hanno riempito il portale con miriadi di commenti su un fatto marginale , e cioè quello che tu non ti eri registrato : potenza di internet!
    Come avrai invece notato , penso con maggiore tristezza , non si sono sprecati i complimenti , ma poi (ed è qui che mi riferisco alla “tristezza”) , di commenti in senso pratico non ce ne sono stati .
    Mi permetto inoltre di fare un commento del tutto personale , ma che ti posso assicurare che ha un fondo di verità .
    Lo slot ai nostri giorni è tutto tranne che un gioco natalizio per i bambini , dal momento che (è provato statisticamente) l’acquirente medio di questo prodotto , nonchè il praticante a livello di competizioni ha un’età compresa tra i venti ed i cinquant’anni.
    Basta guardare a quello che offre il mercato , soprattutto da un punto di vista qualitativo : direi che siamo lontani anni-luce dai giocattoli che si compravano ai miei tempi!
    Prova a frequentare per un’ora al giorno il negozio
    “Carmen & Bruno” di Milano (uno dei più forniti del Paese) per renderti conto di ciò che dico.
    I Club sono “ermetici” perchè è nella natura delle cose : il club non pensa (ed è giusto così) ad uno sviluppo commerciale del “movimento” e , dato che siamo in Italia , anche dal punto di vista della divulgazione a scopo puramente passionale e “missionario” , tutto viene svolto all’insegna del “ma chi me lo fa fare?”…….”così poi magari mi fregano le idee e alla prossima gara vincono loro”.
    In Italia esistono solo due riviste del settore (mi riferisco al modellismo) che trattano in modo più o meno sistematico (è un eufemismo) di slot.
    Mi riferisco a RCM e a TM .
    Su quest’ultima abbiamo fatto pubblicità e pure un articolo , praticamente l’unico di storia e costume dello slot inteso come fenomeno , diciamo così , sociale , attraverso gli anni 70 . 80 , 90 , e 2000.
    In tutti gli altri casi ho visto dei gran resoconti di gare (che palle! E’ così che si uccidono gli entusiasmi) , e delle grandi prove di macchine , cosa che , alla lunga , stufa.
    Avendo contattato “Quattroruotine” alcuni mesi fa , proponendo una collaborazione “mirata” (e assolutamente disinteressata) , costatando che i pochissimi articoli erano di scarsissima rilevanza tecnica , di costume , estetica e di mercato , ci siamo sentiti rispondere delle cose abberranti , oltrechè da disinformati.
    Avrei da scriverti tantissimi altre cose , come tra l’altro , per unirmi all’immancabile coro , farti i complimenti di rito .
    Cosa vuoi che ti dica , alla fine? Trova chi ci mette il grano , tanto per essere chiari , senza illudersi o illuderloche ci possano essere , almeno sull’immediato , dei ritorni consistenti. Slotlandia , ahimè , docet.
    Fai in modo che i tuoi eventuali collaboratori siano REALMENTE degli appassionati , che cioè sappiano vedere lo slot , come si usa dire , “a 360 °”, e non mirando solo al proprio orticello. Chi se ne frega se poi costoro lo fanno per proprio interesse economico o meno , dal momento che di entusiasmo sono piene le fosse , di qualità un po’ meno.
    Un saluto in particolare a Lucio e a Salvatore Noviello ( oltrechè a te e agli amici di Italiaslot) , che su questo sito scrivono generalmente delle cose piuttosto intelligenti !

    Francesco Guastamacchia
    Tecnoslot s.n.c. Milano 02 42290560

I commenti per questo articolo sono chiusi.