OPV Rally 2008 – Rali de Portugal

Si è svolta il 22 Aprile a Saint Vincent la terza prova del campionato OPV Rally 2008, al via per la seconda uscita della stagione le 4WD. A far da sfondo alla gara le speciali sterrate portoghesi, dove i ventidue concorrenti iscritti hanno dato vita ad una delle più combattute prove mai viste; i distacchi nell’ordine dei centesimi hanno infatti reso emozionante fin da subito la gara e l’ottima competitività raggiunta dalla grande maggioranza dei piloti in gara ha fatto il resto. Si è così ben presto capito che all’OPV Rally per vincere da ora in poi ci vorrà qualcosa in più che la semplice bravura.  
Prima speciale che si mostra subito insidiosa, infatti, dopo il passaggio della Subaru di De Marchi si forma una montagnola di terra all’entrata di una curva che darà filo da torcere a buona parte dei concorrenti. A farne le spese maggiori sono i concorrenti che seguivano il biellese e quindi Franz Cicogna, Giovanni Sarteur e Roberto Robattino che chiudono tutti intorno alla ventesima posizione.
A vincere la prova sono i portacolori del neonato RSC Gran San Bernardo, con Mirko Bottazzi che precede Erik Chentre. A seguire la Subaru di Massimo Mori e le due Mitsu di Antonella Puddu e Niki Squiccimarra. 
Nella seconda prova miglior tempo di De Marchi che risale in quarta posizione dopo il 12° posto della prima PS. Dietro di lui Luca Franzoso che precede Antonella Puddu che con questa posizione passa a condurre la classifica generale. Massimo Mori intanto continua la sua scalata con ottime prestazioni, che culminano con la vittoria sulla terza PS, il torinese prende la leadership lasciata da Antonella che chiude la prova con un terribile 17° tempo. A tre centesimi da Mori chiude con il secondo tempo De Marchi seguito da Franzoso e Squiccimarra. 
Primo riordino con Mori che precede di 32 centesimi Franzoso e di 75 centesimi De Marchi, segue un Erik Chentre in gran forma che precede Antonella Puddu ed i due biellesi Schiapparelli e Squiccimarra, quindi Sarteur, Bottazzi, Rollo e Fortis. 
Si riparte con i primi due in classifica generale che compiono lo stesso errore e chiudono con un tempo quasi identico con una quindicesima e sedicesima posizione. A De Marchi basta quindi un 5° tempo per prendere la testa della corsa. La speciale è di Cicogna che precede Bottazzi e Antonella Puddu che risale in seconda posizione in generale ad un secondo e mezzo da De Marchi. 
Con la vittoria in PS 5 e PS 6 e la contemporanea debacle di Antonella Puddu, Sarteur si porta alle spalle di De Marchi prima del secondo riordino. Mori intanto non molla e con prestazioni sempre al top tiene la terza posizione nella generale davanti a Bottazzi, Franzoso e Chentre. 
Nelle ultime due PS De Marchi fa gara su Sarteur a difendere il secondo e mezzo di vantaggio; vince la settima speciale Schiapparelli su Franzoso, Fortis e Giacomini, a seguire i due contendenti con De Marchi che precede Sarteur e recupera altri 16 centesimi.
Annullata l’ottava PS si passa direttamente sulla nona e De Marchi che parte per primo non vuole rischiare che Franzoso, Mori e Sarteur possano con una buona prestazione tentare il colpaccio, l’impegno, la concentrazione e la fluidità portano il biellese a vincere addirittura la speciale chiudendo ogni porta agli avversri.
Massimo Mori approfitta di una distrazione di Franzoso, ma per 17 centesimi il valdostano mantiene la seconda posizione. Disastro di Saterur che tentando il tutto per tutto chiude addirittura con il 18° tempo, facendosi scavalcare dai due inseguitori Franzoso e Mori. Schiapparelli chiude quinto con Fortis e Bottazzi a ridosso ed ancora con distacchi contenutissimi. Ottava piazza per Giacomini che precede di 62 centesimi un positivo Erik Chentre.
Decima piazza per un ottimo Maurizio Merlo che precede ancora una volta di pochi centesimi il trio formato da Cicogna, Robattino e Squiccimarra. Quattordicesima chiude Antonella Puddu dopo aver lottato a lungo per la leadership nelle prime battute del rally per poi cadere vittima di una rovinosa uscita di strada.
Quindicesimo un Rollo un po’ sottotono, solo un 4° ed un 5° posto per lui durante tutto il rally lo hanno tenuto lontano dalla top ten. Seguono Francesco David, Pietro Razzano con l’unica Hyundai Accent Cartrix presente, Ronco e De Marco.
 
Ventesimo chiude un grande dello slot biellese, Fulvio Pirali, che precede Stefano Grigoletto (21°) e Carlo Duclair che chiude la classifica con i tempi imposti, a causa del ritiro durante la sesta speciale.
Enrico De Marchi, vincendo il suo 80° rally in carriera, allunga in classifica portandosi a 12 punti di vantaggio sul secondo, Giovanni Sarteur, e a 15 da Franz Cicogna terzo, quarta posizione per Luca Franzoso ad un solo punto da Cicogna. Segue il trio Franco, Giacomini e Bottazzi.
Prossimo appuntamento a fine Maggio in terra Corsa, dove ad attendere i concorrenti in lotta per l’OPV Rally 2008 sarà il viscido fondo catramato.
Riguardo

Rally Slot

3 commenti su “OPV Rally 2008 – Rali de Portugal

  1. Grande Enrico… la solita zampata !
    Ma a fine maggio non ci sono i campionati italiani rally a Soragna ?!?
    paul

  2. Bella serata, mi sono proprio divertito, come sempre del resto.
    Ottima la compagnia, ormai ci si conosce meglio tutti e in un attimo ci si trova, purtroppo, ai saluti finali!
    Peccato per l’assenza di Dario Franco, la nostra guida OPV . Speriamo di riaverlo presto un po più libero dai suoi innumerevoli impegni.
    Grazie a tutti per la bella serata, alla prossima!
    Maurizio

  3. E’ un piacere rivedere Fulvio Pirali ad una gara col pulsante in mano. Grande!

I commenti per questo articolo sono chiusi.