Model Expo Italy – Verona

Iniziamo il nostro giro tra gli stands dalla NSR che, oltre ad esporre le ultime novità, ha contribuito a promuovere lo slot montando la pista 8 corsie sempre gremita di bambini e adulti.

L’attrazione principale nelle vetrine NSR è stata senza dubbio la Ford MK IV

Ancora in versione prototipo ma evoluta rispetto a quella vista a Norimberga.

La Ford, in quattro colorazioni, era completa di copri cerchi con gallettone di serraggio che varierà il colore in base al modello.

La macchina è praticamente finita e tra Giugno e Luglio dovrebbe essere nei negozi. Nel frattempo l’abbiamo provata in pista e in un prossimo articolo vi darò le mie impressioni.
In fase di studio invece la prossima “Classic” della casa di Giffoni, la Porsche 917

C’è da scommetterci che nelle gare ne vedremo parecchie di 917; quella della Fly, se pur modellisticamente bella, non è mai stata molto competitiva per cui poco utilizzata.

Curiose queste Clio cabrio, verranno prodotte in serie limitata.

BRM

Bella da paura la Toyota 88C in scala 1/24, molto curata la carrozzeria e ancor più il telaio.

BRM ha fatto un grande lavoro riuscendo a riprodurre fedelmente gli scivoli posteriori e le prese d’aria laterali.

In esposizione anche il prototipo della Renault Megane sempre in scala 1/24

Nello stand Mondoslot.com, oltre a poter acquistare a prezzi vantaggiosi, la vetrina di BBR metteva in mostra la Ferrari 430

Molto bella ma a primo colpo d’occhio ci è sembrata più grande della scala 1/32, confrontata poi con la Zonda, pur piccola che sia, la Ferrari è gigantesca.

Non sono ancora cominciate le vendite della 430 che BBR presenta la seconda slot, la Ferrari 512 degli anni ’70.

Slot.it
Oltre alle gare del Campionato Nazionale, sulla pista 8 corsie i visitatori hanno avuto la possibilità di provare le HRS-GT sabato mentre domenica le GT

Nello stand si poteva ammirare il prototipo della Nissan coda lunga, la Porsche 956 KH Warsteiner praticamente finita e la Ferrari F40.

La macchina in esposizione era ancora un prototipo, la F40 è a buon punto, Maurizio Ferrari ha usato una versione grezza in gara per testarne la competitività e direi che non ci resta che aspettare la versione pre produzione per vederla in tutta la sua bellezza.

Domenica mattina negli stads Slot.it e Racer si sono svolte le premiazioni per La macchina dell’anno, ambito premio della rivista spagnola MiniAutoSlot. Ci è spiaciuto che per problemi di salute non è potuto essere presente Albert Boet, direttore della testata; a lui vanno i nostri auguri per una veloce ripresa. Con piacere ho provveduto a consegnare il trofeo a Maurizio Ferrari per la McLaren, miglior macchina in pista

e a Marco Montrasio e Fabrizio Mella della Racer per la 350 Can-Am come migliore auto in resina.

Rinnovo i complimenti ad entrambi i produttori.

Racer – SideWaysAmmirazione come al solito per le vetrine della Racer, le nuove Ferrari 330 P3, le 350 Can-Am con nuove colorazioni, una Chaparral 2E da lasciarci gli occhi e sbavare come un cane San Bernardo, più una serie di prototipi come l’Alfa 33/3, la grintosa Ford P68 e la Ferrari 312P

La Chaparral è impreziosita da numerose fotoincisioni, gli inserti dei cerchi, le prese d’aria, i ganci della chiusura del cofano posteriore sono montati singolarmente, per non parlare dei tromboncini del motore fatti in alluminio e montati ad uno ad uno.

Come oramai tutti saprete, SideWayse è il nuovo marchio della Racer con cui l’azienda di Saronno entra nel mercato dello slot in plastica.

Le auto sono le Riley MK XX Daytona Prototype della categoria Grand-Am americana

Equipaggiate con meccanica Slot.it, potranno montare il sistema angolato Flat. Pur mantenendo la ricchezza di particolari a cui Racer ci ha abituato, il prezzo dovrebbe mantenersi allineato con la concorrenza.

Ho avuto modo di provarle in pista e vi garantisco che sono delle GT a tutti gli effetti… Tempi compresi.

Ostorero – Ostorero&Palleschi

L’azienda artigiana apprezzata in tutto il Mondo per la qualità e la perfezione dei suoi modelli, ci ha mostrato il prototipo della Lotus 79 pilotata da Andretti e Peterson.

Le Formula 1 di quel periodo erano fantastiche e pensando al seguito che certamente Ostorero darà a questa Lotus, i collezionisti faranno carte false per entrarne in possesso. Dal mio punto di vista, con questa serie di F1, i collezionisti saranno destinati ad aumentare.

Tre le nuove livree per le Nations Dream Slot Ostorero&Palleschi, Catalunia, Portogallo e Svizzera.

Il telaio è stato aggiornato rispetto alla versione utilizzata al Motor Show di Bologna e in più ne è stato fatto uno in metallo che sarà disponibile a breve.

Sempre ammirate la serie delle Indy e le F1 ’60


Daniele e Gianluca Ostorero

Peccato non aver avuto la rappresentanza di Ninco, Scalextric, SCX e Carrera che rimangono fedeli al Model Expo di Novegro, reputandola una vetrina di maggior importanza per il mercato italiano.
Contiamo sulla loro presenza alla fine di Settembre a Slotlandia.

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

9 commenti su “Model Expo Italy – Verona

  1. LA LOTUS 79 DEL 1978!!!!!!!!!!!!!!

    E’ incredibile come la F.1 che forse ha rivoluzionato concettualmente la F.1 moderna non sia mai stata realizzata nello slot !!!!!
    Comunque sia come prestazioni (per l’estetica Ostorero non credo proprio avrà problemi….), è già prenotata per un test.
    Se la meccanica sarà un pò più avanti delle attuali produzioni sul mercato, potrebbe essere veramente un bel successo e vedere finalmente delle F.1 in gara più frequentemente !!!!!!!

    Emilio

    • Emilio, non mettere il carro davanti ai buoi!!!
      Stai parlando di un’oggettino che non costa proprio due lire, se tua moglie sapesse che te lo sei comprato al posto del “solitario” che gli avevi promesso, ci toccherebbe venirti a trovare come minimo all’ospedale.

      • Giacomo,
        30 € li posso dare tranquillamente ad occhi chiusi….

        Emilio

        p.s.: mi aspettavo di più una battuta tipo “QUESTA E’ LA VERA FORMULA 1” !!!!!!!

        p.s. del p.s.: ma vuoi dire che costa più del “solitario” che le ho promesso?????

        • Se tu fossi genovese ti risponderei di si, considerando il fatto che “il solitario” sarebbe quello che si trova nelle patatine.

          A parte gli scherzi e al di là del prezzo, le auto di Ostorero sono molto belle ma dubito che possano venire utilizzate in gare come le intendiamo noi.

          Ma Emilio, non le hai mai viste da vicino?

          • Emilio sono belle da svenire.
            In quella vetrina c’era anche una Lotus 38 di Jim Clark che sono rimasto ad ammirare per non meno di 7 minuti,altro che “solitario”.

          • Ciao Marco.
            Mia moglie odia lo slot (…. anche quello digitale…. ricordi Eva????…..), ma l’automobilismo dal vero non lo disdegna…..
            Basta che le spiego la storia della Lotus 79 , che conosco perfettamente, e sono convinto che lo accetterà come regalo….. al limite dovrò lasciarla a farsi ammirare in bacheca (la Lotus, non mia moglie…) …..

            Anche Jim Clark mi ha sempre suscitato ammirazione, ma non avendolo seguito direttamente mi risulta comunque meno affascinante di una Lotus 79 o una Gr.C (Lancia Martini, you know….).

            Emilio

  2. Mi permetto di dire che il diverso colore dei gallettoni di serraggio della Ford Mk4, e di altre auto racing, è solo per identificare il lato dove vanno motati:
    – rosso a sinistra
    – azzurro a destra

    Paolo

  3. Scusi, ma dove è finita la Ferrari 512S di BBR / MB Slot ?
    Pìu di un anno doppo, niente …

    André Acker.

I commenti per questo articolo sono chiusi.