Italia Slot alla Milano Endurance – Verniciatura

I colori sono i classici bianco e rosso fluorescente che contraddistiguono le auto di Italia Slot degli ultimi anni. Molto visibili in pista e adatti anche per chi, come Martinez, ha grosse difficoltà a seguire auto di altri colori se non il bianco.

Con le carrozzerie grezze in commercio ultimamente, verniciare è diventato abbastanza veloce. Tolti i tempi di sverniciatura che era la parte più complessa, basta un po’ di manualità per ottenere ottimi risultati.

Mi arrivano molte richieste su come verniciare un’auto e che tipo di vernici utilizzare; colgo l’occasione per cercare di rispondere alla maggior parte dei quesiti.

Dopo aver dato una mano leggera di fondo Surface Primer (L) Fine bianco della Tamiya, maschero le parti che dovrò colorare con il colore più scuro (nel mio caso il rosso).
Il primer è molto importante per fare aggrappare bene la vernice e non farla staccare alla prima botta in pista.

Per fare questo ci sono dei nastri adesivi sempre della Tamiya (3 larghezze diverse) con cui si riescono a fare anche delle leggere curve.
Fate attenzione di farli aderire bene soprattutto nelle fessure tipo portiere e cofani, premeteli con uno stuzzicadenti.
Consiglio di mascherare bene anche l’interno avendo cura di riempire con carta le prese d’aria e nastrando tutte le fessure; la vernice si infila ovunque e se vogliamo evitare sfumature di colori soprapposti, sarà bene perderci un po’ di tempo a mascherare che dover tentare di rimuovere il colore rischiando di dover poi riverniciare tutto.

Se il colore base della macchina è bianco come nel mio caso, avrei potuto evitare di mascherare e verniciare tutto bianco, lo scopo però è anche quello di mantenere la carrozzeria più leggera possibile evitando le parti su cui andrò poi a stendere l’altro colore.

Ho usato il Pure White TS-26 Tamiya, un bianco lucido molto brillante e privo di dominanti.
E’ stato sufficiente una mano sola in quanto la carrozzeria grezza e il primer erano già bianchi.
Solitamente lascio asciugare un giorno, ma dopo un paio di ore potrei già procedere.
Tolgo la mascheratura esterna e ne faccio un’altra esattamente il contrario della prima.

A questo punto sono pronto per il secondo colore (se avete più colori andate sempre dal più chiaro al più scuro).
So di fare rizzare i capelli a molti modellisti dicendo che per il rosso fluorescente utilizzo una bomboletta Rosso Fluorescente 7011 Talken che è alla nitro e dovrebbe “cozzare” con le vernici acriliche. Sono anni che le uso combinate e non ho mai “ciccato” una carrozza.

I colori fluorescenti richiedono assolutamente una base bianca altrimenti non coprono; su questa Nissan sono state necessarie tre mani per ottenere il rosso-arancio corretto.
I colori fluorescenti sono tutti opachi, per renderli lucidi è necessario il trasparente lucido.
Una volta asciutto potete togliere tutte le mascherature e rendervi conto se avete fatto un buon lavoro o un disastro.
Se il secondo colore è finito anche in qualche fessura (succede sempre) rimuovetelo con il cutter stando leggeri e poi ripassate il cole di fondo con un pennellino fine. Una volta che avrete messo il trasparente non si vedrà il difetto.
Se le giunture tra un colore e l’altro sono irregolari potete coprirle con una riga fatta con un pennarello di vernice nero o con un filetto di decals.

Il passaggio successivo è molto importante per il risultato finale.
Prima di attaccare le decals do una mano leggera di Trasparente Lucido Talken. Sono sicuro così di fissare il colore e avere una superficie uniforme.
Attaccate le decals aiutandovi con il phon per farle aderire bene.

Concludete la verniciatura con il Trasparente Lucido Talken, più mani gli date più la macchina risulterà lucida, attenzione al peso però. Nel mio caso ne ho date due, la macchina è abbastanza lucida e il peso totale della carrozzeria montata è rimasto pressoché invariato rispetto a una Nissan preverniciata (quella rossa e nera Calsonic per intenderci).

Dopo la gara, prima di metterla in bacheca, gli darò un’altra mano di lucido.

Questo è il link a un interessante articolo sulla verniciatura fatto da Davide Segante.

http://www.italiaslot.com/modules.php?mop=modload&name=Forums&file=viewtopic&topic=6521&forum=2

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

18 commenti su “Italia Slot alla Milano Endurance – Verniciatura

  1. non ti smentisci mai!

    meglio di cosi?
    …. potresti proporla a slot.it come modello da vendere hehehe!

    Complimenti!

    • Bravissimo Giacomino “manolesta”!!
      chissà con quelle manine come di “divertivi”da adolescente (si fà per dire), sei stato fortunato a non diventare cieco!

  2. parasole un filino basso…. siamo sicuri che Martinez riuscirà a veder la pista?

    • MA SI GUIDA DA FUORI LA MACCHINA!!!!!

      Solo Salvatore riesce ad entrarci senza allargare la carrozzeria.

      Il parasole su una macchina 1/32 è la cosa più visibile oltre all’alettone, i posti ideali per metterci un grande ITALIA SLOT!

    • Gabriele, ma non ci arrivi ?!?!?! i piloti Italia Slot riescono a vedere attraverso il parasole !!!!

  3. Bellissima Jack! Molto bella l’auto e bello l’articoletto.
    Bravo come sempre.
    Marco

  4. si può vedere una foto della macchina con la mascheratura? ci ho provato una volta e mi è venuto uno schifo totale! Forse vedendo imparo.

    Grazie
    G.Raffa

  5. Complimentissimi per il lavoro svolto…una sola pecca, se mi posso permettere è in quel parasole!
    Troppo grande…..

    Bruzia Racing Slot
    Joker –
    Andrea Amendola
    BRS – Bruzia Racing Slot – (Marano P.)

    • Hai perfettamente ragione, è fuori misura ma è stato fatto apposta e, oltre alla scritta grande, in pista è sempre ben visibile.

  6. A parte farti i complimenti tipo: “caspiteronzola!! sembra da scatola!”, volevo porti due quesiti:

    1) io, nella mia prima e unica esperienza di verniciatura (vedi nella sezione “ultime immagini” le foto “BRS ClioCup1” e “BRS ClioCup trequarti”) le decal le ho messe sotto la vernice trasparente. Ho sbagliato?

    2) se non carpisco un segreto, posso chiedere come hai realizzato la scritta bianca “amazing shot” sul musetto rosso? Era una decal commerciale ho l’hai preparata tu?

    ancora complimenti,
    Herbie
    BRS – Bruzia Racing Slot – Cosenza

    • 1) prima metto una mano leggera di trasparente, poi le decals e sopra due mani di trasparente.

      2) La scritta Amazing Shot è una decals così come Italia Slot.
      Sono realizzate con una stampante a cera che oltre al bianco può stampare l’oro, l’argento e altri colori speciali.

  7. Fiuuuuh, meno male che Mimmo ha gia una squadra con cui correre…

    Ci vediamo domenica
    Claudio

  8. Giacomino…..Bella veramente bella complimenti

    La stampante è l’ OKI 5000 o 7000 ma dubito si possa trovare ancora commercio.

    Un saluto a tutti
    Walter
    MONDOSLOT

  9. La macchina è bellissima a parte il parasole, ma almeno Mimmo avrà una scusa gratis senza doversela inventare al momento dopo le prime 40/50 uscite di pista.

    MA LO SAI CHE IL BANCHINO OFFSET E’ VIETATO?
    PERCHE’ SE QUELLA MACCHINA HA SU IL BANCHINO NORMALE LASCIALA PURE A CASA PERCHE’ DIFFICILMENTE…
    MA NON TI HANNO SPIEGATO CHE NELLA STUFA NON CI DEVI BUTTARE I DISCHI CHE SEGHI DALLE COLONNINE MA LA LEGNA!?!
    AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH

    P.S. Non mi piace nemmeno il taglio della verniciatura sulla punta del cofano.

    Ciao
    Claudio

I commenti per questo articolo sono chiusi.