24 ore di Sant Celoni

Ma nello stesso tempo informarvi sul nostro risultato che per soli 6.6 secondi non ci ha permesso di partecipare alla 24 ore.
La gara è molto particolare e direi che la 24 ore in se stessa è poi la cosa più semplice.
Perchè?
Prima di tutto solo 16 posti di cui 10 riservati alla nostra categoria e 6 all’altra.
La differenza sostanziale che nella nostra si potevano usare molte più soluzioni tecniche mentre nell’altra oltre ad essere limitate nella scelta dei ricambi si doveva usare un rapporto fisso.
Per tutti gomme e motori dati.
Le difficoltà?
Motore PINK CAR a noi sconosciuto e in pratica irreperibile fino al momento delle prove della gara per la gentilezza di alcuni amici piloti spagnoli.
Gomme date, ma tornite e propabilmente leggermente trattate che non avevano nulla a che fare con le nostre.
Pista con una percorrenza media in gara di circa 17 secondi abbondanti con rettilinei lunghi quindi penso di circa 60 metri se non di più.
Ma la cosa bestiale a detta di tutti era un tratto misto a circa 25 metri dalla postazione di guida e ci si arrivava con un rettilineo perpendicolare alla stessa postazione.
15 volt in pista e c’erano tutti in quanto le piste erano alimentate singolarmente con alimentatori DS quelli grandi penso 5 ampere ciascuno.
Pulsante Parma tradizionale senza alcuna possibilità di regolazione.
Nel pulsante Parma la resistenza a 15 volt se non è perfettamente adatta alla guida è un casino.
Adattatori per connessioni allapista eliminati durante le prove perchè riduceva il freno del pulsante.
Ma la chicca alla fine scoperta negli ultimi 2 minuti di prova è stata la larghezza del pick up.
Grazie ai consigli di altri piloti spagnoli siamo arrivati a portare il pick up a 1,2 mm di spessore.
Mano alla lima per unghie da estetista di un ragazzo spagnolo e spessore ridotto brutalmente, da SQUALIFICA in ITALIA.
Cercare di rimediare a questo problema dall’inizio delle prove ci ha portato a rivoluzionare tutta la macchina senza risolvere il problema fino a 2 minuti dalla fine delle prove, rovinando in gran parte la possibilità di imparare la pista.

In 4 piloti 10 minuti per 4 corsie di prova il giovedì
3 minuti ridotti a 2 per questioni di tempo per 4 corsie per determinare la griglia di partenza.

Il momento più importante è poi la gara di qualifica 5 minuti per ogni corsia per determinare le 10 squadre della nostra categoria su 15.

Propio questa gara ci ha visto esclusi dalla 24 h per soli 6.6 secondi dal decimo.

Sicuramente non sarebbe stato possibile vincere, perchè giravano dei missili in pista non tanto le macchine, ma dei piloti che se non vedi non ci credi, sopratutto in quelle condizioni.

Probabilmente se ci fossimo qualificati la nostra classifica poteva andare dal 9 al 14 posto

Il mio scopo e ci tengo molto, è ringraziare i componenti della squadra per l’impegno e la partecipazione e rincuorarli per il risultato amaro.

Un ringraziamento anche a i piloti spagnoli per l’amicizia,l’aiuto e il dispiacere per la nostra eliminazione e anche agli organizzatori che sicuramente hanno riservato un aiuto in più a noi nuovi della manifestazione.

Ciao a tutti e buon divertimento
Marco Ballardini

48 commenti su “24 ore di Sant Celoni

  1. Io ci sono stato nel “lontano” 2004 e confermo tutto quanto scritto da Marco……è una gara incredibile, dove devi dimenticarti TUTTO quello che hai appreso in Italia e in giro per tutte le altre gare. Ci sono squadre incredibili con piloti (DAL PRIMO ALL’ULTIMO) che farebbero impallidire chiunque. Per me Saint Celoni è un mondo a parte. E’ una sfida fantastica che mi piacerebbe un giorno riaffrontare con un Team Italiano.

  2. Non mi dire che non ti avevo messo in guardia..
    Di te non mi meraviglio più di tanto perchè a Barcellona ci sei andato solo l’anno scorso nel periodo dei campionati individuali e non durante la 24h e certe cose non potevi saperle, ma il prof. di 24h in Spagna ne ha fatte più d’una, per loro l’asportazione di materiale dalla lama è presente nella maggior parte dei regolamenti.
    Ricordo che appena tornato a casa da Igualada 2004 ti dissi che limavano il pick-up in modo impressionante.

    Mi sembra strano e mi dispiace che ve ne siate accorti solo alla fine delle prove libere, probabilmente del regolamento vi interessavano di più altri punti….

    Quasi tutte le gare in Spagna vengono corse su piste alimentate con alimentatori DS da 5A uno per corsia, ma non sono i 5A che fanno male, sono i 15V anzichè i 13/13,5V scelti per quella gara, ma forse è proprio l’esagerazione in tutto che la rende unica.

    Non prendertela più di tanto, è comunque esperienza acquisita, il fatto è che loro avendo un campionato con 8/9 gare endurance all’anno, non corse solamente con le Gruppo C, le varie esperienze negative le affrontano in un periodo di tempo nettamente più breve rispetto al nostro che in Italia ne facciamo una seria all’anno (le Verbano series non le considero un allenamento).

    Cominciate a limare i pick-up per Igualada che il 20 Ottobre arriva presto.

    Un saluto
    Claudio

    • L’anno prossimo vieni a fare Sant Celoni e ti renderai conto che questa gara non è paragonabile a nessuna altra gara di endurance Spagnola e non lo dico io, ma chi in Spagna ci vive e ci corre.

      • Visto il tuo stato d’animo non commento oltre perchè sei l’ultima persona con la quale ho volglia di litigare, soprattutto su un forum…

        Ciao
        Claudio

  3. 1 5 DREAM SLOT ESTEL·LATS SCP1 4563
    2 2 SLOT CAR-MOSPMIS SCP1 4536
    3 3 CARDELONI SCP1 4535
    4 9 PINK-KAR SCP1 4479
    5 13 CUIDADIN SCP1 4476
    6 7 SLOTMANIA 2 SCP1 4450
    7 6 SLOTMANIA SCP1 4418
    8 12 CRIC CRAC SPORT SCP1 4414
    9 32 CMBSC sin sponsor SCP2 4327
    10 4 TEAM MOMO SCP1 4319
    11 33 C.M.B.S.C. 2007 SCP2 4307
    12 14 G.A.S.S SCP1 4291
    13 37 XXL TEAM SCP2 4290
    14 38 MEDA-SLOT REUS SCP2 4236
    15 34 SLOT AL LIMIT 2 SCP2 4171
    16 36 OASIS 4X4 T.07 SCP2

  4. Wow!!! Raga bella figura!!!!!!!

    Si parte dall’Italia con una “Prestazione Sublime” alla “24h del Verbano”, perchè si sa che il livello li è “alto”!!!!!!!!!!!!
    E si arriva in spagna, dopo che, immagino e mi auguro almeno abbiate provato, con chi sa quali pretese e quali assi nelle maniche per ottenere cosa??????

    “NEMMENO LA QUALIFICA!!!”

    Qua i casi sono due: o la il livello è troppo alto, o qua il livello è troppo basso….

    No, forse i casi sono tre: la il livello è troppo alto e qui il livello è troppo basso!!!!!

    • di sicuro il primo posto in Italia o all’estero in una gara di cretini non te la toglie nessuno, peccato non saper a chi dare la medaglia.

      Sinceramente
      Marco

      • Si vede che il sig diablo ha talmente tanta di quell’esperienza in competizioni di tutto il mondo da credere che tutte le gare sono uguali, come approccio e altro. BEATO LUI…..

    • O forse, assai più semplicemente, giocare fuori casa è sempre molto difficile.
      Prova ne è il fatto che anche i team spagnoli, in Italia, alla 24 ore del Verbano, hanno vinto una sola edizione sulle quattro che hanno visto iscritte squadre catalane o spagnole, nonostante abbiano preso parte alla gara team come Estel.lats, Slotmania, Gecotour e CricCrac Sport, ossia i team di piloti come Mirò, Capél, Arias, Simòn, i fratelli Sanchez, e molti altri di uguale e assoluto valore.
      Ci sono alcuni motivi:
      1 – i regolamenti italiani sono spesso più complicati e a volte inutilmente cervellotici. Questo crea una inevitabile difficoltà ulteriore a chi viene a correre in Italia, una nostra mentalità tesa allo sfruttare le pieghe del regolamento (qui lo dico, e mi metto la copertina di asbesto anti-flame) fino al limite del consentito, che raramente paga, e, inoltre, qualche differenza nel comportamento delle macchine per cui non sempre ciò che funziona in Italia va bene in Spagna, e viceversa.
      2 – I tracciati: osservando il tracciato di S.Celoni, di Igualada, o di altri club spagnoli, si nota che quello che noi evitiamo accuratamente (esempio: esterna 8a corsia 90°-rampino 1a 90°-esterna 8a 90°) là è pane quotidiano e, pare, gradito. Su queste combinazioni io non ho mai visto nessuno, in Italia, guidare come alcuni spagnoli, il che è ovvio per quanto detto sopra.
      3 – S.Celoni pone delle difficoltà ulteriori per la tensione in pista (non insolita per la Spagna) e per il limite imposto ai pulsanti.

      Saluti
      Maurizio

      • “…Su queste combinazioni io non ho mai visto nessuno, in Italia, guidare come alcuni spagnoli,…”

        Peccato per te, io si :-)))

        Ciao Maurizio 🙂

      • Per quanto mi è stato riferito dai protagonisti io direi che anche il poter effettuare prove libere per soli 48 minuti e su solo 4 corsie in 4 piloti con il problema di dover mettere a punto la macchina, capire il problema della lama pick-up sulla datata Ninco degli organizzatori, rendersi conto che le gomme che avrebbero fornito per la gara erano già leggermente tornite e non nuove, testare i pulsanti che non potevano essere elettronici per regolamento, imparare la pista che si estende di fronte molto più che lateralemente rispetto alla postazione guida e quindi con punti molto lontani da vedere ed interpretare e confrontarsi con piloti esperti che più o meno sulla stessa pista hanno già disputato ben più di una passata edizione della 24 ore…..tutte queste cose insieme ha portato al risultato della squadra…..
        in questo gioco per quanto puoi esser bravo e preparato non si improvvisa…. non più…. e l’esperienza conta sempre tantissimo in tutte le categorie e piste in circolazione…. sia in Italia che a maggior ragione all’estero pare visto anche il regolamento particolare di questa 24 ore.

        • Gabriele… così non vai da nessuna parte! ahahhahah

          Ti dico solo un paio di cose:
          – ai Campionati del Mondo ISRA si prova 1 sola volta per corsia 2 o 3 minuti e solo le corsie pari!!! poi basta!
          Macchine in parco chiuso e pronti via!
          E ti assicuro che è mooolto più difficile della “plastica”

          – ai Campionati del Mondo IMCA non esiste nemmeno il warm up: si mettono le macchine dal parco chiuso alla linea di partenza e via!
          E tra le varie fasi di gara (qual. quarti semi e finale) le macchine non le puoi nemmeno toccare!!! Sono congelate!!!

          Per il settaggio delle macchine conosco un paio di piloti ancora più bravi di me (eh si, ci sono, almeno a sistemare le macchine sono bravissimi :-));
          uno però non riesce ad imparare subito la pista sconosciuta, quindi non è al top subito.

          Detto questo, senza alcuna vena polemica, assolutamente non è mia intenzione offendere o polemizzare, per me personalmente e per qualcuno che mi seguiva nelle gare…. 48 minuti di prove libere sono anche troppi…

          E’ che ci vuole una capacità di adattamento a situazioni che possono essere incredibili, fuori dal comune (nel caso di Sant Celoni lo sono sicuramente); altro che macchina preparata!

          Qui non basta essere esperti di gare endurance, ci vogliono delle qualità rare e tutte insieme!

          Ciao a tutti, ci vediamo a Novegro!
          Prenotate qualcosa di buono stavolta, non fate i tamarri che sparite alle 19.05!!!!!

          • Caro Salvatore,
            beh se non ricordo male quando partecipasti alla 24 ore del Verbano con il team che ha poi anche vinto ricordo che nelle prove libere brancolavate nel buio più pesto… se non ricordo male solo grazie a varie sostituzioni di motori e ad un colpo di c…. nella pesatura in gara della macchina siete riusciti poi a vincere….. la grande serie non ha niente a che vedere col metallo…. piste diverse…. fondi diversi…. variabili diverse…. non sono paragonabili ne converrai…. si la Thomieau o la Blue King….non vorrai paragonarle come difficoltà di guida e di fondo alle piste Ninco che si usano nelle 24Ore spero…. non si possono fare paragoni…. una Blue King la impari in 1 minuto non ti serve fare una 24 ore per dominarla…. se ti vai a vedere le foto di Sant Celoni vedrai che i piloti guidano su un palchetto di un metro un metro e venti, in più si mettono in piedi ad una sedia…. ed alcuni addirittura per alzarsi e vedere meglio i punti più lontani della pista mettono addirittura delle cassette di bibite sotto la sedia…. con tutto il rispetto per le tue vittorie mondiali credo che, sebbene tu non sia un vatusso, questi problemi del guidare senza vedere tu non li abbia mai avuti….. ricordo inoltre che per impararti la pista vecchia di Soragna prima di una 6Ore ci girasti ore ed ore…..
            E’ vero che se sai guidare sai guidare su qualsiasi pista ma come ben sai un conto è girarci ed un altro è fare dei buoni tempi…. poi è normale che chi è più bravo ai buoni tempi ci arriva prima ma conoscendo da chi era composto il team a Sant Celoni non penso che dubiterai sulla loro bravura…

          • ricordi male Gabriele…….quella macchina faceva cag*** anche in gara!!!!! BARABBAAAAAAAAAAAA!!!!

          • …….forse ricordi male, l’ultima 6 ore notturna di Soragna che ha fatto il world champion salì veramente su un paio di cassette!!!!!! E me lo ricordo Io!!!!

          • Credo che in una pista Ninco o bene o male i raggi delle curve sono quelli e basta, mentre in una polistil stile Soragna (che fra l’altro è la mia pista preferita in assoluto) i raggi delle curve cambiano, non sono “regolari” (la cosa dipende dal taglio dei vari pezzi). Percui trovo sia più difficile trovare un buon ritmo su una pista di queste piuttosto che su una Ninco…..

          • Io penso che i bravi sono bravi ovunque…. e che il nostro sia un gioco che richiede allenamento…. più ti alleni, ed intendo anche su piste diverse…., e più diventi bravo….

            La difficoltà di Sant Celoni Andrea sta nel fatto che la pista non si estende come a Sanremo da sinistra a destra ma comunque per non più di cinque metri davanti a te…. a Sant Celoni le postazioni di guida sono sul lato corto della palestra e le due piste si intersecano tra loro fin ben oltre la metà della palestra…. quando la staccata del rettilineo è sotto la postazioni di guida è un conto…. quando invece la macchina percorre un rettilineo di dieci metri allontanandosi perpendicolermente da te o quasi è cosa ben differente….

          • Si, sono d’accordissimo con te, io dicevo solo che uno che gira sempre su Ninco se va in una pista tipo Polistil trova qualche piccola difficoltà.

          • Pensa Andrea che c’era un mio amico che ha fatto parecchie 24 ore in Spagna che per allenarsi a guidare in queste condizioni difficili montava la pista nel grande garage sottocasa e, con la porta basculante aperta, andava a pilotare la macchinina, tirando il cavo del pulsante lungo lo scivolo del box, dall’alto del giardino…. tanto per darti un’idea….

          • Mi ha detto mio cuggino che una volta si e’ schiantato con la moto, mio cuggino mio cuggino.

            Mi ha detto mio cuggino che poi si e’ tolto il casco e si e’ aperta la testa, mio cuggino mio cuggino.

            Mio cuggino si e’ tolto il casco, mio cuggino si e’ aperta la testa.

            Mi ha detto mio cuggino che una volta ha trovato in spiaggia un cane e invece era un topo, mio cuggino mio cuggino.

            Mi ha detto mio cuggino chc una volta e’ stato co’ una che poi gli ha scritto sullo specchio benvenuto nell’aids, mio cuggino mio cuggino: – -poverino, mio cuggino benvenuto nell’aids – mio cuggino topo cane, mio cuggino benvenuto nell’aids.

            Mio cuggino mio cuggino, mio cuggino e’ rispettato, amico di tutti. Mio cuggino ha fatto questo e quello, mio cuggino mi protegge quando vengono a picchiarmi perche’ chiamo mio cuggino. Anzi: io chiamo a mio cuggino.

            Mi ha detto mio cuggino che una volta ha visto una senza reggipetto – stighidin, stighidin, stish stidun; aaah -, mio cuggino mio cuggino.

            Mi ha detto mio cuggino che una volta in discoteca ha conosciuto una tipa che pero’ poi non si ricorda piu’ niente e alla fine si e’ svegliato in un fosso tutto bagnato che gli mancava un rene, mio cuggino mio cuggino.

            Mi ha detto mio cuggino che sa un colpo segreto che se te lo da’ dopo tre giorni muori, mio cuggino mio cuggino.

            Mi ha detto mio cuggino che da bambino una volta e’ morto.

            Mio cuggino mio cuggino, mio cuggino e’ ricercato, amico di tutti. Mio cuggino ha fatto questo e quello. Mio cuggino mi protegge quando vengono a picchiarmi perche’ chiamo mio cuggino Anzi, sapete cosa vi dico: io chiamo a mio cuggino.

            Mio cuggino mio cuggino, mio cuggino e’ preoccupante e parla coi rutti : “ciao, come va ? “. Mio cuggino ha fatto questo e quello, l’autoscontro e il calcinculo, mio cuggino ‘o malamente: ma e’ un prodotto della mente. Anzi: ha prodotto della menta ma non era autorizzato, per cui l’hanno imprigionato. Ue’.

            Si’ d’accordo free Mandela, free Valpreda e tutti gli altri, ma free anche mio cuggino. Anzi: free anche a mio cuggino. Na na nai, mio cuggino na na nai, na na nai, mio cuggino na na nai.

          • l’astinenza dalle gare temo ti faccia male… ti senti bene? che c’entra quello che hai scritto con la discussione?

          • Comunque Gabriele non ti preoccupare, non c’è nessun significato intrinseco nel testo della canzone che ho scritto, è solo che la storia del tipo che monta la mega pista col pulsante con la prolunga mi ha fatto venire in mente la canzone di Elio e le Storie Tese. Tutto qua…..

          • ti assicuro che ho riportato una cosa realmente accaduta e non inventata…. in Italia non siamo abituati a guidare così da lontano…. la differenza a certi livelli si cerca di farla con la preparazione più meticolosa possibile….

          • Ma poi è possibile che tutte le volte che uno dice una cosa strana o affronta un discorso un pò al di là di quello che è “solito” deve nascerne subito una discussione? Fallini vè cagher! Così per dimostrarvi che sono uno tosto stasera prolunga di trecento metri dalla piazza di Ventimiglia all’appartamento di Sandrocar dove in sala già da parecchi anni abbiamo montato una scalextric da 33 metri a 6 corsie!!!!!!!!! ( e tutti……. ” ma che sala ha?” bè il rettilineo principale è 8 metri!!!!!) comunque:
            300 metri di prolunga, camion gru del comune, balcone aperto e vi faccio vedere come ci giro, ah …. al contrario!!!!!!
            …….. ma che telaio posso usare?!!??!!!!! ; )

I commenti per questo articolo sono chiusi.