Chaparral 2F – 1967 – MRRC

Molti sono gli estimatori del marchio Chaparral, per quel che mi posso ricordare, a parte l’alettone, mi entusiasmavano i fumetti di Michel Vaillant che con la sua Chaparral 2J vinceva le gare.

La Chaparral iniziò a costruire macchine da corsa nel 1961 e per un decennio ottenne notevoli risultati anche grazie all’ingegno del suo costruttore.

Chaparral 1 (1961-1963)

Chaparral 2A (1964)

Chaparral 2C (1965)
Chaparral 2D (1966)

Chaparral 2E (1966)

Chaparral 2F (1967)

Chaparral 2G (1967)
Chaparral 2H (1969)

Chaparral 2J (1970)

Il modello della MRRC (2F) è ben riprodotto e particolareggiato

A parte l’alettone (facilmente asportabile) con i suoi lunghi supporti, la carrozzeria è molto robusta.

Il telaio è chiaramente studiato per potersi adattare ad altri modelli che la MRRC farà in futuro.

Il passo è variabile, basta svitare 4 viti per allungare il telaio

inoltre i supporti dell’assale anteriore sono doppi per cui è possibile variarne ulteriormente il passo.

All’interno del pianale sono posizionati ben 2 magneti, 1 sotto la corona e 1 davanti al motore

Il motore è del tipo che possiamo trovare sulle F1 Scalextric o le MotoGP, cassa lunga di piccole dimensioni

Allentando la carrozzeria la Chaparral 2F bascula perfettamente e in pista è molto divertente.
Ho trovato un po’ rumoroso l’accoppiamento dovuto al fatto che il pignone non è allineato al centro della corona.
So che tra voi ci sono grandi amanti e conoscitori della storia della Chaparral, sarebbe bello sapere qualche cosa di più anche sui modelli prodotti da altre marche nel passato.

MRRC è importata in Italia da Slot.it

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

35 commenti su “Chaparral 2F – 1967 – MRRC

  1. Ciao Giacomo pur non amando il modello in questione devo dire che è molto bella spero che in pista sia altrettanto veloce .
    Cordialmente Max Payne

  2. E’ vero che il pilotino riproduce fedelmente Andrea Gulminelli ???????

    Emilio

    • Come cugino del sunnuminato, mi prendo la libertà di dire che non è possibile perché il Gulmi, almeno nella sua forma attuale, non entrerebbe nell’abitacolo (come me del resto…)

      Quintalaldo

      P.S. Che ne direste se Petit Le Mans Association (la fantomatica “associazione” rappresentata esclusivamente da me stesso) organizzasse un evento “Endurance 1967” con Ferrari P4 (Scalextric), Ford MkII (la GT40 a “coda stretta”, ancora Scalextric e non Fly che sennò vince facile), la Chaparral 2F e, se aspettiamo un po’, la Ford Mk IV che è stata annunciata dalla MRRC? Parliamone, parliamone…

      • bhe se organizzi una cosa del genere hai gia un 1ò iscritto ,
        Con simpatia Max payne

  3. Volendo essere “pillicusu” la Chaparral 2F nel 1967 non ha partecipato solo al Nurburgring ma a tutte le prove del Campionato Mondiale Marche del 1967.
    Un Paliddo quasi settene vide una enorme macchina bianca con una strana cosa sopra, che il fratello maggiore disse chiamarsi “alettone”, in occasione delle Targa Florio del 1967.
    Erano ancora gli anni in cui il CMM era una cosa seria, basti pensare che in quell’occasione in parco chiuso c’erano oltre la Chaparral 2F, ad esempio la Ferrari P4 e la Ford GT40.
    Poi qualcuno si domanda perché la Classic è la mia categoria preferita… .

    • Grande Paliddone!

      Pensa che qualche anno dopo, esterrefatto di fronte alla mia ignoranza, il capace slottista Stafano Foresta mi spiegava ostentando sicumera: quello si chiama “spolièr”!

    • Questo specifico modello della MRRC #4 è quello del Nurburgring.

      Ho visto tra le foto la Chaparral che ha corso la Targa Florio, ora la cerco.

      Ma oggigiorno la Targa Florio con che macchine la fanno?
      Suppongo in versione storica regolarità.

      • ………oppure c’è il rally vero e proprio che ha “ereditato” questo nome. Ma non ha nulla a che vedere con una delle corse più belle del mondo.

        • Beh, che non ha nulla a che vedere non è proprio corretto, alcune P.S. sono ricavate dal “Piccolo delle Madonie”.

          • Intendo come fascino, difficoltà e altro. Un poco come il Sanremo “solo Ligure”, non ha nulla a che vedere col “vero Sanremo” che si correva sulle stradine dell’entroterra Ligure e sulla bellissima “terra di Toscana”.

      • Quella che ha corso la Targa del 1967 aveva il numero 222, se non ricordo male azzurro.
        Oggi la Targa la organizzano in diverse salse, sia come gara di regolarità (vetture ASI) che come rally storico (vetture CSAI).
        La cosa vergognosa è stato che l’anno scorso, in occasione del centenario hanno organizzato un evento che chiamare ridicola è poco.
        La più bella gara rievocativa della Targa si è svolta nel 1986 in occasione degli 80 anni, basti pensare che dal museo Porsche sono arrivate due Porsche 908/3 (dominatrici dell’edizione del 1970) e una 904.

  4. Bene,per farvi capire cosa vuol dire Chaparral per il sottoscritto vi dico come funziona a casa mia.Ho fatto un patto con mia moglie:lei sceglie tutto l’arredamento e la disposizione passata presente e futura della casa;io ho messo appena entri in sala,in prima visione la mia vettrina piena di CHAPARRAL in tutte le scale.Le mie auto preferite di sempre, ed il costrutttore più geniale ed innovativo della storia dei prototipi moderni.Non vi tedio sulla storia delle invenzioni di Jim Hall, costruttore e per molti anni pilota della Chaparral, ma basti ricordare che è stato l’inventore di alcune soluzioni fondamentali dell’automobilismo sportivo,tipo la telemetria e l’effetto suolo che sono fondamentali ancora oggi.
    La 2F corse il campionato Sport prototipi del 1967 e vinse una sola gara a Brands Hatch, la Boac 500.Era velocissima in prova ed in gara ma aveva(come altre Chaparral) il suo punto debole nella trasmissione che era di tipo automatico a tre rapporti.A causa della enorme potenza del motore 7000 di cilindrata, i reggispinta della frizione automatica cedevano provocando spesso il ritiro.
    Un particolare curioso della 2F era il portellino posto dietro la presa d’aria frontale,che si apriva meccanicamente,grazie ad una semplice molla tarata ad hoc a velocità superiori a circoa100-120 km/h, ed indirizzava il flusso d’aria in due canali sulle ruote anteriori con un effetto che schiacciava l’avantreno a terra.Slottisticamente la 2F venne riprodotta 2 volte dalla nostra Policar.La prima versione era nefanda,la seconda soltanto brutta.
    La Scalextric ha annunciato che prima di fine anno dovrebbe mettere in commercio la sua versione della 2F.Speriamo sia bella come le ultime realizzazioni dalla casa, tipo GT 40 e P4.
    Un saluto a tutti.
    Marco

  5. Durante un recente viaggio negli USA ho avuto l’occasione di incontrare Mr. Jim Hall, grazie ad un amico comune, approfittandone anche per effettuare diverse foto per la macchina (2E) che realizzerà Racer.
    Un’occasione del genere, per parlare con un monumento dell’automobilismo sportivo, non poteva certamente andare persa, e così…
    Sarà il ricordo di quando a 10 anni mi regalarono un modello della 2J che mi sembrava l’auto più fantastica che fosse stata inventata, o che il modellino della 2F aveva un grande alettone mobile, ma per me Chaparral è leggenda pura.
    Mr. Hall ci ha amabilmente portato a fare un giro sulla mitica ‘Rattlesnake Raceway’ e ci ha accompagnati al museo (splendido).
    Non va dimenticato il successo della Chaparral 2k ad Indianapolis nel 1980.
    Se per qualunque motivo andrete in Texas, non perdetevi la sezione Chaparral del museo di Midland, in cui sono esposte le auto originali.

    Mr. Jim Hall con mio figlio Niccolò

    Mr. Jim Hall al museo vicino alla 2E

    Un momento indimenticabile

  6. Ecco la locandina della Targa Florio del 1968

    e la numero 222 in questione

    • Vabbè!! Nostalgici delle belle gare… scateniamoci e commuoviamoci…
      Queste sono della Targa del ’71.. Magari qualche importante costruttore italiano…. potrebbe fare una serie dedicata . . . .
      spero vi piacciano

      Saluti
      Cesare (Race64)

      Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

      Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

      Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

      Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

      • Cesare, di modelli dedicati alla Targa era ed è pieno il listino dell Fly.
        Il vero problema è che molte macchine che hanno fatto la storia del CMM sono prodotte da costruttori artigianali (vedi ad esempio le Alfa 33 e Tz della Proto Slot Kit o della MMK) e sono da un lato costosi dall’altro di non facilissima reperiblità.
        Quello che comunque mi domando è: avendo a disposizione questi gioielli chi avrebbe il coraggio di metterli in pista?
        Quante Racer, ad esempio, vediamo in pista?
        Se continuiamo sempre a cercare le prestazioni molti giolielli contnueranno a prendere polvere in vetrina… ma a questo punto, come dice Giacomo, stiamo divagando.

        • Paliddo hai ragione.
          Però che fascino.. Ma non divaghiamo!!
          Magari ci risentiamo su un altro articolo..

          ciao
          Cesare (Race64)

  7. Avevo postato come risposta a Giacomo, le rimetto + visibili . .
    Targa . ..memorabile..
    Ripeto..se qualche costruttore volesse dedicare alla Targa . . . . . .

    Ciao
    Cesare (Race64)

    Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

    Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

    Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

    Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

  8. Ciao Cesare, la Targa Florio deve essere stata una grande gara ed è un peccato che la Sicilia non possa più avere un evento mondiale come quella gara.

    Non usciamo però dal tema Chaparral su cui è basato questo articolo. Se vuoi scrivi un articolo interamente dedicato alla Targa Florio e ci sbizzarriremo con foto di tutte le marche.

  9. Splendido anche il cofanetto con le 2 Chjaparral della MRRC apparso per poco tempo e che per fortuna sono riuscito ad avere, contiene la n°6 e la n° 7 che hanno partecipato a LeMans sempre nel 67.
    Ciao a tutti.
    Il ditone pelato.

    • Ricordo che negli anni 1967-68,la COX aveva prodotto un modello di Chaparral, che in frenata si muoveva l’alettone a mo’ di freno aerodinamico.Per il movimento il marchingegno era collegato al motore che si muoveva.
      Ho visto molte edizioni delle Targa Florio dal 1964 vittoria del nostro barone A. Pucci (pilota ufficiale della Porsche)fino all’ultima edizione .
      Ho partecipato alla edizione del 1974.
      Ciao Raimondo

      • Come detto prima anch’io ho fatto la mia esperienza come pilota alla Targa Florio correndo con un Porsche Carrera 2700 gr.4.

  10. Ma quando pensate di omologarla nel Classic? E come pensate di penalizzarla?!?!?!?!

    …..scusate ma nessuno l’aveva ancora scritto!!!

  11. Piano… tutti che parlano della Chaparral ed io… “Chaparral in persona” che non dico niente?
    La nuova versione della 2F di MRRC mi sembra molto bella, dalle foto, rispetto a quella da me posseduta sembra cambi solo il telaio. Fra i vari modelli il 2F è il mio preferito, anche per un senso di nostalgia, visto che le mie prime memorabili gare slot, sul finire degli anni ’60 le avevo condotte con la Chaparral 2F della Policar (facemmo anche una endurance di 8 ore casalinga sulla quattro corsie che per noi, e per quei tempi, era qualcosa di sensazionale!). A quel tempo il modello Policar mi sembrava bellissimo, rivisto trent’anni dopo, specie se paragonato alle moderne “classic” della Fly è invece un po’ approssimativo. Nella produzione slot, almeno in quella più recente, mi pare siano stati prodotti i seguenti modelli:
    Chaparral 2C – sempre da MRRC nelle due numerazioni 65 (Hap Sharp) e 66 (Jim Hall) che dovrebbero essere quelle del Campionato Can-Am del 1965
    Chaparral 2D – New Line Slot la N° 11 della 12 Ore di Sebring 1966 + Top Slot una con il N° 7 ed una con il N° 9 (Le Mans 1966? – Phil Hill, Jo. Bonnier)
    Chaparral 2F – per ora sono a conoscenza solo di quelle prodotte da MRRC, sicuramente il cofanetto con la N° 7 e N° 8 (24 Ore Le Mans 1967), poi la N° 4 del Nurburgring ’67 e la N° 66 più un cofanetto “with Jim Hall figure in Special box”
    Chaparral 2G – da SCX la N° 65 e la N° 7 (ho delle foto, non siamo a livello Fly ma sembrano discrete).
    Chaparral 2J – da Top Slot la N° 66 (dovrebbe essere quella di Vic Elford – Can-Am Road Atlanta 1970).
    Se qualcuno ha altre informazioni sulle “slot-Chaparral” prodotte e anche fotografie gli sarò grato se me ne darà menzione.
    Ciao, Andrea – Chaparral

I commenti per questo articolo sono chiusi.