Il ritorno della Toyota GT-ONE

Costruita con un nuovo telaio, dalle interessanti caratteristiche, con supporto motore e corona Slot.it, la mitica GT-ONE ritorna a far parlare di sè sulle piste.

Caratteristiche tecniche:
1 – Abitacolo in Lexan
2 – supporto motore inline Slot.it, corona 28 denti
3 – motore Scaleauto 26000 RPM
4 – ruote in alluminio con razze integrali
5 – sistema di regolazione micrometrico assale anteriore
6 – disponibilità futura di telaio morbido e rigido (di serie: rigido)

Prezzo indicativo di listino: 59 EU




10 commenti su “Il ritorno della Toyota GT-ONE

  1. Domanda: la carrozzeria è analoga a quella della Proslot e, se si, quando saranno in vendita i telai di ricambio?
    Ho già almeno 4 GT-One Proslot e penso di riesumarle semplicemente acquistando i telai…

    • Ciao Giulio.
      La carrozzeria è analoga. La disponibilità dei telai è certa, ma la tempistica non dipende da noi e al momento non so risponderti.

      Ciao
      Maurizio

  2. Ma il prezzo così elevato, (rispetto una Slot.it o una vecchia Proslot) è dovuto dal fatto che monta quei bellissimi cerchi MB?

  3. Per un vecchio appassionato di Gt One come me la notizia è ottima… anche io ne ho quattro Pro Slot che mi piacerebbe rimettere in pista (se il nuovo telaio sarà competitivo). Peccato per il prezzo, effettivamente un po’ elevato. Nelle gare IRC avevo resistito all’era della Porsche Gt1 Evo ’98 ed infatti qualche anno fa, quando questo modello spopolava, vedere una Toyota in pista, oltre alla mia, era una eccezione. Poi nel 2005 ho dovuto cedere (e abbandonare il modello) perchè il divario con le Dallara, Reynard e Nissan era eccessivo. Speriamo che nello slot la “maledizione” della Toyota non abbia effetto, se ricordate a Le Mans la Gt One, nel 1998 e 1999 pur essendo la più veloce, non riuscì mai a vincere. Analogamente in Formula 1, negli ultimi anni, pur con investimenti superiori a qualsiasi altro team, non riesce ad emergere dalla mediocrità!
    Ciao a tutti, Chaparral
    (se non mi chiamassi Chaparral, riferendomi alle mie favorite anni ’60 e ’70, avrei scelto Gt One!)

    • Ciao Andrea,anch’io ho tre G-one ,ma sai come la penso….
      non potevi chiamarti in modo migliore,anche perchè in Giappone di Jim Hall non ne hanno mai avuti.
      A proposito,quando esce la 2 F della MRRC ?
      Marco

      • La 2F MRRC la danno in teoria per Aprile, ma siamo ancora in attesa di notizie definitive.

        ciao
        Maurizio

  4. Interessantissimo il sistema di regolazione dell’asse anteriore. Mi ricorda sistemi simili utilizzati nell’ R/C per i fine corsa delle sospensioni.
    Complimenti all’inventore.

  5. Qualche tempo fa sulla rete ESPN Classic sono andati in onda i filmati “riassuntivi” della 24 Ore di Le Mans, dagli anni ’90 circa (c’era ancora il Group C) fino alle edizioni del 2003 o 2004 o giù di lì, ed io ho avuto la fortuna di registrarli in videocassetta. Agli appassionati di slot che hanno anche solo una piccola simpatia per la Gt-One, se possono avere l’occasione di vedere quei filmati, consiglio le due edizioni 1998 e 1999 della celebre ventiquattr’ore, la simpatia diverrà presto… amore! La Toyota Gt-One è veramente una macchina mitica, una di quelle che lasciano il segno nella storia delle competizioni automobilistiche (fra l’altro abbiamo rivisto quelle forme nella Bentley Exp Speed 8 vincitrice dell’edizione 2003). Poter rivedere quelle linee (grazie a MRRC) anche sulle nostre piste in miniatura è sempre uno spettacolo, questo almeno è il Chaparralpensiero…
    Ciao, Andrea

  6. C’è un articolo pubblicato oggi su Slotcenter,

    http://www.slotcenter.net/coches/0406_toyota_gt_one_scaleauto.htm

    che conclude così:

    En conclusión, la concepción de este coche es exclusiva para el aficionado a las pruebas de velocidad y resistencia GT/LMP, donde las prestaciones dinámicas pasan por delante de consideraciones estéticas y en este apartado creemos que el Toyota GT-One de Scaleauto abre una nueva época de dominio de esta categoría siendo el sucesor natural del Audi R8 de Slot.it y del Dallara de Spirit.

    Saludos

    Mauricio

I commenti per questo articolo sono chiusi.