Finalmente le Slot si guidano in pista

Ho riesumato una vecchia opel astra DTM dal fondo dello scatolone dei pezzi da buttare (ma che non lo fai mai per non so quale motivo….forse perchè passeranno d’epoca?), l’ho portata in pista, ho montato il motore estratto a sorte, le gomme fornite dall’organizzazione, senza incollarle, su una coppia di cerchi che avevo e via…….. pronti a fare la gara. Vi sembra tutto normale?? a me no!! finora ero stato costretto ad abbandonare questa categoria perchè non avevo il tempo di prepararmi due gomme performanti…e sapete tutti il tempo che ci vuole tra la lavorazione, l’incollaggio e ancora la lavorazione. Avendo già due bambini piccoli a cui fare il bagnetto, non riuscivo a trovare il tempo di farlo anche al motore per renderlo più performante. Per cui trovarmi a gareggiare con motore e gomme uguali per tutti per me è stato come rinascere. Troppo facile?? per niente. Il preparatore ha sempre il suo bel da fare per trovare il bilanciamento della macchina, per farla scorrere a dovere…. ma poi ora ha anche il tempo, e questo è il motivo per cui io corro con le slot, di provare la macchina in pista. Mi ero reso conto che ormai i piloti passavano più tempo ai box che non in pista! chi si diverte di più a svitare viti o brugole faccia pure, ma io mi diverto di più a guidare. Pensate ai poveri neofiti: venivano alle gare e solo di divario tecnico si beccavano 2 secondi! pensate a quelli come me che hanno poco tempo da dedicare allo slot: almeno 1 secondo di divario tecnico! solo qualche “santo” continuava imperterrito l’attività slottistica. Facendo questa gara mi sono reso conto, pur arrivando tra gli ultimi, che il divario cronometrico tra me e i migliori non è più un incubo come prima. Il secondo guadagnato di gomme è sparito, il secondo di motore….anche quello. Ed eccomi ad appena tre decimi dai migliori. Ma valutando la differenza dalla parte dei “migliori” mi rendo conto che questo regolamento è senz’altro azzeccato. Non si è più vista la solita cavalcata solitaria dei soliti noti. Anche se i primi sono gli stessi, il divario si è notevolmente ristretto e le gare, finalmente, si combattono sportello contro sportello!!
Un’unico dubbio mi sorge: le gomme anteriori sono libere?, possono essere mangiate fino a far sparire il marchio di fabbrica? o devono essere anch’esse nuove?
vi lascio con questi dubbi, nella speranza che anche a voi questa nuova formula sia piaciuta.

Massimo Cellini

Riguardo

modellismo

11 commenti su “Finalmente le Slot si guidano in pista

  1. Caro Massimo…. mi sorge una considerazione spontanea sul fatto che tu abbia rinunciato a questa categoria per mancanza di due ruote performanti…

    A parte che tutte le categorie hanno avuto la stessa problematica, mi viene da pensare che non hai fatto molto slot…. e questo mi rammarica.

    Sono uno come te, non ho molto tempo da dedicare alle manipolazioni ma al contrario di te non ho mai rinunciato ad una gara, anche se arrivavo ultimo ( penultimo direi, c’è sempre chi mi arriva dietro)…. e con assali decenti. Tu dirai, ma come facevi? Semplice, basta appartenere ad un club e sperare nella benevolenza di qualche associato che ti dà una mano per il solo piacere di vederti correre….

    La mia fortuna è stata arrivare in un club dove, pur di vedermi divertire mettevano le mani nella mia macchinina… uno sui motori e l’altro sul telaio… Ora, non vorrei essere frainteso, ma un regolamento come questo era auspicabile e da tempo richiesto e quello che hai osservato è giustissimo…. ma la cosa importante è che il club funzioni e se questo funziona il divertimento è assicurato al di là del regolamento stesso.

    Auguri per i due marmocchi e buon divertimento!

    • Non ho capito se Tanuzzo ha dei rancori con Massimo o con il Gruppo Slottistico Perugino.
      Il bello è che in un altro articolo spiega come ha preparato una Dallara, meno male che è uno di quelli che non ha tempo, complimenti per la coerenza.

      • Caro Bart…. io non ho nessun rancore con nessuno, mai avuti…..

        Ho solo notato, dalla scrittura, una certa rinucia alla categoria DTM per i motivi sopra citati…. e questo mi sembrava assurdo. Assurdo come motivazione per esclamare vittoria ad una regola del regolamento DTM che è da anni che veniva richiesta da tutti…

        Assurda, la motivazione della rinuncia, perchè conosco alcuni di voi e mi sembrava strano che l’amico Massimo non ricevesse attenzioni.

        Avere la monogomma e il motore dati prima della gara, non è un traguardo raggiunto… ma finalmente una lavata di orecchie a chi, per anni, le ha avute sporche e di conseguenza sorde.

        Invece sono d’accordissimo con Massimo sul fatto che la vita si semplifica… per tutti. Io sono uno dei beneficiari di questa scelta…

        Per la Dallara…. be! ci hi messo esattamente 10 minuti….. ho tolto tutto quello che avevo su un’altro modello e l’ho trapiantato sulla Dallara…. neanche il piombo ho tagliato….

        La mia coerenza non si discute…. è limpida come i miei commenti… caro Bart.

        Baci e abbracci!

        Tanuzzo

        • Replica accettata e apprezzata, così come i 10 minuti per preparare la Dallara. Spesso, e ne abbiamo conferma giornalmente, si è portati a pensare che ci vogliano tanto tempo, tanti soldi e tanti trucchi per fare andare forte una macchina mente all’atto pratico bastano poche cose che possono essere tranquillamente spostate tra un modello e un’altro.

  2. Il problema non era la mancanza di aiuti da parte del club. Nel gruppo slottistico perugino ci sono personaggi che con estremo spirito mi hanno dato gomme performanti già perfettamente incollate. C’è anche chi mi ha fornito un telaio nuovo già preparato alla perfezione. Mi è stato indicato come fare il “bagnetto” al motore e in più di una occasione me ne hano prestato uno più performante….. insomma le mie lamentele non sono assolutamente da imputare al club o ad altre persone. Queste vertevano solo sul regolamento che obbligava a passare ore e ore a preparare la macchina piuttosto che guidarla in pista e migliorarci il “feeling”. A me non è mai dispiaciuto “arrivare dietro” ma avrei voluto anche il piacere di dire “questa macchina l’ho preparata io”. Non so a te, ma a me scoccia fare sempre la parte di quello che non ha tempo di preparare il mezzo e chiede aiuti a destra e a manca. Ora con questi nuovi regolamenti posso permettermi di andare un pomeriggio in pista e fare la piombatura e contemporaneamente fare molti giri per provare la macchina senza stare tuto il tempo rinchiuso tra quattro mura a fare impasti e rimpiastri sulle gomme e a fare altrettanto sui motori. Spero con questo di aver fatto capire il senso del mio intervento. Sono solo dispiaciuto per chi aveva acquistato tonnellate di gomme che ora non saprà più che farsene.
    Massimo

    • Massimo…. non sai quanto sia in sintonia…. anche a me scoccia parecchio chiedere aiuto, sono molto orgoglioso e quindi poco incline a ciò, ma all’inizio non ho potuto fare a meno di guardare e provare, trovare amici che mi hanno aiutato ed alcuni anche fatto ragionare su alcune cose (incredibile).

      Lo slot non si improvvisa, almeno quello delle gare… ma le gomme… Azzo… odio olio, unguenti, forni, torniture, incollature, ecc…. e così me le faccio fare, e le pago pure… come sia logico.

      Tu non hai letto, anni or sono (ahime), il regolamento Unico che volevo prtare avanti…. ora ci siamo!

      Tranne per il GT… io sono per il motore unico … aver messo 5 motori, di cui 4 inutilizzabili, per guadagnare 1 giro su 80 mi sembra demenziale…. nonchè lontano dalle solite richieste del popolo che volvano tutto libero…. Ma questo è un’altro argomento…. scusa.

  3. vedo che i discorsi hanno preso tutt’altra piega rispetto a quelle che erano le mie intenzioni. Volevo soltanto scoprire i pareri di chi era pro o contro questa soluzione.
    Tanto per mettere una pietra tombale sui discorsi emersi sulla disponibilità o meno degli amici del “club”, posso solo dire che se fosse dipeso da loro avrei sempre corso con macchine più che competitive datemi in prestito. Quello che mi è mancato è stato un regolamento che permettesse a tutti di correre pensando alla guida piuttosto che passare ore e ore nei box, e questo mi faceva inca..are!! l’altra cosa era che non avevo il tempo sufficiente per permettermi di preparare la macchina DA SOLO, magari seguendo i consigli degli amici, ma DA SOLO.
    Grazie a tutti
    Massimo

I commenti per questo articolo sono chiusi.