Campionato FIA-GT 2005 (F.V.G.)

Premettendo che, regolamento e altre cose le potete trovare su http://fvgslot.interfree.it/ devo spiegare da cosa nasce FIA-GT 2005.
Questa categoria, nasce dalla voglia di vedere gareggiare assieme, modelli, che per natura meccanica, tipologia dei materiali, altrimenti non avrebbero potuto convivere.
Trovato un regolamento tecnico che portasse i modelli tutti allo stesso piano, lo abbiamo testato (gara di prova del 17-12-2004), e abbiamo ottenuto ciò che volevamo da tempo; una categoria che privilegia in assoluto le doti di guida e l’estetica dei modelli rispetto a quelle di preparazione del mezzo.
Fatta questa doverosa premessa, passiamo alla preparazione vera e propria.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Ho preparato questo modello principalmente per due motivi; il primo, per la soluzione cromatica (mi piace molto questo abbinamento di colori), il secondo motivo, perché ho trovato in vendita, come parte di ricambio, questa carrozzeria (Proslot).
Il telaio utilizzato è l’HRS di Slot.it; la prima cosa da fare è quella di controllare la planarità dei singoli componenti, intervenendo al caso.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Una volta assemblati i singoli componenti, controllate che il “basculamento” (fondamentale) del supporto motore sia “libero” (eliminate eventuali bave di fusione) ed “omogeneo”.
Un segreto per ottenere “l’omogeneità” di movimento, sarà quello di utilizzare sempre la stessa vite nello stesso foro.
Non sto scherzando, se analizzate due viti, vedrete che la spirale di filettatura è diversa tra loro e quindi, quando andrete la prima volta a montare il supporto motore sul telaio, provocherete una sorta di impronta nella plastica; scambiando le viti l’impronta andrà a modificarsi e addio regolazioni.
Altra cosa importante, sempre per l’effetto “basculamento” è quello di stare attenti a che le teste delle viti, una volta in posizione non vadano a sfregare troppo all’interno dei fori.
Sempre a proposito del supporto motore, controllate che le boccole sferiche siano libere di ruotare nelle loro sedi e che il motore, una volta montato, non abbia troppa libertà sull’asse longitudinale (insomma ! che stia fermo nella sua sede); al caso i supporti del tipo nuovo (quelli del 956 per intenderci) sono più appropriati.
Passiamo alla carrozzeria; per regolamento (http://fvgslot.interfree.it/) le carrozze devono avere un peso minimo di 30 grammi, ciò per permettere di utilizzare carrozzerie diverse tra loro ( resina o plastica) e per portare sullo stesso piano tecnico/qualitativo, più modelli.
Una volta tolto l’abitacolo l’ho sostituito con della plastica leggera (vecchi ski-pass o carte telfoniche sono ottime) alla quale ho incollato un pilotino in resina (potete recuperare anche il pilotino dall’abitacolo che avevate rimosso in precedenza).

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Una volta fatto ciò, passo ad incollare i supporti carrozzeria, utilizzando dei distanziali che andranno interposti tra passaruota e sommità della gomma ,che non permettano alla carrozza di cambiare posizione durante l’incollaggio.
Evitate se potete le colle cianoacriliche che cristallizzano e irrigidiscono e non sopportano gli urti, utilizzate piuttosto colle bicomponenti, hanno tempi di essicatura più lunghi ma essendo elastiche, sopportano meglio gli urti.
Fatto questo passiamo alla bilancia, per vedere quanto peso manca al raggiungimento del minimo da regolamento.
Una volta stabilito il peso mancante, dovremo incominciare a studiare dove sistemarlo (il regolamento vieta di porre peso sul telaio ma permette di posizionarlo all’interno della carrozzeria).

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Fabrizio

4 commenti su “Campionato FIA-GT 2005 (F.V.G.)

  1. Ottimo lavoro.
    Comunque c’è una soluzione anche per i più pigri e per quelli che non vogliono smontare l’abitacolo dalla macchina.
    Si chiama Ferrari 575 Carrera.

    Rientra anche come peso perchè la carozzeria pesa più di 30 gr.

    Buon 2005 a tutti

I commenti per questo articolo sono chiusi.