Slotlandia 2004, lo slot ancora in primo piano

IMMAGINE NON RECUPERABILE

A parte il mondo degli slottisti che hanno contribuito partecipando alle gare, le persone che non conoscevano il livello raggiunto di questo hobby, girovagavano a bocca aperta tra piste, stand e negozi con esclamazioni del tipo: “Ma io ero rimasto alla Polistil e le sue macchinine giocattolo! …”.

Ne ho sentiti tanti, e tutti con la stessa frase.

Abbiamo dato molte infomazioni sui club in Italia, su come funzionano, come avvengono le gare, il cronometragio, i commissari e moltissime altre domande che ci fanno capire quanto poco lo slot è conosciuto.

Molti di voi, in questi ultimi due anni, hanno conosciuto questo hobby proprio a Slotlandia; molti nuovi amici, nei prossimi mesi, si avvicineranno alle piste elettriche e altri cominceranno a frequentare i club.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Il divertimento non è certo mancato, prove di auto, gare, piste digitali, mai come quest”anno abbiamo avuto una diversificazione tale, cen”era veramente per tutti i gusti.

Per la prima volta, la grande pista Ninco 8 corsie è stata disponibile il venerdi a tutto il pubblico che poteva provare le auto appena comprate. Mi ha colpito un personaggio che, acquistata la sua prima slot, l”ha messa in pista e ha cominciato a girare come un forsennato sorpassando tutti. A quel punto, si è stampato sulla faccia il sorriso di chi ha appena vinto il campionato del mondo e è corso a comprare altre auto (ne ho contate almeno 5). Torna in pista e si rende conto di essere l”unico a girare con il magnete, broncio sul viso ma, (un campione non si arrende) chiede subito il cacciavite per togliere il magnete. Non ho voluto guardare come sia finita, mi son girato e tra me e me mi son detto: “ecco uno che rivedrò presto in qualche club”.

Vi ho raccontato solo questo episodio, neanche il più significativo, ma è quello che rende l”idea di quanti in più potremmo essere se la gente ci conoscesse.

Come tutti gli anni era possibile acquistare materiale slot a prezzi iper scontati. Giocheria di Via Solari, Meg Modellismo di Cusano Milanino, NSR, la francese MMK, MB Slot e Bona distribuzione, si son dati un gran daffare per contenere le molte persone che affollavano gli stand.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Gran parte delle case produttrici erano presenti con le ultime novità. Nello stand Slot.it si poteva ammirare il cofanetto edizione limitata della Porsche 956 Newman e la Spirit of America, Ninco esponeva una pista Raid su cui era possibile provare i fuoristrada Pajero, Ford e BMW, mentre in vetrina la BMW GtR RedBull e una nuova livrea anche per la Clio.

Scalextric ha presentato la sua pista digitale, molto interessante la compatibilità con accessori e pezzi della pista Sport e poter utilizzare qualsiasi tipo di auto, previa installazione di un chip all”interno della macchina. Era montata anche la pista Sport 6 corsie a disposizione del pubblico.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Anche SCX ha messo a disposizione la sua pista digitale che è stata letteralmente assalita per 3 giorni consecutivi.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Il buon Marco Costa, responsabile della gestione della pista, si è reso molto disponibile con grandi e piccini; la sua conoscenza tecnica sulla pista digitale SCX, ha fatto si che le innumerevoli domande sul funzionamento e la programmazione, fossero chiare e precise.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Bravo Marco, anche quest”anno hai dimostrato grande professionalità e passione.

La Racer presentava le splendide Ferrari 250 LM in versione definitiva con pianale in plastica

IMMAGINE NON RECUPERABILE

(i soliti maliziosi, non sono queste le Ferrari)

Il club Tecnoslot e Francesco Guastamacchia, hanno seguito il settore metallo, meravigliando come al solito il pubblico con l”alta velocità dei loro modelli. Senza dubbio, in una manifestazione di slot, la spettacolarità di queste macchine che sfrecciano come siluri, contribuisce notevolmente ad appassionare il pubblico.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Bellissima la nuova pista rally approntata per l”occasione da Andrea Cambielli, un tracciato misto terra-asfalto, con dossi e tornanti, dove le auto rally l”hanno fatta da padrone.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Riuscitissime anche le gare dedicate a noi slottisti, avevamo qualche perplessità sulle Porsche 934 Ninco, ma siamo stati subito smentiti dal divertimento che hanno saputo dare alle squadre partecipanti alla gara Endurance Porsche Haus.

Combattutissima la Endurance Slot.it con le sue Porsche 956 in configurazione sidewinder, decisamente più performanti e divertenti da guidare della versione inline.

Otto Top drivers, scelti in base alle classifiche degli scorsi Campionati Italiani, si sono poi affrontati con le Ferrari 250 LM messe a disposizione dalla Racer.

Ultima gara in programma, la DTM Ninco ANSI, con possibilità di rapporto 10/27 per le auto inline per contrastare lo strapotere BMW (scelta a mio parere molto azzeccata da parte della commissione tecnica dell”ANSI). Abbiamo potuto constatare come Audi TT-R e Mercedes CLK possano tornare a dire la loro su piste veloci.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Ma delle gare mi dilungherò in un prossimo articolo, per il momento voglio ringraziare tutti i partecipanti, SIETE STATI GRANDI, lo spazio a nostra disposizione era ristretto ma vi siete adeguati senza troppe polemiche.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

E le veline? Ne parleremo, ne parleremo…

IMMAGINE NON RECUPERABILE

L”insostituibile direttore di gara Paco Ballotta in un momento di gloria

Giacomo

Giacomo

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

I commenti per questo articolo sono chiusi.