Endurance inagurale Slot Club Sciacca

Sono stati numerosi gli appassionati, provenienti da tutta la Sicilia, che hanno accolto l’invito di Antonio Savatteri e dei suoi ragazzi e l’aria che si è respirata per tutta la mattinata è stata quella giusta, con molti piloti che hanno interrotto il loro turno di prove per salutare chi arrivava.
La gara prevista, come già annunciato, è stata una gara endurance che, visto l’elevato numero di squadre partecipanti, si è svolta sulla durata di due ore invece che sulle previste tre.
I modelli impiegati sono stati le BMW GTR della Ninco preparate secondo il regolamento DTM ANSI 2003 ed equipaggiate con il motore NC5.
Alle iscrizioni si presentano 11 squadre, nello specifico 4 di Catania, 4 appartenenti al club ospitante, una per il Club Flavi’s di Siracusa, una del Club Protoslot di Palermo e una composta dai “metallari pentiti” di Ribera.
Nello specifico:
Catania Slot: Santagati; Mirone; Motta
MPS: Milazzotto; Platania; Squillaci
ASC: Sparatore; Toscano S.; Toscano M.; Troina
FWM: Todaro G.; Todaro Gu.; Ferrara
Zio Lillo: Amodeo F.; Alcamisi; Savatteri
Sciacca Slot: Amodeo P.; Augello; Sabella Gasp.
Mostri FGS: Sabella G.; Ciancimino S.; Ciancimino F.
Kakka Team: Sutera; Maretta Fil; Marretta Fed.
Ribera: Ganduscio; Alfano; Barbiera
Protoslot: Ricca; Guarnaccia; Battiato; Sciascia
Flavi’s: Daniele F.; Daniele S.; La Gioia; Tarascio; Basile
C’è da rilevare come ancora una volta accanto a piloti di provata esperienza ha accettato la sfida anche chi è alle prime esperienze nello slot.
L’ordine di partenza, stilato a sorteggio, vede schierarti nella prima batteria Catania Slot, Sciacca Slot, Flavi’s e le due squadre “junior” Mostri FGS e Kakka Team.
L’avvio della squadra di casa è impressionante; la battaglia per la seconda posizione è fra il Flavi’s (rallentato inizialmente da problemi tecnici risolti brillantemente). Kakka team e Catania Slot, impegnata sulle tecniche corsie esterne. Piu’ staccati i giovanissimi Mostri FGS.
Dopo un’ora di gara la Classifica vede in testa Sciacca Slot con 329 giri, quindi Flavi’s con 323, Catania Slot 319, Kakka Team con 316 giri e Mostri FGS con 307 giri.
Nei successivi 40 minuti Catania Slot, pilotato da Davide Santagati sulle velocissime corsie interne rimonta sul team Flavi’s e a 20 minuti dalla fine la situazione è la seguente:
Sciacca Slot 544 giri, Flavi’s 538, Catania Slot 537, Kakka team 527, Mostri FGS 517.
Nei venti minuti finali l’esperto Filippo Daniele del Flavi’s subisce la tecnica corsia rossa, mentre Catania Slot sfrutta alla grande la centrale arancio conquistando saldamente la seconda posizione di batteria senza in ogni caso infastidire i battistrada.
A fine batteria la classica è quindi:
Sciacca Slot 653 giri, Catania Slot 646 giri, Flavi’s 637, Kakka Team 632, Mostri FGS 617.
Pochi minuti dopo si avvia la seconda batteria che vede schierati: Protoslot, FWM, Ribera, ASC, MPS e il team “Zio Lillo”.
I primissimi giri sono indicativi dell’andamento della batteria; da un lato si intuisce da subito che il “leader team” di casa ha accettato il guanto di sfida lanciato dall’altra squadra, dall’altro che i commissari, al contrario della manche precedente avranno parecchio da lavorare.
Dopo un’ora di gara il team “Zio Lillo” conduce le danze con 329 giri; seguono a 316 giri il “consistente” team MPS, quindi Ribera con 302 giri, il Protoslot 297, l’ASC con 294 e quindi lo sportivissimo FWM (in gara con un NC2) con 261.
Da rilevare, in questa fase della gara, il giro piu’ veloce (10.50) e il record assoluto di giri per corsia (112 sulla bianca) per opera di Fabio Amodeo del team “Zio Lillo”.
Nei 40 minuti successivi il team Protoslot, complici le corsie piu’ veloci e prese le “misure” al tracciato rimonta su Ribera e sul team MPS, quest’ultimo alle prese con le tecniche corsie esterne e con qualche problema tecnico di troppo. A venti minuti dalla fine la classifica vede il team “Zio Lillo” 545 giri, Protoslot 503, MPS 501, ASC 499, FWM 427.
I venti minuti finali sono caratterizzati da un lato dalla tensione dei battistrada per non perdere il margine di vantaggio conquistato sull’altra squadra, dall’altro dalla rincorsa del team MPS sul Protoslot.
Allo scadere delle due ore solo la differenza di settori permette di individuare le posizioni in classifica. Nello specifico abbiamo:
Zio Lillo 653 giri e 77 settori, Protoslot 607giri e 85 settori, MPS 607 giri e 50 settori, ASC 601, Ribera 598, FWM 527.
La classifica generale è quindi:
Pos. Team Giri Settori GPV Corsia
1 Zio Lillo 653 77 10,50 bianca
2 Sciacca Slot 653 12 10,65 gialla
3 Catania Slot 646 11 10,64 blu
4 Flavi’s 637 51 10,59 blu
5 Kakka Team 632 10 10,82 verde
6 Mostri FGS 625 0 10,70 blu
7 Protoslot 607 85 10,75 arancio
8 MPS 607 50 10,71 arancio
9 ASC 601 58 11,08 verde
10 Ribera 598 14 11,03 arancio
11 FWM 527 8 11,15 arancio
Il primo commento che mi viene naturale fare è sulla pista. Il tracciato,veloce e semplice, offre nelle corsie esterne la possibilità di far risaltare la qualità dei piloti.
Dall’altro canto se è innegabile che la classifica è stata determinata da una maggiore “confidenza” con la pista delle squadre di casa, e’ altrettanto innegabile che Antonio Savatteri e Calogero Alcamisi in poco tempo hanno fatto crescere, sia in qualità che in quantità, tanti appassionati, alcuni dei quali giovanissimi. Non male considerando che altre realtà in Sicilia (vedi Flavi’s di Siracusa e Protoslot a Palermo) di fatto non esistono piu’ per assenza di appassionati.
Senza volere togliere nulla ai rispettivi compagni di squadra il merito del predominio delle due squadre di casa è, a mio parere, da attribuire ai fratelli Amodeo. Il velocissimo Fabio (in squadra con lo “zio Lillo” Alcamisi e Antonio Savatteri) e il “consistente” Paolo (in squadra con Pasquale Augello e Gaspare Sabella) hanno fatto la differenza.
Il terzo posto della fortissima squadra “Catania Slot” e il quarto del “Flavi’s” dimostrano ancora una volta che i “maestri della plastica” in Sicilia sono i piloti della Sicilia orientale.
Il quinto e il sesto degli “Junior team” di Sciacca erano nell’aria e meno male che “il biondo” Federico Marretta continua a preferire l’RC (dove primeggia a livello nazionale) allo slot, altrimenti sarebbero dolori per tutti…
Il settimo posto del Protoslot alla luce dell’inattività è un buon risultato; d’altro canto lo spirito della partecipazione è stato soprattutto la voglia di esserci.
Il team MPS meritava sicuramente di piu’, ma purtroppo la gara del team catanese è stata caratterizzata da qualche problema tecnico di troppo.
L’ASC aveva in squadra due “marpioni” del calibro di Mario Sparatore e Salvo Toscano, affiancati dal giovanissimo Marco Toscano e da Luigi Troina, che hanno fatto del loro meglio per non sfigurare.
Il simpatico team di Ribera, nonostante la limitata esperienza sulla plastica, hanno saputo dire la loro.
Anche se ai fini della classifica il team FWM è in fondo, sicuramente è da apprezzare per la sportività e per la buona volontà.

Riguardo

Slot, Libri, videogiochi, viaggi

5 commenti su “Endurance inagurale Slot Club Sciacca

  1. Un grazie agli amici di Sciacca per l’accoglienza amichevole e per la perfetta organizzazione anche logistica. Grazie a Paliddo per la precisa e puntuale conduzione della gara.

  2. che mi sono bevuto 1200 km di autosole con altri
    quattro sfigati,e non ci avete ammesso alla gara
    perche’ in verifica sostenevate che avevamo montato l’nc3 con la cartina del 5 (ASSOLUTAMENTE FALSO) e ci avete cacciato via brutalmente apostrofandoci come “polentoni truffatori”……..questo non lo hai sritto nel tuo temino,”prof.” Paliddu???? eeeeeHHH??????

I commenti per questo articolo sono chiusi.