Campionato Regionale Sicilia – Quarta prova DTM Ninco NC2

Già nella giornata di sabato alcuni rappresentanti dei club della Sicilia orientale hanno raggiunto la sede del club per lo svolgimento delle prove libere.
E’ stato molto piacevole lo spirito di amicizia che si respirato nel pomeriggio e ancor più la sera in pizzeria, dove la tavolata era più quella di un gruppo di amici che cenavano e scherzavano insieme che quella di un gruppo di avversari che l’indomani si contendevano il titolo di campione regionale.
La giornata di gara è cominciata molto presto per consentire a tutti almeno un turno di prove libere.
Lo schieramento di partenza è, come da regolamento, basato sulla classifica regionale di categoria a cui è accodato chi non è presente in classifica
Al parco chiuso della DTM non è presente nessun modello DTM in senso stretto, visto che sono consegnate 20 BMW M3 Gtr.
Alle 10,30, con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia a causa della stampante che non ha voluto saperne di funzionare, si avvia la prima gara della giornata, quella della categoria DTM Ninco.
Alla quarta batteria prendo parte Giovanni Sabella di Sciacca, Guarnaccia e Battiato del Protoslot e Mimmo Martinez, che ha onorato l’impegno di essere presente alla gara.
Si intuisce da subito che Giovannino Sabella non ha nessun timore reverenziale nei confronti dei più quotati piloti di casa e fin dalla prima manche contende la testa della gara a Guarnaccia mentre Battiato li segue a pochi settori, Martinez rimane staccato, facendo la sua gara.
Nel corso della quarta manche Giovanni sull’interna gialla compie qualche uscita di troppo che consente da un lato a Guarnaccia di conquistare la testa della batteria “in solitario” e dall’altro a Battiato, complice anche la maggiore conoscenza della pista, di sopravanzarlo.
Ma anche i migliori sbagliano e nella manche successiva sulla corsia bianca Battito a un attimo di esitazione che consente a Sabella di affiancarlo nuovanente.
Nella manche finale Guarnaccia guadagna un altro giro sugli inseguitori mentre Sabella conquista quei pochi settori di vantaggio su Battiato che gli consentono di conquistare la seconda posizione.
Al termine della batteria la classifica è:
Guarnaccia 153 giri, Giovanni Sabella 150 giri e 18 settori, Battiato 150 giri e 1 settore, Martinez 142 giri.
Alla terza batteria prendono parte Paolo e Fabio Amodeo e Augello del club di Sciacca e Ricca e Sciascia del Protoslot.
I fratelli Amodeo e Ricca prendono subito il largo mentre Augello e Sciascia fanno gara a se.
Già nella seconda manche Paolo Amodeo acquisisce un vantaggio su Ricca e il fratello più giovane Fabio, che sembra accusare problemi di spazzole e per questo rimane attardato.
Nelle manche successive Ricca cerca di contrastare il pilota di Sciacca ma la sua rincorsa è purtroppo vanificata da un uscita di un altro concorrente, che lo danneggia, e dal errato e non sollecito intervento di un commissario.
A fine batteria la classifica è: Amodeo P. 149 giri, Ricca 148, Amodeo F. 146, Augello 142, Sciascia 136.
Alla seconda batteria prendono parte Ammirata del Protoslot, Filippo Daniele del Flavy’s di Siracusa, Sparatore del ASC Catania, Alcamisi e Gaspare Sabella del club di Sciacca.
L’avvio della batteria è molto equilibrato con tutti i piloti nello stesso giro, ma già nella seconda manche la maggiore conoscenza della pista di Ammirata si fa sentire è inizia ad acquistare un visibile vantaggio sugli inseguitori. Fra questi si distingue lo “Zio Lillo” Alcamisi che segue Ammirata da vicino mentre Sparatore subisce la corsia blu e si stacca dagli altri.
Con lo scambio di corsie le posizioni non cambiano con Ammirata e Alcamisi che si contendono la testa della batteria (e della classifica generale), mentre Filippo Daniele acquista un piccolo margine su Gaspare Sabella e Mario Sparatore.
A fine batteria la classifica è Ammirata 154 giri , Alcamisi 153 giri; Filippo Daniele 148, Gaspare Sabella 146, Sparatore 144.
Davide Santagati, Felice Mirone, Paolo Motta, Salvo Daniele, Antonio Savatteri e Giulio Tarascio si schierano per la prima batteria.
La batteria è equilibratissima con tutti i piloti nello stesso giro e pochissimi interventi dei commissari. Nel corso della quarta manche Santagati ha problemi al pick-up mentre Savatteri e Tarascio subiscono lo scambio di corsie, consentendo a Mirone, Salvo Daniele e Motta di acquisire un certo margine.
Nelle manche seguenti mentre Santagati inanella giri sempre più veloci per recuperare il ritardo acquisito, il confronto si accende fra Motta, Salvo Daniele e Mirone per al testa della batteria e della gara. Purtroppo l’ultima manche è stata turbata da un animata discussione fra uno dei commissari e gli altri concorrenti su cui è meglio far calare un velo pietoso, discussione che non ha consentito di apprezzare a pieno il duello fra Mirone e Salvo Daniele che si conclude proprio sul finale con un solo settore di vantaggio del primo sul secondo.
A fine batteria la classifica è:
Motta giri 153 / settore 30; Mirone giri 153 / settore 5; Daniele giri 153 / settore 4; Tarascio 150, Savatteri 149 giri; Santagati 148.
Al termine della gara si procede quindi alla verifiche nel corso delle quali sono squalificati Ammirata per telaio non conforme e Guarnaccia e Giovanni Sabella per regime massimo del motore oltre il limite fissato dal regolamento.
A fronte delle verifiche la classifica finale è:
Pos. Pilota Giri Set. GPV Corsia
1 Alcamisi 153 54 9,12 gialla
2 Motta 153 30 9,21 gialla
3 Mirone 153 5 9,23 gialla
4 Daniele S. 153 4 9,27 gialla
5 Tarascio 150 76 9,17 verde
6 Battiato 150 1 9,23 gialla
7 Savatteri 149 70 9,11 gialla
8 Amodeo P. 149 6 9,11 gialla
9 Santagati 148 54 9,06 gialla
10 Daniele F. 148 22 9,49 verde
11 Ricca 148 10 9,32 bianca
12 Sabella Gasp. 146 83 9,32 blu
13 Amodeo F. 146 19 9,16 gialla
14 Sparatore 144 50 9,44 verde
15 Augello 142 76 9,50 gialla
16 Martinez 142 16 9,66 gialla
17 Sciascia 136 19 9,66 arancio
18 Ammirata* 154 40 9,16 verde
19 Guarnaccia** 153 10 9,12 verde
20 Sabella Giov.** 150 18 9,06 verde
* squalificato per telaio non conforme
** squalificato per motore non conforme

Riguardo

Slot, Libri, videogiochi, viaggi

7 commenti su “Campionato Regionale Sicilia – Quarta prova DTM Ninco NC2

  1. ……Al parco chiuso della DTM non è presente nessun modello DTM in senso stretto, visto che sono consegnate 20 BMW M3 Gtr……
    Grande! sto ancora ridendo:))))))))

  2. Ringrazio Ettore per il suo commento, almeno ho fatto ridere qualcuno….
    Personalmente dire che quella appena trascorsa è stata una bella giornata di slot è molto difficile.
    Premessa fondamentale e doverosa è dire che il Club Protoslot Racing nella configurazione attuale (doppio impianto metallo / plastica) dal 1 Novembre non esisterà più.
    Dire cosa ha portato a questa situazione e cosa accadrà in futuro sarebbe troppo lungo, ma nonostante il club praticamente in disarmo, ci siamo sentiti in obbligo di mantenere gli impegni presi nei confronti degli altri Club nell’ambito del Campionato regionale, da qui il motivo che ci ha spinto ad organizzare due gare nella stessa giornata.
    Purtroppo, nonostante la buona volontà e i sacrifici di pochi, l’imponderabile ha avuto la meglio sotto forma di una stampante che faceva i capricci e il comportamento inqualificabile di un mio compagno di club.
    E li personalmente non c’è l’ho fatta più… è giusto piangere a 42 anni (ancora per poco) per quello che in fin dei conti è un gioco?
    E una domanda che da domenica mi faccio in continuazione
    Vedere “andare a putt@ne” il “giocattolo” per cui ho “lavorato” tanto non è piacevole; ma è ancora meno piacevole rendersi conto che si prende troppo sul serio quello che in fin dei conti è un gioco.
    Cosa succederà adesso non lo so, l’unica certezza è che ho sbagliato qualche cosa…

    Alla prossima
    Paolo

    • Tu non hai sbagliato proprio niente e le lacrime ti fanno solo onore.
      Infine… non credo che il vostro bellissimo club andrà a putt@ne perchè la vera spina dorsale di un club sono le persone da cui composto, che sono certamente dei “giganti”.
      Infine, è molto spesso proprio il gioco che ci rende la vita meno greve, per cui anche il “giocattolo” per me, a suo modo, è una cosa seria.

      Tanti auguri per il prosieguo
      Giulio

      • Paolino volevo ringraziarvi di tutto e spero che questo gioco, continui brillantemente come
        in questo campionato, con il piacere di stare
        tra AMICI!!!
        In bocca al lupo!!!
        Felice

    • Caro paolo abbiamo oltre 40 anni e ancora dobbiamo imparare a riconoscere il fango miserabile , dall’acqua cristallina. TI ASPETTO ………………. A.Savatteri.

    • Anche in queste note di cronaca ci sono gravi omissioni.
      Non si parla a sufficienza dello sforzo organizzativo di chi ha organizzato due gare di massimo livello nello stesso giorno.
      Non si parla parla a sufficienza della precisione e della puntualità con con le quali Paliddo ha portato al traguardo una macchina organizzativa così complessa anche a fronte di piccoli intoppi sia di natura tecnica che di natura umana, ai quali ha posto perfettamente rimedio esclusivamente grazie alle proprie capacità personali e con il massimo sacrificio rinunciando alla propria gara.
      Così ho avuto la (non necessaria) conferma che il mio amico Paliddo:
      E’ l’unica persona al mondo in grado di sopperire e porre rimedio ai capricci improvvisi di un computer contagiri senza che la gara subisca alcun ritardo rilevante e senza che la maggior parte dei concorrenti si renda conto neppure dell’esistenza stessa del problema.
      E’ l’unica persona in europa in grado di dirigere due gare consecutive senza dirmi che sono uno scassaminchia (ma limitandosi a pensarlo silenziosamente).
      E’ l’unica persona vivente in grado di farci ricordare che gli slottisti sono (anche) degli uomini e non (solo) dei rincoglioniti che girano con le macchinine.

    • Paliddo, ricorda sempre che da noi a sciacca sarai sempre il benvenuto. Dispiace anche a me tutto il casino che è successo dom. spero di vederti spesso al nostro club sarai sempre il benvenuto.

      Con affetto e a nome dello slot club sciacca.
      PASQUALE AUGELLO

I commenti per questo articolo sono chiusi.