Come segnare le corsie

Avrei una domanda: x segnare le corsie che tipo di pennarello a vernice utilizzate ??? Noi abbiamo provato coi bollini adesivi ma vuoi il fondo ruvido Ninco, vuoi le derapate..sono andati tutti a farsi benedire !!!!!
Grazie 1000

HELLCAT

P.S. Una riflessione: siccome quotidianamente leggo i V’s messaggi e molto spesso mi riconosco nei V/s pensieri, sarà che ho passato i 40 (SIGH), sarà che anche io, oramai moolti anni fa, ho trovato x regalo sotto l’albero di Natale una pistina Dromocar con una macchinina argento ed una rossa, non posso fare a meno di congratularmi con Voi che con passione, serietà e allegria portate avanti ciò che credevo scomparso con la mia infanzia e che invece è ben vivo e attivo……una specie di “Isola che non c’è” xchè forse per essere slottisti bisogna essere dentro un pò Peter Pan…

HELLCAT
“In Slot we trust”

15 commenti su “Come segnare le corsie

  1. Ne approfitto per invitare tutti coloro che si apprestano a creare una nuova pista ma anche a chi ce l’ha già in uso, di adottare il sistema internazionale per la numerazione e la colorazione delle corsie, vale a dire:

    1 rossa
    2 bianca
    3 verde
    4 arancio
    5 blu
    6 gialla

    Paolo

    • perdona un mezzo-daltonico, ma arancio e rossa non rischiano di fare un pò confusione?

      Emilio

      • non posso darti tutti i torti ma se cerchi un arancio ed un rosso molto contrastati tra di loro il rischio di sbagliarsi diventa minimo.

        Paolo

    • Ho sempre pensato a come “impiastricciare” il meno possibile i pezzi della pista e quindi mi sono chiesto perché nessuno ha mai considerato che anche il “nero” è un colore!!! Se proprio dovrò colorare la mia pista, una corsia sarà sicuramente “la nera”…basta lasciarla così com’è!!!
      E poi i colori sono, secondo me, una sorta di barriera architettonica per tutti coloro che hanno difficoltà di percezione del colore.
      Io preferisco i numeri: e via tutti insieme a chiederli gratis a Salvatoreeeeeee!!!!
      Ciao,
      Herbie

  2. Sulla Ninco a Napoli mi sono posto il medesimo problema. Il metodo che ho adottato, affidabile, è stato quello di segnare il colore delle corsie con pennarelli indelebili marca “Posca” disegnando dei cerchi prima, dopo e nelle curve e nei rettilinei dove necessario. (le righe colorate accanto alle bandelle non mi piacciono, vincolando i pezzi anche per eventuali cambiamenti).
    Mi appresterò, in futuro, a segnare le corsie solo con numeri adoperando uno “stencil” e vernice in polvere bianca che non sbava. Purtroppo ho iniziato a colorare le corsie e si è proseguito nel tempo con questa prassi. La recente gara di campionato centro non mi ha consentito di cambiare all’ultimo momento questo tipo di identificazione delle corsie.
    Ritengo, però, più opportuno numerarle affinché i piloti nel richiamare, eventualmente, l’attenzione dei commissari non li inducano in errore (es., chiamare “rossa” o “verde” o “gialla” può riferirsi alla corsia ma anche al colore della macchina. Col numero non ci si può riferire a quello della macchina. Unico problema è che mentre i bollini colorati li trovi facilmente in qualsiasi cartoleria o Registri Buffetti, i bollini numerati (da 1 a 6o a 8) non li trovi preconfezionati, li devi ordinare.
    Ciao
    Claudio Marchese
    Napoli Slot Promotion

    • ho già scritto a fiumi su questo argomento.
      il numero è immediato, se devo cercare la 1, sicuramente è all’esterno o all’interno.
      se vado su una pista fuori casa e cerco la verde ho davvero difficoltà, potrebbe essere ovunque!

      quindi ripeto:
      1) usate i numeri invece dei colori

      2) mettete i colori internazionali, se proprio non riuscite a farne a meno.

      3) regalo a tutta italia i bollini con i numeri, ne ho fatti stampare 15.000 (DICO QUINDICIMILA) prima di novegro con la scritta “NSR World Champion 1997-2001-2001” piccola sul bordo circonferenza; sono di dimensione 1/32, realizzati appositamente per i plasticari, ma vanno bene anche sulle 1/24 in lexan.

      Insomma avete tutto. basta chiedere.
      anzi, non c’è nemmeno bisogno di chiedere.
      saluti.

      • Minchiaaaaaaaaaaa! Il campione del Mondo anche sui bollini …. non ci posso credere!!!!!
        Ma c’è anche la tua foto per intero?!?!?!?
        CAMPIONE DEL MONDO IN SCALA 1/32!
        Sei forte … Nano nano!

  3. Salve.

    Ho già scritto a fiumi su questo argomento:

    per identificare la corsia, il numero è immediato, se devo cercare la 1 essa sicuramente è all’esterno o all’interno;
    se per esempio vado su una pista fuori casa e cerco la verde ho davvero difficoltà, potrebbe essere ovunque! al centro, esterno, interno…

    Inoltre le macchine sono bellissime e colorate, ed il bollino colorato si confonde facilmente sulla carrozzeria, mentre il numero attaccato sul parabrezza è inequivocabile.

    Se poi usate i bollini NSR allora siete a posto, sono inconfondibili.

    Quindi ripeto fino alla morte (dei colori):
    1) usate i numeri invece dei colori

    2) almeno mettete i colori internazionali, se proprio non riuscite a farne a meno.

    3) regalo a tutta italia (DICO REGALO; CIOE’ NON SI PAGA, E’ GRATISSSS) i bollini con i numeri:
    ne abbiamo fatti stampare 15.000 (DICO QUINDICIMILA, non 15, ma 15.000) prima di Slotlandia con la scritta “NSR World Champion 1997-2001-2001” piccolissima sul bordo della circonferenza;
    sono di dimensione 1/32, realizzati appositamente per i plasticari, ma vanno bene anche sulle 1/24 in lexan.

    Insomma avete tutto. basta chiedere.
    anzi, non c’è nemmeno bisogno di chiedere.

    saluti da chi pensa sempre allo slot e a voi.

    • Salvatore, ovviamente, ogni promessa è debito!
      Non appena avrò la disponibilità dei tuoi bollini provvederò a numerare le corsie della pista.
      Tieni presente che a Napoli le piste da attrezzare sono due.
      Rimango in attesa.
      P.S. – In mancanza alla prima occasione ti dipingo con tutti i colori dell’arcobaleno

  4. Ho sempre pensato a come “impiastricciare” il meno possibile i pezzi della pista e quindi mi sono chiesto perché nessuno ha mai considerato che anche il “nero” è un colore!!! Se proprio dovrò colorare la mia pista, una corsia sarà sicuramente “la nera”…basta lasciarla così com’è!!!
    E poi i colori sono, secondo me, una sorta di barriera architettonica per tutti coloro che hanno difficoltà di percezione del colore.
    Io preferisco i numeri: e via tutti insieme a chiederli gratis a Salvatoreeeeeee!!!!
    Ciao,
    Herbie

    • “…”la nera”…basta lasciarla così com’è!!!”
      se fai così, la prima volta che esci sulla nera ed il commissario sta una vita a rimetterti in corsia, sappi che te la sei cercata, perché in queste condizioni uno cerca un colore, non un “non colore” che troverà infine solo per esclusione.
      Discorso diverso se il fondo è colorato con un tono neutro, come la pista in legno di Forlì: lì aveva senso anche il colore nero, dato però che c’erano contemporaneamente anche i numeri sulle corsie, finiva che tutti chiamavano il numero e basta.

      (“..nessuno ha mai considerato ecc..ecc..” mah, meno male che sei arrivato tu)

      • Faccio ammenda! Chiedo scusa per la frase “..nessuno ha mai considerato..”.
        Sono un nuovo adepto dello slot e, soprattutto, di Italia Slot.
        Di certo ho imparato una cosa: le parole scritte “pesano” molto piu’ di quelle verbali. Se avessi detto quella frase a tavola con degli amici nessuno ci avrebbe fatto caso, ma purtroppo l’ho scritta!
        Ovviamente affronto con lo stesso spirito la frase del sig. Lucio: “mah, meno male che sei arrivato tu” e la accetto come se fosse stata detta a tavola con gli stessi amici di prima.
        Passando all’argomento in oggetto, il sig. Lucio mi ha aperto gli occhi: esistono dei commissari che potrebbero essere non degni di questa qualifica, ne terro’ conto (per il lavoro che svolgo sono abituato ad affrontare tutto con estrema ratio e devo tenere conto di tutti i fattori in gioco).
        In ogni caso anche io mi ero schierato dalla parte dei “numeri” e non dei “colori”.
        Pace e bene a tutti,
        Herbie

        • anche per me vale lo stesso discorso (frasi a tavola ecc…) e per fortuna lo hai inteso nel verso giusto.
          Quello del commissario è il peggior mestiere del mondo…dello slot, cerchiamo di non renderlo peggiore ancora, però vedo che non ho chiarito del tutto come la penso: anche i numeri hanno i loro svantaggi. Se è vero come dice Salvatore che la corsia 1 sarà sempre ad un estremo, è anche vero che se il numero è troppo piccolo, riuscirò e vederlo bene al momento giusto? e se è troppo grande, su una corsia centrale sarà a destra o a sinistra del numero che sto leggendo? sono cose già capitate, non le ho inventate adesso.
          Noi abbiamo risolto con i colori, due righe continue addossate al binario, colori molto brillanti e difficilmente confondibili (bianco-verde-giallo-rosso) e sempre gli stessi su tutte le piste che abbiamo avuto. Malgrado tutto ciò, si può sempre sbagliare

        • …a proposito di corsie “nere”: alla prima gara che abbiamo disputato sulla pista di Vicenza, c’era la corsia nera, proprio come l’hai descritta tu, stranamente alla gara successiva era diventata verde…

  5. Per tutti:

    E’ sufficiente inviare una email a nsrslot@tin.it con allegata una foto nella quale si vedono i numeri sulla pista (E NON SI VEDONO I COLORI);
    scrivete l’indirizzo dove gradite ricevere i bollini GRATIS e…
    voilà! il giorno dopo BOLLINI NSR a volontà!

    nb ovviamente indicate il numero delle corsie e grosso modo quante gare disputate in un anno, in via approssimativa.

    saluti.

I commenti per questo articolo sono chiusi.