Campionato Regionale Sicilia – Prima prova Fly Clasic

Dalle prove svoltesi nella mattinata si intuisce da subito che la lotta per la vittoria sarebbe stato un affare privato fra Antonio Savatteri e Felice “Come il vento” Mirone.
Nelle qualifiche, dominate da Savatteri (9,01) su Mirone (9,08), viene fuori lo “Zio Lillo” Alcamisi che con 9,12 si piazza subito dietro i due battistrada.
Degli altri da ricordare il 9,80 di chi scrive che, con una staccata ben oltre il limite (e successiva uscita) al termine del rettilineo principale, riesce a sopravanzare di un centesimo il ben più esperto Mario Sparatore.
Le qualifiche sono:
Pos. Pilota Best Lap
1 Savatteri 9,017
2 Mirone 9,088
3 Alcamisi 9,124
4 Motta 9,159
5 Ricca 9,209
6 Ammirata 9,269
7 Comito 9,330
8 Di Mino 9,440
9 Sciascia 9,804
10 Sparatore 9,813
11 Coco 10,466

Il fatto che tutti i piloti siano concentrati in un secondo circa è indice del grande equilibrio di questa categoria, forse non apprezzata tanto quanto merita.
Alla prima batteria prendono parte Comito, Di Mino, Sciascia, Sparatore e Coco,
Fin dai primi giri si intuisce che si assisterà a due gare, da un lato ad una sfida fra i piloti di casa Comito e Di Mino con Sparatore come terzo incomodo, d’altro una sfida all’incontrario fra Sciascia e Coco su chi deve indossare la maglia nera.
Dopo due batterie, a dimostrazione del grande equilibrio, Comito e Di Mino conducono con 48 giri, seguiti con un giro di scarto da Sparatore. Segue Sciascia a 45 giri, che ha un vantaggio di un giro sullo sportivissimo Coco.
Nelle manche successive, complice la maggiore conoscenza della pista e la “confidenza” acquisita con questi modelli, Comito sfrutta alla grande la centrale arancio e l’esterna rossa e stacca di 3 giri Di Mino. Sparatore, complice qualche uscita di troppo, segue più staccato.
Fra i due contendenti la maglia nera, Coco paga la limitata conoscenza della pista, il che consente a Sciascia, nonostante qualche uscita di troppo, di sopravanzarlo di 2 giri.
La classifica finale di batteria è:
Comito 147 giri, Di Mino 144 giri, Sparatore 139, Sciascia 133, Coco 131.
Un’altra aria tira nella batteria successiva e non solo per la presenza di Felice “Come il vento” Mirone.
Accanto a lui troviamo Antonio Savatteri, Calogero Alcamisi, il “Signor Paolo” “Vincemott” Motta, Beppe Ricca e Aldo “Ultraslot” Ammirata.
In ritmo è molto serrato e si intuisce da subito che un uscita potrebbe costare cara.
Dopo due manche la classifica vede Savatteri, Mirone, Motta e Alcamisi a 51 giri, Beppe Ricca a 49. mentre Ammirata rimane attardato per problemi al pulsante.
Nella terza manche Alcamisi subisce l’interna gialla e si stacca di un giro dagli altri battistrada, mentre Ammirata, risolti i problemi al pulsante, stacca tempi di tutto rispetto.
Alcamisi si riscatta immediatamente nella manche successiva e recupera sulla centrale arancio mente il “Signooor” Paolo Motta, complice un intervento non sollecito dei commissari, si stacca dal gruppo dei battistrada,
Dopo 4 manche la situazione è: Savatteri 102 giri, Mirone e Alcamisi 101 giri, Motta 100 giri, Ricca 98, Ammirata 92.
Nella quinta manche, complice un uscita sull’interna gialla, Felice “Come il vento” Mirone rimane attardato di un giro rispetto a 2 rappresentanti del Club di Sciacca, ma dopo la gialla viene l’arancio…
Nella manche finale grande prestazione di Alcamisi che con un incredibile 9,06 sull’esterna rossa stacca il compagno di club di mezzo giro e va a vincere indisturbato. Mirone sulla centrale arancio si esprime con tempi di tutto rispetto e recupera il giro perso nella manche precedente ma purtroppo non è sufficiente per rimontate su Savatteri che mantiene la seconda piazza con un vantaggio di 10 settori.
La classifica di batteria è:
Alcamisi 153 giri, Savatteri 152 giri 34 settori, Mirone 152 giri 24 settori, Motta 149, Ricca 146, Ammirata 141.
A seguire si sono svolte le verifiche dove l’unico problema è riscontarto sul modello utilizzato da Ricca dove il motore risulta incollato al supporto.
I verificatori, anche alla luce del cambiamento del regolamento a pochi giorni dallo svolgimento della gara, decidono di penalizzare Ricca con il 10% dei giri del vincitore.
La classifica finale è quindi:
Pos. Pilota Giri Set. GPV corsia Auto
1 Alcamisi 153 1 9,06 rossa Porsche 917/10
2 Savatteri 152 34 9,22 arancio Porsche 908
3 Mirone 152 24 9,16 arancio Porsche 908
4 Motta 149 78 9,39 arancio Ferrari 512
5 Comito 147 17 9,32 arancio Ferrari 512
6 Di Mino 144 36 9,33 arancio Ferrari 512
7 Ammirata 141 10 9,54 bianca Ferrari 512
8 Sparatore 139 7 10,04 blu Porsche 908
9 Sciascia 133 41 10,04 arancio Ferrari 512
10 Coco 131 22 10,26 rossa Porsche 917/10
11 Ricca 130 75 9,38 arancio Porsche 908
Ricordiamo che il prossimo appuntamento del Campionato Regionale Sicilia si svolgerà Domenica 13 Aprile presso lo Slot Club Sciacca, dove si disputerà la seconda prova della categoria GT

Riguardo

Slot, Libri, videogiochi, viaggi

4 commenti su “Campionato Regionale Sicilia – Prima prova Fly Clasic

  1. avete misurato i giri motore?
    se si, avete una tabella dei verificati?
    giusto per avere ulteriori informazioni.

    • I giri motore sono stai verificati hai primi 6 classificati, non ricordo esattamete i valori ma erano tutti sotto i 22500 giri.
      Con molta spprossimazione direi che il range era fra 19000 e 22200 giri.

      • della serie: non scrivere i messaggi di fretta!
        Scusatemi per gli orrori di ortografia

    • Per le statistiche :
      ad Aosta il motore di Pavan che ha vinto la gara OPV faceva 21.200 giri, e il + “lento” di quelli verificati 20.800 ed è anche per questo che si è scelto di scendere ulteriormente nella tolleranza massimo dei giri motore, cioè si è passati da 23.000 a 22.600 e se nessuni ci pasticcia è difficile superarli… Ciao Dario

I commenti per questo articolo sono chiusi.