2° IR Sicilia ANSI GT/ Classic

IMMAGINE NON RECUPERABILE

In considerazione dell’esiguo numero di partecipanti si decide di prolungare le prove anche per consentire ad alcuni piloti, protagonisti di estenuanti prove notturne, di giungere in pista.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Alle 12 si procede con le iscrizioni e l’apertura del parco chiuso di entrambe le categorie, con la distribuzione dei motori e gomme per la classic.
All’atto delle iscrizioni si registra l’assenza del forte pilota di casa Fabio Amodeo, dovuta ad un malessere notturno.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Al parco chiuso, per quanto riguarda la Classic, si intuisce che la Ferrari 312 PB dello Slot.it è l’auto preferita dalla maggioranza dei piloti (10 su 17). gli altri si affidano alle Porsche (917 Spyder e 908/3) della Fly mentre, come in altre occasioni, Angelo Zappalà schiera la Ferrari 250 LM della Racer.
Per quanto riguarda la GT l’unico a scegliere un modello diverso dalla nuova Mosler Angle Winder NSR è Pasquale Auello, che si affida ad una Dallara della Spirit. Per quanto attiene le Mosler, molte sono quelle motorizzate con lo Gnik MB.
Dopo un veloce spuntino. prende il via la gara della Classic e si decide, per quanto riguarda lo schieramento, di fare riferimento alla Ranking List ANSI.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Alla prima batteria prendono parte Filippo Daniele, Giovanni Sabella, Angelo Zappalà, Paolo Sciascia e Massimiliano Scirica.
Fin dalla prima manche si capisce tutto. Il giovane ma già esperto Giovannino Sabella prende il comando delle operazioni seguito a breve dal compagno di club Scirica. Il veterano Filippo Daniele li segue un po’ staccato ma con un buon ritmo. Sciascia e Zappalà lottano fra loro per la maglia nera. Distacchi a parte. le posizioni rimangono invariate per tutta la batteria, anche se il duello Sciascia – Zappalà è viziato da una lunga sosta di quest’ultimo per il distacco dei fili dell’alimentazione nel corso della quarta manche.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Raimondo Comito, Pasquale Augello, Giovanni De Vita, Manuel Pace, Beppe Ricca e Calogero Alcamisi sono i piloti che animano la seconda batteria. Pasquale Augello, lo “Zio Lillo” Alcamisi e Manuel Pace nelle prime due manche lottano fra loro per la testa della corsa. “Attila” De Vita e Comito si contendono la seconda posizione. Fa gara a se Beppe Ricca. Nel corso della terza manche il trio di testa si sgrana mentre Comito rimane attardato per problemi alle spazzole.
La quarta manche vede Augello conquistare in solitario la vetta della classifica, Pace e Alcamisi lottare per la seconda pizza mentre Comito, sfruttando l’interna e veloce gialla inizia la rincorsa alla quarta piazza, al momento appananggio di De Vita. Tutto si decide nella sesta e conclusiva manche. Per quanto la seconda posizione ha la meglio lo “Zio Lillo” Alcamisi su Manuel Pace, anche in virtù di una maggiore dimestichezza con il veloce tracciato mentre la rincorsa di Comito su De Vita non ha successo anche se riesce ad accodarsi. L’incolore prova di Ricca si conclude con un ritiro legato al distacco dei fili di alimentazione.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

Davide Santagati, Felice Mirone, Antonio Savatteri, Paolo Motta, Mario Sparatore (tutti con Ferrari 312 PB della Slot.it) se la vedono col la Porsche 908/3 di Salvo Daniele nel corso della prima batteria.
Nella prima manche Savatteri conquista in solitario la vetta della classifica, mentre dietro la situazione rimane sostanzialmente fluida; un ulteriore scossone alla classifica avviene nella terza manche, dove Savatteri sull’interna gialla acquisisce ulteriore vantaggio sugli immediati inseguitori (Santagati e Salvo Daniele) in lotta fra loro per la seconda piazza. Confronto fra compagni di club per la quarta piazza (Motta e un Mario Sparatore in grande giornata). più staccato Mirone.
Nella manche successiva, con Savatteri nettamente in testa, Santagati (impegnato sull’interna gialla) acquisisce un certo vantaggio su Salvo Daniele (impegnato sull’esterna rossa) mentre Mirone si riaccoda ai compagni in fuga.
La manche finale è da cardipalma con Savatteri e Santagati in prima e seconda posizione consolidata e gli altri a giocarsi in volata la terza piazza di batteria, assegnata per settori a Salvo Daniele.
In conclusione la classifica generale è:

IMMAGINE NON RECUPERABILE

GT
Giusto il tempo di un caffé e qualche sigaretta, prende il via la gara della categoria GT.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

La terza batteria vede schierati Filippo Daniele, Giovanni Sabella, Paolo Sciascia, Massimiliano Scirica e Massimo La Gioia.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

La ranking list ha relegato in basso il vice campione regionale della GT del 2003 ma il passo di La Gioia è quello dei tempi migliori e fin dalla prima manche stacca tutti. Staccati da La Gioia ma con un buon ritmo, l’esperto Filippo Daniele battaglia con i residenti Sabella e Scirica. Sciascia più che altro fà la chicane mobile… .
Con il susseguirsi delle manche la maggiore conoscenza della pista di Sabella viene fuori consentendogli di conquistare la seconda posizione della batteria in solitario, mentre l’indiscussa esperienza consente a Filippo Daniele di primeggiare sull’acerbo ma promettete Scirica.
Raimondo Comito, Pasquale Augello, Giovanni De Vita, Manuel Pace, Beppe Ricca e Calogero Alcamisi sono i protagonisti della seconda batteria.
I due residenti Alcamisi e Augello nelle prime manche prendono la testa della classifica, ma i distacchi del resto del gruppo non sono eccessivi; fanalino di coda è Raimondo Comito, attardato da evidenti problemi alle gomme e alle spazzole.
Dalla quarta manche in poi si delinea meglio la classifica che vede in testa Augello (l’unico in gara con la Dallara della Spirit) seguito da Alcamisi e Pace, quindi Ricca e De Vita in lotta fra loro e quindi Comito, che risolti almeno i problemi di spazzole, è in rimonta.
Nelle due manche conclusive Augello incrementa il ritmo staccando lo “Zio Lillo” Alcamisi che mantiene saldamente la seconda piazza. Degli altri Ricca si accoda a Manulel Pace ma non lo raggiunge, mentre “Attila” De Vita subisce le corsie esterne consentendo a Comito, comunque in netta rimonta, di conquistare la quinta piazza di batteria.

IMMAGINE NON RECUPERABILE

La prima manche è un concentrato di Master (by Quintilli e Querci), infatti vede schierati Davide Santagati, Felice Mirone, Antonio Savatteri, Paolo Motta, Mario Sparatore e Salvo Daniele. Nella prima manche Salvo DAniele, interpretando al meglio l’interna e veloce corsia gialla stacca tutti. Gli altri seguono “intruppati”, un po’ staccato dal gruppo Mario Spartatore. Con il susseguirsi delle corsie l’unico che impensierisce Salvo Daniele è Davide Santagati, il ricongiungimento avviene nel corso della quinta e penultima manche, dove si assiste ad una esemplare lezione di slot dove i due contendenti sono impegnati sulle due corsie centrali. Uno impressiona per la costanza nei tempi sul giro (Daniele), l’altro per il sussegursi di giri sempre più veloci (Santagati). Degli altri Savatteri ha la meglio sul trio catanese Mirone. Motta e Sparatore.
La sesta e conclusiva manche, vede, da un lato, il ritiro di Felice Mirone per rottura del telaio, d’altro la conclusione della sfida fra Daniele e Santagati a favore del primo, che continua ad impressionare per la costanza, mentre Davide Santagati paga pesantemente un errore di troppo.
In conclusione la classifica finale è:

IMMAGINE NON RECUPERABILE

13 commenti su “2° IR Sicilia ANSI GT/ Classic

  1. Ringrazio i padroni di casa per l’ospitalità, vivissimi complimenti per il tracciato e soprattutto per il fondo CARRERA, credo che dovremmo un pò tutti adoperarci per realizzare nei nostri locali una pista carrera, è fuor di dubbio la piu bella di tutte!!! Ancora Grazie vi aspettiamo numerosi a siracusa
    Salvo DANIELE

    • Certo ora che hai vinto montiamo TUTTI CARRERA…….ma sei proprio come diceva un’amico …………IMMERITATO!!

      • Solo per Felix e lui lo sa: Senti na cosa viri ca io ho vinto su tutti i fondi che esistono quindi diciamo che nella carrera mi piace vincere piu che negli altri fondi!!!!!!!!!!!!!!!!!!HAHAHAHAHAHHAH
        Per tutti gli altri: Ragazzi scusate la mia presunzione voi lo sapete non sono così e che dovevo rispondere a comeilvento che è sempre sarcastico!!!! CIAO A TUTTI E ANCORA GRAZIE!!

        PS: La carrera è la migliore!! HAHAHAH

    • A nome dei tre che hanno passato tre mesi buttati li ogni sera per realizzare tale tracciato Grazie
      A tutti
      Augello Pasquale

    • Ragazzi purtroppo a causa di un attacco febbrile non sono potuto essere presente alla nostra prima gara di regionale “per quanto riguarda il club”. Mi dispiace veramente tanto anche perchè avevo voglia di far piangere qualcuno!!!!!!!!!! 🙂 Saluti a tutti, cmq “per risp a Paki72” anch’io sono stato presente per realizzare la pista!!!!! un tu scuddari (ho le prove)!!!! Ragazzi ciao a tutti a presto. w lo slot!!!!

    • Indubbiamente la Carrera ti porta bene!
      Per la mia notoria “pillicusagine” mi piace ricordare che Salvo ha vinto la prima gara che si è disputata su questa pista, in occasione della prova di Campionato Italiano “itinerante” – categoria GT (anno 2002) quando la pista si trovava presso presso il Protoslot Racing di Isola delle Femmine (PA).

  2. Errore ci fu! Dalle foto mi rendo conto che Giovannino Sabella ha corso nell Gt con una Toyota GT One… .
    A titolo di cronaca quando stavo andando via da Sciacca mi sono ritrovato con il tabulato in mano e qualcuno che mi diceva “Allora l’articolo lo scrivi tu…”.

    • Miiiii ntoniu u primu facisti!!!!!!!!

      Ahahahahah!!!!!!! Scherzi a parte vi seguiamo sempre con piacere e attenzione e sono contento della vittoria del mio amico Antonio.
      Complimenti a tutti.
      Ciao!!!!!!

      Andrea Lucisano “Il Cavallino Sanremo

  3. Ma che pulsanti usate???????
    Mica i Savatteri????????
    Va bè che la pubblicità è l’anima del commercio, ma qui caro Antonio te ne sei approffittato!!!!!!
    Ahahahahah!!!!!!!
    Mitico Antonio e mitici tutti!!!!!!
    Ciao ragazzi Buona Pasqua!!!!!

    Andrea Lucisano “Il Cavallino Sanremo”

  4. …..FINALMENTE UN SARAUSANO e’ tornato a vincere (ma l’ultimo nun era sempre iddu???)
    Bella giornata di Slot “agonistico”, per quanto mi riguarda devo migliorare e di molto……..Complimentissimi agli amici di Sciacca per tutto, la pista, l’ospitalita’, la cortesia ecc. ecc. e Vi aspettiamo agguerritissimi a Siracusa.
    A tutti gli altri Vi mando il mio urlo di battaglia
    AAAAAAAATTTTTTTTIIIIIIIIILLLLLLLLLAAAAAAA

    • mi sono divertito tanto.
      Un augurio di BUONA PASQUA A TUTTI!
      ciao Il nostro caro Angelo

I commenti per questo articolo sono chiusi.