24 ORE

La squadra italiana, composta da Maurizio Merlo, Stefano Lavazza, Claudio Savarese e Stefano Ubezio si è sempre mantenuta nelle prime posizioni della classifica in una gara risultata particolarmente bella e combattuta.
Bella la pista ( Carrera riproducente il circuito di Hockenheim con inseriti gli scambi Davic ), bella la collocazione ( mega concessionaria Mercedes) e bella l’accoglienza ormai abituale che ci viene riservata.
Il lungo viaggio in auto fino a Leverkusen – Stefano Lavazza driver – non ci impedisce una buona seduta di prove che ci consente , già al venerdi sera, di capire la bontà della macchina ( Nissan 350 Z ) che risulta essere sicura ed affidabile. I lunghi dritti della pista ci impongono un altrettanto lungo rapporto. Parecchi team usano il 10/24, noi azzardiamo il 10/23. Non potremo far faville nel motodrome ma vi garantisco che le staccate ed i sorpassi alla SpitsKehre al termine della lunghissima parabolika sono stati una assoluta libidine. Pulci e cambi Davic hanno, inoltre, funzionato sempre a dovere e questo ci ha permesso di godere pienamente del sistema digitale. Che corsa!
Ha vinto la squadra Slot Club Racing Belgium di Hans Gregoire, al secondo posto i ragazzi di Vanos Motorsport ed al terzo noi dopo lunga lotta con i padroni di casa di Overdrive. Unico inconveniente avuto è stata la forzata sostituzione del motore che improvvisamente si è messo ad andare a strappi dopo sette ore di corsa.
La gradita sorpresa finale per noi è stata poi la conquista del trofeo Fair-play, assegnatoci per la nostra correttezza nel rispetto delle regole imposte dal sistema digitale.

Schieramento di partenza

Tracciato della pista riproducente il circuito di Hockenheim

La squadra ASA-Italia

Le prime tre classificate al termine della 24 ore

con il premio Fair-play

Appendice piacevolissima a questa bella gara è stato il viaggio di ritorno, il lunedi, con deviazione-sosta-pellegrinaggio al vicino circuito del Nurburgring e visita al museo ed alla pista mito ( l’anello nord per intenderci ! ).
Ho visto e mi sono innamorato da tempo dell’altrettanto mitica pista di Spa, con i suoi saliscendi e la curva che credevo più bella del mondo….ma ciò che si prova alla Nordschleife non ha paragoni.
Dire che si rimane a bocca aperta è riduttivo. Ci torneremo, eccome se ci torneremo!!!!

Prossimo appuntamento del campionato europeo sarà il 13-14-15 ottobre ad Eupen sul circuito che riproduce Spa-Francorchamps.

Maurizio Merlo

Riguardo

Slot

9 commenti su “24 ORE

  1. Complimenti – che motori erano ?

    E come mai ho letto che il prossimo anno il campionato non si farà ?

    Beppe

    • I motori erano 25.000 Slot.it. Per quanto riguarda il prossimo anno non so dove tu abbia letto che non si farà il campionato. l’unica cosa che mi risulta è che l’attuale direttore del campionato vorrebbe lasciare ad altri l’incarico, me si spera di convincerlo a rimanere. In ogni caso il sostituto già c’è.

        • E’ vero. A Salisburgo ( luglio ) c’era parecchio pessimismo dopo l’annuncio di Ives di voler lasciare.
          A Leverkusen lo stesso Ives è stato più possibilista nel continuare oltre ad essere emersa la sua eventuale sostituzione alla direzione del campionato. Alcune cose cambieranno perchè tutti abbiamo chiesto precise garanzie di funzionamento del materiale messo a disposizione.
          Niko e la sua squadra purtroppo non c’erano.
          In ogni caso le decisioni per il 2007 saranno prese entro le ultime due gare – Eupen a ottobre e Charleroi a novembre-.

  2. Complimenti ragazzi!
    Nella foto pubblicata però non mi sembrano scambi Davic ma gli scambi originali Carrera…o sbaglio?
    Grazie

      • Gli scambi in foto erano Carrera, presenti in due posizioni, ma c’erano anche i classici moduli in legno Davic . I due si integrano perfettamente. La differenza è che i Carrera sono un pò corti e possono essere posizionati solo alle staccate, mentre i Davic- più lunghi – non creano problemi anche in pieno rettilineo. Comunque l’importante è che funzionino e se funzionano il divertimento è garantito.

        • “La differenza è che i Carrera sono un pò corti e possono essere posizionati solo alle staccate”

          E meno male che sono lunghi due rettilinei – glielo dici tu a Ninco, dove scambio e sensore stanno su un solo pezzo ) ? :-))

          • Non è gravissimo, l’unica cosa da fare è posizionarli in posti dove non creano problemi, e dimenticarsi dei rettilinei

I commenti per questo articolo sono chiusi.