Ninco Norimberga – altro scoop

Tralasciate ogni commento, mi pare di sentirvi “Noooooooo!!!!”
Ma è proprio così, pensandoci bene era prevedibile che la Ninco, iniziato il filone Japan, avrebbe continuato facendo tutte le macchine che corrono nel campionato Super GT.

Ci si aspettava la Nissan 350 ed era logico, come è solita fare Ninco, dargli l’antagonista.
Ora nel nostro campionato Japan avremo 4 modelli e una marea di livree, ci sarà da divertirsi.
La Mosler della NSR che speriamo esca presto, comunque non dovrebbe subirne, almeno per le nostre gare, sarà una GT a tutti gli effetti e certamente più performante di quella Ninco. Un pò di più patirà invece tra i collezionisti.

Altre 2 valigette della serie ProRace, una contenente le Megan e la versione Rally con la Mitsubishi

Rinnovati anche i circuiti con Megan, Super GT, un tracciato “PRO-AM Track più semplice rispetto al precedente e finalmente la pista digitale contenuta in una valigia rigida.

Per ora dalla Ninco è tutto, vediamo cosa ci riserveranno le altre marche, oramai mi aspetto di tutto.

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

61 commenti su “Ninco Norimberga – altro scoop

  1. SLOT IT …NINCO…..NSR…… chi piu’ ne ha piu’ ne metta …….bene …bene …bene …..
    RAGAZZI !!!!!! mettiamo mano al borsellino …
    e prepariamoci a spendere soldi. !!!!

  2. Ma almeno hanno il motore dal verso giusto o hanno fatto la solita str….ata di fare un po di macchine “così” e un po “pomì”?

    • Nissan e Mosler sono anglewinder.
      Qualche info sul Campionato vero qua
      http://supergt.net/en/
      in teoria Ninco potrà riprodurre tutte le auto che vi partecipano, e se scorrete gli iscritti e le news c’è da divertirsi….

      • Che fossero AW si sapeva. Ma prima fanno la M3 col motore che gira al contrario, poi Honda e Toyota col motore che gira nel verso giusto, poi la Megane ancora al contrario…..Stando all’altalena dovrebbero farle che girano come Honda e Toyota……O NO?!?!?!?!?

        AHAHAH!!!!!

        • E’ vero due a destra e due a sinistra, par condicio….Questo è l’unico difetto, poi ne producono a piccoli numeri per modello, lo tolgono dal commercio e ne tirano fuori altri nuovi, a fine anno avremo una griglia AW veramente notevole….

  3. Dalle ultime notizie pare abbia il motore in senso verticale (in piedi) con il pignone verso il basso…
    Altrimenti dove sarebbe il bello di decidere se omologarle o no?

  4. A parte gli scherzi, la posizione del pilota (sedile destro o sinistro) è quello che determina la posizione del motore.
    Avremo la Mosler con motore posizionato come la BMW e la Megan, mentre la Nissan come Toyota e Honda.
    Il problema dei motori che girano in un senso o nell’altro lo avremo sempre, sta a noi trovare una soluzione per la fornitura dei motori alle gare.

  5. BENE!!!!!!!!!!!!, sono contento quattro macchine è un bel parco macchine ed ora per farla giusta bisognerebbe smettere di correre con quei”cassoni “di japan da scatola che stanno facendo pian piano disamorare tutti di questa categoria per giunta così costosa.
    E’ ora di fare questa categoria un pò più seriamente con un regolamento un pò più professionale, che aiuti un pò di più a fare macchine decenti ,abbiamo ogni ben di dio sul mercato per poter ottimizzare queste macchine invece di ostinarci a piantarci martellate sui coglioni per usarle da scatola che poi da scatola non sono.

    • Antonio, ti sbagli!!!

      telaio e carrozzeria sono di scatola!!!!

      AHAHAHAHHHAHHH!!!!!

      • Sostengo Antonio pienamente! non tanto perchè sono un suo discepolo quanto perchè anche io penso che nonostante le macchine siano veramente “piaciose”, in assetto Ansi sono scandalose…. Capisco il motore scollato per un motivo di forniture e sostituzione ai campionati; è ovvio. Però con 2 pesetti, bronzine incollate e non per ultimo (anzi, semmai è la cosa più importante..) gomme posteriori incollate e tornite, perchè no da un fornitore come per la Classic………………………… le macchine sarebbero eccezzionalmente piacevoli da guidare.

        • …e se la fornitura di gomme incollate etornite dovesse essere una cosa troppo difficile da gestire, un’alternativa sarebbe stata quella di copiare almeno il regolamento DTM; simile all’AW ma con pesi e bronzine incollate…. così si comincerebbe a ragionare.

          • A mio parere per una categoria entry-level è meglio che la complicazione dei pesi non ci sia.

            Idem per ciò che concerne l’incollaggio delle bronzine.

            Per quanto concerne le gomme incollate se si riuscisse ad ottenere la fornitura ad un prezzo politico delle gomme incollate (come gia nel Classic) la cosa non mi vedrebbe contrario.
            anzichè andare in verica sui cerchi ci si andrebbe senza cerchi…

            Poi sappiamo bene che gli slottisti più esperti sanno come far andar bene un’auto “da scatola” rispetto ai meno esperti…ma questo è un altro discorso perchè di solito i più esperti sono anche quelli che hanno “più dito”.

          • Gabriele, hai ragione; con i pesi si farebbe la differenza, mentre lo spirito dovrebbe restare comunque quello di “macchine il più possibile uguali per tutti” (finezze a parte, ovvio…).

          • A leggere tutti questi commenti mi viene da ridere quando più o meno un anno fa discutevo con Paco e Fallini chiedendo come fosse possibile che, gente che il sabato e la domenica lascia la famiglia a casa per andare a disputare la gara di interregionale, fosse dell’idea di limitare la possibilità di ‘lavorare’ sui propri mezzi! Molto mestamente ma senza giudicare mi era stato risposto che per non rischiare di far perdere popolarità alle manifestazioni più grosse, si era deciso di prendere questa direzione per dare la possibilità a ‘tutti’ di correre ad armi tecniche pari.
            Il ragionamento, a mio ininfluente parere, è sbagliato se applicato in questo consenso e ora mi spiego.
            In una gara di interregionale o di campionato italiano è inutile parlare di categorie entry-level o di standardizzazione delle macchinine utilizzate a favore di un livellamento dei concorrenti! Nello slot, in Italia, una gara di un campionato interregionale è paragonabile ad una partita di coppa Uefa per il calcio, non alla partitella dell’oratorio in cui si fanno le squadre il più equilibrate possibile se no non ci si diverte!
            Se uno è un novellino rimane nella sua realtà di club fino a quando non si ritiene sufficientemente svezzato per scontrarsi col gota in una gara più importante; se invece è curioso e vuole comunque provare l’emozione di correre su piste diverse, con gente che arriva anche da lontano, non può credere che venga facilitato da un regolamento che prende le sue difese.
            Vedendo poi l’evolversi dei vari campionati ed i relativi commenti mi sembrava quindi ancora di più di essere un pesce fuor d’acqua, fino a questa sera quando ho scoperto che c’è qualcuno che la pensa come me anzi, a vedere chi ha scritto meglio dire che la penso anche io come loro!
            Ciao a tutti

          • Concordo pienamente ed aggiungo che le cosiddette catagorie da scatola – nei limiti del possibile – ampliano la differenza tra il neofita e lo smaliziato.
            Quando c’è poco da lavorare “la mano” dell’esperto “pesa” sicuramente di più di quella di un neofita.
            Inoltre, e parlo a titolo personale, andare a confrontarsi al di fuori del proprio club, anche prendendo iniziali batoste, non è detto che non serva a far crescere più in fretta il proprio livello.
            che ne dite?
            ciao
            Cesare

          • Bravo Cesare, ma penso comunque che il “dito” o lo hai o non lo avrai mai!!! Quindi con o senza pesi, gomme, tricc e tracc, se ha “DITO”, con tutti gli accorgimenti che vuoi, lo avra’ sempre.!! Secondo me la macchinina da “scatola” puo’ essere un ottimo spunto per i ragazzini (8/12enni) che iniziano questo fantastico hobby avendo lo spirito del “tutti uguali”.-
            Comunque mio caro, ti comunico che a Siracusa abbiamo trovato il locale!!!!!!! quindi (spero presto) ti aspettiamo….. Ciao e a presto…. Giovanni alias ATTILA!!!

  6. caro antonio condivido pienamente la tua linea di pensiero credo che a volte rendere le cose semplici siano le piu’ dificili ….fare andare bene una macchina da scatola è un gran casino ……anche noi al mi90 lo scorso anno col 956 DA SCATOLA ci siamo buttati per facilitare la preparazione ai neofiti …in realtà considerando che la qualità slot it è ben superiore allla ninco …fare andare bene una 956 richiede tempo e denaro…..figuriamoci le ninco….non divulgo dati su quanto mi è costato il japan in telai soprattutto col honda nsx …..e questo non solo a me ….a tutti ……sono sempre stato in silenzio xchè di gare esterne ne faccio pochissime ….a questo punto mi sento di esprimere il mio disinteressato parere …
    poi di fatto mi adeguo come sempre …..
    ciao

  7. Entry level ?????? dove e quando ne ho trovato uno in una gara ???????? io di questi “animali rari” passatemi il termine in modo scherzoso non ho avuto mai la fortuna di vederne(e tutte le volte me li tirano in ballo) .
    Dove sono?
    Ce la raccontiamo ancora?
    sono proprio gli entry level che non vogliono correre con dei “cassoni” difficili salterotti costosi e di zero soddisfa.
    Una gara IRN non è una passeggiata (almeno per me) dev’essere una vetrina dove ci si presenta in modo più o meno preparati dove alcuni anni fà io e fabio Tassi con paco ci si presentava alle gare e si subiva il fascino e lo stimolo dei più preparati e questo ci aiutava e stimolava.
    Mi dite voi che fascino può avere una japan regolata così?
    d’accordo con voi magari i pesi si possono anche non mettere ma almeno la gomma incollata aiuta e di molto questa macchina per non parlare poi di cambiare la motorizzazione (cosa che posso anche capire per i vari motivi).
    Provate già solo a mettere la stessa gomma lo stesso cerchio ma incollate e tornite la macchina assume tutto un’altro comportamento e comincia già a dare qualcosa in più che non è poco.
    Al club trovarsi lunedi sera in 12 per fare questa categoria (quando si è sempre almeno il doppio) non è gratificante per chi cerca di organizzare gare e capisci che tanti tirano fuori scuse per non esserci oppure te lo dicono per telefono ” io a correre con quelle macchinacce non vengo stasera” .
    Abbiamo una categoria CLASSIC che insegna da prender come spunto, e cavolo no dobbiamo per forza cambiare le carte in tavola per facilitare le cose quando in definitiva si complicano a tutti specie a quelli meno preparati .
    A Soragna quando una persona prende un japan nuovo sono costretto a dirgli, “bene tieni motore telaio del resto butta tutto e prendi ecc ecc ecc ecc” la macchina alla fine gli costa 100 euro per poi avere in mano un bel “cassone” che si impenna ed esce dalla corsia appena gli sì dà corrente in bandella al via ecc ecc non stò a descrivere il resto.
    Il tutto lo dico in tono normale non voglio sia inteso male ma è lo sfogo dopo aver visto una gara mai di livello così basso a Soragna dopo anni ed anni di campionati preparati e presi sempre con la dovutà preparazione da parte di tutti.
    In definitiva si è capito che queste auto preparate con questo regolamento”entry level ” non piacciono!!!!!!!!!!!.

    • Io rispondo alla tua opinione ribaltando il punto di vista.

      Ci siamo incontrati a Catania al campionato SlotIt e credo tu sappia che da un paio d’anni a Siracusa non abbiamo alcuna pista e alcun club.
      Per non cessare del tutto l’attività slottistica io e un paio di altri abbiamo deciso di fare qualche gara a CT ogni tanto e ci siamo subito resi conto che, pur non essendo affatto dei principianti, non riuscivamo assolutamente ad evitare di farci dare almeno 10 giri a gara correndo con macchine preparate (tipo le GT ansi).
      Con modelli da scatola, tipo le gruppo C SlotIt o comunque non piombati e con gomme fornite in parco chiuso, tipo le GT-Japan i distacchi dominuivano di molto e giravamo anche in tempi abbastanza vicini a quelli dei migliori piloti di casa.
      Per questo abbiamo scelto di evitare le GT e ogni tanto corriamo nelle categorie sopra descritte.

      Mettiti nei tristi panni di chi non è iscritto a un club, non ha una pista, non prova, non può preparare le macchine se non a casa e quindi non sperimenta niente se non 10 minuti prima della partenza della gara…
      Certo, le anglewinder saranno dei cassoni saltellanti ma almeno sono idonee per divertirsi senza farsi doppiare ogni 2-3 giri, a patto di avere un minimo di esperienza slottistica.

      Il principiante totale avrà problemi sia con le macchine preparate che con quelle non preparate, anzi… i problemi di preparazione del mezzo saranno per lui insormontabili, a meno che qualcuno non gli prepari la macchina.

      Lo slottista medio invece riuscirà a divertirsi molto di più con i gruppo C o con le Anglewinder ANSI che con le GT, perchè di fatto poi il divertimento consiste, almeno per me, nel girare più o meno “insieme” agli altri, non tanto nel girare con una macchina perfetta.

      Per questo ritengo che il regolamento Anglewinder non vada cambiato, visto che il primo passo per aumentare il gap tra chi prova e chi non può farlo è l’utilizzo di gomme incollate, a mano che queste non vengano fornite insieme ai cerchi dall’organizzazione, con ovvio aggravio di costi…

      Per girare con macchine assettate perfettamente, neutre, prestanti e ben preparate c’è sempre la categoria regina, la GT, in cui ci si può mostrare in grande spolvero con il mezzo sapientemente preparato.

      Lasciamo spazio per divertirsi con macchine da “montare” e basta anche ai poveri sfigati come me… vi prego!

      • Io non sono un neofita, ma concordo pienamente con te.
        Da quando abbiamo cominciato a correre con le macchine senza pesi (gruppo C) mi diverto molto di più, nel campionato Slot.it ho battuto piloti come Gasperini, Avanzini, Merulli, Mirone, piloti che sono ancora un gradino sopra di me con le macchine preparate e gomme trattate.
        Dunque anche un neofita nel suo piccolo può migliorare.
        Il regolamento perfetto per le Japan era quello di quest’estate con le boccole incollate, se hanno vietato di incollarle è per evitare che qualcuno le fissi in posizione non coretta, ma bastava in verifica controllare con un spessimetro la distanza tra telaio e piano di riscontro.

        Il problema da risolvere invece è quello dei motori che girano nei 2 versi.

        • ma mi spiegate perchè non sio possa correre con i propri motori (fissati solo con nastro) previa verifica del rispetto dei giri /max fissati come tetto limite?
          si rispermierebbe un sacco di tempo in sede di verifica( smonta il tuo motore… rimonta il motore e salda i fili etc etc…etc…) e magari di romperebbe qualche telaio in meno
          che ne dite?
          Cesare

    • MAH! secondo me questa “nuova categoria” Japan mi sembra allettante, ed è possibile gareggiare alla pari con gli invasati

  8. Per porre fine alla discussione sulla categoria entry level vedo un modo solo: modello di scatola? e di scatola sia! Si compra la macchina e si porta alla sede della gara con la scatola chiusa.
    La CT apre la scatola, toglie il magnete e si mette la macchina in pista. L’auto viene tenuta in custodia dalla CT fino alla gara successiva.
    Totale spesa per fare il campionato: 100€ (50 per l’auto da gara e 50 per una uguale da provare a casa); nessun problema di fornitura motori ( gomme e spazzole fornite a richiesta del concorrente in caso di eccessiva usura)

    Sono troppo estremo?

    Gabriele

      • secondo me si tratta di uno scatolone con dentro 30 o 40 scatole ninco (o slot.it perchè no). A parte tutto credo che si potrebbe provare a fare una gara sperimentale da qualche parte. Considera che tutti noi potremmo sfogarci per la messa a punto sulle altre due categorie. è così difficile accettare l’idea di non smanettare su un modello?

        Gabriele

      • Per come la vedo io la cosa migliore sarebbe motore fornito e ruota (cerchio con gomma incollata) fornita. Visto che si parla di entry-level questo toglierebbe i neofiti dall’imbarazzo sul tipo di cerchio da usare visto che tra uno e l’altro ci sono differenze evitando inooltre di spendere soldi per mille tipi diversi di cerchi..
        Ciao, Ga

  9. Ragazzi scusate ma non capisco il motivo di tutte queste discussioni.
    1) La GTJ nasce come categoria facile per far avvicinare i neofiti allo slot, non per farli partecipare al primo colpo alle gare IR, dove ci sono degli assatanati esperti come voi.
    2) Per esperienza personale posso dire che la Supra, è il modello che ho io, è una vetturetta facile facile. Basta cambiare le ruote anteriori, che si trovano già fatte a misura, il rapporto, le bronzine e le ruote posteriori. Queste cose mi sembra siano alla portata di tutti e che siano inevitabili per qualsiasi categoria esista nello slot.
    3) Fatte queste modifiche la Supra consente di girare in pista a buon ritmo e con grande facilità a tutti. Poi l’esperienza e l’allenamento fanno la differenza come in tutte le altre categorie.
    4) Posso anche confermare che così com’è la GTJ o AW che si voglia avvicina gente nuova. Ieri sera al nostro club sono venuti a trovarci degli appassionati che non hanno voluto correre con la Classic, “troppo complicata” a loro dire, ma avevano con loro le AW e tra due settimane verranno ad arricchire il nostro parco partenti con quelle macchine. Magari vinceranno sempre i soliti ma saremo di più.
    5) Nell’IR con i motori a sorteggio e le gomme date si risolve anche il problema dei magheggi su questi accessori.
    6) Gli smanettoni a tutti i costi sono pregati di sfogarsi con le GT che lo permettono. Penso che non tutti possono permettersi di perdere giorni e giorni dietro le gomme ed i test in pista. La AW o GTJ è rivolta a questo tipo di slottisti, quelli che vogliono mettere le macchine in pista e non uscire in continuazione o sentirsi frustrati perchè non capaci di far gonfiare le gomme come dei palloni…

    L’importante è fare regolamenti chiari e senza modifiche in corso d’opera durante l’anno.

    Insomma a me piace così com’è, altrimenti facciamo come dice Gabriele e non se ne parla più. Però le scatole devono essere chiuse, ognuno porta la sua e poi si sorteggiano tra i partecipanti. Altrimenti cominciamo a dire che si imbroglia e che la macchina che ho portato io era già stata usata e rodata così, col motore colì, i cerchi scelti tra venti paia etc etc etc…

    BASTA PIPPE!!

    Alibabà
    (…ma chi è stò Alibabà?!?)

    • ALIBABA’ FOR PRESIDENT

      Alle prossime elezioni vota Alibabà.
      I 40 ladroni sono già lì.

    • Scusa Alibabà ci mancherebbe che la pensassero tutti alla stessa maniera, però hai TRAVISATO PARECCHIO. Nessuno ha detto che vuole stravolgere la categoria ma solo migliorarla.
      Ess: al posto delle gomme Ninco montate scollate e non tornite, che sono si uguali per tutti, ma rendono la macchina TROPPO SCORBUTICA, si potrebbero usare delle gomme fornite già incollate e tornite UGUALI PER TUTTI. punto e basta.
      Fai un test; prova la macchina in configurazione Ansi 06 e poi senza toccare niente provala con le gomme della Classic, poi lunedì mi dici. Ciao.

      • Proverolla!

        Apriamo un forum però, ha ragione Giacomo questo articolo era riservato alle novità da Norimberga…

        Ciao
        Alibabà
        (…ma chi è stò Alibabà?!?)

        • Ecco appunto, sarebbe carino che il pensiero di chi slotta, quindi compra, ricompra, si allena e va in trasferta, fosse almeno letto da parte di chi ci governa prima di decidere come farci spendere i soldi.

    • Classic complicata?!?!?! Basta mettere 2 pesi in croce ed è fatta……Chiedere al Campione Italiano Classic 2006.
      E’ che ormai va di moda dire che sono complicate….o forse fa comodo.

      • Pesi?
        Che pesi?
        Di che materiale?
        Di che peso?
        Di che spessore?
        Disposti dove?
        .
        .
        .
        .
        Cosa sono i pesi?

      • Non sono io che ho detto che la classic è complicata ma i neo slottisti del ns. club.
        Comunque, è certamente vero che la Classic è di gran lunga più complicata delle AW!
        1) incolla il quarto posteriore del telaio per non farlo basculare
        2) le ruote davanti con i semi assali o con l’assale intero?
        3) Quanto piombo e dove va messo?

        Sono già tre manovre da fare che sulla AW non ci sono…Ergo la AW è meno complicata…

        Alibabà
        (…ma chi è stò Alibabà?!?)

    • Sono assolutamente d’accordo con Te e con chi la pensa in questo senso.
      Io sono slottista da circa 1 anno, quindi con una ancora limitatissima esperienza. Posso garantire che le categorie c.d. ‘da scatola’ AVVICINANO il neofita, o almeno così è stato per me. Tuttora il mio livello è medio basso, ho all’attivo qualche decina di gare club, un interregionale ed un paio di gare del campionato slot.it, queste ultime ovviamente con risultati modestissimi, ma non poteva d’altronde essre altrimenti.
      La categoria ‘da scatola’ mi ha permesso di avvicinarmi con curiosità e con un impegno limitato, tanto per vedere come andava. Continuo tuttora a prediligerle, anche se la passione nascente mi ha spinto a cimentarmi anche al di fuori del mio club e nel IRN. Come ha scritto qualcuno, ‘a costo di prendere le bastonate’ e cercare di crescere e di confrontarmi, e soprattutto IMPARARE DIVERTENDOMI.
      Non sarebbe stato così se avessi fatto la mia prima gara con una GT e probabilmente avrei mollato il colpo quasi subito.
      Bisogna capire che un neofita non passa le notti ad avventurarsi in improbabili preparazioni e i weekend a fare prove in pista , non ha le motivazioni, la capacità, l’esperienza e soprattutto non ha ancora una passione così forte che lo spinge a cotanta dedizione.
      Per quella c’è tempo, verrà quasi sicuramente.
      Poi se sarà ancora lì, dopo un po’ proverà anche altre categorie più impegantive e troverà le giuste gratificazioni a confrontarsi con difficoltà crescenti.
      E godrà del comportamento in pista di modelli più preparati, troverà grande soddisfazioni sia a guidarle in pista che a prepararle a casa.
      E in ogni caso, continuerà anche a divertirsi con le categorie da scatola, questo è almeno quello che sento dire dai forti piloti delle mie parti.
      salutoni a tutti.

  10. Questo era un forum di novità da Norimberga…
    Come dice un mio amico: “Lo slot in Italia è come se il calcio fosse gestito dai tifosi”

    • Cavoli!!!!
      La 350Z è veramente bella!!!

      Alibabà
      (…ma chi è stò Alibabà?!?)

      • Giacomo hai ragione; peccato che in questo caso non siamo i tifosi ma i calciatori…
        Comunque complimenti e ti ringraziamo per queste succulente news da Norimberga…

  11. Scusate ragazzi, è venerdì e sono un pò nervoso, quindi provo anch’io a sfogarmi con qualche pippa …
    Domanda: ma la categoria GTJap non era stata il successo slottistico del 2005?

    Dai resoconti enfatici che hanno accompagnato le gare del torneo interclub dello scorso anno, dai numerosissimi partecipanti alle gare corse di lunedì sera mi era sembrato di capire che una categoria “semplice”, diciamo “apri e gusta”, fosse ricercata da tutti.
    Comprendo bene lo sfogo di Antonio, poichè ne conosco la ricerca maniacale della purezza del comportamento della macchina (che non significa ricerca esasperata della prestazione), ma gli rispondo che non sempre ci si può pittare una vettura addosso, qualche volta bisogna adattarsi a guidarla così come essa ti richiede, magari con minor soddisfazione per l’occhio e per l’orecchio.
    L’anno scorso ho corso a Soragna una gara Japan e non mi è sembrato che su quella pista (dal fondo particolare) la macchina si comportasse in maniera così scorbutica da farmi venire il voltastomaco: anzi, mi sono divertito e ho apprezzato in pieno la categoria.
    Lo stesso accade da noi, su fondo Ninco: certo la macchina va guidata più dolcemente rispetto alle GT che vanno sui binari o alle Classic che scivolano di più … ma grossi problemi non ce ne sono.

    E poi, con questo tipo di categoria, se a fine gara un pilota prende un distacco di un giro dal primo, sa che dovrà solo impegnarsi di più nella guida e nell’allenamento, senza impazzire alla ricerca di chissà quali alchimie per colmare il gap che, nelle altre categorie sarà ben maggiore.
    Come ha già detto prima di me quell’illustre sconosciuto di Alibabà (ma chi è st’Alibabà!), per lo smanettamento esiste il GT (e anche il Classic non ci scherza!!!).

    E poi, non mi si venga a fare la questione che di scatola è rimasto solo il telaio e la carrozza: forse è meglio selezionare assali e cerchi di plastica tra decine di originali per trovare quello dritto?
    Detto da un ligure … è un controsenso!

    Magari avrei limitato la varietà dei componenti utilizzabili, ma è una mia opinione personale, anzi avrei obbligato ad usare solo i ricambi Ninco racing: ma mi rendo conto che non sarebbe stato giusto nei riguardi dei produttori nazionali.

    … andate piano!

    Galak

    • ………”Comprendo bene lo sfogo di Antonio, poichè ne conosco la ricerca maniacale della purezza del comportamento della macchina (che non significa ricerca esasperata della prestazione)”…………
      Bravissimo Francesco, è qui che si voleva parare….. solo una macchina più piacevole da guidare e niente più.

    • Concordo in pieno; inoltre mi sembra fuori tempo discutere a campionato iniziato ( ad Arezzo si è già corso e senza problemi ) ; io mi trovavo bene, pensate un pò, anche con le Scalextric DTM del 2004, e credo di aver capito come preparare le macchine, sia pure indegnamente , proprio da quell’inizio.
      pasquale

    • “E poi, non mi si venga a fare la questione che di scatola è rimasto solo il telaio e la carrozza: forse è meglio selezionare assali e cerchi di plastica tra decine di originali per trovare quello dritto?
      Detto da un ligure … è un controsenso!”

      Ciao Francesco,
      onori a chi ha pensato e posto in essere questa bellissima neonata categoria, scuse per continuare a trattare fuori dal tema dell’articolo (presentazione nuovi modelli), ma visto che citi una mia battuta puramente scherzosa….
      se deve essere la categoria promozionale (la deve essere?) è quantomeno curioso che si salvi dal modello di scatola solo carrozzeria, telaio e pick-up.
      E’ lampante che se hai modelli standard, gomme e motori forniti, grazie che i modelli vanno per forza più o meno tutti uguali !!!

      Non entro nel merito del piombo o non piombo, ma se ci si riferisce a questa categoria come biglietto da visita per i neofiti quale simbolo della semplicità dello slot plasticaro e poi gli fai cambiare tutti i componenti……………………

      Dunque, niente care pippe, la categoria va bene così.

      Emilio

  12. Fondamentalmente a me dei regolamenti non me ne frega niente……l’importante è NON MANCARE MAI !!!!!
    Le gare vanno fatte tutte ….perchè la cosa bella è slottare !
    Io quelli che stanno a casa perchè non gradiscono “alcune categorie” non li capisco ……….

    Non vedo l’ora domani di andare a Ravenna ……la mia seconda casa !!!!!!!
    C’ho gli artigli della mia NSX che stanno sbranando anche la valigetta……..dovrò tenerla al guinsaglio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    P.S. Cazz’ ma bella la Nissan………..

    State sereni,
    Andrea

  13. Ritornando al topic originario… ma quanto è bella la Nissan! Non si può nemmeno immaginare quanto l’ho aspettata e desiderata…

  14. ma quanto è bella la nissan.Caspita novità grandi da norimberga e tu Giacomo sei sempre attento e pronto a darci tutte le novità quindi questa volta non ti chiamo “falegname” ma attenta vedetta.
    Caspita sei forte da un articolo divulgativo sei riuscito a scatenare un polverone nel mondo dello slot veramente impressionante. Possiamo leggere il diverso modo d’interpretare le categorie da parte di di slottisti famosi e quindi sorge spontanea la domanda:ma a cosa ci sta a fare l’Ansi.
    Ci conviene continuare con una associazione che non ci sente o forse conviene fare riunioni e li decidere x il vero bene dello slot tralasciando le varie forme di favoritismi che si possono avere nellle varie decisioni.Ricordiamoci pero’ che se vogliamo percorrere una strada senza interferenze(fornitura di motori e gomme x le diverse gare delll’interregionale e camp. italiano)forse ,anzi probabilmente l’iscrizione alla federazione costerebbe certamente di piu’.Basta parlarne considerrando che l’amico Paco è una persona attenta e pronta a recepira ogni singola richiesta.
    A me personalmente piace slottare seguendo le regole dettate quindi boccole non incollate x non favorire chi nei vari campionati gt jap sapientemente asolavano le boccole e potevano abbassare il baricentro,o chi abbassa il pik up, o chi ecc. ecc.Ragazzi fatta la legge trovato l’inganno.
    Ma quanto è bella la Nissan e se va come è bella e chi la ferma……

    • ciao roby………. ” ma quanto è bella la Nissan”………….e quanto è frustrante vedere girare così male queste jtc quando con poco potrebbero essere molto migliori……….!!!!!!!!!!!!!!.

      • Ciao Antonio, gridalo forte allora e speriamo che qualcuno magari ci senta .
        Gli accordi penso che si possano fare magari per le gomme non con ninko ma con un produttore italiano visto che basterebbe un paio di gomme incollate x migliorare le pretazioni di guida.
        In italia abbiamo diversi produttori d’accessori x slot che secondo me interpellati possono offire collaborazione e assistenza.
        Grida che ti sentono
        Comunque “ma quanto è bella la Nissan”

I commenti per questo articolo sono chiusi.