L’Euro ha dato risalto ai farabutti !!

Ora che riesumato la mia Policar mi sono detto vediamo se si trova qualche cosa di questa pista da molti tenuta in bassissima considerazione.
Il mio intento è quello di sistemare le mie vecchie macchinine e per un tipo particolare cerco le gomme per almeno poterle utilizzare in pista.
Cominciamo a girare per una presa visione generale e materiale slot se ne vedeva un poco, devo dire sinceramente meno di quanto pensassi.
Cominciamo a fare domande su quello che può interessare e nel caso del mio amico anche su cose che in passato ha realizzato oppure utilizzato quando faceva gare con le slot.
Ci sentiamo dare delle risposte che ci lasciano la maggior parte delle volte dubbiosi, eravamo convinti di essere ad una mostra scambio (anche se di scambio non ha nulla, provate a proporre uno scambio se ci riuscite) di modellismo ma ci sembra di essere entrati in una gioielleria del centro città!!!
Tornando a noi una slot anni 70-80 tipo ferrari P5 Policar, quelle che venivano messe nelle confezioni delle piste 25 euro, proseguendo Policar faceva delle macchinine prototipo un pò più piccole delle versioni tipo P5 con gli stessi pneumatici che montano le formula1 che recentemente sono state rifatte.
Le stavo guardando ad un tavolo e faccio notare al mio amico che hanno le gomme indurite perciò non sono in grado di andare sulla pista, a questo punto interviene una persona che mi dice che vanno benissimo (mi è sorto il dubbio che fosse il titolare del tavolo….si lo so sono un genio!!!), io ribadisco che non vanno ed egli insiste di si allora gli dico che le ho e NON VANNO, nonostante questo domando il prezzo che presumevo di realizzo visto che le posso solo guardare, costo 25 euro cadauna.
Andiamo avanti vedo due “splendide” formula 1, ora rifatte in listino Policar a 29 euro, naturalmente con gomme indurite e stupidamente chiedo il costo, secondo voi……naturalmente 25 euro, bravi!
A questo signore domando anche se aveva le gomme di ricambio, mi risponde di si pero non le aveva portate. La confezione mi conferma contenerne 4 al modico prezzo di 10€ ….un po perplesso gli appunto ma non sono un pò carucce?
Egli ribadisce che se le trovo da qualche altra parte a meno…..
Avrei dell’altro ma non voglio occupare troppo spazio e rubarvi troppo tempo nella lettura, l’unica cosa che propongo è di smascherare questi FARABUTTI perchè se li circondiamo, li smascheriamo, questi non hanno passione vedono solo il lucro e ci si accorge di questo vedendo in quali condizioni ti presentano il materiale che ti vogliono vendere, confrontiamo una macchinina venduta da un appassionato e poi vediamo la differenza, facciamo pure i loro nomi e cognomi in modo che ogni appassionato possa essere in grado di difendersi e soprattutto chi si avvicina a questo mondo di gioco e di passione lo possa fare senza dover prima pagare la penale imposta da questi FARABUTTI!!!!!
Spero che questo mio sfogo abbia un seguito presso gli iscritti cosi che la nostra forza possa avere un peso
Grazie a tutti
Massimo

Riguardo

slot trenini modellismo in generale

10 commenti su “L’Euro ha dato risalto ai farabutti !!

  1. Caro Massimo anch’io sono andato a Novegro Sabato alla ricerca di una McLaren GTR F1 della Ninco possibilmente con i colori giallo/verde della Harrod’s, ebbene l’ho trovata da dei ragazzi del Veneto, alla modica cifra di 100,00€ valore raggiunto in quanto rara perchè ritirata dal mercato in quanto i diritti non sono stati pagati. All’inizio non cedo a questa assurda richiesta e faccio un giro per le varie bancarelle, poi rendendomi conto che era l’unica mi rifaccio avanti e propongo una cifra diversa, ma l’unica cosa che ottengo è uno sconto di 10,00€, pazzo come sono l’ho acquistata.
    Quanto sopra e per darti purtroppo ragione oramai è così, c’è da dire però che anche la fiera in sè è molto cara, affittare uno spazio che a volte non ti ripaghi con quello che hai piazzato, poi c’è da dire che siamo a Milano è tutti pensano che qui si possa vendere a qualsiasi prezzo tanto i milanesi sono tutti dei cucù, tieni presente che frequento anche le mostre scambio di moto d’epoca percui ti assicuro che tutto il mondo è paese.
    Non ci resta che sperare che prima o poi qualcosa cambi anche se ci credo poco.
    Ciao
    Walter

  2. Ciao,
    io sono stato alla mostra scambio di Giugno e, ad essere sincero, tra i tanti “F… urbacchioni” qualche discreto affare sono riuscito a farlo.
    Un esempio da una parte ed uno dall’altra: ho visto i binari box della polistil che mi sarebbe piaciuto acquistare giusto perchè quando ero piccolo li avevo…. prezzo?!? 80 euro (però avevano le confezioni originali…..!!!!!)
    Due NINCO “classic” tra le prime uscite a 40 euro una e 45 l’altra (direi un prezzo ragionevole, almeno erano perfette, ancora nella loro scatola originale)!
    Ammetto anche di aver visto delle vecchie F1 policar (tyrrel 6 ruote, mc laren, lotus, ecc.) tra i 25 ed i 30 euro, ma senza scatola e con le gomme inutilizzabili!!!
    Non penso che sia tanto colpa dell’euro quanto di chi, non appassionato, mira solo a vendere “bene”.
    Sul prezzo d’ingrezzo della “mostra scambio” poi, meglio stendere un velo pietoso… basta già quello a scoraggiare molti!!!
    bye, U.

  3. quello che avete descritto non è altro che il normale ambiente delle mostre scambio, criticabile quanto volete, ma se pensate anche a quanto costa un tavolo a Novegro (120€) ed alla trasferta (qualcuno dal Veneto, ma anche da Roma, da Palermo, dall’ Olanda e da Parigi) e quali quantità si possano vendere allora le cose forse cambiano aspetto: non vedo proprio come uno possa sentirsi nel diritto di sparare a zero su un settore che, come lui stesso scrive, si interessa per la prima volta! eppoi cosa c’entra l’Euro? con cosa fai paragoni se prima nemmeno guardavi lo slot?
    Sia chiaro che non ho intenzione di difendere nessuno e che non ho interessi in tutto ciò, se non come acquirente, ormai abituale, in alcune mostre scambio: posso solo dire che conosco questo ambiente un po’ meglio di altri.
    25€ per una Policar? ormai è un prezzo normale, se non addirittura conveniente per certi modelli: la settimana prima a Padova ho consigliato ad un amico di comperare a quel prezzo una Dino Spyder 1/32, dato che non è un modello facilissimo da trovare. Su un altro banchetto c’erano due Policar ancora in scatola: 150€ (centocinquanta!) che avreste fatto, lo avreste per caso azzannato alla gola? già dieci anni fa chiedevano per le Policar F.1, i famosi “sigari”, dalle 70 alle 90.000 lire! Questi sì erano e sono prezzi assurdi!

    Per finire: stavolta a Novegro non ci sono andato, ma c’erano altri amici ferromodellisti, collezionano Marklin anni ’60 in particolare, loro commento: ottima scelta di materiale in mostra, migliore di tante altre volte, prezzi buoni, inferiori al solito, ed hanno concluso buoni affari. Che facciamo ora: se fuciliamo la lobby degli strozzini slottisti, dobbiamo fare un monumento ai benefattori ferromodellisti?

    buoni scambi
    Lucio

    • Ciao Lucio,
      grazie per la tua replica, non ho intenzione di mettere al muro nessuno ho soltanto evidenziato una situazione a caldo e non mi pento di averlo fatto anche se potrai aver trovato una certa enfasi.
      Ora è successo con lo slot però ti assicuro che nel ferromodellismo che seguo da diversi anni con piu assiduita è la stessa cosa trovi anche li persone senza scrupoli che mirano solo al lucro, io stesso un paio di volte ne sono stato vittima.
      Novegro lo so, la frequento da quando e nata per varie attivita, ultimamente e peggiorata, è cambiata la gestione, è subentrata una specie di privatizzazione che ha peggiorato notevolmente le cose per i visitatori, vedi aumenti indiscriminati e ingiustificati del costo del biglietto, quella del modellismo di settembre dato che ci sono tanti bambini ti massacrano.
      Anche per gli espositori c’è stato un notevole aumento dei tavoli, ma gli espositori non si sono lamentati hanno semplicemente fatto ricadere sul visitatore il rincaro.
      Tipico del commerciante italiano, perchè non hanno boicottato la fiera in massa cercando un altro spazio come stanno facendo gli espositori della fiera Radiant (radioamatori ed elettronica) rivolgendosi per esempio all’ente fiera di Erba?
      Sono d’accordo con te il collezionista è come un fanatico religioso DEVE avre quell’oggetto, ma una ferrari P5 (ovviamente in perfetto stato) della quale ne sono state fatte migliaia perche erano inserite nelle scatole policar non puo costare quei soldi, una formula 1 serie evolution che attualmente sono in catalogo a 29 euro non puo costare senza gomme 25euro.
      I sigari ai quali fai riferimento non lo so perche non mi interessano ma comunque sono in catalogo anch’esse come repliche, una OSI BISILURO ecco quella, sempre perfetta naturalmente, puo valere dei soldi forse non i 90 euro che l’ho vista pagare recentemente!
      Son contento per i tuoi amici che hanno fatto buon affari con Marklin, in effetti c’erano diversi espositori con materiale specifico e alcuni di loro avevano cose belle.
      Non ho chiesto prezzi perchè non faccio Marklin mi ricordo solo di uno che ha cose molto belle ma prezzi stellari, i tuoi amici sicuramente se lo ricordano perche tiene coperto tutto il materiale con delle reti.
      Ciao Lucio passa un Buon Natale
      Massimo

  4. Purtroppo non ero a Novegro. Avrei voluto esserci.
    Mi hanno molto sorpreso gli improperi e la scomposta reazione di Birillo (Farabutti!) davanti ad una situazione, a mio avviso, normalissima.
    Premesso che nessun slottista con un minimo di competenza ha mai tenuto in “bassissima considerazione” le piste Policar/Polistil, devo ritenere che nessuno abbia puntato addosso a Birillo una pistola per costringerlo ad acquistare le costosissime Policar anni 70. Macchinine che oggi sono un oggetto di culto, ricercate da collezionisti in tutte le parti del mondo. Personalmente sarei disponibilissimo ad acquistarle a 25 Euro (fatemi pervenire eventuali offerte e le valuterò).
    Le SlotCar storiche da collezione, sono tutto tranne che prodotti di prima necessità e i loro prezzi sono determinati dal rapporto tra domanda e offerta.
    L’uso del termine “Farabutto” o “Farabutti” mi sembra, francamente, un grave insulto assolutamente gratuito ed inutilmente offensivo.
    Tanto furore denota una profonda “non conoscenza” dei meccanismi del mercato in senso generale e non soltanto slottistico.
    Tanto aggressivo accanimento andava forse meglio indirizzato contro le manovre speculative del dopo-euro sui prodotti alimentari. Quelli si, beni di prima necessità.

    • Salve,
      grazie per aver replicato al mio sfogo effettuato a caldo con un enfasi che non mi pento di aver profuso anche se puo essere sembrata eccessiva.
      Sono d’accordo con Lei quando dice che i prodotti policar non sono da disprezzare, anzi se la mia prima policar ha piu di trent’anni e funziona ancora forse tanto male poi non è, pero è anche vero che vendendo come sto facendo materiale policar nuovo e non a prezzi umani e non da fiera non ricevo offerte mi sorge il dubbio che siamo in pochi a pensare positivo su policar. Non sono assolutamente d’accordo quando afferma che si tratta di una situazione normalissima sentirsi chiedere certi prezzi.
      Una P5 argento macchinina universale da policar non deve costare quei soldi, una OSI BISILURO sicuramente costera di piu altrimenti e rotta!
      D’accordissimo con Lei sulle considerazioni legate all’euro per i prodotti alimentari e non solo quelli, mi sembra che solo i dipendenti dell’ISTAT non vanno a fare la spesa, se ne accorto anche Tremonti (che la spesa non la fa lo stesso!!!) che forse i prezzi sono un po altini.
      Senza giustificarre nessuno pero considera quello che secondo me e scattato nella testa dei commercianti, gli alimentari sono indispensabili quindi anche se li aumentiamo la gente deve mangiare, romperanno le palle all’inizio per i costi elevati, al limite li abbassiamo un po pero rimarranno sempre piu alti di quando c’era la lira, questi sono gran farabutti, ma attenzione anche qui non devi generalizzare perche ci sara uno dei passaggi dove questi prodotti transitano dove si crea il forte aumento (per me da chi acquista dal contadino e rivende ai mercati generali), quindi il venditore al dettaglio non c’entra.
      In un mercato del non necessario come Lei giustamente lo definisci questo non è tollerabile indipendentemente dalla conoscenza o meno dei meccanismi di mercato, io analizzo la proposta che mi viene fatta e se la trovo eccessiva ma trattabile ne parliamo se è esagerata è un rischio per tutti gli appassionati, perchè passione non deve significare per forza essere ricchi, l’appassionato vero è quella persona che per un oggetto particolare è disposto a rinunciare a qualche cosa magari di piu necessario e non è giusto che ci sia un altro che si approfitti di Lui.
      Mi ha fatto piacere inteloquire con Lei, se pero la prossima volta si firma potremmo chiamarci per nome e forse anche darci del Tu visto che giochiamo con giochi simili.
      Andrò a vedere il sito e se cercate oggetti policar qualche cosa ho da proporvi
      Saluti Massimo

  5. L’etichetta di farabutto la si puo’ benissimo usare in certi casi.
    Non e’ farabutto uno che ti vende un modello rarissimo, in ottime condizioni, ad un prezzo da oreficeria.
    E’ un farabutto uno che ti vende roba che da nuova era qualitativamente una ciofeca, uscita di produzione, rara, ma la ciofeca rara non puo’ costare 100 euro….

    Voi comprereste una fiat 127, quella che usciva di fabbrica solo color cacca con le protezioni tipo bullbar e le gomme da neve, rarissima in buone condizioni con le gomme secche per 15.000 euro ?
    E’ rarissima non la trovate manco se piangete…
    Volete mettere solo 30 mioni ?!?!?!?!
    Ma dai !

    Logica e criterio. Se i commercianti devono gonfiare i prezzi perche’ i tavoli costano un mutuo, allora e’ la fiera di Novegro che deve essere criticata.
    Ho il sospetto che gli organizzatori delle fiere ci piglino per coglioni : avete mai visto una fiera dell’elettronica organizzata male ?
    Milioni di manifesti, 12 euro di ingresso, 25 espositori di cui 20 di decoder e programmatori per tessere….. Farabutto e’ il minimo che ti scappa quando esci !

  6. sinceramente mi dispiace per tutti voi.
    Noi NSR abbiamo offerto e venduto a prezzi stracciati:
    pista dtm ninco da 280 a 190 euro
    auto ninco da 20 a 35 euro (le ultimissime arrivate)
    fly da 30 a 45 euro (le ultimissime arrivate, compreso ford gt40)
    mg van a 35 euro…
    cofanetti a 99 euro, anche quello rarissimo di barros, o quello gulf 917 o quello ultimissimo gulf ford gt40

    peccato per voi…

    non è pubblicità, ma solo chiarezza affinchè non si faccia tutto un fascio…
    saluti

    • Buongiorno a Voi,
      Io non ho fatto assolutamente di tutta un’erba un fascio e mi sembra di averlo scritto chiaramente!
      Il vostro spazio espositivo mi sembra di ricordarlo, eravate verso la fine del padiglione avevate solo auto nuove Ninco in particolare a prezzi interessanti.
      Complimenti sieta stati la classica mosca bianca……mi raccomando non estinguetevi!!!
      Grazie
      Massimo

  7. A parte l’argomento di questo articolo, dove temo che si confonda il mercato dell’antiquariato (ed inevitabili interessi di chi magari ci campa) con la passione per dei ” magici giocattolini”, si potrebbe, approfittando del “raduno slottistico” del prossimo week-end a Soragna, per scambiare i propri cimeli doppi:
    ho qualche F1 anni ’60 Policar doppio e vorrei arricchire il mio “museo” con Policar tipo Alfa o simili tipo anni ’70.

    Emilio

I commenti per questo articolo sono chiusi.