Pulsante MB al Nuvolari S.C. Brianza

ma sono qua a scrivere non solo per ringraziarlo ma per ben specificare e rettificare quanto detto dallo stesso, per lo meno quello che riguarda esclusivamente alla prova, eseguita sicuramente con criterio e logicità, al Nuvolari slot club brianza dal sottoscritto, dagli mici prof. Claudio Biacchi e Dario Fumagalli, visto e considerato che molti di voi dopo aver letto i fantasmagorici tempi segnalati nell’articolo del lodigiano è mio dovere dare le seguenti spiegazioni, perché è vero che sono stati utilizzati x le prove pulsanti propri a 2 regolazioni “immaginate quale possa essere” e quello a 3 dell’ISOLA BELLA ma vi sarete chiesti anche se quello di MB fa realmente volare le macchine una spanna sopra la pista, annullando tutti gli attriti immaginabili così ottenendo poi dei tempi strepitosi addirittura più veloci della categoria GT Light!!!
Dico ciò perché su certe cose è bello scherzarci sdrammatizzandole, senza buttar altra benzina sul fuoco, dato che le considerazioni estrapolate e specificate dalle prove e citate nell’articolo di ieri dall’ideatore dell’oggetto tanto discusso, ha involontariamente incasinato un po’ le cose, ma molto probabilmente e ”credo che sia soltanto questo il motivo”
non si sarà ricordato più i reali tempi cronometrici da noi ottenuti durante il test.!!!
Quindi vorrei sfatare qualsiasi giudizio o considerazione affrettata fin qui fatta, dandovi i tempi realmente ottenuti, anche perché tutti prima o poi avranno la possibilità di provarlo per trarre le proprie considerazioni oggettive del caso!!!
Si girava in corsia verde e il prof. Biacchi segnava, col proprio pulsante a 2 regolazioni con la propria Audi TT il miglior passaggio in 17”.120, con quello MB miglior passaggio in 16”.930.
Pallini col proprio pulsante a 2 regolazioni (uguale a quello del prof.) con la propria Audi TT segnava il miglior passaggio in 16”.910, con quello MB miglior passaggio in 16”.770.
Quindi le conclusioni e le sensazioni percepite da entrambi erano le stesse, quelle di ottenere una migliore coppia in uscita dalle curve offrendo anche dal punto di vista della guidabilità totale della vettura una sicurezza maggiore perdonandoci errori grossolani!!!
Adesso tocca voi…….fateci sapere le vostre………!!!!!
Ciao.

Davide Pallini
NSC Brianza

10 commenti su “Pulsante MB al Nuvolari S.C. Brianza

  1. Scusatemi di nuovo, ma sto diventando scemo a girare di notte per la Lombardia e oltre, forse perchè do più attenzione alle differenze di tempo circa due decimi che il tempo reale.

    Grazie Davide per la precisazione.

    P.S. ma non era 16.740?

    Ciao MB

  2. Queste righe hanno l’intenzione di darvi un infarinatura generale del funzionamento, pratico e non costruttivo del pulsante elettronico MB.
    Come si può vedere dalle foto non è altro che un pulsante Parma Plus dotato di un circuito elettronico e di alcune modifiche meccaniche. Se mi fermassi qui qualcuno potrebbe dire che ho prodotto l’acqua calda, allora prosegue, ma senza esagerare, perché la parte più gustosa dovete scoprirla voi “L’ESPERIENZA DELLA GUIDA”.
    Mi esprimerò con un linguaggio inadeguato tecnicamente (mi perdonino i tecnici) ma non vorrei risultare complicato ed incomprensibile per i molti.
    Dal pulsante spiccano, ma neanche tanto in quanto il pulsante è leggero e ben bilanciato tre manopole, FRENO , SENSIBILITA’ e ANTISPIN
    SENSIBILITA’
    Una delle caratteristiche di questo pulsante è la sua adattabilità SENZA COMPROMESSI a tutti i motori fino a due AMPERE di assorbimento (quindi noi plasticari siamo apposto, per i metallari un attimo di pazienza) agendo semplicemente sulla manopola centrale e sull’interruttore attaccato alla manopola.
    Perché si adatta a tutti i motori? Perché riesco agendo sulla manopola ed interruttore a dosare gli ohm da 0 a 55 con una precisione micrometrica, come se avessi 55 pulsanti uno da 55, uno da 54, uno da 53 ecc… tutti assieme.
    La cosa fondamentale, che ogni pilota cerca di evitare nel proprio pulsante/motore, sono qui vuoti di potenza ai bassi regimi, con questo pulsante si possono trovare dei PIENI eccellenti, più evidenti nei motori poco potenti come NC1.
    FRENO
    Sul freno si potrebbe dire che non c’è niente da dire, ma sul freno di questo pulsante non dire niente è limitativo. Vi dico solo che agisce in maniera differente e proporzionata a seconda della regolazione degli ohm e del motore montatoe dell apressione sul grilletto, che senso avrebbe frenare con lo stesso freno con un motore NC1 e un 29.000 giri avendo regolazioni di ohm completamente diverse?. In parole povere io ho la possibilità di una regolazione da 0 a 10 che posso applicare per ogni ohm a disposizione. Facendo una moltiplicazione 11 posizioni di freno per 55 ohm uguale a 605 posizioni un esagerazione (comunque meglio esagerare)
    Ed è fondamentale capire che con questo pulsante non entro con la dinamicità della macchina (freno motore) , ma mi devo buttare dentro la curva. Quindi se con un altro pulsante elettronico si è abituati a mettre freno qui dovremmo toglierlo.
    ANTISPIN
    Può essere un taglio di potenza regolabile da 0 a 10 in maniera micrometrica durante la prima parte della resistenza PLUS Parma? SI. L’effetto è quello di aumentare la guidabilità della macchina (potrebbe identificarlo in un limitatore di scodata), ma la regolazione non deve essere eccessiva in quanto penalizzerebbe il tempo ritardando l’ accelerazione in rettilineo. In poche parole se con un altro pulsante scodo perdo tempo, mentre se non scodo vado piano e perdo tempo con il pulsante MB con la giusta regolazione non scodo (non esageriamo scodo meno), ma non devo andare piano. TRADUZIONE miglioro il tempo.
    Un esperto anche poco di elettronica potrebbe obbiettare: “Con tutta questa elettronica chissà quanto assorbe il pulsante, cioè disperde ciò che arriva dall’alimentatore” risposta NIENTE, perché nel momento in cui serve la massima potenza, tradotta per la macchina in velocità, nel momento in cui il grilletto è tutto premuto, viene esclusa completamente tutta l’elettronica e si passa (IMPORTANTISSIMO COME TUTTE LE FUNZIONI DEL PULSANTE) ISTANTANEAMENTE ad escludere tutto il complesso elettronico applicato.
    Questo si potrebbe dire il riassunto volgare delle funzioni ELETTRONICO/ELETTRICHE del pulsante, ma questo pulsante ha anche delle soluzioni meccaniche artigianali di precisione innovative.
    I contatti di fine ed inizio corsa, l’aggancio della molla del grilletto sul telaio interno PARMA, il sistema di pressione della pastiglia sulla resistenza ed altri da scoprire con il pulsante in mano.

    Vi posso assicurare che 1000 10000 parole non sono in grado di riassumere le sensazioni della guida.
    La settimana prossima inizierò a spedire ad Aosta, Torino, Perugia, Arezzo di nuovo Soragna alcuni pulsanti per le prove sulle piste di casa, in attesa di nuovi test e verifiche e commenti.

    Ciao MB

  3. Grande assertore dei pulsanti elettronici come mezzo per semplificare la vita di molti appassionati, ma rincorrere anche le migliori prestazioni sul pulsante stà diventando veramente eccessivo, per non dire molto oneroso.
    Mi secca dirlo e dare ragione a qualche vecchia conoscenza, ma se continuiamo su questa strada mi sà che qualche limitazione anche ai pulsanti non ci starebbe male. In questa maniera non faremo altro che allontanare il grande pubblico dalle gare e limitare il numero dei partecipanti alle stesse.
    Lo slot è un hobby che piace perchè poco costoso, ma adesso per una gara di interregionale e per figurare (cosa che desiderano tutti) devi investire un sacco di soldi. Stiamo esagerando! secondo me!
    Ma!

    • Scusa, tu sai quanto costa il pulsante elettronico MB?
      Come fai ha dire che è oneroso il suo acquisto se è stato specificato che sarà in linea con gli altri articoli in commercio? Prima i pulsanti elettronici non erano costosi ora che c’è il pulsante MB sono diventati onerosi?
      Con il grande pubblico il pulsante elettronico MB non c’entra niente, ma è destinato solo a piloti agonisti (chiamiamoli così).
      Inoltre ti posso assicurare che oneroso è avere un pulsante elettronico che ti obbliga a comprare un pulsante Parma tradizionale e di conseguenza non solo uno, per poter guidare tutti i motori e auto disponibili o che si vogliono guidare.
      Poi mi parli di onerosità ancora prima di averlo provato, penso che un oggetto si possa ritenere oneroso solo se le sue applicazioni sono limitate, ma se sono illimitate e qualitativamente valide l’onerosità è soggettiva a all’uso che se ne fa.
      Ciao MB

      • Marco non intendevo oneroso il tuo pulsante, ma il fatto che uno come me, e ce ne tanti come me, vanno sempre alla ricerca anche del miglior pulsante come del miglior modello, del miglior motore, e alla fine senza accorgersene ha speso per una gara la bellezza di 250 €, tutto compreso, tranne il risultato.
        Voglio dire soltanto che rincorrendo tutti questi marchigegni il costo per tentare di vincere stà diventando oneroso, in generale….
        prima o poi lo proverò il tuo pulsante, ma aspetto che Caludo mi dica qualcosa, lui è un esperto.
        Ciao e in bocca a lupo.

        • Ti posso dare un consiglio?
          Fino ad ora, perchè voglio essere presuntuoso, il problema non era avere (cioè spendere soldi) quel pulsante o quell’accessorio, per avere delle vittorie, ma l’allenamento a girare in pista e la predisposizione alla guida e alla preparazione.
          Cioè se tu vedi per la prima volta (per esempio la pista di Soragna) una pista farai dei tempi alti, man mano che ci giri otterrai dei tempi sempre migliori, e lo stesso ti accade con la preparazione della macchina, più tempo ci giri in pista più migliori l’assetto.
          I materiali di qualità aiutano la preparazione evitando lunghi processi di preparazione e limitando il numero di pezzi da usare.
          Il pulsante parlo del MB ti aiuta nella guidabilità.
          I limiti sono due
          1) tu potrai scendere fino ad un certo punto cioè al limite della tua abilità di pilota e di preparatore (se non ti fai preparare tutto da altri).
          2) IL PIU’ GRANDE IL TEMPO CHE POSSIAMO DEDICARE ALLA PISTA.

          Ecco il concetto da tenere presente, i materiali che costano vengono comprati solo se validi ad ottenere ciò.

          Se per assurdo chiunque non avesse familia lavoro e potesse dedicarsi solo alla pista slot, migliorebbe le prestazioni (i tempi) fino al limite della sua abilità (manico, dito ecc…)

          Ciao MB

          • Marco, fai il bravo….! Se una persona ha dei miglioramenti nell’immediato solo cambiando pulsante, oppure assale, oppure gomme, oppure motore, oppure una scopata il giorno prima con una gentil donna, credo che si possa dire il contrario di quello che hai appena detto….
            Ma và bene così, la mia era solo una constatazione.

          • Forse non mi sono spiegato: una persona può spendere milioni per una gara, ma se non ha le doti (è un cannello) NON VINCERA’ MAI, usando materiali di qualità potrà avere vita più facile nel preparare la macchina, ma NON VINCERA’ MAI ma migliorerà, se andrà a guidare invece di una volta alla settimana, magari due e per tanto tempo, NON VINCERA’ MAI, ma migliorerà.
            Non è detto che tu spendendo 250€ a gara faccia la cosa giusta, magari se non spendi niente e giri di più in pista migliorerai.
            Penso che piuttosto di considerare le spese ed i risultati personali, nel partecipare alle gare di club e non, aiuterebbe molto di più lo slot, l’idea di partecipare per puro divertimento. Poi nella vita c’è chi si diverte con niente (anche perchè non ha niente) con poco e chi a tutto e non riesce a divertirsi.
            Concludo dicendo, visto che questo articolo come soggetto ha il PULASATE ELETTRONICO MB, per i risultati ottenuti nell’immediato con il PULSANTE MB (si chiama così perchè chi lo ha creato desiderava che si chiamasse così e lo ringrazio), basta leggere i risultati e chiedere di persona chi lo a già usato (Cambielli, Pallini, Biacchi, Fumagalli, Cavanna) nella propia pista con riferimenti reali ed inconfutabili.

            Ciao MB

          • Marco! Se ti rileggi mi dai ragione…. io non sò cosa tu leggi e in che modo interpreti quello che dice la gente.
            Prendiamo appunto l’esempio al nuvolari, dove il Biacchi a migliorato di qualche dcimo utilizzando il tuo pulsante….. cosa vul dire? Che Biacchi non vincerà mai perchè? Che cazzo centra vincere, Ma chi ha parlato di Vincere.
            Ho solo affermato, e te lo rispiego, e spero che tu non risponda più, che mi sembra eccessivo avere sistemi di pilotaggio, vedi appunto PULSANTE, che permettano un miglioramento dei tempi sul giro a parità di bravura. Vedi Biacchi come sopra.
            Cioè …. per i più ostinati … comincia ad essere costoso il rincorrere le ultime novità, tanto che sarebbe quasi normale limitare le migliorie dei pulsanti.
            Semplice e lineare…. poi lo spirito con cui corri, quel che è meglio per lo slot… perdonami! Ma lascia agli altri giudicare …. credo che tu abbia considerazioni troppo di parte. Come al solito.

I commenti per questo articolo sono chiusi.