Prima Gara Campionato GT Light Inter. Nord – Cilavegna 15/06/2003

25 commenti su “Prima Gara Campionato GT Light Inter. Nord – Cilavegna 15/06/2003

  1. MIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!!!!!!
    Giacomino che bastona Tanuzzo !!!!!!!!!
    Certo, con quel 23700 contro 22100 …………..
    Emilio

    • Devo ammettere che Tanuzaki e’ stato molto coraggioso e seguendo la sua filosofia di preparare le macchine poche ore prima sostituendo assali di serie con materiale professionale, ha corso con una Lola Fly uscita dalla scatola prima di partire di casa.
      La macchina andava gia’ molto bene e penso che per la prossima gara non sara’ l’unico ad usarla.

      La mia R8C come al solito era da record, ma si sa’, in mano mia tutta roba sprecata MA IO MI DIVERTO COME UN MATTO.

      • Commovente …. si si commovente …..
        Peccato che mi sei arrivato davanti …. ma avevi una R8 da paura …. e il mio pulsante …. tutto dire!
        Comunque, anche se eravamo in pochini, gara divertentissima e tiratissima, nessuno ha regalato qualcosa.
        Grazie al Magical per l’ospitalità … !

      • Mi fà piacere vedere come i test che facciamo a Soragna dalle 02,00 alle 15,30 di mattina dopo che si è conclusa la gara in calendario quella sera pian piano danno i suoi frutti.
        Mi fà ancora più piacere che la cosa che il buon falegname per attenere certe prestazioni utillizzi il pulsante elettronico di Tanuzaky (e noi sappiamo il perchè).
        Mi dispiace che ho poco tempo da dedicare alla preparazione dei mezzi, ma non dimentichiamoci che dal 1° luglio andrò a lavorare a Soragna e magari mi organizzo per andare a fare test durante la pausa pranzo. Mah, vedremo…
        Per adesso mi basta sapere che vi divertite quando andate a correre.

        Un saluto
        Cavanna Claudio
        Ayrton Senna slot club – Soragna (PR)

      • caro giacomino, ebbene HAI BATTUTO ANCHE ME!!!
        complimenti, ma ricordati che non è sempre domenica.
        sto preparando l’audi R8 e ti prometto scintille…

  2. Personalmente, ma anche a nome di tutto il Magical Slot Club, desidero ringraziare tutti gli stoici partecipanti che si sono sobbarcati viaggi di parecchi chilometri, che hanno resistito alle temperature “da fornace” e che hanno sopportato i miei strali da slottista prossimo all’andropausa.

    Alla prossima,
    Gattaccio.

    • non ho ben capito chi sei, ma se sei chi penso io, i ringraziamenti potevi farli anche in un’altra occasione.
      ciao
      max iirilli

      • Sono Stefano Gatti, quello che e’ arrivato secondo e che era nella batteria “a tre”.
        Ora tocca a te spiegarmi cosa vuoi dire perche’, francamente, non ti ho capito.

        Ciao,
        Stefano Gatti … alias Gattaccio.

      • Max, scusa ma nemmeno io ho capito perchè hai commentato così il Gattaccio.

        Ha semplicemento ringraziato tutti.

        Perchè dobbiamo sempre e per forza, criticarci e polimizarci?

  3. Che schifo….. l’ Ayrton rappresentato da Grazioli Iller e…..Iman….come siamo caduti in basso.

    • Be! Ecco perchè non vieni mai fuori dalla tua tana, antonio ti vieta di rovinare l’immagine del club … ah ah ah ah !

    • come commentare uno che non esce dal suo buco per non prenderle???
      inoltre la “macchinina” che ti fai fare da antonio, sapresti usarla anche in altre piste???
      so che non avro mai risposta…
      POLTRONE!!!

  4. Complimenti a DarioFranco che da esterno ha fatto una bellissima gara uscendo veramente poco e al Gattaccio che è riuscito a condurre molto bene l’ormai esemplare da museo.
    Complimenti anche a Oliva per il suo motore.

    Grazie a tutti i partecipanti.

    CiaoCiao!!

    • Grazie Claudio per i complimenti, l’ esperienza nell’ RC categorie Stock qualcosa mi ha davvero insegnato lavorando sempre nel lecito.
      Ciao
      Walter Oliva

        • E lunga e poi bisogna anche vedere con chi hai a che fare, non è da tutti ih ih ih. Scherzo non te la prendere.
          Ciao

  5. Mi permetto di dire solo che, se andate a visitare il nostro sito, come avevo scritto nell’articolo che volevo pubblicare, si potrà visionare tutta la classica per intero.

    CiaoCiao!!

    • Ciao claudio, tutte le volte che vado nel vostro sito, trovare le cose è come farmela dare da Pamela Anderson; è tutto un clicca qui e poi clicca la.

      Si può fare qualche cosa per renderlo più semlice?

      • Chi gestisce il sito del Magical da quest’anno e SuperMaglios, bisognerebbe chiedere a lui, ma sinceramente non mi sembra poi tanto complicato, anzi!!

        CiaoCiao!!

  6. Volevo fare due domande a Maurizio (Slot.it)…

    1- Come mai tutti questi “23.000” hanno dato risultati diversi e non di poco uno dall’altro, sia in giri che assorbimento?

    2- Come mai questo motore è stato chiamato “23.000”?

    CiaoCiao!!

  7. Scusate una domanda puramente tecnica per la C.T. ed i partecipanti:
    anche se non si stravolge nulla, ma come sono stati interpretati i piombamenti per arrivare ai 24 grammi?
    E poi un’altra:
    Giacomo ha danneggiato la bellissima Audi con livrea Marlboro?
    Grazie e saluti
    Emilio

    • Caro Emilio, se partecipi, ad esempio, con una toyota proslot e alla verifica del peso della carrozza risulta di 24gr passi le verifiche. Ciò vuol dire che se hai verniciato la carrozza tanto da raggiungere il peso, nessuno te la contesta.
      Viceversa se non la vernici sei costretto a mettere pesi nella posizione indicata dal regolamento.
      Comunque il peso deve essere posizionato come indicato.
      In realtà, qualche uscita da brivido, Giacomino, l’ha fatta ma la vernice che usa Pascal è decisamente tenace, direi anti graffio!
      Salutoni
      Tanuzzo.

      • Ho verniciato a pennello con il gel antiruggine il mio Toyota, ma non riesco ad andare oltre i 22 grammi………..
        a parte gli scherzi, il regolamento alla lettera dice che nel Toyota il peso deve essere all’interno dell’abitacolo, mentre per l’Audi Slot.it e la Porsche Fly dice anche sotto: in quest’ultimo caso puoi mettere il piombo (per l’Audi, peraltro, ben poco) nella parte più bassa o nelle scanalature più alte.
        Ciao
        Emilio

I commenti per questo articolo sono chiusi.