REGOLAMENTO NAZIONALE

Se non rammento male, era ventolata l’idea che a Dicembre in occasione delle gare NAZIONALI (ANSI), a livello di studio e di promozione si vogliono fare delle gare con AUTO DA SCATOLA per chiunque. Un idea nata proprio perchè molti club (forse) e molti Indipendenti hanno VOGLIA di cimentarsi SUBITO con la loro auto nuova appena tirata fuori dalla SCATOLA.

Allora arriviamo al punto:
tirandomi una grande zappa sui piedi, (avrò amici che mi odieranno e me ne farò di nuovi, forse) sarebbe bello TUTTI QUANTI decidere quelle quattro regole che ci permettano di confrontarci con tutti dal sud, al centro e al nord, con AUTO DA SCATOLA

La prima domanda che chiunque si pone potrebbe essere la seguente:
Ma se sono da scatola, perchè devo proporre un regolamento?

Credo che qualsiasi categoria (o qualsiasi cosa nella vita) per pur semplice che sia abbia delle REGOLE FERREE. Cosi facendo possiamo per lavoro andare da Milano a Termini Imerense e giocare con la nostra amata MACCHININA DA SCATOLA senza stravolgerla.

Ecco qui una mia bozza, leggete poi mi odierete o mi amerete (poi farò il censimento)

CATEGORIE

GT (ANTERIORI POSTERIORI)
DTM
FLY CLASSIC
RALLY

REGOLE GENERICHE

•consentita la calamita
•gomme non incollate
•motori liberi
•è permeso il basculo della carrozzeria, dove non è possibile per l’impedimento dei tubi di scarico, questi ultimi possono essere rimossi

pezzi di ricambio:

•tutti quelli in commercio. E’ possibile lo scambio tra le varie marche e i ricambi fatti da altre ditte del settore, purchè non si manometta in qualunque modo il modello e le varie misure “da scatola” vengano rispettate.

es. assale ORIGINALE misura larghezza 60 mm, il ricambio non deve eccedere questa misura, non importa se il diametro dell’assale è differente.

•Le gomme si possono usare tutte, basta che il cerchio usato sia quello più adatto.
•Spazzole libere
•Possibilità di “ungere” le gomme (tanto esistono le siliconiche)
•E’ possibile fissare il motore con un pezzo di nastro adesivo/silicone o colla
•E’ possibile incollare le boccole (cacchi vostri se poi dovete cambiare l’assale)

PER ORA NON MI VIENE IN MENTE ALTRO

Ora sono pronto, il casco l’ho messo, lo scudo l’ho preso, le bende sono a portata di mano il disinfettante…..minc….lo vado a comprare subito.

Ciao a TUTTI
EZIO

Ps Scusatemi se ho fatto errori di scrittura oppure omesso qualche particolare.

29 commenti su “REGOLAMENTO NAZIONALE

  1. a me sembra fin troppo permissivo: da scatola dovrebbe essere proprio “comprata e messa in pista” magari toccata soltanto da un commissario di percorso e non dal pilota. Eccessivo? vi ricordo che alcune 24 ore sono state disputate con macchine sorteggiate una-due ore prima della partenza (insieme ad un set di ricambi) e le “modifiche” ammesse (da fare in quel lasso di tempo) erano: oliatura, incollatura di bronzine pignone e corona ed eventuale sostituzione di parti visibilmente difettose con altre fornite dall’organizzatore. Pronti, via!

    Alcuni più “raffinati” davano anche una raddrizzata alle gomme passando la macchina su un foglio di carta vetrata, ma le gomme erano limitate e punzonate e quindi erano affari loro arrivare in fondo ad una gara di 24 ore.

    ciao
    Lucio

    • E’ vero, è permissivo, perchè comunque c’è sempre qualcuno, specialmente coloro che giocano in casa o con pochi amici, che iniziano tirando fuori l’auto da scatola, la mettono in pista e corrono. Poi, come tutti noi vogliamo sempre elaborare, pasticciare etc. e allora visto che in commercio esistono dei pezzi di ricambio +/- buoni, perchè bandirli? Se corro con il rally ninco, perchè non posso cambiare il tipo di durezza molle sulla mia punto, visto che la ninco me lo permette? Perchè non posso cambiare il tipo di rapporto pignone/corona sulla mia auto, visto che la slot.it me lo permette? Perchè non posso cambiare motore con uno + veloce, (a tutti piace andare forte, poi se un toro rosso in pista è meglio di un 23000 slot.it lo diranno i tempi sui giri; l’esperienza insegna)? Perchè se pur di scatola ostacolare la mia fantasia per illudermi di andare + forte?

      • Perchè Perchè Perchè….
        Perchè chiamarla “da scatola” allora?
        è solo l’ennesima categoria destinata a produrre aria fritta (vedi tutti i commenti qui inseriti)

  2. Alla fine togliamo solo i pesi, il resto è tutto permesso secondo quanto dici. Ma con la calamita il divertimento svanisce.

    • Svanisce sulle macchine da scatola….
      Quando però lo si fa sul serio….
      Ciao!
      Francesco

    • Con la calamita sulle auto da scatola il divertimento finisce PER ALCUNI, non per la maggioranza degli acquirenti delle auto slot.

      Credo che il fatto che tutti i fabbricanti si impegnino a costruire auto che con la calamita vanno forte qualcosa stia a significare, no?

      Provate a mettere in pista una Scalextric della ultima generazione da scatola – senza modificare nulla. MG Lola, Mercedes CLK, tutte le F1… vanno benissimo e sono molto divertenti da guidare.

      Ciao

      Maurizio

      • Ho appena preso la Mercedes Clk vodafone della scalextric e ti dirò che la macchina faceva fatica ad andare in rettilineo vista la forza del magnete, nelle curve e tornanti non staccavo il dito. Alla fine ho tolto il magnete ed ho visto come fila il motore, la macchina stà in pista benissimo anche senza pesi (ovviamente non sfrutti le curve come con i pesi).
        Dunque sono daccordo sulle macchine da scatola ma non con la calamita. é il pilota che fà la differenza non il magnete.

        • Credimi – il pilota conta anche nelle gare con calamita, nè più nè meno che in quelle senza.

          Se guardi gli ordini di arrivo dei club o dei campionati in cui si corre in entrambi i modi, sono sempre i piloti migliori che vincono.

          Strano quello che dici sulla CLK, sicuro di non avere un alimentatore fiacco?

          In ogni caso credo che in Italia ci sia lo spazio per fare una bella categoria con calamita ed una senza ma con filosofia simile a quella proposta da Ezio.

          Ciao
          Maurizio

          • alimentatore fiacco? ma secondo te quelli delle confezioni Scalextric hanno più di 30 ampere?

    • Io credo di no, il divertimento c’è, ma di tipo diverso, mi spiego:
      senza calamita sicuramente hai l’ebrezza di “sentire” il comportamento dell’auto, scodate, tenuta etc, insomma sembra un po come un auto vera.

      Con la calamita, innanzi tutto pareggi un sacco di macchine, quelle che senza pesi/magnete sono impedite, con la calamita magari sono delle schegge. Il divetimento è pura velocità, e comunque comincia a guidare con le calamite con un altro a fianco e poi dimmi dove staccate e chi va più forte. In ogni caso ci sono in commercio varie calmite con vari tiraggi (e non è detto che quella che tira di più ti fa vincere).

      • Prescindendo dai tecnicismi della questione, credo che si vada a creare una ennesima “categoria”.
        Forse la cosa comincia ad essere un pò troppo dispersiva ?
        F.Mioni

  3. Più che un regolamento da scatola è un regolamento che non comprende i pesi e le gomme incollate…….. Io la calamita la toglierei….. ci sono marche che mettono calamite forti altre meno forti…. e poi che fai? Troppo casino con le calamite……
    Ezio, basterebbe prendere, allora gli stessi regolamenti che ci sono adesso e togliere i pesi e l’incollaggio delle gomme con la differenza che si possono usare di qualsiasi marca.
    Almeno sappiamo già da dove possiamo partire
    L’unica cosa che mi lascia perplesso sono i motori liberi…. ce ne sono alcuni che hanno anche le calamite …… ma!

    • Noi giochiamo con due versioni semplici di regolamenti……uno puramente da scatola e senza magneti con piccolissime modifiche strettamente necessarie tipo tornitura limitata delle gomme e un motore di eguali prestazioni, nel dtm usiamo NC1 sui modelli ninco e scx e montiamo lo scaleauto 003 da 13.000 giri sulle scalextric.
      Il secondo che chiamiamo “produzione” dove si possono montare solo i pezzi di ricambio delle rispettive marche, sempre magneti vietati.
      I magneti li vietiamo per la troppa differenza fra di loro, e mettiamo delle piccole “varianti” equilibrative fra i modelli……ad esempio nelle fly storiche consentiamo le gomme slot it per renderle performanti.
      Prez

    • Per la calamita si fa come in Spagna:
      si ammettono le calamite di serie della macchina o quelle vendute a ricambio, purchè prodotte dalla stessa marca fabbricante l’auto.

      Ad oggi, le macchine più competitive per una categoria siffatta (di cui in Spagna si corre il campionato ogni anno a Igualada, e che ha visto nel 2002 al terzo posto Roberto Addia! Sempre lui!) sono
      1 – Cadillac e Ferrari SCX con motore Reprotec Nitro
      2 – Audi Slot.it con supporto motore reverse e magnete SICN04
      3 – MGLola Scalextric con motore V12/2 29K
      4 – Forse anche la nuova FLY Lola potrebbe andare molto bene

      E’ una catogoria spassosa e con un parco macchine variato.

      Maurizio

    • Ma si Gaetano, i motori liberi, intanto se mantieni le calamite i fatttori in gioco cambiano, ecco allora che il tuo motore “tanto amato con calamite annesse” perdono di rilevanza.
      Il motore libero, come sai da tue esperienze, non lo devi valutare solo per i giri che possiede, ma da + fattori e dal tipo di pista. Poi considera che la calamita ti assicura la tenuta di strada, ma nello stesso tempo è anche un freno, quindi il motore deve essere scelto anche in questo senso.

      Ciao Ezio

  4. ciao ezio mi conosci, non posso essere d’accordo con te su quasi tutto quello che hai scritto, si magari al tutto-scatola ma senza magnete tutto il resto è troppo permissivo tanto vale fare un gt normale almeno si ha la soddisfa di guidare una buona auto.

  5. Maurizio sono concorde con te che se si deve fare una categoria da scatola con le calamite ci si diverte e le differenze dei modelli si appiattiscono, ma l’abilità del pilota salta fuori.
    I miei quando hanno avuto le prime audi R8 Slot.it e Toyota si sono squartati nel farle correre con la calamita.
    Sarebbe bello tradurre un regolamento spagnolo per provarlo, cosa c’è di più semplice che prendere esempio? In questo caso copiare non sarebbe un disonore o vietato.
    Poi ho visto durante la fiera di Soragna gente divertirsi con le toyota GT1 o le NASCAR.

    Ciao MB

    • E’ vero, ci siamo divertiti molto ma su 8 Nascar 4 erano a motore in linea e 4 trasversali, le differenze di tenuta erano abissali, non sarebbe stato possibile farle gareggiare insieme.

      Concordo che fino a che si fa’ girare Audi R8C o Toyota con magnete possono anche essere divertenti, ma quando ti trovi macchine che sono incollate a terra e non escono neanche a mazzate allora devi cominciare a dire “questa si; questa no”.

      No, sono contrario al magnete se non per dei monomarca.

      • Concordo con Giacomo e Antonio OK per il tutto da scatola ma NO al magnete.
        Tanto poi sappiamo benissimo che anche se da scatola la macchina preparata da uno che sa come perfezionarla, verrà sempre fuori come macchina più performante delle altre, anche restando nelle norme del regolamento.
        Chi di noi metterebbe la macchina in pista senza prima averla smontata e controllata?
        Saluti Walter

  6. Noto che le discussioni maggiori sono sul magnete.
    Sia chiaro che per me va tutto bene, possiamo usarlo oppure no. La mia scelta era solo per pareggiare la maggior parte delle vetture. Sul fatto di essere permissivo, non so, ma credo che seppur di scatola a molti piace “manomettere” il modello di base per renderlo magari più competitivo. Poi sarà l’esperienza e la pista a far scegliere il motore da usare (che non necessariamente deve essere il + veloce) e i rapporti da usare. Questo su tutte le categorie. Magari si può ipotizzare nel Gt tutti, nel DTM alcuni fino a un certo valore di giri, le Fly classic pure etc.

  7. Il fatto di usare il magnete, indipendentemente dalle auto utilizzate, è che sarebbe più facile avvicinare le persone alla pista.
    Se ad un o a 100 ragazzo/signore che non ha mai guidato una macchina do da guidare la miglior macchina preparata dal miglior preparatore che ha vinto l’ultima gara non si divertirà mai nello stesso modo che con una macchina da scatola con il magnete. Poi con il tempo con la passione che cresce in lui gli si può spiegare tutto il resto tanto ormai nella ragnatela ci è caduto.
    Alla fiera di Soragna non penso che ci sarebbe stata tanta gente a provare le auto se non ci fosse stato il magnete, o almeno non si sarebbe divertita nello stesso modo.

    Ciao MB

    Ciao MB

    • Le auto che usava il pubblico erano delle Toyota senza magnete, le nascar Scalextric venivano date a quelle persone che dimostravano di saperci fare; mentre le NSR-Extreme le usavamo noi a livello dimostrativo.

      A un certo punto si è deciso di montare i magneti sulle Toyota per alleviare il lavoro dei commissari, ma la risposta del pubblico è stata negativa, volevano vedere le macchine derapare e sbandare, avevano più accelerazione e si divertivano di più; le abbiamo dovute toglire subito.

      • Giaocomo la Toyota montava Evo1? Probabilmente con Evo1 la TOYOTA non si spostava neanche.

        Ciao MB

  8. Il mio pensiero è questo, se l’auto deve essere di scatola, deve essere di SCATOLA, calamita, gomme originali non incollate, motore del modello, bronzine non incollate, senza pesi ecc.. tutte le altre proposte che ho letto non anno significato.
    Le auto se devono essere di scatola, DEVONO ESSERE DI SACATOLA E BASTA!
    Inutile girarci attorno.
    Ciao a tutti Sandro

  9. Salve a tutti,
    ma perchè si gira tanto intorno alla questione ?
    Come ha già fatto notare qualcuno, la definizione “da scatola” dice tutto…
    Esclusa la calamita, che di per sè è contro i normali principi dello slot, tutto il resto deve restare com’è comprese le viti avvitate strette (verificabili sullo schieramento di partenza) nessuna eccezione !

    La famosissima ed ambitissima 24 ore di Bruxelles è così: senza pesi, carrozzeria avvitata e gomme non incollate e naturalmente tutto il resto di serie…eppure va bene a tutta Europa.

    E’ inutile creare l’ennesima categoria parallela anzi, meglio se questa categoria non piace ai big…non la seguirebbero e finalmente avremmo una VERA categoria PROMOZIONALE !!!!

    Saluti a tutti
    Giovanni

    • GRANDE JOE!!!!!!
      Mi sembra assolutamente giusto e condivisibile quello che dici, nella mia esperienza di scatolaro, aggiungerei solo e a livello facoltativo gli assali professionali che facilitano la preparazione e rendono la macchina più piacevole da guidare.
      Ciao a tutti
      Cristiano

      • Hai ragione, ma, purtroppo non sarebbe più “scatola” !!!
        Il problema della cosiddetta “scatola” è il difetto di serie e, ahimè, lo puoi risolvere:
        -acquisti 10 pezzi e trovi il migliore
        -sei un prof e riseci a mettere a posto stando nei regolamenti

        Ho letto di magneti ( orroreeeeeeeeeeeee !!!!!!!!, spero che la cosa resti a parole !!!!! ) e di altre regole: di regolamenti ce n’è centinaia dalla Sicilia al Piemonte, possono bastare….

        E poi, diciamocela tutta, non c’è miglior monomarca che fare la “scatola”, è inevitabile e la cosa mi può anche star bene.

        Emilio

  10. Si alla SCATOLA, il fatto di poter mettere i “pezzi professionali” è stato pensato in virtù del fatto che in poco tempo si ha una macchina + precisa e che vada meglio. In fondo quando compri i kit professionali, ANCHE QUELLI SONO DA SCATOLA! Poi tutto è possibile, ma non venite a dirmi dopo che per far andare bene una macchina da SCATOLA ci vuole + tempo di una prefessional, e che c’è il super monomarca. Non capisco pechè per esempio non posso usare il pickup ninco sulla fly perchè secondo me sta meglio in strada. In fondo compro dalla ninco o slot.it una scatoletta di 4 pickup ad un costo modico e faccio il tutto senza troppi sforzi.

I commenti per questo articolo sono chiusi.