Nuovo Regolamento Tecnico 2003

E’ stato pubblicato sul sito ANSI il Regolamento Tecnico 2003 per il settore plastica, lo potete trovare qui.

Sono state apportate delle modifiche al regolamento:

FLY Classic: è possibile utilizzare anche la corona Z36 prodotta da Slot.it con asse e boccole Slot.it.
E’ stato specificato che anche le ruote anteriori devono essere riconoscibili dal battistrada.

DTM : è stato specificato che la lettura dei giri con tolleranza +/- è stata effettuata a 12 Volt.

Sempre sul sito ANSI è stato inserito anche il regolamento per il settore metallo.

27 commenti su “Nuovo Regolamento Tecnico 2003

  1. riporto testualmente dal regolamento:
    “L’alimentazione deve essere a corrente continua, stabilizzata …”
    e più sotto:
    “I pulsanti, anche elettronici, sono liberi purchè non generino una tensione autonoma e non utilizzino condensatori.”
    Secondo me il riferimento ai condensatori è inutile, perchè se la corrente è continua e stabilizzata potete mettere tutti i condensatori che volete che l’alimentazione in pista non ne risentirà.
    D’altra parte i pulsanti elettronici che utilizzano un circuito integrato hanno la necessità di montare dei condensatori (di capacità estremamente piccola) per il funzionamento dell’integrato stesso e non intervengono comunque sulla tensione in uscita.

    Scusate questo mio commento a cose praticamente fatte, ma mi sembrava che, dalle discussioni riportate anche da questo portale, questo punto fosse piuttosto chiaro.

    ciao a tutti
    Lucio

    • Concordo pienamente con Lucio, e invito la CT a riconsiderare attentamente questo punto. Diversamente, con il regolamento attuale credo che TUTTI i pulsanti elettronici siano fuorilegge.

      ciao
      Maurizio

  2. Circa il regolamento delle Fly classic si legge:
    1 Le gomme devono essere originali Fly categoria Classic: possono essere incollate ai cerchioni, possono essere tornite; entrambe le gomme posteriori e anteriori devono essere riconoscibili dalla rigatura presente sul battistrada ad inizio gara.

    Mi sembra che la regola ricalchi quella delle “avant” dello scorso anno.
    Onde evitare dannose polemiche, chiedo se sarà possibile presentarsi in pista con i famosi “coni gelato” del 2002!!
    In breve, il battistrada deve essere visibile su tutta la ruota anteriore, o anche solo su parte di essa?
    Sergio
    Napolislotpromotion

    • Ciao Sergio.
      Io li vieterei, ma non solo sulle Fly classic. Per ovviare al problema, basta dare pieno potere alle commissioni di decidere (in via equitativa come Santi Licheri) se una gomma anteriore è tornita o meno in maniera irregolare. Dobbiamo (noi slottisti) metterci del criterio nel fare certe cose, non sfruttare alla lettera i regolamenti.
      Ciao Lorenzo.

      • AHIME’!!!!!!!!!!!
        I regolamenti sono fatti ……………. per essere aggirati……………
        Purtroppo

        Emilio

        • Quello che dice Lorenzo, e che condivido in pieno, e purtroppo filosofia che come ben sapete non è applicabile al nostro gioco.
          Quello che dice Emilio è purtroppo la dura e triste verità!
          Per conto mio dico che basterebbe lasciare libere le ruote anteriori di questa categoria, così come sarebbe stato meglio fare lo scorso anno con le “avant”.
          Sai quanti casini in meno per tutti c.t. inclusa?
          Ciao a tutti e due
          Sergio

          • Secondo me basterebbe dare più potere alla CT. Se uno fa troppo il furbo lo si rimanda a casa!!!!
            Bisogna usare un minimo di buonsenso. In America nella Nascar, se un modello è sfavorito o favorito, cambiano il regolamento quando gli pare a loro, e tutti si adeguano. Se una casa costruttrice fa un modello che rispetta il regolamento ma che è troppo superiore, non la fanno entrare!!! Ecco perchè non ci corre nessun costruttore Europeo. Bisogna applicare questa cosa anche qui.
            Ciao Lorenzo.

          • Beh, tanto per cominciare bisognerebbe che nel regolamento ci fosse una qualche specifica tecnica, che so, peso minimo della carrozzeria, passo slottistico, peso del telaio o altre caratteristiche fisiche…

            Ciao
            Maurizio

          • Io rimango per un buon regolamento perchè non vedo quale sia lo strumento per appellarmi se il CT ha preso un chiaro abbaglio. Siamo in Europa non negli USA.

            zikki

  3. Ho già espresso il mio MODESTO parere privatamente, ma se ne può parlare apertamente.

    Premetto che, personalmente, ritengo il regolamento corretto nello spirito e nei contenuti, ma mi lascia qualche dubbio:

    -p.e. il GT2 con gomme non tornite all’esterno (a volte ……… viva la precisione!!) non consente di stare nei 65 mm: come fai a vedere la stampigliatura per riconoscere la gomma?
    -se il Toyota non viene appesantito, almeno stile Soragna a 24 gr. con peso ai lati pilota (i vecchi 8 sul tetto erano eccessivi), da quello che abbiamo visto a La Spezia ma credo non solo, avremo un monomarca Toyota

    Ciao a tutti

    Emilio

    • Da quanto si e’ visto in Spagna, nella finale del Camp. di Igualada, in finale si sono avute 6 Audi e 6 Toytota GT1. Ai primi 4 posti si sono piazzate 4 Audi. Senza alcun appesantimento (e senza piombi).

      Sono contrario a serrare le viti del supporto motore: perche’? Abbiamo progettato il supporto motore APPOSITAMENTE per essere basculante (tant’e’ che abbiamo a catalogo la sosp. magnetica, che ne sfrutta il basculaggio), perche’ il regolamento ne impone il serraggio?

      Una ulteriore domanda: nelle Toyota GT1, ad esempio, “e’ consentito il fissaggio al telaio con nastro adesivo o con colla: in ogni caso il vano portamotore non potrà in alcun modo basculare”. Se non puo’ basculare, si dovrebbe dire “E’ OBBLIGATORIO l’incollaggio”, altrimenti bascula.
      Potete chiarire, per favore?

      ciao
      Maurizio

      • Ciao Maurizio.
        SOSTITUENDOMI INDEBITAMENTE a ben più blasonati tecnici della commissione, penso che la regola del fissaggio sia dettata per inibire ogni velleità di fabbricare modelli con snodi, essendo lo spirito VINCENTE della plastica quello di avere modelli semplici e (TEORICAMENTE) con prestazioni simili.

        PURTROPPO, i test che avevo e avevamo eseguito sulla pista di La Spezia (peraltro un pò atipica, con curve a ripetizione e lente, brevi scatti-tranne uno, fondo quasi inesistente) hanno dimostrato che il se l’Audi Slot.it girava in 9″ 8, il Toyota girava in 9″ 5, a parità di gomme motore pilota etc.
        Questo NON PER SUPERIORITA’ COSTRUTTIVA o progettuale (non c’è neanche paragone tra la qualità eccezionale dei materiali e precisione dell’Audi rispetto al “pezzo di plastica” Toyota), ma perchè (ritengo sia l’unica motivazione, a parte la flessibilità del telaio…………) la carrozzeria del Toyota è più leggera.
        E tu mi insegni quanto questo incida.

        Per questo mi sono permesso di esprimere il dubbio di equiparare una macchina con carrozzeria da 19 (o meno) grammi contro modelli da 22 e più grammi (spesso anche neanche tanto in basso……), che conseguirebbe un inevitabile monomarca.

        Emilio

    • Perseguitare la Toyota gt one in Italia deve essere un vezzo comune a troppi.
      E’ certamente una buona macchina, ma non superiore alle altre.
      Monomarca è una parola che fà ridere:
      nel 2000 e nel 2001 il campionato italiano fu un monomarca Clk Ninco, nel 2002 un monomarca Porsche GT2 Policar, allora perchè il 2003 non può essere un monomarca GT one?
      E’ tempo di smettere la persecuzione ingiustificata di un modello che ( la commissione) ha omologato adesso che con molta probabilità non sarà più in commercio.
      Cambiare le regole ogni anno non fa bene allo slot.

      • Punto 1)- sarebbe l’ora che i regolamenti fossero fatti per evitare i monomarca: proprio per questo chi legifera deve studiare compensazioni che consentano di vedere più modelli e marche.
        Non è mai troppo tardi.
        Punto 2)- il Toyota è un modello fatto con materiale fragile e con spessori ridotti e con scarsa precisione: ne consegue una macchina veloce perchè bassa e leggera, ma fragile e poco uniforme nelle prestazioni.
        E’ sbagliato non omologarla, ma neanche metterla sullo stesso piano di chi ha progettato una macchina ben fatta e curata nell’estetica (COSA CHE DOVREBBE ESSERE UN OBBLIGO NELLO SPIRITO DELLA PLASTICA, NO?!) e, quindi, con una carrozzeria più pesante.
        Punto 3)- Cambiare le regole ogni anno è sbagliato?
        Vuoi non omologare i nuovi modelli che escono e stare al passo con il mercato?

        Emilio

        • Emilio lo stesso tuo discorso vale anche per la parte prestazioni, perchè, dopo tutto, si tratta di gare di velocità e non di bellezza, ed inoltre non tutte le macchine hanno l’estetica delle Ninco o delle Fly: pensa alle SCX GT costruite fino a qualche tempo fa.

          zikki

  4. nelle fLY classic,si puo’ mettere l’assale anteriore? qualcuno sa rispondermi? Grazie
    Aldo

    • SI ALDO ove è possibile lo puoi mettere , praticamente su tutte a parte la chevron.

      • Grazie della risposta,a che siamo in tema ne aprofitto,non mi e’ chiaro se le gomme anteriori devono essere Fly o meno,sai rispondermi? Grazie

        • Nel regolamento si legge “le gomme devono essere riconoscibili dal battistrada”, se oltre le gomme originali della Fly Classic conosci altre gomme da slot riproducenti il battistrada sei pregato di informarmi, magari in privato…
          Alduccio, ma il regolamento la hai letto o è la febbre che ti fa sravedere ??? 🙂

          Guarisci presto
          Paliddo /ultimo anche a Sciacca…

          • si aldo le gomme devono essere fly classic e devono essere perlomeno riconoscibili .
            so che questa ultima frase si può prestare a tante interpretazioni ma penso che il buon senso di tutti ci può aiutare nel tornire in modo corretto le gomme senza fare trucchetti che alla fine magari servirebbero solo a creare discussioni che sarebbero facilmente evitabili.

          • mi spiace ma stavolta hai toppato…. nel regolamento si parla di ruote posteriori riconoscibili dal battistrada,POSTERIORI! e le anteriori da che cosa le riconosciamo ? dal tatto? dall’odore? cmq anche se arrivi ultimo, sei sempre il migliore!
            Aldo(la febre mi e’ scesa,sto ritornando….)

          • Va be ho capito,siamo ai soliti equivoci, se le gomme anteriori erano libere, si sarebbero evitate delle sicure “furbate” e “libere” interpretazioni,cmq siete ancora in tempo,chissa’……

            Aldo

          • scusate tutti ma vogliamo far diventare una categoria gt anche questa con gomme libere motori liberi e quant’altro ?
            ragaz questa categoria secondo me funziona perchè oltre che essere immediata come facilità di interpretazione dei regolamenti non è esasperata e deve essere come una cosa “speciale” gustando le auto per quello che esse hanno rappresentato in passato .
            allora non facciamoci seghe mentali pensando già come dovremo tornire le gomme anteriori , anzi prendiamo il regolamento in mano e con buon senso usiamolo da Aosta a Catania tutti quanti divertendoci.

          • Antonio mi dispiace ma purtroppo devo dare ragione ad Aldo e Sergio.
            Il regolamento così come è stato stilato da adito a diverse interpretazioni e i piu’ smalizziati non staranno a guardare.
            Fatti raccontare dagli altri membri della C.T. cosa si è visto l’anno scorso in occasione della gara di Napoli nella categoria Fly Avant.
            L’intervento di Sergio e la richiesta di Aldo nascono proprio dal desiderio che si ripetano episodi del genere.
            Certo sta alla commissione tecnica vigilare ma…

          • ciao paolo avete perfettamente ragione ma oggi a milano in occasione della prima gara irn itc ansi diverse auto sono state mandate indietro nelle verifiche per qualche piccola e sottile irregolarità.
            ora perchè non si può fare anche questo nelle altre gare? io sò perfettamente qual’è il limite di una tornitura o meno e sò se stò facendo una cosa regolare o meno.
            allora mi chiedo che cosa ci stà a fare una commissione di verifica ? e non si deve essere presi dal panico ed essere magnanimi se uno fà una scorrettezza , lo sà benissimo che la stà facendo quindi è giusto respingere il modello e farlo uniformare al resto del parco chiuso.
            questo ragazzi è il mio punto di vista senza voler mancare di rispetto a nessuno.

I commenti per questo articolo sono chiusi.