A volte ritornano…

Io personalmente non l’ho mai utilizzato perchè praticavo RC ma a scoppio, ma il mio "Mitticcco" amico Quattrini (Il Quattro) mi aveva fatto vedere che miracoli era in grado di fare sulle gomme delle nostre slot cars.

Non ebbi il tempo di capire come si usasse che all’improvviso come per magia sparì dalla faccia della terra.
Invano lo cercammo, anche perchè a quei tempi il commercio su internet non era così facile e snello come oggi e lasciai perdere.

Qualche anno fà, mi ricapitarono in mano un paio di gomme trattate con quel ben di Dio, l’odore/profumo quasi farmaceutico non lasciava dubbi, così mi si riaccese la voglia di cercarlo.

Attraverso i motori di ricerca riuscii finalmente a capire cosa fosse successo ed il perchè di una sparizione così repentina dagli scaffali dei negozi, eccola: www.cpsc.gov/cpscpub/prerel/prhtml96/96025.html

In pratica le ditte di modellismo a quei tempi erano abbastanza artigianali ed il fatto che fece sollevare il polverone sul prodotto fù il fatto che essendo tossico se ingerito, non avendo una chiusura di sicurezza per i bambini venne ritirato dal mercato.

Nel documento è indicato il principio attivo sul quale si basa l’additivo: il salicilato di metile così cercai sempre su internet dove lo si potesse reperire.
Scoprii che lo si trovava come principio attivo all’interno di: "Balsamo Italstadium" e nell’Olio Thai.

Proprio in quel periodo MB SLot stava cercando di inserire in catalogo una serie di liquidi per lo slot che andavano dal liquido roda motori, al lubrificante per contatti etc., fu così che gli chiesi se fosse possibile avere un campione di sacililato di metile per fare delle prove sulle gomme.

Da allora lo stesso principio attivo che era alla base delle buone prestazioni del Gruond Effects della Paragon lo potete trovare anche qui in Italia, magari l’avete preso in mano in qualche negozio di slot, ma non l’avete riconosciuto, ve lo mostro:

Vi consiglio di non usarlo direttamente ma di diluirlo con olio, Zippo o quello che volete, e possibilmente in un luogo areato, altrimenti vi sembrerà di stare in una corsia di ospedale.

Un saluto a tutti e buona gonfiatura di pneumatici
Claudio

Riguardo

Slot, F1, Automodellismo R/C

15 commenti su “A volte ritornano…

  1. La scoperta di questo addittivo è un pò come la scoperta dell’America o dell’acqua calda….
    d’altra parte per chi non è mai stato in America arrivarci cinque secoli dopo è un pò come scoprirla nuovamente. Meglio tardi che mai.

  2. Mah… le solite robe da “piccolo chimico”… o da (“piccola officina degli orrori”?). Certe cose le lascerei al “metallo” (colle ed additivi vari). Mi sa che pian piano le cose qui nella plastica stanno ri-salendo di livello, verso un potenziale punto di crisi, non è importante “solo” il fatto che si sia in un nuovo periodo d’oro (o forse solo dorato in superficie?), anche in passato era stato lo stesso, ma poi il crollo è stato pesante, per chi se lo ricorda, o ha la voglia di ricordarlo.
    Vabbè, scusate lo sfogo, ma ogni tanto (visto che ho troppo poco tempo per venire in pista) ri-salto fuori anche io – d’altronde la mia sarà magari una delle tante caxxate, una tra le tante.
    MarcoC
    P.S.: Comunque grazie, almeno adesso qualche formula segreta non lo è più…

  3. Il salicilato di metile l’ho utilizzato 10 anni fà !! Si poteva trovare in alcune farmacie di fiducia ma consigliavano di utilizzarlo in luoghi MOLTO areati……………………..perche era tossico.
    A me personalmente non è mai piaciuto infatti quando ancora ero inesperto lo miscelavo alla canfora creando un prodotto che unito ad altri olii gonfiava molto le gomme ma le rendeva comunque scivolose e di scarso grip.
    All’epoca anch’io avevo svariati barattolini provenienti dalle RC tra cui un acetone che serviva a sgrassare la gomma………….poi invece ho capito che i migliori prodotti erano quelli piu naturali e pure un bimbo appena nato poteva maneggire……………………………………….

    Saluti,
    Gas

    • Miii, non ci posso credere!!! Sei un mostro, hai tolto il latte MILUPA al tuo bimbo quando hai scoperto che era il migliore per le gomme… 🙂

      Maurizio

  4. Dato il mio passato da RC elettrico, dal’82 sino a quasi fine anni 90, ricordo molto bene l’utilizzo del PARAGON, e delle grosse polemiche che in più di una occasione scatenava, difatti a quei tempi si corevva molto di più con le sport (in gergo VELOCINI) che non le attuali gt…. dtm…ecc…
    Il PARAGON, mescolato a mille altri intrugli (acetone compreso) era il dopping di gomme (e non) ….tant’è che addirittura ai campionati del mondo (credo 94??) in california ne fù addirittura irorata la pista per dare più gripp (a vantaggio di qualcuno!!) con il risultato di una aerosol devastante visto il calore dell’asfalto…..
    Quello che pochi sanno è che si usava spalmare le gomme (in genere rodate in pista) con il latte solare Copperton! …….un treno di gomme durava 5 minuti…. ma anche sul cemento si stava incollati come ragni… ma tutti questi intrugli finirono col rovinare quelle bellissime categorie creando sospetti discussioni, irregolarità….ora fortunatamente si corre in palestra ….e comunque sia io sono sempre stato contrario, e c’era gente (che ha anche vinto molto) che senza quella M non stava nemmeno in pista…. senza contare la tossicità…

    • Del Coppertone ero al corrente perchè è stata la prima cosa che Quattrini spalmò sulle gomme in spugna della Demon per girare sulla sua pista Polistil.

      Un saluto
      Claudio

  5. I prodotti Paragon si trovano facilmente on line e visto il prezzo della “boccetta bianca” risulta molto più conveniete farsi arrivare una latta di PARAGON al club e dividersi le spese di spedizione.

    Nonostante abbia ancora qualche residuo di Paragon, BLU Factor, ecc… rimango fermo nell’idea che l’olio attualmente in commercio di (…) sia la via migliore per tirere fuori gripp dalle gomme.

    GT

    P.S.:
    (…) ho omesso il nome dell’azianda per non creare le usuali polemiche.

    GT

  6. Condivido le decisioni di Marco, forse sarebbe quasi ora di dare un freno ad additivi, olii, liquidi super performanti e distruggi gomme e carrozzerie, ( avete provato a far cadere una goccia di questo famigerato liquido sulla carrozzeria in plastica? bucata!!) .
    Poi troviamo che resta fedele
    Io rimango fedele al suo nitroglicerinmetanolo, cosa sia non è dato a sapersi, Poi scopriremo che è come dire IPOCLORITO DI SODIO e VARECCHINA.
    Ma alla fine trorno a ripetere, una mano di carta vetrata, togliamo la calamita, due pesetti e VAI !!!! Ciao mamma guarda come mi diverto !!!!!!
    Saluti a tutti

    • Parlando di ANSI c’è rimasta solo una categoria dove si può fare il piccolo chimico, penso sia giusto mantenerla. Per il resto è tutto fornito…

      • Concordo Lorenzo,

        Ma se fossi in Dalmonte penserei seriamente alla spugna.
        Ci sono gomme in spugna che tolte dal tornio, senza acun aditivo, fanno capottare anche la Mosler da quanto tengono… anche su fondo Ninco!!!

        Non si toglierebbe nulla agli smanettoni/piccoli chimici (come me) e regaleremmo a chi è alle prime armi qualche giro facile,
        ad oggi chi inizia ai Grifoni si piglia 15/20 giri nella GT dai primi.

        GT

        • Non sono sicuro che uno che arriva nel vostro club sia contento e felice di prendere giri di didtacco da chi è da tempo nel gruppo. Secondi OK ma giri diventa umiliante, possibile che qualcuno prenda il divario come una specie di offesa alla propria abilità e decida di allontanarsi subito dal gruppo.
          Da parte mia, posso dire che possiedo una piccola pista dove ci si diverte in completa amicizia e senza grosse alchimie e al momento troviamo pure il tempo e la voglia di ridere, divertirci e correre. Gli ultimi arrivati prendono 2 o 3 secondi al giro e dopo poche volte riescono anche a farsi vedere.
          Tanti saluti a tutti.

I commenti per questo articolo sono chiusi.