Milano Trophy 2008 – Atto finale – Brescia

Sulla veloce e sempre più bella pista del Brescia Corse, giovedì scorso si è disputata una grande gara che ha visto, per l’assegnazione del titolo, un alto livello di piloti.

Per il Milano Trophy è stato l’anno più combattuto, anche se si sono disputate meno gare rispetto alle edizioni passate, il divertimento e l’agonismo non ne hanno risentito. 5 gare 4 vincitori diversi, con un finale che sarebbe stato ancora più combattuto se a Soragna Tommaso Melioli non avesse perso la gara per un solo settore.
Cavanna, a fine gara dichiarerà:
…mi sono divertito, ma vincere con una doppia gara in casa, non mi soddisfa completamente, avrei preferito giocarmela al pari con gli altri piloti. Bisognerà cercare per l’anno prossimo di mettere tutti allo stesso livello, rinunciando piuttosto ad una gara…

A parte il vincitore del campionato, a vincere la 5a gara è stato il pilota di casa Vittorio Pasolini che ha avuto la meglio su Stefano Badinelli, sempre del Brescia Corse e sul veronese Maurizio Caramazza che ben conosce la 6 corsia bresciana.

Spettacolare gara tra Pasolini e Badinelli in un continuo cambio di posizioni. Solo verso la fine Pasolini riesce a prendere un discreto vantaggio che lo porterà sul 1° gradino del podio.

Ottime le gare di Turrini 4°, Rizzi 7°, Giovanelli 8° e Vandone che ripete una buona prestazione su un tracciato nuovo per lui.

Il Brescia Corse è un gran bel club, soci attivi, bella pista, ampio spazio per i box, divani per rilassarsi e frigorifero pieno di ghiaccioli

Il direttore di gara Vittorio Pasolini

Il parco chiuso con le 30 Ford MK IV iscritte

La batteria di testa era composta dai piloti in lizza per il campionato, 55 punti di distacco tra il primo (Arturi) e il sesto (Melioli) che però non ha disputato tutte le gare.

Cavanna è velocissimo e gli bastano pochi giri per staccare il gruppo. Tutti devono forzare, il piazzamento non serve. In seconda posizione sembra reggere bene Izu seguito da Trolli, Arturi parte nella corsia più lenta e rimane in coda al gruppo, mentre Melioli, se pur veloce non riesce ad essere concreto come al solito ed esce frequentemente.

A causa di un’uscita in un punto del tracciato distante dal commissario, Cavanna perde molto tempo ed è costretto ad un folle inseguimento nei confronti del “principe” Roberto Bulzoni, come al solito molto regolare, una sola uscita in tutta la gara, veloce quanto basta per non rischiare ed aggiudicarsi la vittoria di batteria e il 5° posto in classifica di gara.
Izu nel finale di gara rimane coinvolto in diverse uscite con salto di corsia che gli compromettono la possibilità di difendersi dagli attacchi di Arturi, Trolli e Melioli.
L’arrivo di questa batteria di piloti che si giocava il campionato vede:
1° Roberto Bulzoni
2° Mario Arturi
3° Claudio Cavanna
4° Jarno Trolli
5° Tommaso Melioli
6° Davide Ferri

Appena disponibile pubblicherò la classifica generale del campionato.

Classifica quinta gara – Brescia

Termina con questa gara un’altra stagione del Milano Trophy dove, oltre al divertimento di gareggiare in un clima rilassato, abbiamo provato a fondo la Ford MK IV NSR, una macchina facile da guidare che diventerà nella prossima stagione agonistica una delle protagoniste. Abbiamo inoltre messo in pratica la corona libera, della quale se ne è ampiamente discusso su questi forum, deducendone che la scelta della commissione ANSI di limitare la categoria ad un solo rapporto, rimane la soluzione migliore.
Ovvio che le macchine con un rapporto lungo sulla veloce pista di Brescia facevano registrare tempi migliori, ma è la facilità di guida che si cercava in ambito ANSI e non è la prestazione pura. Guadagnare due decimi sul rettilineo non aumenta certo il piacere di condurle. Anche se dipende molto dal tracciato, casomai sarebbe da valutare la sostituzione della corona da 34 denti con quella da 32, utilizzata per la maggiore in questo campionato.

Milano 90 – 32 denti
Soragna Polistil – 32 denti
Soragna Ninco – 32 denti
Milano Slot – 34 denti
Brescia Corse – 30/31 denti

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

6 commenti su “Milano Trophy 2008 – Atto finale – Brescia

  1. Bravo Claudio! Gran bella vittoria, resa ancora più importante leggendo i nomi dei piloti che ti sei lasciato alle spalle.
    Sono contento di vedere che Lorenzo sta ritornando ad essere un pilota reale e non più “virtuale”. Il suo “buonsenso” tornerà sicuramente utile al nostro hobby.
    Ciao
    Dario

      • La soluzione è:
        compra una casa in montagna e mandali a vivere lì!!!!!!
        AHAHHAHAHAHHHAHAHHAHHHH!!!!!!

        Emilio

  2. Guagliò,forte sta storia del rapporto libero,però bisognerebbe tenerne uno stock a disposizione dei concorrenti,io non trovando una corona da 30,su una pista che ha un rettilineo come il lago salato, sono andato a passeggio mentre tutti correvano.Ahahhahahahaha!!!
    Bravo Claudio,bella prova!!
    Marco

  3. Ciao, secondo mè gran bel campionato soprattutto per le piste, non certo per i “brutti ceffi” che hanno corso, hahahaha, ciao a tutti, in special modo agli amici di Rezzato.

    vanda

I commenti per questo articolo sono chiusi.