NSR Clio Cup

Ciao a tutti,

sono lieto di comunicare che l’ANSI ha raggiunto un ulteriore accordo con NSR grazie al quale, ferma restando la quota di iscrizione alla CLIO CUP NSR pari a 90 € da corrispondersi una tantum per ogni Club, il costo di partecipazione per ciascun pilota ad ogni singola gara non sarà più di 10 € bensì soltanto di 3 € da corrispondere alla NSR per la fornitura di gomme e motori, oltre alla quota che ciascun Club riterrà di far pagare ai propri iscritti.

L’Associazione Nazionale Slot Italia, augurandosi che altre manifestazioni come questa potranno essere organizzate grazie alla collaborazione dei principali Produttori italiani, ringrazia ancora una volta la NSR, ed in particolar modo Salvatore Noviello, per la sensibilità dimostrata e per la piena condivisione e il supporto tecnico-commerciale costantemente fornito per il raggiungimento degli scopi promozionali propri dell’Associazione.

Francesco Gala Trinchera

Presidente ANSI

Riguardo

Vari

20 commenti su “NSR Clio Cup

  1. Copio il commento di GT fatto sull’articolo della clio cup:
    Complimenti per l’idea, Salvatore, mi piace proprio tanto!
    Ho un solo appunto da fare, tuttavia: il costo di 10 euro a gara mi sembra francamente eccessivo per una gara di club e tale da diminuire di molto la partecipazione da parte degli slottisti “di base”.
    Non sarebbe meglio scendere ad una quote di 5-6 euro a gara, da spartire a metà tra il club ospitante e l’organizzazione NSR?
    Mi rendo conto dei costi complessivi che l’operazione ha in sè, ma temo che in molti club l’iniziativa non abbia successo a causa del notevole costo-gara.
    Lo slottista ancora non molto accanito (e ce ne sono tanti all’interno dei vari clubs) non è tanto disposto infatti a spendere 10 euro a gara e, se non partecipano tutti, le gare nei club non si possono fare, concretamente, sia per non allontanare i soci poco disponibili all’operazione, sia per non correre in pochi.
    Se l’iniziativa deve contribuire ad allargare la base slottistica nazionale, deve essere più “nazionalpopolare”, a mio avviso…
    Spero che tu, lungimirante quale sei, possa ascoltare queste istanze e quindi compiere un altro “miracolo” NSR!

    L’idea e’ stata subito applicata!!!!!!! Complimenti Giulio, se ogni tua idea viene subito avallata addirittura dal Presidente, credo che per la prossima stagione ti passo il compito di delegato ANSI…..tanto x quello che vale………..

    • Io il delegato ANSI non lo farei e non lo farò mai…
      Ho già troppi pensieri di mio per aggiungercene altri.

  2. L’iniziativa mi sembra davvero lodevole.
    Mi rimane un dubbio :
    ogni partecipante deve essere iscritto all’ANSI o basta che lo sia il CLUB ?
    E ancora : può un iscritto ANSI partecipare alle gare organizzate da un altro CLUB (nel caso il proprio club non partecipi o abbia troppo pochi soci) ?

    • A mia richiesto su identico quesito nei commenti relativi all’articolo principale sull’iniziativa mi é stato risposto che anche il pilota deve essere iscritto all’ANSI, magari Galak ha qualche cosa da aggiungere.
      Con l’occasione mi domando: ma la partecipazione a questo campionato (sia a livello locale che nazionale) é “conteggiato” nell’ambito della ranking list?

      • Beh, è naturale. E’ un campionato ANSI, quindi vale per la ranking. Come è naturale che bisogna essere tesserati ANSI. Come ha giustamente scritto Salvatore, se si vuole crescere bisogna farlo TUTTI assieme, altrimenti rimane un hobby da cantinari.

        Lorenzo

        • Ciao Lorenzo mio malgrado devo ammettere che lo slot in Italia
          rimane un hobby da cantinari. Poi eventualmente possiamo disqisire su che cosa intendiamo per cantinari e se vuoi avere la mia opinione sul significato di cantinari ti dico solamente che senza soldi tutto diventa qualcosa che lascia il tempo che trova e che a mio avviso e paragonabile al cantinaro, sempre con la profonda stima e volontà che io posso avere con questa categoria. Qualcuno mi ha anche suggerito invece di cantinaro ” primitivo ” e forse è il termine più indicato.
          Un saluto a tutti
          Roberto

          • D’accordo con te Roby…..ma quando c’è gente che si lamenta di 10 EURO ANNUI DI ISCRIZIONE ALL’ANSI……….

          • Lorenzo è un vecchio discorso già affrontato sul quale siamo d’accordo, questo è un dato di fatto inconfutabile…. quindi siamo cantinari o se preferisci primitivi.

        • Beh… personalmente non ho nessun problema visto che é dal 2002 che mi iscrivo all’ANSI.
          Il fatto é che personalmente é un po’ difficile dire ad un neofita che, molto probabilmente dopo questo campionato non vedremo più, deve mettere in conto ulteriori 10 euro.
          Qualcuno potrebbe dirmi che forse é meglio essere un cantinaro.

          Paolo

          • …..allora quel qualcuno è meglio perderlo che trovarlo. Io è 2 anni che non faccio gare ANSI, ma la tessera L’HO SEMPRE FATTA!!!! Perchè “credo nella causa”. Prima ci mettevo tutto me stesso, ora, per vari motivi (famiglia, lavoro ecc…), riesco solo a metterci le mie 10€…..se fossero 20 ce ne mettrei 20.

    • Rimane il dubbio se un iscritto ANSI possa gareggiare in un Club diverso da quello per cui è tesserato ?

      • Secondo me un iscritto Ansi DEVE e sottolineo DEVE gareggiare SOLO con il club per cui e’ tesserato. Quindi e’ da escludersi che Io tesserato con il Bandini di Siracusa gareggi (ad esempio) con il Catania Slot!! Questa regola dovrebbe essere applicata per QUALSIASI gara sia in ambito Regionale che Nazionale! E di conseguenza anche i vari Campionati Regionali ANSI dovrebbero applicare lo stesso parametro. (si spera gia’ dal prossimo Campionato).

        • Scusa Giovanni ma non sono d’accordo, lo slot é anche un modo per incontrare nuovi amici con cui condividere la mia passione.
          Se vuoi togliermi anche questo piacere forse é meglio essere un cantinaro.

          Paolo

          • Paolo, credo tu abbia frainteso. Il senso è che chi è iscritto con un club, anche quando va fuori a correre in un altro club e a fare nuove amicizie, è sempre iscritto come appartenente a quel club. Insomma, se sei del Napoli Slot Promotion, iscritto all’ANSI come tale, e vai a fare un campionato a Milano, nelle classifiche accanto al tuo nome ci sarà NSP. Sancire l’appartenenza ad un club, insomma, cosa della quale io sono convintissimo. Come lo sono della necessità che TUTTI si iscrivino all’ANSI, altrimenti si continua a fare ognuno per conto proprio e non si avranno mai delle linee generali alle quali attenersi per divertirci con il nostro hobby tutti assieme.

            Alibaba

  3. ciao a tutti,
    a quanto ne sappia io , uno puo’ decidere ad inizio stagione con quale club correre…
    cioe’, faccio parte del Carli 19, ne sono socio e frequento quel club, pero’ se decidessi di correre con con NSP o IL miglio e chiassa quale altro basta che ne decida uno e rimanere per l’intero anno slottistico con quel club…
    Non che oggi corro èper il carli19 fra’ un mese con Milano e dopodomani con Verona…
    credo di non sbagliare
    Paolo Parisi

    • Antonio e Paolo hanno “afferrato” il senso di quello che volevo dire!!! Non preoccuparti Paliddu, Io non ho ne’ la pretesa ne’ la voglia di levarti nessun piacere di essere “cantinaro”, lo sai che x me e’ sempre un piacere averti ed avere tanti amici slottisti che partecipano sia a gare interne che Titolate…..
      Un abbraccio
      Giovanni

    • Quei dati sono delle vere antichità!
      Dovrebbero essere vincolati dalla Soprintendenza…

  4. A mio modo di vedere, per partecipare a delle competizioni ANSI si deve essere iscritti all’ANSI. Se poi si è, anche, tesserati in un club bisogna correre per il club d’appartenenza.
    Nulla vieta evidentemente che se, successivamente, ci si tessera in un altro club si correrà per quel nuovo sodalizio.
    Non avrebbe senso ..”saltellare” tra un club e l’altro …..

    E’ evidente che se si corre “informalmente”….. si fa quel che si vuole…anche senza alcuna regola…
    A questo proposito…… una riflessione in merito a ricorrenti interpretazioni …sul “giochino…” che tanto ci appassiona….
    Secondo voi… non sarebbe un po’ realistico da parte di noi tutti riconoscere che quando si partecipa a campionati… etc.. pur non venendo meno l’amicizia … il voler star bene insieme etc…etc… etc…etc… in realtà si partecipa ad un evento “sportivo” (passatemi il termine…) e come tale… l’approccio (a mio avviso giustamente) cambia…?

    Il voler ripetutamente sottolineare l’aspetto di…. “gioco per divertirmi”…. non è un po’ lontano…dalla realtà dei campi di gara e da tutto quello che “gira attorno” (pensiamo a quanto si investe sia economicamente che in termini di tempo, prove etc…..)??

    Ciao
    Cesare

  5. noto che il caldo comincia a produrre i soliti effetti…

    forse è per questo che lo slot è un hobby “invernale” o quasi

    ripeto, nei miei 44 anni ancora non ho visto un hobby/gioco/competizione dove si possa partecipare SENZA essere tesserati …
    mah, ormai ci ho fatto l’abitudine, è una vita che combatto

I commenti per questo articolo sono chiusi.