La grande sfida Lauda-Hunt

Non ho parole per descrivervi quanto siano belle queste macchine.
In un primo momento si rimane un po’ li per via delle dimensioni, decisamente più piccole rispetto alle F1 di oggi e simili come scala alle Polistil. Appena tolte dalla confezione però ci si rende conto di avere in mano qualche cosa di speciale.

L’anno era il 1976 e i protagonisti Niki Lauda e James Hunt, vincitore poi del campionato.

La sfida tra i due campioni è stata ricreata mercoledì sera sul tracciato dell’Ayrton Senna di Soragna.
Azzali su McLaren e Avanzini su Ferrari, non potevo mancare…

Volete sapere come è andata? Non è cambiato molto dal 1976…

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

22 commenti su “La grande sfida Lauda-Hunt

  1. Nn ho parole per dirvi quale emozioni ha suscitato in mè vedere questi 2 modelli di f1 degli anni passati e pensare che per un lungo periodo il mio pilota preferito allora era il mitico J. Hunt .
    belli entrambi e nn dovrebbero mancare nella collezione di tutti gli slottisti .

    • Strano idolo Franco,un pilota che ha vinto 10 Gp con un auto che andava il doppio delle altre,ha sfasciato circa 70 auto(da cui il soprannome Hunt the Shunt”) ed era famoso per le offese agli altri oltre che per l’abuso di fumo ed alcol con il quale ha convissuto fino alla sua prematura scomparsa a soli 45 anni.Bho????
      Per i modelli hai ragione,sono stupendi e non possono mancare in nessuna collezione a tema F.1
      Marco

  2. Davvero un’opera d’arte queste due macchine e con le foto di Giacomo rendono al meglio proprio da gasamento,pensate solo a quando anche la Fly presenterà la March 761 del 1976 guidata dal mitico svedese Ronnie Peterson nei colori giallo blu!!!!!!
    Davvero da non dormirci la notte.

  3. insomma….mi sembra di capire che in quel gp Lauda non riesce propio a passare….mannaggia Hunt!!
    del resto nel ’76….
    Modelli stupendi…anche perchè me li sono comprati…..:-)

    foto Ayrton Senna Soragna.

  4. miitttttticheeeeee …….. da urlo !! poi l’ambientazione uno sballo ….

  5. Sono veramente uno spettacolo , sia in foto che dal vivo.
    E’ vero che per rendere più realistica la sfida avete simulato il Fuji con Fallini che tirava secchiate d’acqua ed il Presidente che si è ritirato scuotendo la testa dicendo che Antonio lo aveva ingannato???
    ;-)))

    Emilio

    • Anche tu sei un m…. !!!!!

      ;-)))

      Emilio

      p.s.: ieri ho provato la tua GT: come fai ad arrivare così indietro?????
      AHHAHAHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHHHH!!!!!!!!!

  6. Belle davvero le ho avute per le mani venerdì scorso e da allora non sono riuscito a togliere gli occhi da quello splendido cofanetto, stò pensando di applicatre le decal del tabaccaio sulla McLaren anche perchè una volta erano davvero rari i GP dove non apparivano tali sponsor. Marteì sera le ho provate sulla pista del Milano Slot sotto lo sguardo dei convenuti alla gara di F1 moderne, con il magnete sono dei missili e sembrano reali. Ora vedrò di completare il casco del mitico Niki per rendere il tutto anche mitico.
    Ciao a tutti.
    Il ditone pelato

  7. C’è qualche modellista super esperto che è in grado di spiegarci se queste due auto avevano la stessa carreggiata?

    Nei modelli della Scalextric, la Ferrari è notevolmente più stretta della McLaren, saranno state così?

    • non sono un modellista super esperto, ma siccome nella f.1 è sempre stato tutto al limite del regolamento, anche la carreggiata era per tutte le macchine uguale al massimo permesso. In quel periodo credo che la larghezza max consentita fosse di 220 cm. Quindi è molto strano che le 2 F.1 della Scalextric siano di larghezze diverse.

      • Veramente no solo nella F.1 tutto è sempre al limite del regolamento. lo slot, nel suo piccolo, non ha nulla da invidiare al Circus.
        ciao
        dario

I commenti per questo articolo sono chiusi.