Milano 90 – Endurance 2007

Al secondo posto, con il cuore in gola (credo per 8 settori), il Cavallino di Sanremo ai danni del Gilles Villeneuve-Giocheria sul terzo gradino del podio.

Al di la dell’indubbia bravura della squadra ligure, il danno è stato causato da un’improvvisa paralisi al braccio che ha colto il caposquadra del Gilles Villeneuve-Giocheria Gabriele Arnaboldi. Mentre faceva il turno di commissario durante l’ultima manche, la macchina del suo team esce proprio davanti a lui, Arnaboldi l’afferra per rimetterla in corsia ma non c’è stato niente da fare, l’embolo è partito dal cervello bloccandogli il braccio per circa 30 secondi, quanto è bastato al Cavallino di Sanremo per effettuare il sorpasso.

Pur girando ad un ritmo forsennato, Guarisco riesce a riavvicinare l’avversario ma il tempo è tiranno, la 6 ore è finita…

Ecco Gabriele in una sequenza di foto; possiamo già notare che l’embolo è partito, i muscoli facciali sono oramai incontrollabili e il sudore schizza da tutte le parti

La classifica generale verrà pubblicata dagli organizzatori al più presto, io vi lascio alle immagini della giornata.

Davide Saini premiato come pilota più giovane, più bello, più tutto.

Il trofeo

Le 12 Ferrari 360 sulla griglia di partenza

Verifiche tecniche

la macchina di Mondoslot portata in pista dall’Ayrton Senna di Soragna, era una della squadre di punta di questa 6 ore. Problemi sin dal primo giro li hanno costretti a numerose soste ai box.

e quella del Cavallino di Sanremo

Il VRSlot era presente con 2 squadre, qui sotto la 360 di Belladonna &C.

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

17 commenti su “Milano 90 – Endurance 2007

  1. Gabriele,
    hai provato ad usare una molla del pulsante un pò meno dura?????

    Emilio

  2. Vorrei precisare che nelle ultime due foto, il 360 Warsteiner è della squadra di Casale…
    Diamo a Cesare quel che è di Cesare!!!

    • Ha ragione il bravo e veloce Jafar!La nostra è quella che si intravede di fianco.Giacominooooo…….. i colori di Verona sono:”Giallo e Blu” ripeto:gialloeblù! ahahahahahah!!!!

  3. Grandi!!!!!! Tutti grandi!! Mi hanno raccontato che è stata una gara favolosa e tiratissima, mitico Il Cavallino Sanremo con Enzo Adriano e Sandro secondi, ottimi Sandro Franco e Claudio i vincitori, complimenti e ottimi i terzi Gilles Villeneuve …..Gabriele sei fantastico, sudi tutta la passione che ci metti e si vede che ce ne metti tanta….
    Bravi ragazzi, bravi.

    Andrea Lucisano “Il Cavallino Sanremo”

  4. Non ero mai entrato al Milano90 in vita mia.Ebbene,è stata una delle più divertenti gare che ho fatto negli ultimi 46 anni:
    bellissimo club,bella compagnia ed una delle piste (forse la più)più divertenti su cui abbia potuto girare.Scelta azzeccata del set-up dell’auto,tensione intelligentemente posta a 11V,e precisione dell’organizzazione ,hanno reso la giornata una “domenica perfetta”.La giornata è stata anche impreziosita dalla visita di altri personaggi dello slot lombardo venuti a trovare colleghi ed amici, fra cui lo slottista più giovane di Italia,quel Matteo Martinez di anni 0,3 ,che ha il genoma intriso dei più radicati fondamenti dello slot del tricolore e ovviamente…..della trinacria!
    Ringrazio tutti,anche a nome dei miei due compagni di team Emilio e Stefano per la splendida giornata,e contiamo di tornare quanto prima al MI90.
    Alla prossima.
    Marco B.
    Team Vrslot

  5. A nome del Team del Vr slotters vorremmo ringraziare il club MI90, e anche se siamo arrivati ultimi l’importante era cominciare a fare un pò di esperienza fuori casa e il Club ospitante nn ha deluso le aspettative.
    Franco Lazzarato-Vr slotters

  6. Scusate il ritardo, ma sono due giorni che verifichiamo tutti i dati memorizzati da wincrono ed ora Vi posso confermare il risultato ufficiale che corrisponde perfettamente con quello ufficioso di fine gara utilizzato per la premiazione, wincrono non ha tradito.
    Innanzi tutto un ringraziamento speciale a tutti i partecipanti ad un evento impegnativo, ma soprattutto così agonisticamente ed intensamente vissuto, che non ha dato a noi organizzatori alcun problema regolamentare e/o di mediazione comportamentale: penso che gli ultimi cinque minuti di gara (tra Enzo del Cavallino e Mauro G.V.) per il secondo posto siano il meglio delle prestazioni slottistiche viste negli ultimi anni….. FANTASTICO ragazzi…. dopo dieci ore di gara vi hanno diviso cinque settori, ma Vi unisce un plauso generale che solo i presenti hanno vissuto (Tifo da stadio….).
    Un ringraziamento agli SPONSOR che hanno contribuito ed avvalorato la competizione :
    NSR che ha fornito tutti i componenti dinamici (Motore, Ruote, Trasmissione ed Assali) che si sono rilevati fantasticamente efficienti/efficaci sotto ogni aspetto ed addirittura superlativi nelle cruciali fasi finali.
    MEG Modellismo che ha voluto offrire una meraviglia di Ferrari F430 Challenger come Trofeo della manifestazione (Ora toccherà al team MB slot la parte di DEFENDER nella prossima edizione), grazie a MEG per una scelta così bella ed intonata.
    Un pensiero grato a chi non ci conosceva ed ha voluto partecipare, Genova… Verona… Casale…, ed uno altrettanto grato a chi ci ha già frequentato e ci è amico, ma vorrei formulare un particolare encomio a chi VUOLE partecipare sudando settantasette camicie (vere… non virtuali come da foto Arnaboldi) e che ha dato sino all’ultima stilla vitale nella fase agonistica riuscendo “SOLO” terzo, per un nulla, grazie ad un Guarisco “GV” Mauro strepitoso nell’ultima manche che ha scontrato un altrettanto strepitoso ENZO “Cavallino” De Ponte che ne aveva solo una goccia in più…. Spettacolo SUPERLATIVO….. Attori …. Tutti…. FANTASTCI.
    Grazie a tutti,….. a presto.

    Pino.

  7. Alla fine 50 centimetri ci hanno separato dal secondo posto….

    Ma eccovi la cronaca della gara vissuta dall’interno della squadra del Gilles Villeneuve GIOCHERIA.
    Per noi la gara è iniziata molte settimane addietro con l’approvvigionamento di un paio di kit Ferrari 360 Ninco che in aggiunta a quella vinta da “Fast” Mauro Guarisco all’inaugurazione del Michele Alboreto Slot Club di Lissone portavano a tre le carrozzerie che avremmo potuto utilizzare in prova…in pratica potevamo permetterci di girare in tre contemporaneamente. A questo abbiamo aggiunto un altro paio di telai fornitici da GIOCHERIA di Carmen e Bruno di Milano Via Solari che anche quest’anno non ha voluto farci mancare il suo supporto.Dopo di ciò abbiamo acquistato 4 kit completi NSR secondo le specifiche del regolamento per allestire 4 telai.

    Nelle settimane precedenti la gara ci siamo trovati a confrontarci in pista coi più seri candidati alla vittoria…quel team MB Slot in cui sono confluiti in questa edizione Claudio Biacchi (con cui il GV Giocheria ha vinto le edizioni 2004-2005 e 2006) e Sandro Balbo (con cui il GV Giocheria ha vinto le edizioni 2005 e 2006). Gli sfottò, il gioco a nascondersi ed a nascondere la bilanciatura delle macchine, il non concedere nulla agli avversari potenzialmente più pericolosi (foss’anche una vite in prestito….) fanno per me parte del clima pre-gara tipico di questa manifestazione, che si era perso nell’edizione 2006 col divieto di effettuare prove libere pre-gara, ma che è stato fortunatamente ripristinato dagli organizzatori per questa edizione. Ci si è ben presto accorti che le gomme scelte per la gara avevano bisogno di entrare in temperatura sul fondo della pista di Milano90 e che non erano in termini assoluti performanti a pista fredda.

    Sin dalle prove libere di sabato con pressoché tutte le squadre in pista ci siam ben presto resi conto che, salvo imprevisti, si sarebbe dovuto fare i conti per il podio oltre che col Team MB Slot anche con l’ “Ayrton Senna di Soragna” e con “Il Cavallino di Sanremo”.
    La sorpresa della domenica mattina della gara è stata che gli organizzatori anziché tenere in un’unica batteria tutti i team più forti hanno pensato di far dividere le due batterie con le quali si è disputata la prima metà di gara “at random” da Wincrono… Cosicché alla nostra squadra ed a quella di Soragna è toccata la prima batteria mentre al Team MB Slot ed al Cavallino la seconda. Potete ben immaginare la differenza di prestazione della pista fredda alle 9:30 del mattino tra chi è partito nella prima batteria e chi è partito nella seconda con la pista su cui le gomme delle altre squadre avevano già girato per cinquanta minuti… è stato subito chiaro che quei due o tre giri persi non li avremmo più recuperati… A mio parere questo è stato un errore degli organizzatori tenuto conto del tipo di gomme utilizzate.

    Ciò nonostante ci siamo comunque trovati in lotta per le prime posizioni sia con il Cavallino che col Team MB.
    Pronti via e non ci è parso vero di vedere la macchina dell’Ayrton Senna, che andava veramente bene anche nelle poche libere del mattino, in crisi con l’accoppiamento corona/pignone, non certo per loro imperizia, esser costretta a ripetute fermate ai box per comprendere le ragioni e porre rimedio al problema; prima hanno sostituito la corona ma il problema è rimasto…cosicché hanno poi sostituito motore e pignone e finalmente si son messi a marciare come siluri ma ormai irrimediabilmente in ritardo…
    Il Team MB non ha iniziato la gara a spron battuto, anzi, dall’esterno sembravano molto sulle uova come se non avessero azzeccato la bilanciatura della macchina.
    Siamo rimasti secondi per alcune manches fino a prenderci anche la prima posizione. Dalla metà gara in poi è però stato il Team MB Slot ad iniziare a volare. La loro macchina (80 grammi) li aveva fatti soffrire all’inizio rispetto alla nostra (89) ed a quella del Cavallino (91) ma con il consumo delle gomme e la gommatura della pista da metà gara in poi hanno iniziato a rimontare e progressivamente a staccare sia noi che il Cavallino.

    Colpo di scena per noi all’inizio dell’ottava manche; la nostra macchina aveva terminato la settima manche all’inizio del rettilineo principale; salgo io per fare la corsia rossa ed ovviamente al via parto con il pulsante a tutto gas essendo sul dritto… arrivo alla prima curva e stacco come di consueto… niente… la macchina esce rovinosamente… il mio nuovissimo, bellissimo e costosissimo pulsante elettronico che fin li evevamo utilizzato con profitto sia io che Mauro Guarisco non ne voleva sapere di frenare… prova… riprova… smanetta il potenziometro del freno… togli e rimetti la magic… niente… il tempo di dire…ehmm… urlare “portatemi un pulsante !!!” e ripartire che abbiamo perso più di due giri… ho finito la manche col pulsante di Mauro Guarisco… così… pronti via… Orbene sapete bene tutti quale sia l’importanza per uno slottista del suo pulsante e delle sue regolazioni… nonostante ciò non ho più fatto nemmeno un’uscita…

    Ma veniamo alla mia ultima manche in gialla… quella della sequenza di foto pubblicate… partivamo con tre giri di svantaggio dal Cavallino che però era in bianca… non avevo il mio pulsante per cui ho provato a correre con quello del mio coequipier Massimo Pigoli… con il quale per altro non mi sono trovato per niente bene… l’impugnatura è addirittura diversa da quello a cui sono abituato ma nonostante la mia manona mi sono trovato ugualmente a disagio… come evidenziano le foto non mi sono per niente risparmiato e sono riuscito a recuperare due giri al Cavallino senza commettere alcun errore per tutta la manche…

    Consegno la macchina per l’ultima manche a Mauro Guarisco che in arancio deve provare a recuperare un giro al Cavallino con Enzo De Ponte in rossa. Per i primi dieci minuti della manche un indemoniato De Ponte tiene testa in rossa a Guarisco che quando prende qualche metro di vantaggio poi però sbaglia consentendo a De Ponte di riportarsi su di lui… questo una, due volte… la terza volta Guarisco esce davanti a me… prendo la macchina in mano e guardo il bollino… lo so lo so… avrei dovuto sapere che la macchina della mia squadra era in arancio… comunque guardo il bollino… caxxo il bollino non è né arancio e né rosso… due tre secondi il tempo di realizzare che era arancio e rimetto la macchina in pista… De Ponte si è rifatto sotto nuovamente… Nel frattempo i due contendenti attirano su di loro gli sguardi di tutti i presenti e le altre squadre in pista, compresa quella in testa alla gara, sportivamente lasciano strada al loro sopraggiungere…. A questo punto diciamo a Mauro di rischiare il tutto per tutto… inizia a macinare giri con una sequenza impressionante e guidando proprio “panza a terra” che più “panza a terra” non si può… anche De Ponte esce davanti a me ma questa volta mi trova ben pronto e sportivamente non gli faccio perdere niente… 13 secondi… 11 secondi…. 10 secondi… 9 secondi il distacco dal Cavallino si riduce progressivamente così come il tempo che manca a terminare la manche… Guarisco esce… ormai è andata penso… ma invece incito ancor di più Mauro a darci dentro al massimo… il distacco ritorna 10 secondi… poi 9… 8… 7… De Ponte in rossa va in maniera pazzesca… ma Mauro gli recupera decimi su decimi ad ogni passaggio… ormai sono 5 secondi… 4… 3… a 30 secondi dalla fine il distacco è di tre secondi… all’ultimo giro gli siamo ormai addosso… ma il tempo finisce… esulta la squadra del Cavallino… gli siamo arrivati a 50 centimetri… secondi loro e terzi noi… comunque uno spettacolo fantastico!

    Penso di non aver mai visto in tanti anni che faccio slot uno spettacolo così… Mauro ed Enzo hanno tirato alla morte per 25 minuti disputando i primi dieci minuti appaiati ma con una corsia infra mezzo… uno spettacolo entusiasmente anche se l’epilogo avrebbe potuto essere migliore…. alla fine i miei compagni di squadra hanno condiviso con me il fatto che, sfumato il gradino più alto del podio, secondi o terzi non faceva una gran differenza…
    Nel frattempo ha vinto il Team Mb Slot che controllava la gara con credo almeno una decina di giri di vantaggio… complimenti a loro per la nuovamente azzeccata strategia di gara… hanno sofferto nelle prime manche ma da metà gara in poi non ce n’era per nessuno…

    Vorrei ringraziare GIOCHERIA di Carmen e Bruno per il supporto fornito e Paolo Dapretto DP Slot per la bellissima carrozzeria.

    Gabriele Arnaboldi
    GILLES VILLENEUVE Slot Club Cantu’ – GIOCHERIA di Carmen e Bruno

    • SIE UN GRANDE E UNO SPORTIVO!!!!!
      Mi hai fatto venire la pelle d’oca!!!!!
      Mitici mitici mitici!!!!!!

      Andrea Lucisano “Il Cavallino Sanremo”

  8. a nome di marcello,stefano,e alessio ringraziamo primaditutto il club mi90,poi ga e roberto per l’auto fornita e l’assistenza post assale(mannaggia)e a tutti i piloti i quali hanno dovuto sopportare le scodate e le uscite del ns ferrari.GRAZIE DAL MILANO NEW AGE.
    p.s. siamo riusciti a non essere ultimi heheheheh

    • Grazie Castellani abbiamo sopperito noi al vostro nn essere ultimi …….
      Vr slotters

    • Colgo l’occasione per fare i complimenti al club MI90 per l’ospitalità e la disponibilità dimostrate. Un plauso anche ai miei compagni di squadra Pigoli e Arnaboldi per l’impegno ( anche economico da parte di Gabriele per il materiale messo a disposizione ) e il divertimento condiviso .
      …….dimenticavo di ringraziare anche il “Cavallino” per il week-end a Sanremo che mi hanno gentilmente offerto prima dell’ultima manche !!!!!!!!!!! AH AH AH AH AH

  9. Colgo l’occasione per ringraziare il Club Milano 90 per la perfetta organizzazione della gara, tutto impeccabile (COME AL SOLITO), ed anche tutti i partecipanti che hanno avuto un esemplare comportamento durante tutta la durata dell’endurance.

    Per quanto riguarda la nostra prestazione, penso che piu’ di cosi’ sarebbe stato impossibile, ma ci riproveremo!!!!!
    Azzeccatissima la formula del fornire gli stessi materiali a tutte le sqaudre, il pacchetto NSR e’ stato assolutmente perfetto, trasmissione gomme e soprattutto i motori che non hanno avuto il minimo calo di rendimento.
    Finalmente dopo 3 edizioni della MI90 Endurance il motore non ci ha abbandonato dopo meta’ gata!!!!!!!!
    Per dovere di cronaca all’inizio dell’ultima manche eravamo in testa con circa 18 secondi di vantaggio sul Gilles Villeneuve che con una strepitosa rimonta e riuscito ad arrivarci dietro per circa 2-3 decimi di secondo. DAVVERO INCREDIBILE !!!!!!!!!DOPO CIRCA 72 KM. !!!!!!!!!!!!!!
    Noi durante l’ultima manche abbiamo fatto solo un’uscita in rossa ed il Gilles Villeneuve 3 in Arancio, con un funambolesco recupero di Arnaboldi di circa 4 secondi, e non trenta.

    Un ringraziamento speciale al nostro sponsor Roberto Migliavacca di 1000MODELS Sanremo.

    Complimenti a tutti, vincitori e vinti.
    Enzo De Ponte
    Il Cavallino Sanremo

    • Per dovere di cronaca all’inizio dell’ultima manche eravate SECONDI con circa 18 secondi su di noi…

      • Carissimo Gabriele Forse mi sono spiegato male, eravamo in testa sul Gilles Villeneuve di 18 secondi!!!!!!!!!! non in testa alla gara!!!!!!
        Ciao

  10. …..e come al solito i materiali del world champion Noviello (NSR) sono sempre degni del massimo in fatto di prestazioni!!!!!!!!

    Andrea Lucisano “Il Cavallino Sanremo”

I commenti per questo articolo sono chiusi.