Interregionale Nord – Calendario

Febbraio 11 – Milano 90 (Polistil 6 corsie) Classic/GT
Febbraio 25 – ASA Aosta (Polistil 4 corsie) Classic/AW
Marzo 11 – Milano Slot (Ninco 6 corsie) AW/GT
Aprile 1 – Ayrton Senna Soragna (PR) (Polistil 6 corsie) Classic/GT
Maggio 6* – Magical Cilavegna (Polistil 4 corsie) Classic/AW
Maggio 27 – Nuvolari Lissone (Polistil 4 corsie) AW/GT

*la data del 6 maggio potrebbe variare.

Per il Campionato IRN ci saranno novità a livello di classifica; bisognerà partecipare ad almeno due gare della stessa categoria per avere il punteggio.

Entro questa settimana verranno pubblicate le modifiche al regolamento tecnico con le nuove omologazioni.
La categoria AW rimarà invariata, nella Classic dovrebbero esserci nuovi modelli come la Lola Sloter e la Ferrari 312 PB Slot.it; nella GT ci saranno nuove omologazioni di motori, telai, supporti motore e specifiche riguardanti le sospensioni.

Il Campionato è riservato agli iscritti ANSI, sarà comunque possibile tesserarsi sui campi di gara.

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

32 commenti su “Interregionale Nord – Calendario

  1. Quasi quasi se le regole mi piaccino torno a fare il regionale AW e classic si intende , preparatore serio cercasi

  2. Mi sembra che sia una più o meno esatta replica di quello dell’anno scorso in cui non da più parti si è lamentata scarsa partecipazione….
    Ricordo addirittura club organizzatori blasonati con non più di un paio di piloti in pista per la gara dell’Interregionale 2006 o gare GT con poco più di una dozzina d’iscritti…
    Personalmente trovo che condensare ancora il campionato interregionale in quattro mesi con due gare ogni domenica che impegnano dalla mattina presto alla sera i partecipanti e con addirittura due appunatementi “domenicali” nei mesi di Febbraio e Maggio sulle solite medesime piste non vada nella direzione che mi sarei aspettato.
    In un periodo in cui è un continuo fiorire di impianti nel Nord Italia, non ultimo l’immininte completamento ed inaugurazione anche della rinnovata pista a 6 corsie del mio club, non comprendo come non si possa seguire la logica di dilatare il campionato spalmandolo su una decina di mesi e facendo una gara alla volta.
    Il campionato vedrebbe coinvolti ben più organizzatori e frequentatori, i piloti esterni non sarebbero penalizzati se non possono permettersi di andare a fare delle prove libere infrasettimanalmente (penso a quelli logisticamente più lontani rispetto alle ubicazioni delle piste),
    per andare a provare non si sarebbe costretti a doverlo fare infrasettimanalmente ma ci sarebbe la consueta sessione della domenica mattina ed in ultimo perché non proporre anche degli appuntamenti al sabato o serate infrasettimanali?
    Campionati estivi di recente organizzazione disputati alla sera hanno riscontrato ben più successo di partecipazione rispetto a molti appuntamenti interregionali…. quindi?
    La mia opinione è che sarebbe auspicabile che non si pensasse solo a preservare il proprio orticello ma alla riuscita dei campionati ed allo sviluppo del movimento slottistico del Nord Ovest d’Italia.
    Io la penso così.

    Gabriele Arnaboldi
    GILLES VILLENEUVE SLOT CLUB CANTU’

    • Sono abbastanza d’accordo con te Gabriele anche se capisco la difficolta degli organizzatori nel districare le cose al momento dell’evento e quindi affidarsi ormai a impianti e organizzatori collaudati.
      Ci sono cose materiali da fare che se non vengono fatte la manifestazione non può andare avanti.
      Certo che è vero che il calendario è trito e ritrito, così come l’IRN che propone ancore le solite trite e ritrite categorie, che ormai si propongono e ripropongono in tutte le salse.
      Ma la formula la conosco ormai bene ……………………Sono assolutamente d’accordo invece nell’individuare una categoria da fare per appuntamento .
      Si proverebbe tutta la mattina per poi fare le qualifiche e la gara senz’ altro composta da valori veri che rispecchierebbero di sicuro il termometro della giornata senza quella maledetta “ranking “voluta solo per risparmiare tempo ma che ha fatto perdere intensità e tensione-brivido che può dare un giro in “pole” o vedere il pilota amico che fà un’ottima qualifica.
      Arrivare e mettere subito la macchina in parco chiuso senza neanche poter praticamente provare e apportare le dovute piccole modifiche del caso la trovo una cosa poco stimolante,e poco professionale.
      Questo il mio modesto parere e chi mi conosce sà che la penso così da sempre.
      Se la mia “critica” vorrà essere intesa ed interpretata in maniera costruttiva e non polemica ne sarò ben felice di essere stato d’aiuto.

      Antonio Avanzini.

  3. Gabriele provo a risponderti io sperando di fare più luce sulle scelte prese.
    Le cose che dici non sono affatto scorrette, anche a me piacerebbe iniziare un campionato su nuove piste, conoscere gente nuova ecc. ecc., ma si sono, attualmente, dovute fare scelte su basi ben precise.

    1° Un Club per ospitare gare di IR deve svolgere regolarmente gare di club con un numero adeguato di soci attivi ed aver svolto gare facenti parte di campionati interclub.
    Questo ai fini di constatare che l’impianto funzioni, i soci non siano degli sprovveduti e che chi ha frequentato il club per gare interclub non si sia trovato di fronte metodologie di gara impreviste.

    2° Il campionato è condensato in pochi mesi perché nel rimanente periodo si vuol lasciare spazio per un altro tipo di gare e manifestazioni (vedi 24h del Verbano, Campionati Italiani, campionati estivi e altre gare che verranno).

    3° L’anno scorso si è parlato della possibilità di svolgere l’IRN alla sera. A mio avviso è un’ottima possibilità, per realizzarla però dobbiamo prima ridisegnare la mappa delle piste in Italia in grado di ospitare gare IR. Mi spiego meglio; se si arrivasse ad avere le gare di IR in un raggio di 50/100 km, le gare serali non sarebbero un problema. A Milano e dintorni possiamo contare 6-7 piste e potremmo essere pronti. il Piemonte dovrebbe fare altrettanto, la Liguria idem e così via.
    Accorciando le distanze si riuscirebbe ad avere più piste e più gente motivata a seguire l’intero campionato della sua zona.

    4° Per i nuovi Club le idee sono tante a partire dall’inserimento con gare interclub e campionati estivi. Si stanno valutando una serie di gare da fare su tutti i nuovi impianti per poter arrivare nel 2008 ad avere un’idea più precisa delle nuove realtà.

    Come vedi, si è cercato di valutare tutti gli aspetti di questo campionato IRN. Quest’anno lo reputo un campionato di transizione verso qualche cosa di nuovo, ma ci vorrà molta volontà e disponibilità da parte di tutti.

  4. 5 piste polistil???????????????????????
    …Poveretti quelli del Milano slot in trasferta!!!!!!!!!!
    Ahahahhahaahahahahahahahahahahahahahah

      • Anche io avevo un treno di gomme che al Milano 90 decollava………
        Sono in vedita a 100 eurini………garantito podio!!!!!
        Si tratta di un vecchio treno di P2 larghe almeno 14 mm………e alte circa 19,00………. che robaaaa!

    • il problema non sono le cinque piste Polistil….
      ma le medesime identiche piste dell’anno scorso…

      tre gare in Milano e dintorni….(due polistil 6 e 4 e una ninco 6)
      una in Val d’Aosta polistil 4
      una in provincia di Pavia polistil 4
      una in provincia di Parma polistil 6

      nessuna gara in Piemonte (Cerano (Ninco), Trino Vercellese, Malanghero, ECA Torino (Carrera), Roletto MiniGP (Ninco), Cuneo (Ninco), Santhià, Susa).
      nessuna gara in Liguria (Sanremo (Ninco 6), Savona, Genova (almeno 3 piste), La Spezia.
      Oltre a Milano e dintorni non si son prese in considerazione in Lombardia piste come Voghera (polistil 4) o il neonato Michele Alboreto di Lissone (Ninco 6), Lodi (Carrera 6 o Ninco 4), Brescia Millemiglia (Ninco), Bergamo Kaimani, Cislago.
      Discorso a parte per la mia Polistil 6 del Gilles Villeneuve Cantù ancora non inaugurata o per la Polistil 4 dell’Alberto Ascari in rifacimento e traslocata da Meda a Cabiate e di prossimo completamento.

      Ragazzi non c’é che l’imbarazzo della scelta e si decide di riproporre con la stessa formula della doppia gara le stesse identiche piste con quasi le stesse accoppiate di gare dell’anno scorso?

      Se si vogliono fare dei campionati interregionali con maggior partecipazione bisognerebbe almeno, a mio modesto parere:
      – non fare due gare in una giornata – si è visto spesso anche l’anno scorso gente che veniva la mattina e tornava a casa il pomeriggio o viceversa;
      – non mettere a calendario più di un appuntamento al mese – per chi ha anche una vita privata oltre allo slot (famiglia, fidanzata, altri hobby) non è certo facile ritagliarsi due intere domeniche al mese per l’interregionale slot a cui vanno aggiunte le gare di club ed i vari appuntamenti endurance che si svolgono durante l’anno;
      – spalmare il campionato interregionale su dieci mesi esclusi agosto e dicembre – non vedo tutta questa necessità di completare i campionati entro fine maggio….
      mah….

      • Scusate se mi permetto, ma, secondo me, i tempi sono forse cambiati da quando sono nati gli IR, le piste sono decisamente più numerose in alcune aree e, forse, avrebbe più senso parlare di IR nelle zone dove ogni regione ha una o nessuna pista.

        Emilio

  5. mi intrometto???
    ma si, mi intrometto:
    secondo me ha ragione chi la pensa come Gabriele, anche io avrei fatto 12 gare in 10 mesi, 1 gara per appuntamento, una volta al mese circa (o almeno 3 settimane).
    gli italiani, la ranking, i vincitori??? si tiene conto della classifica dell IR al momento, all’ultima gara prima degli italiani… ci sarà una classifica no??

    vuoi mettere la libidine di fare 1 sola macchina e provare solo e soltanto quella???
    vuoi mettere la febbricitante attesa per la “gara del mese”????
    i nuovi che finalmente si misurano con tutto e con tutti, ad armi pari, anche su piste “nuove”…
    con tutte le piste che ci sono ci sarebbe solo da scegliere:
    o fare un SuperIR con 10 gare, 10 piste, 10 mesi….
    oppure fare 2-3 campionati separati, ad esempio “nord-ovest” (piemonte liguria valle d’aosta), “nord-est” (credo già ci sia), “padania” (ahiahiahiahi).
    ma ripeto a me piace l’idea del SuperIR.

    saluti e buon divertimento a tutti voi slottisti… beati voi che almeno potete fare gare dove e quando volete :-))

    • Beato te,Salvatore che sei andato a sciare mentre noi poveri slottaroli ci tormentavamo provando modifiche,e hai pure trovato la neve!Comunque, intanto montati una pistina da rallye e comincia ad allenarti: dicembre e l’hobby model expo sono dietro l’angolo,ahahahah!!!!!
      Magari organizziamo il primo campionato italiano assoluto di rallye proprio in fiera a Verona,chissà?
      Ciao
      Marco

      • MAGARIIIIIIIIIII
        NSR sponsor ufficiale della manifestazione, io che taglio il nastro e faccio l’apripista con la Mosler con le gomme chiodate ahahhah
        vai Marco, parti subito con la macchina organizzativa e coinvolgi il tuo SuperMegaPresidenteDavideGazza!
        non sto scherzando ovviamente!

  6. Ciao a tutti, sono Pietro Razzano, e volevo far notare agli organizzatori dell’Interregionale Nord, che la gara del 6 Maggio a Cilavegna, è concomitante con il Raduno Veteran Internazionale di Torino.
    I calendari delle gare oggigiorno sono pienissimi, per cui è sempre difficile spostare una data, ma dato che la suddetta data è indicata con una possibile variazione, se è possibile variarla, dato che magari alcuni partecipanti all’Int.Nord sono anche interessati al Raduno Vec.

    For ever slot, PVA

    • Ciao Pietro, come hai visto la data di Cilavegna è incerta.
      Concordo che i calendari sono sempre pieni, per questo sarebbe utile che appena si sanno le date di eventi o manifestazioni come quella di Torino, si comunichino subito, se ne terrebbe certamente conto.

  7. La data del 6 maggio è stata indicata come possibile data da variare in quanto il Magical è impegnato nel mese di maggio con un’altra manifestazione; non sapevano ancora la data esatta di quest’ultimo evento

    Ciao a tutti
    Mario Arturi

  8. Mi pareva di essere stato chiaro… evidentemente no.

    A tutti piacerebbe fare un campionato sfruttando tutte le piste disponibili.
    Caro Gabriele e Salvatore però non fate i conti con l’oste.
    Quasi tutte le piste elencate non si sono mai rese disponibili a collaborare con l’ANSI, anzi… Ho letto proprio su un forum di Italia Slot una presentazione di un campionato dove si precisava che non centrava niente con l’ANSI, i motivi non è dato saperli.
    Che non si voglia vedere che le cose all’interno dell’ANSI stanno cambiando, proprio non lo capisco, spirito di collaborazione ZERO, critiche infinite senza mai dare delle soluzioni concrete.

    Tornando a bomba, la proposta che da almeno 2 anni stò cercando di portare avanti è quella di avere tanti campionati a stretto raggio. Se la gara è vicina siamo sicuramente più invogliati.
    Parliamoci chiaro!!! Il vero problema dello slot rimane la famiglia, inutile cercare tutte le scuse di questo mondo, se la “padrona” dice zitto e cuccia, ci cadono le braccia e andiamo a cuccia.

    • Non resisto, mi devo intromettere anche io….
      Secondo me un Interregionale come è organizzato adesso, cioè 12 gare in 6 appuntamenti, non mi sembra una gran soluzione. Mi sembra quasi una forzatura di doverlo fare per forza, senza pensare alla qualità. Mi spiego meglio: gara tipo;
      – arrivo in pista ore 8;
      – ore 9 pista chiusa per le verifiche, dopo aver fatto una manciata di giri nei quali avrei dovuto imparare la pista, e assettare al meglio 2 modelli di 2 categorie diverse!;
      – gare a seguire, dominate alla grande dai piloti di casa che sicuramente non avevano niente da provare, randellando gli avventori dai club esterni, che in gara, tra un’uscita e l’altra, pensano che se avessero avuto qualche turno di prove in più, forse qualche giro in più l’avrebbero fatto e sarebbero tornati a casa più soddisfatti, anziche depressi e molto titubanti sul fatto di fare anche la prossima trasferta.

      Come hanno detto, chi più chi meno, Gabriele, Antonio e Salvatore, anche io sposerei la soluzione di una sola categoria per giornata. Almeno una persona che si pippa 200 Km per venire a fare la gara si trova almeno una mattinata per le prove. Non vincerà la gara in un Club esterno, ma almeno ha la possibilità di preparasi un pò meglio.
      La soluzione delle qualifiche, garantisco, a seguito dell’esperienza che stiamo facendo a Soragna, che sarebbe la ciliegina sulla torta.

      Il problema dei club non all’altezza o non propensi a ospitare la gara sono invece un falso problema in quanto anche nei campionati motoristici reali, spesso si corre più volte sulla stessa pista…

      5 gare per Campionato, distribuite da Marzo a Ottobre…. sarebbe una cosa da urlo….. dai Giacomo, ti stimo per come ti sbatti, ma non venire a farmi la menata delle donne che comandano; c’è piena l’Italia di uomini che giocano a calcio o altri sport, passando fuori da casa 30 domeniche all’anno oltre agli allenamenti… nella mia “professionale” proposta, si parlano di 15 settimane…. ne restano ancora 37 per fare i cagnolini, cacchio!!

      Meditate gente… meditate… (chi lo diceva? boh…)

      Cico Ventura

      • Peccato che in anni che ti conosco se ti ho visto 1 volta alle gare di IRN è tanto!!!

        Dai Cico fai il bravo tu e prima di parlare comincia a frequentare.
        Quello che proponi si è sempre fatto per anni, negli ultimi tempi si è cambiato per poter introdurre le 3 categorie.

        Per conto mio un ulteriore cambiamento al campionato IRN è sicuramente da fare e ripeto: questo sarà un anno di transizione, dipenderà molto dalla partecipazione, poi si tira una bella riga per il 2008.
        Manca in ogni caso la gente che si prende le responsabilità e l’impegno di portare avanti il gioco, tutti che aspettano solo la manna dal cielo.

      • Ciao Cico
        nulla da obbiettare sul Tuo commento, lasciami però dirti che se il problema è quello che i piloti non anno la possibilità di provare la mattina Ti confermo che, a chi interessa di essere competitivo, trova sicuramente il tempo e la voglia di uscire dal proprio club, nel quale effettua tutto l’anno prove su prove in diversi giorni della settimana, e si ritaglia il tempo per fare le prove del proprio modello e imparare la pista a lui sconosciuta.
        Ti ricordo tra l’altro che Tu fai parte di un club le cui difficoltà di ben figurare sono sicuramente ridotte causa la difficoltà e il fondo anomalo della pista.
        Ciao e spero di vederTi agli interregionali
        Mario Arturi

        • Giacomo e Mario, sappiate che vi rispetto e stimo molto perchè lo so che fate parte di quel minuto gruppetto che si sbatte per organizzare tutto ed’è quindi anche giusto che se questo gruppetto si sbatte, magari si faccia le cose a proprio piacimento e su questo non ci sarebbe niente da obbiettare.
          Infatti la mia spavalderia voglio che sia presa solo per quella che è, cioè un idea, un punto di vista da prendere in considerazione come tutte le altre.
          Giacomo, ques’anno l’IRN ho deciso di farlo tutto, con i compagni di team Treccani e Taino, ma già sò che prenderò di quelle badilate sul naso da far paura… e Mario, ti assicuro che quando vedo gli annunci delle gare al Milano 90 e Milano Slot, mi viene la lacrimetta, ma caspita, sono frenato dai 120 Km che mi separano dai vostri club e di notte poi…. non ho la forza di Emilio che si sparail Passo della Cisa, per un toccata e fuga a Soragna! 🙂

          Ultimissima considerazione e poi mi eclisso: senza la possibilità di provare di più al mattino, costringerà a venire a provare una giornata prima della gara, che comporta quindi e comunque una ulteriore trasferta. Con una sola categoria questo si eviterebbe e lo stesso tempo sarebbe dedicato a una gara piuttosto che a delle prove.

          A presto.
          Cico

          • Si, ma Emilio il giorno dopo dorme sulla sedia dell’ufficio!!!!

            AHAHAHAHAHAHAHAAH!!!!!!!!

          • Togli pure “magari si faccia le cose a proprio piacimento”
            dovessi fare le cose a mio piacimento senza tenere presente le esegenze della maggioranza, saremmo a posto!

            Sono anni che prendo le badilate, non per questo non vado alle gare.

          • A tuo piacimento, nell’interesse della maggioranza, ovvio.
            Comunque non è tanto la badilata, ma il modo in cui la si prende…
            Ci vediamo tra 15 giorni al Milano 90.

          • già fra 15 giorni a Milano 90….Classic e GT….

            l’anno scorso? Classic e GT

            Classic 20 partecipanti….
            GT 16 partecipanti….

            2 (diconsi due) piloti del Club nella Classic…1 (dico uno) nella GT….

            “deve svolgere regolarmente gare di club con un numero adeguato di soci attivi”

            va bene era l’ultima di campionato…
            va bene è una gara che era stata rinviata…
            va bene la 6 corsie di Milano90 merita….
            ma…
            comunque la si veda, a mio modesto parere, ci stiamo prendendo in giro…

          • Hai ragione Gabriele, la nostra affluenza alla gara è stata bassa (io per primo ero presente ma non ho corso) ma come tu ben sai visto che frequenti spesso il nostro club noi svolgiamo regolarmente gare di club e abbiamo soci attivi.

            Ciao, Ga

          • Non sto ovviamente dicendo il contrario… sostengo semplicemente che il criterio dello “svolgere regolarmente gare di club ed aver soci attivi” non sempre è, o è stato, indice di merito….anzi…a mio avviso è senza dubbio un demerito…
            ma ciononostante la gara interregionale è stata rimessa tranquillamente in calendario come se niente fosse…

          • Sono andato a rivedere le partecipazioni al campionato IRN Nord 2006 che tutti possono controllare e che qui Vi riepilogo:

            GT
            Nuvolari 23 – MiSlot 22 – A.Senna 36 – Mi90 16

            AW
            Magical 24 – Nuvolari 32 – Aosta 33 – MiSlot 29

            Classic
            Magical 31 – Aosta 33 – A.Senna 36 – Mi90 20

            oppure rileggeteli anche così (per prima la gara del mattino):

            26/2 Magical – AW 24 – Classic 31 – io entrambe

            almeno il 23\% dei partecipanti alla Classic (7 persone) è arrivato al pomeriggio per fare solo la seconda gara…soragnesi ma anche qualche locale…
            Nel commento della gara su Italia Slot trovo: copia incolla “Il tortuoso tracciato del Magical, a parte i piloti di casa, è stato un po’ un terno al Lotto per la messa a punto dei mezzi. Il poco tempo a disposizione per le prove libere ha messo in crisi i piloti per la scelta degli assetti delle Japan Ninco.” (…)

            19/3 Nuvolari – AW 32 – GT 23 – io entrambe

            almeno il 28\% dei partecipanti alla gara del mattino non si sono fermati a fare quella del pomeriggio…
            Riporto un commento a proposito della gara GT copia e incolla “ma per tutti gli altri credo che le macchine siano troppo impegnative per pensare di andare a fare gare su piste che non si conoscono” (…)

            9/4 Aosta – AW 33 – Classic 33 – io entrambe

            Se uno si imbarca per andare ad Aosta lo fa per starci tutto il giorno… chi ha fatto la gara del mattino ha altresì disputato anche quella del pomeriggio… è chiaramente consigliato per imparare un pò la pista andarci prima… l’ospitalità del Tetley’s bar è comunque squisita…

            7/5 MiSlot – AW 29 – GT 22 – io solo mattino

            almeno il 24\% dei partecipanti alla gara del mattino non ha disputato quella del pomeriggio.

            21/5 Soragna – Classic 36 – GT 36 – io assente

            Se uno si imbarca per andare all’Università dello Slot di Soragna nel tempio dei suoi 84 metri 6 corsie lo fa per starci tutto il giorno… chi ha fatto la gara del mattino ha altresì disputato anche quella del pomeriggio… è chiaramente consigliato per imparare un pò la pista andarci prima… l’ospitalità è comunque squisita…

            11/6 Mi90 – Classic 20 – GT 16 – io entrambe

            Ho già fatto un commento in un precedente post a proposito della partecipazione alla gara del “folto” numero di piloti locali… pur nello sparuto numero almeno il 20\% dei partecipanti alla gara del mattino non ha fatto quella del pomeriggio

            Ora è di tutta evidenza che escluse le trasferte più lontane di Soragna ed Aosta, alle quali se uno decide di andare lo fa per starci tutto il giorno e nelle quali per altro si sono registrati il maggior numero di partecipanti assoluti, in tutte le altre gare vi è una percentuale variabile dal 20 al 28\% di persone che disputano solo una gara….

            Facciamo un paragone con l’IRN 2004:

            GT
            Mi90 24-Senna 33-Nuvolari 42-Lodi 19-Aosta 26 – MiSlot 31

            Classic
            Nuvolari 32+28 – Senna 20+20 – Magical 17+18 – Aosta 16

            Vediamo ora l’IRN 2003… :
            DTM
            Gara1 62 – Gara2 82 – Gara3 65 – Gara4 46

            Non ci giurerei ma forse erano Mi90 – Senna – Nuvolari – Aosta

            Ora vorrei sapere cosa ne pensate…

          • non fa una piega!

            secondo me DOVETE trovare una soluzione, e SUBITO!!!

            non potete permettervi “un anno di transizione” quindi vi propongo, come già accennato a Giacomo al telefono, di fare come al centro:
            – la gara GT DA SOLA
            – AW e Classic insieme
            ne scaturiscono 8 appuntamenti invece degli attuali 6;
            i 2 in più , una GT e una AW+Classic, si dovrebbero disputare verso il 2 settembre e il 30 settembre, se proprio vedete la necessità di finire prima degli italiani.
            le ultime due gare sarebbero un OTTIMO collaudo dei mezzi prima degli Italiani.

            così:
            – per la GT si prova a sufficienza pista gomme assetto e tutto il resto
            – per AW e Classic il tempo basta e avanza in quanto c’è davvero poco da provare nella macchina…

            che ne dite???
            dai sforzatevi TUTTI INSIEME!!!

            saluti

  9. Dopo aver letto le statistiche di Gilles Gabriele Arnaboldi confermo ancora che il ragionamento non fa una piega!

    secondo me DOVETE trovare una soluzione, e SUBITO!!!

    non potete permettervi “un anno di transizione” quindi vi propongo, come già accennato a Giacomo al telefono, di fare come al centro:
    – la gara GT DA SOLA
    – AW e Classic insieme
    ne scaturiscono 8 appuntamenti invece degli attuali 6;
    i 2 in più , una GT e una AW+Classic, si dovrebbero disputare verso il 2 settembre e il 30 settembre, se proprio vedete la necessità di finire prima degli italiani.
    le ultime due gare sarebbero un OTTIMO collaudo dei mezzi prima degli Italiani.

    così:
    – per la GT si prova a sufficienza pista gomme assetto e tutto il resto
    – per AW e Classic il tempo basta e avanza in quanto c’è davvero poco da provare nella macchina…

    che ne dite???
    dai sforzatevi TUTTI INSIEME!!!

    saluti

    • e poi dovreste meglio diluire le prime 6 gare, è eccessivo farle in 4 mesi!!!
      suggerirei di terminare a fine giugno, con la fine dell’anno scolastico :-))
      ma al nord fate 3 mesi di vacanze al mare????
      ma ci andate a piedi in sicilia????
      ve lo hanno detto che esistono le macchine vere oltre alle slot??? ahahahhaahah

I commenti per questo articolo sono chiusi.