Campagna pubblicitaria Alfa 147 Q2

Nel testo nessun riferimento alla pista elettrica ma l’immagine è destinata a rispolverare vecchi ricordi in molte persone convinte che la pista elettrica non esista più.

Il mio pensiero mi porta a delle considerazioni.
In questi ultimi anni, noi appassionati abbiamo fatto il possibile, dalla presenza costante nelle fiere dedicate al modellismo, fino al Motor Show; ma quanto questa semina ci permetterà di raccoglierne i frutti?
Per quanto noi possiamo fare promozione, in Italia a livello commerciale come siamo messi?

Per il comune mortale che intende comprare una pista elettrica al proprio figlio, trovarle nei negozi di giocattoli o nei centri commerciali, non è cosa semplice. Al massimo troverà quelle giocattolo, la “Carrera Go!” per intenderci. Per l’amor del cielo, meglio di niente ma non credo sia un giocattolo in grado di appassionare e far venire la voglia di passare a qualche cosa di più professionale.
Anche volendo, non trovi le piste e le macchine a meno che non capiti in un negozio di modellismo.
In Italia la situazione è questa, siamo stati abituati a comprare la pista in qualsiasi negozio di giocattoli e non è così intuitivo pensare al negozio di modellismo.

Un’altra questione arriva dal fatto che, una volta comprata la “GO!” o simili, ci giochi fino a distruggere le spazzole, torni nel centro commerciale dove l’hai acquistata ma di ricambi non se ne parla.
O tuo figlio piange fino alla morte e tu ti dai da fare per cercare il ricambio, o nella maggior parte dei casi, in attesa di trovarlo, smonti tutto e porti in cantina. Fine del gioco.

La cosa più preoccupante è che (tralascio i negozi specializzati) la maggior parte dei negozi di modellismo, pur vendendo piste, non è preparata e non è in grado di consigliare. Solo il fatto di dover cambiare le spazzole è motivo per andare in crisi.
Vi invito a fare una prova che vi lascerà a bocca aperta.
Prendete una vostra macchina che sia di una marca non produttrice di piste (Slot.it – Racer – NSR – Fly – Revell ecc.), recatevi in un negozio di modellismo e provate a comprare una pista per la vostra macchina.
Nella maggior parte dei casi vi sentirete dire che non hanno piste della marca del vostro modello!!!!!
Non sanno neanche che le auto sono compatibili con tutte le piste.
Cosa fare?

Giacomo

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

14 commenti su “Campagna pubblicitaria Alfa 147 Q2

  1. SICURAMNTE I FIGLI DI OGGI SI ORIENTANO PIù ORIENTATI AI GIOCHI VIRTUALI. I GENITORI NE STANNO FUORI. E’ UNA COMODITA PER ENTRAMBI.
    NON SI ROMPONO, NON SI CAMBIANO LE SPAZZOLE E NON SI DEVONO ACCOMPAGNARE I FIGLI ALLA PISTA. L’EDUCAZIONE DOVREBBE ESSERE FATTA AI GENITORI.
    DELLE PERSONE CHE PRATICANO SLOT I QUANTI PORTANO I FIGLI?

    • Manrico, lascia perdere il club, qui stiamo discutendo su come sia difficile comprare una pista elettrica per un comune mortale, figurati se si immagina che esistono i club!!!

      Il tuo discorso va rivolto allo slottista già con la “scimmia”.
      PS: a Milano Slot di bambini ce ne sono almeno 5 ad ogni gara. Non per niente il Campione Italiano Junior è del Milano Slot.

    • Sicuramente…DVD, televisione, Play station, Play Mobil, Playboy…Tutto porta a rendere “autonomi” nel gioco i nostri figli più o meno piccoli. E’ una comodità credo esclusiva per i genitori. Per i figli è una condizione che porta ad escludere il padre o la madre dai propri interessi.
      Che sia la pista o uno sport, piuttosto che un qualsiasi interesse che appassioni le nuove generazioni (al di fuori dell’alcool, della droga o di altre schifezze…) credo che vada bene. Gli adulti per primi devono mettersi in gioco e seguire: non solo i genitori, ma anche educatori, animatori, etc.
      Quanti clubs di slot fanno girare i bambini e i ragazzi inesperti? E non dico alle 11 di sera…

      Con la piccola manifestazione di Bormio mi sono accorto che è un lavoro faticoso, ma sono convinto che sia la strada giusta…

      Alessandro

  2. Credo che piano piano ci si arriverà, credo (lo dimostrano i fatti) che lo slot stia facendo passi avanti, magari lentissimi però sono convinto che si migliorerà.
    Andrea Lucisano “Il Cavallino Sanremo”

  3. Ho notato anch’io questa campagna pubblicitaria e mi ha fatto molto piacere vedere che un marchio d’italianità si è accorto che il nostro gioco esiste ed ha pensato di inserirlo aiutandoci inconsapevolmente a promuovere anche lo slot in generale.
    Quello che dice Giacomo è vero….una volta le Policar prima e le Polistil poi avevano una diffusione in Italia certamente superiore a quella che oggi hanno le varie Ninco Carrera Scalextric…. nei centri commerciali per Natale ho visto delle piste Scalextric e Carrera 1:32 vecchie di qualche anno vendute a meno del prezzo di una singola macchina comprata in un negozio specializzato…ovviamente ho preso tre scatole…
    Credo che la riflessione sul come distribuire i prodotti del nostro gioco debbano farla i produttori e gli importatori e distributori italiani; la grande distribuzione come ben sapete acquista in quantità cospicue ma rischia di rovinare il mercato ai negozi di modellismo; di contro si avrebbe una maggior diffusione del gioco ed una maggior vendita… insomma guadagnare meno per vendere di più ed aver una maggior diffusione del gioco….si ma…e i negozi specializzati?
    Ripeto è una questione di scelte….
    Certamente per i bambini l’approccio ad un gioco pratico e reale è a mio avviso maggiormente educativo rispetto alla surrealtà dei videogiochi…. sarebbe meglio che i bambini acquisiscano la consapevolezza che se esci di strada con la macchinina commetti un errore e rischi di romperla per far si che crescendo non usino le strade come nei videogames e capiscano che nella vita reale non è tutto permesso come nel mondo virtuale.

    Gabriele
    Gilles Villeneuve Slot Club Cantù

  4. chissà se alla guida della 147 c’è il ns enzo bull piccinni dog ?????
    comunque trovo la pubblicità molto significativa
    e conocordo con quanto scritto da giacomo ….
    nessun negozio è in grado di dare reperiblità ai ricambi …..
    ciao a tutti
    renato

  5. Renato mi RImeraviglio di te!!
    Non penso che Giacomo abbia detto questo!
    Al limite nessun Supermercato ha reperibilità di ricambi, ma questo perchè non interessa al Supermercato stesso.

    Ciao
    Walter

  6. Ma dove di preciso avete visto questa campagna pubblicitaria? riviste, manifesti? Io non l’ho mica trovata?

  7. Cosa fare…………?
    Caro Giacomo sai come la penso su questo fatto, e so che scrivendo quello che penso mi tirerò addosso le ire di molti.
    Finche in Italia ci saranno persone che si improvvisano commercianti,aprendo siti ( facendo soldi extra senza fare magazzino e senza che sia il loro lavoro), distributori che vendono a privati e che forniscono i club di materiale permettendo di venderlo sottocosto, o addirittura produttori che danno materiale ai club vendendolo ancora più sottocosto le cose non miglioreranno per niente anzi credo che queste persone vogliano che lo slot sparisca, rendendo inutile tutti gli sforzi profusi sino ad ora da chi veramente lo Ama , si perchè i pochi negozi non terranno più questo materiale e la gente comune non vedrà più le piste, le macchinine, i ricambi in special modo.
    Vedranno solo quelle piste che durano da Natale a S.Stefano e che non hanno ricambi vendute al supermercato per 30.00 €
    Ma fondamentalmente ai “professionisti del settore” cosa importa, non sono loro che ne fanno le spese ma il futoro dello slot….quindi non hanno alcun bisogno di persone che spiegano alla gente che si avvicina allo slot o che si ricordano che avevano una pista…polistil.. come si è evoluto il giochino, e che ci sono vari club e ci possono portare i bambini dove potranno provare le brezza di vedere e provare una pista che in casa non potranno mai avere….ma allo slottista professionista cosa importa….
    La maggior parte di Voi non ha passato il periodo in cui non si trovavano ricambi, perchè i negozi non sapevano neanche cosa fosse lo slot, quando chiedevi ti rispondevano Nooo!! non teniamo slot Machine…..non avete passato i periodi dove c’era una gara extra club ogni 6 mesi ed aspettavi la gara di club della settimana con ansia, adesso dove vai ogni giorno hai la possibilità di gareggiare.
    Ultima cosa una volta il giochino è gia sparito, tanto e tanta fatica ci è voluto per ritirarlo fuori dalle cantine e per questo dobbiamo ringraziare inizialmente i pochi club allora esistenti come Milano 90 e l’ ECA di Torino, poi è nato l’Ayrton Senna di Soragna loro hanno dato una grande svolta al gioco con Avanzini Paco e Quattrini, poi non da meno anzi,Giacomo che sta una settimana a Soragna x aiutare l’organizzazione dei mondiali e dell’Italiano e poco tempo dopo va a Verona per un’altra settimana per il Mondiale Ninco, e Paolo con ITALIASLOT
    Questo è un mio pensiero non vuole essere ne un rimprovero e tanto meno un’accusa ma……

    Meditate gente meditate……

    ED ORA… SI DIA INIZIO AL LINCIAGGIO…..

    Saluti a tutti
    Walter
    MEG MODELLISMO – MONDOSLOT

    • Dai Walter nn te la pigliare, è il solito discorso che si trascina da anni ,meno male che ci sono poche persone che oltre a fare il loro mestiere ti aiutano con consigli preziosi, mettendo a dispozione dei molti l’esperienza di anni di slot :nato con pochi soci in garage fatiscenti o posti più assurdi ed ora invece con delle strutture che ospitano delle signore piste.
      Cmq sia io nn sono in grado di dare giudizi su i vari produttori che vendono ( o forniscono) materiale sottocosto, lascio il merito di giudicare certi comportamenti a gente più esperta nel campo commerciale .
      Grazie a te che mi hai sempre consigliato x il meglio .
      Cordialmente
      Franco L
      Max payne

      • Ciao Franco
        Quello che volevo dire è che se andiamo avanti cosi anche quei pochi che trattano lo slot in maniera completa penseranno di eliminarlo dai propri scaffali, e di conseguenza una parte delle nuove leve slot verranno a mancare.

        Walter

      • Ciao Franco
        Quello che volevo dire è che se andiamo avanti cosi anche quei pochi che trattano lo slot in maniera completa penseranno di eliminarlo dai propri scaffali, e di conseguenza una parte delle nuove leve slot verranno a mancare.

        Walter
        MEG MODELLISMO – MONDOSLOT

  8. Il Brianza Slot Club Nuvolari di Lissone con il 2007 è gia al 4° anno in cui s’impegna ad organizzare campionati Junior under 12 e under 16 e come potrete vedere dalle classifiche sul nostro sito http://www.nuvolarislotclub.com le adesioni di certo non sono mancate, anzi sono in continua crescita e proprio nel week end appena trascorso, sapendo che domenica pomeriggio 21 gennaio ci sarà Gara 1 dei campionati Junior abbiamo avuto vari bambini, accompagnati dai propri genitori, che si sono venuti ad allenare con le proprie slot.
    Quindi credo che non sia causa solo dalla voglia più o meno forte dei genitori d’accompagnare i piccoli in pista ma anche quella di cercare di creare più realtà che organizzano gare Junior, così facendo vedremo molto meno bimbi davanti ai videogame e di più in pista con le slot !

    Ciao a tutti
    Davide

I commenti per questo articolo sono chiusi.