MOSLER NSR: PROVIAMOLA!

Prima di tutto, per un test serio, ci vuole la presentazione di una “Miss”, qui con una divisa STORICA anni ’80 !!!

Scopo dell’articolo è quantificare le prestazioni del primo modello di NSR, dato che le descrizioni del prodotto sono già state fatte da altri, ma qualche dettaglio in più deve essere sottolineato:
-la carrozzeria è in buon materiale, molto sottile e molto elastico (per il crash test farò provare ad Enrico…), con i dettagli, tra cui prese d’aria “vere”, già presenti nello stampo; il pilotino, stranamente fuori moda, non è in lexan, ma in plastica, anche perché il peso complessivo avrebbe sicuramente avuto problemi di omologazione Ansi
-il banchino porta-motore è molto lungo ed imperniato con una vite davanti e due dietro, per evitare beccheggio ed avere una torsione ottimale
-il telaio è molto elastico, con rinforzi nei punti giusti
-i pezzi in plastica che si serrano con le viti del banchino si incastrano sul telaio, consentendo una rapida regolazione a carrozzeria chiusa, ma una minima rotazione della vite corrisponde ad una decisa variazione del basculaggio
-le viti, sia del supporto motore che della carrozzeria, sono molto libere nelle loro sedi e ritengo non occorrano viti particolari a testa piccola, anzi…
-il motore, forse per facilità di smontaggio, si estrae prima dal lato pignone, a differenza di quanto fanno i concorrenti “racing” come Slot.it e Spirit: questo comporterà, purtroppo, l’uso del nastro per fissare il motore, onde evitare frequenti fuoriuscite dalla sua sede
-il pick up è ben incassato nel telaio, forse anche troppo per piste non troppo piane: è già presente di serie un distanziale, verificheremo sulla ns. Polistil se il telaio toccherà in terra. Inoltre ha un gioco laterale non trascurabile: verificheremo, magari, l’eventuale compatibilità con altri tipi
-le bronzine del modello a ns. mani sono troppo a misura e, una volta montate sul telaio, non consentono all’asse post di girare liberamente: piccola alesatina e tutto è ok
-i fili hanno una sufficiente sezione come rame e scarsa quantità di isolante: oramai siamo abituati ai classici in silicone rosso e li cambiamo
-il rapporto montato di serie è un 11/32: troppo corto, può andare bene sulla pista di casa e con il magnete, ma sulla ns. pista, pur abbastanza lenta, è meglio il 12
-la corona sporge da sotto il telaio di circa 1 mm.: forse si poteva portarla a filo per poter girare ancora un po’ più basso di motore
-il motore, come è disposto, ha il suo baricentro coincidente con l’asse longitudinale del modello: sugli altri side-winder in circolazione non è così

Per il resto, tutti i componenti sono “prof”, giustificando il prezzo di scatola leggermente più alto della diretta concorrenza: comunque, si potrebbe mettere in pista “di scatola” senza alcuna modifica (a parte levare il magnete…) ed andare bene ugualmente.

Seguendo l’esperienza, ma con riserva di provare alternative, appesantiamo (poco, per contraddire la mia “fama” di “piombatore folle”) solo i fianchi, mentre sull’anteriore, vista la conformazione del modello, non dovrebbe occorrere nulla.

Non potendo, per motivi tecnici, utilizzare lo stesso motore dei modelli direttamente concorrenti nel GT, faremo riferimento almeno con i tempi in archivio:
su pista ben gommata e a 12,5 volts, il record in gialla è un 9,56; ultimamente, stiamo girando con: gomme S1, che non gommano (anzi….) e la pista non ha un fondo ottimale, a 12 volts e solo con la Dallara con il super-King (sempre NSR) si riesce a scendere sotto il muro dei 10”.

Le ottime gomme di scatola, con cerchio “air”, non sono incollate, comunque useremo delle collaudatissime Ninco da 20 belle “pompate”, storicamente molto performanti sulla ns. pista.

La macchina si inserisce in curva molto bene (muso basso…), il motore non è rodato, per cui non è un fulmine, ma in uscita di curva ci sono problemi causati da un fastidioso saltellamento non appena si prova a spingere un pò di più; i tempi stentano, quindi, a scendere sotto i 10,70 .
La “Miss” mi suggerisce di piombare di più, anche a sbalzo, sul retrotreno ed i fianchi, mentre davanti va bene così; nonostante che la pista non sia liscia come un biliardo, il muso non interferisce con le asperità.
Il saltellamento in uscita si riduce, ma, come previsto, il motore inizia a saltare dalla sua sede e, prima di tritare i rapporti, lo fermiamo con il nastro di carta, molto sottile.
I tempi migliorano, ma non si scende sotto 10,38, anche se “sentiamo” che c’è di più.
Il telaio torce troppo? Lavoriamo sul banchino? Bene, serro completamente le due viti laterali, lascio quella anteriore appena libera e….. come per magia, il saltellamento….. SPARITO!!!!
La macchina finalmente esce dalle curve bella pulita e adesso posso “aprire” in anticipo!
La pista non ha un fondo ineccepibile, ma il motore inizia a slegarsi: è l’una di notte quando il computer suona e compare un 10,05!

Per ora può bastare (dimentico di fare la foto con l’assetto definitivo….. ma fidatevi….): si dovrà solo lavorare sul bilanciamento dei pesi e rodare il motore, si vede che la macchina può scendere tranquillamente sotto i 10”.
Probabilmente nato più per altri tipi di pista, il telaio molto morbido richiederà anche qualche maggiore verifica per limitarne la torsione.

Certo che un altro test molto interessante sarà con il banchino porta-King (cassa lunga), che, secondo me, fa veramente la differenza nel GT, pur costringendo ad un utilizzo, a causa delle dimensioni, in sola configurazione “in linea”.
A proposito, scommetto “al buio” che il banchino in linea avrà la corona a sinistra nel senso di marcia…..

Emilio & GAS

Riguardo

BICI, AUTO, MOTO E.... SLOT

20 commenti su “MOSLER NSR: PROVIAMOLA!

  1. Nano maledetto!
    Sapevamo benissimo che da te avremmo potuto aspettarci quasi di tutto, ma questo no.
    Quel demonio di Salvatore, in una tranquilla mattina di maggio, si sveglia e decide di sbatterci in faccia, così, all’improvviso, la macchina perfetta, l’arma slot definitiva.
    Non ci sono altre parole da aggiungere.
    Ogni commento è superfluo.
    Come faremo adesso ad uscire dal tunnel?
    Come potremo non trascurare mogli, figli, fidanzate, lavoro, studio? Adesso nella mia vita c’è solo la Mosler!
    Non ci sono più scuse per non andare al club.
    C’è finalmente un Gt che va forte solo a guardarlo…
    Che si può volere di più da una macchinina?
    C’è sicuramente una sproporzione, lo sappiamo benissimo, tra quanto è brutto Salvatore e quanto è bella la macchina, ma questo mi da ancora più sodisfazione, tutti euri spesi bene!!!
    Grazie nano.

    • Si certo, tutto quello che volete, pero la macchina mi sembra un tantino fuori scala, questo è un gioco al massacro, IO non ci sto’!!

        • E chi ti dice che il pilota del test non fosse “la miss” , il mitico PAOLO BORZANI, noto antagonista di PAOLO NICCOLAI ?????

          Emilio

      • APPOGGIO BEPPE!!
        E’ vero, non se ne può più di queste slot fuori scala!!!
        E’ ora di smetterla di fare modelli che vanno una schioppettata ma sono fuori scala… E che cavolo! Mica ci si può accontentare di fare subito il record della pista con la macchina appena spacchettata… O, che ne so, pretendere che si possa mettere la macchina in pista così come è senza comprare tutti gli accessori da competizione che servono per farla andare forte… E che cavolo!
        Voglio la Mosler vera per fare il confronto!!! E se le misure non corrispondono…

        Alibabà

    • ecco, ora la supermacchina ce l’hai anche tu, come tutti gli altri; ora vedremo quanti giri beccherai dal vincitore, se sarai in grado di prenderne meno dei soliti 20 ahahahhaahhaahahhahaha

      mimmmmoooooooooooooooooooooooooo sei troppo forte!!!!!!!!!!!!! ma dovete ringraziare anche e soprattutto Giovanni!

  2. ” -il motore, come è disposto, ha il suo baricentro coincidente con l’asse longitudinale del modello: sugli altri side-winder in circolazione non è così”

    BRAVO EMILIO!
    Questa è una ottima osservazione! Complimenti!

    Hai fatto prima tu di qualcuno che avrebbe obiettato scrivendo “si va bene ma il motore è montato male, è spostato su un lato” ahahahah

    “-i fili hanno una sufficiente sezione come rame e scarsa quantità di isolante: oramai siamo abituati ai classici in silicone rosso e li cambiamo”

    qui personalmente non mi trovi daccordo per i motivi spiegati nella preparazione del cofanetto “dallara nsr + pulsante elettronico”:
    ci siamo fatti costruire appositamente questo cavo speciale (sulle macchine tampografate i fili avranno anche la scritta “NSR World Champion”) con sezione da 0.25mmq composto da ben 130 trefoli da 0.05 per avere un filo morbidissimo, rivestito da una guaina sottilissima sì da avere un diametro di soli 1.2mm (credo non esistano cavi simili)… e tu lo cambi?????????
    per metterci su un cavo che fa attrito con l’assale???????? mah…. comunque lo slot è bello perchè è vario, come già detto e sentito :-))

    curiosissimo almeno per me leggere del serraggio delle viti laterali… sulla ninco dove proviamo noi va da dio con le viti laterali mollate, ma vale sempre il concetto “lo slot è bello perchè è vario”

    certo che se per te quello che ho visto è poco piombo…. miiiiiiiiiii

    complimenti al tester (chi sarà mai??)

    • Su Polistil evidentemente è diverso, appunto, lo slot è bello perchè è vario.
      Di fatto, evidentemente la morbidezza del telaio basta ed avanza e (ripeto, almeno sulla ns. pista) va meglio con il banchino bloccato.
      Il piombo che vedi in foto è da 1 mm., ma avresti dovuto vedere l’aggiunta definitiva…..
      comunque….. quando vuoi venire a farTi QUATTRO SALTI sulla ns. pista senza pesi e con banchino libero, sei ns. ospite!!!
      AHAHAHHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHHH!!!!!!!

      Per il filo, ho precisato che è una mia “fissa”, sicuramente va bene anche quello di serie.

      Già che rispondi, fammi sapere se ho indovinato sul banchino in-linea….

      Emilio

      • io rispondo sempre… è questo il mio guaio hihihihih

        non ho capito cosa intendi per il banchino in linea

        • A proposito del supporto motore per cassa lunga, ci sarà da attendere o è imminente ?

          • ciao
            ho già scritto da qualche parte, non ricordo in quale forum, che è imminente, uscirà insieme alle Mosler tampografate, diciamo tra 10-15 giorni al massimo.
            ciao

        • Te l’ho detto, chi non risponde a torto…… guarda Moggi…………..

          Per il banchino in linea (non credo riesca a far stare un King sidewinder), la corona da che lato sarà?

          Emilio

          • dal lato giusto!
            :-)))

            x emilio: tu dimmi in privato cosa intendi, spiega le ragioni, io conservo il tuo messaggio, e poi confrontiamo a cose fatte; che ne dici? :-))))))))

          • No… no….. se ci sono segreti industriali…..
            lascia stare…… vedrò quando esce se ho azzeccato….

            Emilio

  3. Grazie EMILIO, come sempre ci regali qualche cosa.

    Io devo dire però che ho piombato molto meno di te e solamente sul banchino.
    Con la vecchia e stracollaudata Audi giro in 9,1/9,2 raramente infilo una serie di 9,0/8,9.

    Con la Mosler, sostituita solamente la corona per la nostra pista, giro in 9,4/9,5 e occasionalmente 9,2/9,3.
    Da considerare (FATTORE MOLTO IMPORTANTE) che il treno di gomme usato nella prova non era al livello dell’Audi in quanto le gomme della Mosler le devo ancora “imparare” (diametro, morbidezza ecc.)

    Devo dire che è una gran bella macchina e sono sicuro che mi darà belle soddisfazioni.

    Dispiacerà un pochino ad Aldo perchè non gli vernicerò il pilotino

  4. Baffo maledetto!
    Sapevamo benissimo che da te avremmo potuto aspettarci quasi di tutto, ma questo no.
    Quel demonio di Giovanni, in una tranquilla mattina di maggio, si sveglia e decide di sbatterci in faccia, così, all’improvviso, la macchina perfetta, l’arma slot definitiva.
    Non ci sono altre parole da aggiungere.
    Ogni commento è superfluo.
    Come faremo adesso ad uscire dal tunnel?
    Come potremo non trascurare mogli, figli, fidanzate, lavoro, studio? Adesso nella mia vita c’è solo la Mosler!
    Non ci sono più scuse per non andare al club.
    C’è finalmente un Gt che va forte solo a guardarlo…
    Che si può volere di più da una macchinina?
    C’è sicuramente una sproporzione, lo sappiamo benissimo, tra quanto è brutto Giovanni e quanto è bella la macchina, ma questo mi da ancora più sodisfazione, tutti euri spesi bene!!!
    Grazie Baffo.

    • Grande Mimmo!!
      I tuoi più che commenti sono lezioni di narrativa.Il vero “Mimmopensiero”
      Saresti praticamente perfetto se ogni tanto,come hai fatto l’altra domenica al Milanoslot non dessi anche lezioni di daltonia, suggerendo colori sbagliati “a caso” ai poveri commissari alle assistenze,gettando nel panico gli stessi ed i
      poveri concorrenti usciti di corsia come il sottoscritto.Ahahahahahahah!!!!!!!!
      Sei troppo forte!! ahahhahahahaha!!!!
      Ciao
      Marco-Vrslot

I commenti per questo articolo sono chiusi.