Moto GP

Sono ben fatte ma abbastanza critiche nell’utilizzo slottistico se non con qualche accorgimento.
Recentemente all’Ayrton Senna abbiamo avuto modo di provarle seriamente e, dopo un primo impatto catastrofico, siamo riusciti ad ottenere delle moto piacevoli da guidare.

Il primo consiglio che possiamo dare è quello di montare un tracciato semplice, con curve ampie e senso di marcia orario. Il tracciato della prova era una 6 corsie Scalextric di circa 20 metri.
I motori di queste motoGP è potente per cui si è cercato il giusto compromesso tra guidabilità e potenza, trovando a 8 Volt la corrente ottimale in pista.

Sopra questo limite i rischi sono tanti; nelle staccate in fondo ai rettilinei le moto si intraversano (quando va bene) fino al capottamento. Il cerchione posteriore che funge anche da corona, al rilascio del pulsante si blocca facendo sbandare il posteriore verso sinistra (ecco perché è consigliabile girare in senso orario, la moto è già impostata per la curva).
In accelerazione c’è la tendenza ad impennare facendo uscire il PK dallo slot.

Tutto questo a 8 volt non succede, la velocità rimane buona, la ruota non blocca e le curve si percorrono pulite (peccato che non piegano).

Vedere 6 MotoGP girare contemporaneamente è molto bello, dopo qualche giro di apprendistato si comincia a forzare e ne sono uscite delle bagarre molto divertenti.

Tra modello e modello ci sono delle leggere differenze, come del resto anche nelle auto, ciò ci fa pensare che mettendoci mano si può migliorarne la tenuta di strada (quanto prima sarà fatto), già la sola lubrificazione dei pattini e delle parti meccaniche hanno notevolmente ridotto i rumori di sfregamento sulla pista.

Per la cronaca, delle 8 moto in prova la Ducati si è dimostrata la migliore, segue l’Aprilia, mentre Yamaha (di Ceca) e la Honda sono a pari livello.
Delusione per la Yamaha di Valentino, molto ballerina sull’anteriore, non riusciva a tenere il passo delle altre; questioni appunto di regolazioni.

Riguardo

Moto, Auto, Kart e Slot Car

4 commenti su “Moto GP

  1. Ciao Giacomino, caro mio girala come Vuoi ma a me sembrano davvero un bel pacco. Belle esteticamente ma inutilizzabili. Lo dico proprio perchè preso da entusiasmo ho acquistato la moto del mio idolo (Valentino il più grande che ci sia), e dopo averla provata sul tracciato del Milano Slot, senza aver concluso un giro intero, ho deciso di fargli fare la fine che si meritava, ovvero la bella statuina.
    Il ditone pelato

    • Sbagli di grosso, sono senza dubbio particolari e devono essere usate su tracciati dedicati.
      La Scalextric commercializzerà anche delle curve leggermente sopraelevate apposta per le MotoGP.

      Apri un pò quella mente da abusivo qualche volta!!!!

      • Uei Giacomino, mi stai dicendo che per far correre questi c…i bisogna acquistare una pista Scalextrix?
        Mi spiace ma resto sempre della mia idea, vanno bene come sopramobili e basta.
        Ciao
        Il ditone pelato.

I commenti per questo articolo sono chiusi.