Resoconto Assemblea e Regolamenti 2005

Consiglio direttivo:
Giovanni Montiglio Presidente
Paco Ballotta Responsabile plastica
Paolo Niccolai Responsabile metallo

Commissione tecnica:
Piero Castricone Coord. metallo
Lorenzo Fallini Coord. Classic
Walter Merulli Coord. DTM
Luca Dalmonte Coord. GT

Delegati zonali:
Paco Ballotta Gestione IRN
Andrea Gasperini Gestione IRC
Felice Mirone Gestione IRS
Leo Monti Metallo Nord
Piero Castricone Metallo Sud

La CT sta lavorando sui regolamenti 2005, che saranno pubblicati a brevissimo (già pubblicato il metallo).

In anteprima, alcune novità (più dettagliate nel resoconto) saranno:

DTM – monomotore fornito, monogomma Ninco non incollato fornito.

Classic – monomotore fornito, monoruota (o monogomma non incoll.) fornito.

GT- Motori liberi fino a 25krpm (nominali a 12V), peso minimo carrozzeria per omologazione, nessuna zavorra sulle carrozzerie, omologazioni di nuovi modelli.

Ovviamente i Regolamenti saranno molto più chiari. Tutte le forniture saranno (IR e CI) a prezzo agevolatissimo o gratuite in virtù di accordi e/o sponsorizzazioni.

I Responsaili dei vari IR stanno lavorando sui Calendari che comprenderanno…………

….a questo punto potete andare a leggere il resoconto 🙂 😉 !!

Ciao a tutti.

Enrico

11 commenti su “Resoconto Assemblea e Regolamenti 2005

  1. Leggendo il resoconto, mi fà piacere, finalmente, leggere che alla fine ci si è messi d’accordo tutti… sarà la volta buona?

    Una sola osservazione di carattere tecnico.

    Per esperienza, ci ho corso per tre anni, la gomma Ninco non incollata sul DTM è un disastro. Ho corso con questa configurazione e con la macchina senza pesi…. veramente una schifezza indicibile.
    Io non sò se voi avete mai provato un DTM che pesa 100 gr e le gomme Ninco che saltano dal cerchione….. Vi esorto a provare, soprattutto su pista Ninco. Se poi, come è giusto che sia, le gomme vengono date prima della gara…. be! Sarà veramente poco divertente. E non lo dico per essere costantemente bastion contrario, ma perchè, essendo vicini all’inizio degli interregionali vi esorto a valutare altri tipi di gomme.
    La mia esperienza (per quanto sia valida) è stata vissuta da molti di noi qui al nord…. basta chiedere le incazzature di quando le gomme Ninco saltavano dal cerchio…..

    Abbiamo, in Italia, la fortuna di avere due produttori (attualmente) di gomme che ci permettono di montarle sui cerchi grandi senza avere la sfortuna che in una curva la gomma salti, semplicemnete perchè queste hanno bisogno di più forza per essere montate e quindi resistono maggiormente alle botte che le gomme subiscono…

    Insomma, se proprio dovete utilizzare gomme non incollate e prima della gara (ottima scelta) scegliete bene la gomma, provatela prima di farci percorrere una strada che potrebbe non farci godere la guida di queste simpaticissimi modelli….

    Non prendetela come una critica o il solito appunto ….. ma abbiamo assistito a ritiri o gare perse proprio perchè la gomma Ninco non è ingrado di reggere il peso di un modello pesato come le DTM, magari finite le gare senza problemi, poi, quando meno te lo aspetti, le gomme cedono…. e ti voglio in finale al campionato…

    Vi assicuro, non è divertente ne per i più bravi, che comunque sanno guidare, ne e soprattutto per i meno.

    Cordialmente

    Tanuzzo

    • Carissimo Tanuzzo, i tuoi consigli, sopratutto quando sono costruttivi come in questo caso sono ovviamente ben accetti.
      Nonostante la neve stiamo provando le DTM in questa configurazione e il riscontro è piuttosto soddisfacente in termini di equilibrio tra le auto.

      Le prestazioni sono meno estreme e le auto tornano ad essere divertenti.

      Speriamo di fare per il meglio.

      Salutoni.

      Walter

      • Abbiamo corso con gomme Ninco non incollate nel Fly avant nella stagione 2002 e devo dire che a parer mio le macchine andavano bene …. molto bene ! la gomma poteva stallonare solo ed esclusivamente se veniva utilizzata per piu gare e considerando che piu o meno quelle macchine pesavano come le Dtm di oggi penso che grandi problemi non vegano fuori ….. certo la macchina è un pò piu scivolosa……. specialmente se metto a confronto gomme nuove con i “masticoni ” che ho utilizzato Soragna !!!!!!!!!!!!!

    • La settimana scorsa ho provato le gomme Ninco DTM non incollate su cerchio NSR normale (non air-system) sull’Audi TT-R (peso oltre i 100 gr.). Ho solo leggermente tornito la gomma fino a pareggiare la superficie del battistrada. Su pista Ninco ho percorso circa 200 giri (tre quarti d’ora circa) senza avere alcun problema di saltellamento o distaccamento del pneumatico, l’unica differenza è sulle prestazioni, dove perdo un paio di decimi al giro rispetto a gomme incollate e trattate. Questo perchè la gomma non trattata tende a “derapare” di più e quindi è più difficoltoso avere una guida “pulita”. Ho poi segnato con un pennarello a vernice il pneumatico per avere la corrispondenza esatta della posizione sul cerchio, quindi ho tolto le gomme e le ho rimontate, cercando di far corrispondere esattamente i “segni” fatti in precedenza; sono tornato in pista e la gomma andava benissimo, ho ripetuto gli stessi tempi sul giro. Questo per dire che le gomme consegnate prima della partenza potrebbero anche essere tornite (in regime di controllo al parco chiuso) segnate e smontate (per la verifica del non incollaggio con la C.T.) quindi rimontate prima di consegnare il modello al parco chiuso. Diversamente la gomma Ninco “vergine” appena montata (su cerchio originale o non air-system) tende ad avere il battistrada convesso (tocca sulla pista solo al centro) ed amplifica eventuali imperfezioni del cerchione, specie se questo non è perfettamente centrato e circolare, cosa che capita quasi sempre con i cerchi originali ma talvolta anche con quelli di alluminio (Nsr ed altri). La tornitura consente di ottenere un pneumatico perfetto ma ovviamente, se viene poi smontato dopo tornito, deve essere rimesso sul medesimo cerchione ed esattamente nella stessa posizione nella quale è stata fatta la tornitura. Spero di essermi spiegato. Non so se sarà possibile in gara, per questioni di tempo nelle verifiche, consentire la tornitura della gomma una volta effettuata la consegna pre-gara e subito prima della consegna al parco chiuso, di certo questa operazione migliora molto la tenuta e stabilità del modello rispetto ad una gomma “vergine”. Poi tutti dovrebbero avere la disponibilità di un tornio… anche quando vanno in trasferta e qui comincia tutta un’altra storia. Ciao, Chaparral

      • E meno male che con le gomme non incollate date in parco chiuso o pregara la vita doveva essere più semplice….
        Il problema di fondo è che siamo abituti a guidare un modello che non saltelli, che ci dia la sicurezza assoluta che la gomma non stalloni durante la gara e che abbia una guidabilità che ci dia delle sensazioni, la possibilità di attaccare e non di subire la macchina, non sò se riesco a farvi capire quello che intendo.

        Le prove che hai fatto dimostrano che tutti noi che corriamo da tempo accetteremmo la gomma fornita, ma se ne avessimo la possibilità la torniremmo (lo farei anch’io) quindi, visto che non penso che sarà possibile farlo ci sarà una corsa alla selezione dei cerchi anche se in alluminio.

        Per uno che inizia adesso l’attività questo problema non si pone, perchè lui l’altra faccia della medaglia non l’ha mai vista, non sà quanto sia più appagante la gomma incollata/tornita/trattata, anzi, troverà un modo di correre e di preparare i modelli molto più semplice e che richieda meno tempo da dedicare alla preparazione.

        Vorrei aggiungere inoltre, ma è solo una mia supposizione, in quanto la pista di Soragna non è ancora agibile e non ho riscontri reali, che su pista Ninco i problemi dovrebbero essere minori che su pista Polistil.

        Non ho proprio idea di come possa girare in tempi decenti trasmettendo sensazioni forti lungo quei 70 metri a 6 corsie, ma secondo me non sarà facile, perchè almeno sulla Ninco c’è un grip meccanico dovuto alla rugosità della pista.

        Spero di sbagliarmi, ma non sono molto fiducioso in merito, soprattutto per gli interregionali che al Nord si corrono prevalentemente su pista Polistil.

        Un saluto a tutti
        Cavanna Claudio

  2. Vedo con piacere che tutto sta andando a posto e siamo appena a gennaio. Non resta che fare i complimenti a coloro che con passione ed esperienza hanno fatto sì che a fine gennaio ci fossero le basi giuste per partire con l’attività 2005. I dettagli tecnici sono più che positivi ed ora starà ai produttori (soprattutto di gomme) fare i passi che reputano più adeguati per mettere in condizione di operare al meglio le commissioni in modo che tutto possa filare nel migliore dei modi.
    Un in bocca al lupo a tutti.

    Bart

  3. Scusate, ma la volontà di rispettare gli impegni e le scadenze definite ha fatto sfuggire qualche pezzetto che vado ad integrare:

    Roberto Tavano Referente Nord-est

    e ovviamente molti altri contributi organizzativi e tecnici che non potrei elencare.

    Inoltre uno scoop: avremo un Campionato Italiano Endurance nel 2005.

  4. Nel resoconto pubblicato qui e sul sito ANSI c’è un errore. La commissione tecnica Metallo è costituita da Piero Castricone e dal sottoscrito, che invece, nel resoconto, risulta essere il delegato Nord.
    Pregasi rettificare, uniformando l’organigramma al testo dell’Annuario Metallo.
    Grazie,
    Leo Monti

  5. ho visto il regolamento gt 2005 plastica sul sito dell’Ansi, volevo sapere come mai tra le auto ammesse c’è la Porsche 962 Slot it e non la 956.
    Grazie e ciao a tutti

I commenti per questo articolo sono chiusi.