Artigianato locale……

Ecco quello che si potrebbe definire “l’anello mancante tra la plastica ed il metallo” !!!!
Si tratta di un telaio che utilizza il retrotreno ed il supporto pick up / asse anteriore del telaio HRS di Slot.it, gomme …. in gomma, carrozzeria del metallo ultra-aerodinamica…, telaio principale realizzato da un foglio di morbido PVC.
Il progetto nascerebbe, come da filosofia per prestazioni estreme, in versione side-winder, ma, ahimè, non siamo riusciti a reperire il prodotto di Slot.it in tempo per la foto.
Il motore è di derivazione V12 26K, ma è upgradato, anche se non si è voluto esagerare per evitare problemi di guidabilità.
Il risultato, inevitabile, è stato il record della pista di La Spezia (9″ 84), quando con i GT Light si gira in 10″ 70.
Qualcuno ha ammirato e provato “l’ebbrezza” di qualcosina di un pò cattivello, qualcuno ha commentato: “va come la plastica, ma è brutto come il metallo…….”
Comunque, semplice ed economico!!!!

Quello che Vi presento ora, proprio perchè mi è stato chiesto, è il pulsante che esce dallo schema della “pistola” Parma e modifiche varie:

Come i “vecchi” slottisti ricorderanno, lo slot nacque con la guida a “pollicione”, poi qualcuno inforcò con indice e medio la parte alta del pulsante, pigiando con il pollice; in seguito, la pistola Parma prese campo e, oggigiorno, resta, a quanto mi risulta, solo MRRC, a livello commerciale, ad avere qualcosa di simile.
A fine anni ’70 usava l’artigianato dei “siringhini”, oggigiorno Vi presentiamo i…… SIRINGONI !!!!
Accusati di essere meno veloci delle pistole, per qualcuno, vedi il sottoscritto, può essere più redditizio avere maggiore sensibilità, soprattutto nella plastica, dove le condizioni di stabilità e tenuta sono inferiori al metallo.
Per la realizzazione si è utilizzata la resistenza Parma da 25 ohm, poi modificabile con apposita centralina che consente anche la regolazione del freno; essendo, però, troppo lunga per avere sufficiente velocità (per una mano di dimensione media, si è calcolato che un buon equilibrio tra sensibilità e velocità si ottiene con 25 / 28 mm. di corsa), in un caso mediante il leverismo di un Parma Economy, nell’altro con un contatto di fine corsa del massimo più ravvicinato, si è ottenuto un movimento tra freno e massimo, appunto, compreso tra i 26 e 28 mm.

So già che dubiterete della sanità mentale degli spezzini o, come direbbe prontamente Giacomino, dell’utilizzo di sostanze illecite, ma, forse, a qualcuno potrebbe interessare……

Saluti a tutti !!!!

Emilio

Riguardo

BICI, AUTO, MOTO E.... SLOT

4 commenti su “Artigianato locale……

  1. Se un giorno ti ferma l’antidroga mentre vai a fare una gara ti mettono dentro A VITA!!!
    Ciao Michele

  2. Emilio, cos’è quella luce rossastra che si vede sui binari?
    L’effetto del flash o le allucinazioni post siringa?

    • Un’altro prodotto dell’artigianato locale: parte del circuito (nuovo) ha i pezzi connessi con fili saldati l’uno all’altro, ma dato che farla tutta sarebbe stato troppo lungo, abbiamo trovato una soluzione semplice, economica ed efficace, utilizzando la bandella di rame adesiva ed eccezionalmente saldabile utilizzata nelle decorazioni artistiche; oltre tutto consente una scorrevolezza delle spazzole unica.
      L’unico neo…… è che se corri in corsia rossa ed esci in prossimità di un commissario maldestro, rischi di essere rimesso in una corsia…. a caso: IL RAME DI COLORE ROSSO !!!!!!!!!!

      Emilio

I commenti per questo articolo sono chiusi.