Bronzine MG VANQUISH

Nella schema tecnica di fornitura del materiale i CAMPI DI IMPIEGO consigliati sono:
Contatto a molla o contatto ad innesto
Montaggio in motori elettrici
Componenti meccanici in distribuzioni a valvole.

Sono state disegnate per adattarsi alla perfezione al telaio delle MG Vanquish ed hanno la particolarità di avere la svasatura da ENTRAMBI i lati della bronzina e l’assale appoggia su una superficie di solo 1 mm tutto per diminuire al minimo gli attriti.

Il prezzo al pubblico consigliato per queste bronzine e di 4 euro la coppia.

Ciao e buon divertimento a tutti.




24 commenti su “Bronzine MG VANQUISH

  1. Perfetto, come per le boccole NSR saranno omologate per la 3° gara dell’OPV 2004, che si svolgerà a Malanghero sul nuovo impianto del WEB!
    Quindi per Aosta le boccole utilizzabili sono quelle
    originali recuperate dal differenziale e quelle slotit
    (codice SIPA12 se non erro)
    grazie ancora ad MB
    salutoni
    znarfdellago

    • Vorrei porre un quesito…Visto che si tratta di bronzo fosforoso, non dovrebbe comparire una percentuale di fosforo appunto nella sigla del materiale?? Mi sorge un dubbio…Tutti voi che vi state dando un gran da fare nel produrre nuove soluzioni, siete sicuri di quello che proponete?Che tipo di ricerca sviluppate? Ho l’ impressione che stiate conducendo un gioco al massacro tra Voi produttori a discapito di tutti gli appassionati.

        • minchia gattaccio ma quante ne sai?????????
          sei peggio, no, anzi meglio del mago forrest!!!!!!!!
          sarai x sempre uno dei miei miti!
          znarfdellago

          • …shhhhhhhhhhhhhhh, non ditelo a nessuno!
            Ma io mi ricordo benissimo che qualche mese fa mb mi chiese se conoscevo materiali adatti per delle bronzine!
            Io rispolverando alcune reminiscenze di meccanica gli sparai bronzo fosforoso (in quanto la caratteristica è l’autolubrificazione… proprio dovuto alla presenza di fosforo -che, per inciso, non viene menzionato se la percentuale in lega non supera i valori limite!-), ma purtroppo i miei “vademecum” risalivano ad ere “premesozoiche” (o giù di lì), quindi per la sigla se l’è dovuta cercare lui!.
            bye, U. ;^)

        • Hai ragione, ma se consulti a fondo la scheda tecnica puoi notare che il materiale in questione non risulta la migliore soluzione ai problemi di attrito. Per risolvere questi problemi ti invito a consultare le schedi di altri prodotti : Ci sono leghe che chiaramente hanno dei costi superiori e che risultano essere idonei come materiale ad alto rendimento per boccole e cuscinetti di scorrimento, in presenza di forti carichi ed elevate velocità di esercizio, garantendo resistenza all’usura nell’attrito misto idrodinamico.Lo ripeto non ne faccio una questione personale, ma ritengo che sia doveroso dare indicazioni esatte a chi deve investire i propri soldi. Cordialità

          • Non lo metto in dubbio ma, probabilmente, anche i costi saranno maggiori. Solo MB puo’ chiarire se ha dovuto cercare un compromesso tra costi e qualita’ del materiale oppure se ci sono altri motivi che lo hanno spinto ad utilizzare quella lega piuttosto che un’altra.
            Saluti.

          • Si ma infatti quello che vorrei è che si facesse chiarezza. Se devo spendere 1 euro per una bronzina che mi permette di fare 10 giri o 3 euro per una che mi permette di farne 100, capisci da solo che non c’è compromesso che tenga. Sbaglio?Ripeto è un discorso che andrebbe affrontato in generale con tutti quelli che si stanno proponendo sul mercato come produttori, sia chiaro.

          • Penso di capire il tuo punto di vista. Tuttavia, nel caso specifico, credo che la spesa di 4 Euro per le 2 boccole non sia eccessiva e, se hai avuto modo di vedere le boccole montate di serie sulle MG Vanquish, non potrai che essere d’accordo sul fatto che una sostituzione delle stesse sia la soluzione migliore. Visto poi che l’assale di serie, per il campionato OPV viene sostituito (a causa dei problemi causati dal differenziale), mi sembra piu’ logico avere un buon asse con delle buone boccole.

          • Giusto Stefano. Sono convinto che sia Marco che Salvatore che Maurizio, al momento di andare in produzione, fanno le dovute valutazioni. E ci offrono il miglior rapporto qualità/prezzo. Ne va anche dei loro interessi, o no?

          • Vero. Infatti anche loro fanno parte del “popolo” di slottisti praticanti, partecipano alle nostre stesse gare e sanno che perderebbero la faccia (e parecchi clienti) se per caso si venisse a scoprire che cio’ che vendono a 4 Euro loro lo pagano 1 Centesimo. Un minimo di guadagno deve loro essere garantito senza dubbio, ma credo che i loro ricavi siano abbastanza limitati.
            Certo che alcuni pezzi ultimamente prodotti sembrano degli oggetti di lusso piu’ che dei comuni ricambi. Mi riferisco in particolare (non me ne voglia) ai bellissimi cerchi prodotti da MB per i quali, forse, i costi di produzione (e conseguentemente il prezzo all’utente finale) sono troppo alti per garantire un buon volume di vendite.

  2. recenremente ho avuto la fortuna di essere ospite della GES, a Maranello e non è mancata la puntatina a Fiorano con annessa presentazione e colloquio con alcuni collaudatori, tra cui quelli che, fortunati loro si occupano di sgrossare la nuova Maserati per il gt, sia in versione pista che stradale!
    Parlando di alcuni problemi sorti a livello di trasmissione, hanno trovato una soluzione facendo si che dai sensori arrivassero alle centraline meno informazioni, incredibile ma vero, non cercando soluzioni alla NASA, ma privando il calcolo di alcuni
    dati che evidentemente lo caricavano, per usare un loro termine, “di troppe responsabilità”; altresi per un problema torsionale alla scocca, che non dimentichiamo è in carbonio, hanno risolto, facendo incollare alla ditta che si occupa della produzione alcune pelli monodirezionali, mi pare che si dica così, variandone solo l’angolazione risparmiamdo sul peso della modifica e guadagnando in rigidezza solo dove serviva.
    Questo nel mondo reale…….. e noi abbiamo scritto per ore di 4 euro di boccole e di chiarezza?????
    Con queste boccole ci giochiamo solo, quando mangiamo un abistecca o ci facciamo una frittata, allora si che vorrei chiarezza e sopratutto certezze!
    Meditate gente meditate
    znarfdellago

    • Caro amico, è vero che con queste boccole ci giochiamo solo, ma devi anche ipensare che per permetterci di giocare, ci sono delle persone che impegnano il loro tempo e soprattutto i loro soldi.
      Tutto ciò va ben oltre i 4 euro a coppia di bronzine… ed adesso vale la pena di meditare!!!

    • CAZ…!!!!!! Quelli della Maserati mi hanno copiato! Io è 2 o 3 anni che monto delle gomme con pelle di foca monaca (di Monza……….. si intende!). E adesso saltano su questi della Ferrari e fanno gli sboroni!!!!!!! Ma va a da via i ciap!!!

  3. Buongiorno,
    grazie di essere intervenuti per palare delle Boccole MB Slot per Vanquish e visto le oltre 250 letture mi sembra che il prodotto si sia reso molto interessante.
    Prima di dare alcune spiegazione, mi farebbe molto piacere conoscere tutti i Signori intervenuti (non tanto di persona, ma almeno per nome e non per nikname), mi riferisco a “Pallino”, comunque procedo alle spiegazioni in attesa di farne la conoscienza.

    CuSn4Pb4Zn4 è la SIGLA e non la composizione del materiale utilizzato per poter riassumere, nei vari paesi del mondo, in una tabella norme e materiali comparabili.
    In questa tabella potete trovare una colonna del “Paese” della “SIGLA” (vedi sopra) del “NUMERO” e una sulle “NORME (composizione)”

    Nella stessa scheda c’è un altra tabella che ritenevo non necessario pubblicare, ma visto i vostri commenti e per far chiarezza vi riassumo:

    CU\% Min Resto Max Resto
    Fe\% Min – Max 0.1
    Ni\% Min – Max 0.2
    P\% Min 0.01 Max 0.4
    Pb\% Min 3.5 Max 4.5
    Sn\% Min 3.5 Max 4.5
    Te\% Min – Max 0.2
    Zn\% Min 3.5 Max 4.5
    Altri Tot. Min – Max 0.2

    Nella tabella poi vengono indicati “Stati e dimensioni di produzione” che penso non vi interessino come slottisti, ma se volete privatamente come esperti del settore vi posso fornire.

    Si prosegue con una tabella “Caratteristica di lavorazione” e di “Caratteristiche fisiche” idem come sopra
    Comunque potete trovare tutto specificato nel sito http://www.delari.it/cusn4zn4pb4.htm

    Poi si arriva alla tabella “Campi di impiego”

    Contatto a molla e contatto ad innesto
    Montaggio in motori elettrici
    Componenti meccanici in distribuzioni a valvole

    Io non sono un tecnico, ne di materiali ne di lavorazioni, ma quando ho bisogno del pane vado dal fornaio anzi dal miglior fornaio e gli chiedo informazioni. Però non mi fermo qui, vado anche da un suo collega (negozio di alimentari) e magari da un altro ancora e quando ho notato che il primo come gli altri sono arrivati alla stessa conclusione tiro le somme, io Marco Ballardini posso fare questo, altrimenti vi racconterei un sacco di balle.

    Da tutto il lavoro di chiedere a “panettieri” e “supermercati” la scelta è caduta su questo materiale, tenendo conto anche di molti altri fattori che possono influire sulla produzione del miglior prodotto possibile offribile sul mercato.

    Anche perchè l’attrito è di ROTOLAMENTO (e non scorrimento) di un assale all’interno di una bronzina (vedi campi di impiego “Montaggio in motori elettrici) dipende anche dal tipo di materiale che ci si fa rotolare dentro.
    Quindi la scelta di questo tipo di materiale (anzi di qualità di Bronzo fosforoso) è stata condizionata anche dalla scelta dell’acciaio che verrà usato per la produzione degli ASSALI da 3/32″ MB SLOT di prossima produzione.

    Per quanto riguarda il prezzo al pubblico, il produttore o chi stabilisce il prezzo al pubblico è soggetto a una regola di mercato che sta alla base di tutta l’economia mondiale quella della DOMANDA e dell’ OFFERTA. Cioè si deve trovare il giusto prezzo per vendere un prodotto e mantenere il più possibile lo standard qualitativo dell’articolo venduto, senza compromessi per poter avere successo sul mercato.

    Apro una piccola parentesi per quanto riguarda i cerchi MB SLOT: i cerchi sono cari rispetto agli altri incommercio perchè costano 20 e passa euro, ma se io voglio i cerchi fatti con quella fattura e mi informo sulla difficoltà di produzione, il tempo, le quantità mi rendo conto che sono fortunato di poter trovare un un prodotto del genere a questo prezzo.

    Poi se l’articolo ha un prezzo in linea con gli altri, magari con uno standard produttivo uguale o superiore, e il produttore è così bravo o simpatico a chi gli produce i pezzi di farseli regalare, quindi guadagna il massimo, non vedo cosa possa interessare al consumatore finale questo.

    A disposizione per qualsiasi chiarimento
    Marco Ballardini

    • CuSn4Pb4Zn4 è una SIGLA e di conseguenza indica la composizione del materiale utilizzato. La lingua italiana è bella perchè con poco si può cambiare completamente il senso della frase… Non capisco per quale motivo mi abbia additato, che tipo di conoscenza pretende???Cambierebbe il senso delle cose se al posto del nickname ci fosse un altro nome??? Siamo su un sito che si occupa di divertimento, mica stiamo in un aula di tribunale ad inquisire qualcuno. Io mi sono solo limitato a trarre delle conclusioni tecniche, dal momento che IO sono un tecnico e che di conseguenza mi posso permettere di fare delle riflessioni su ciò che mi viene proposto come innovativo e su ciò che ritengo debba essere chiarito, almeno per il mio punto di vista. Io non ho assolutamente niente contro nè Lei nè le società che sviluppano nuove applicazioni. Pretendo solo che si sia onesti con la clientela. Per i prezzi, ognuno è libero di applicare i propri listini. Io ritengo che i prezzi dei ricambi siano esageratamente alti…
      Se vogliamo confrontarci seriamente, disponibile. Altrimenti…
      Saluti

      • E’ giusto quanto asserisce Pallino : CuSn4Pb4Zn4 è una SIGLA ed indica la composizione del materiale utilizzato. Come aveva precedentemente scritto Bumbi gli altri elementi non vengono indicati in quanto non raggiungono una percentuale in lega sufficiente.
        In ogni caso, e mi rivolgo a Pallino (permettendomi di darti del tu anche se non ci conosciamo), e’ abitudine quasi consolidata tra i frequentatori di questo portale, l’associare il nickname a dati quali nome, cognome, citta’ da cui si scrive ed eventualmente slotclub di appartenenza. Non e’ per accusare qualcuno o per andare ad aspettarlo sotto casa se non e’ d’accordo con le nostre idee, ma, semplicemente, per dare un volto a chi scrive.
        Potere associare cio’ che si legge ad una persona che si conosce aiuta spesso ad immaginare lo stato d’animo di chi ci scrive.
        Per farti un esempio chi non conosce Beppelavanga potrebbe irritarsi se non sentirsi offeso dai suoi sarcastici commenti.
        Noi tutti lo conosciamo e cio’ ci aiuta a ridere delle sue battutacce.
        Conoscerti e sapere da dove scrivi ci aiuterebbe magari a coinvolgerti nei nostri club dove tanti argomenti, compreso questo, potrebbero essere discussi faccia a faccia davanti ad una buona birra.
        Nel nostro ambiente non sono poi tanti i tecnici specializzati come te e quindi ci si basa molto sulla fiducia reciproca. Come ho precedentemente detto, i produttori quali MB, NSR e Slot.It sono essi stessi slottisti che partecipano alle nostre stesse gare.
        “Le bugie hanno le gambe corte” e loro stessi sanno che correrebbero un inutile rischio di perdere tanti buoni affari, se, per farti un altro esempio il signor Pallino fosse in grado di dimostrare che lo stesso articolo puo’ essere prodotto, distribuito, commercializzato ad un prezzo decisamente piu’ basso.
        Anche in altre occasioni c’e’ stato chi si lamentava dei prezzi di questo o quel ricambio ma, finora, non mi sembra che ci sia stato qualcuno in grado di dimostrare che ci stavano truffando.

      • Una sigla non indica necessariamente la composizione.
        Il fatto di farsi conoscere con un Nickname avrebbe lo scopo di facilitare l’identificazione (vedi MB invece di Marco Ballardini) ma non la possibilità di nascondere la propia identità (se vuole me lo comunichi anche privatamente o completi il suo Login), invece il farsi riconoscere con nome e ancor meglio con il Cognome e indice di educazione e cortesia in qualsiasi contesto.
        Inoltre ho notato che lei non è mai intervenuto su nessun argomento comparso su questo portale, tantomeno su prodotti simili a quello presentato da me, si è forse registrato da poco?
        Visto che è un tecnico e che parla di onestà con la clientela, nella descrizione del mio prodotto dove sono stato non onesto con la clientela.
        Personalmente essere accusato di non essere onesto è per me un accusa pesante ed infamante e quindi le sarei grato di una spiegazione.
        Lei ha ragione ognuno può applicare, o anzi alle volte deve, i prezzi che vuole, le vorrei far notare dato che lei è un tecnico che nonostante alcune particolarità della lavorazione meccanica delle bronzine (doppia svasatura da entrambi i lati) il prezzo e circa uguale a quello di alcune che non hanno nessuna svasatura e in altri casi è il 50\% del prezzo di altre che ne hanno una sola.

        Io sono disponibilissimo a confrontarmi seriamente, però preferirei sapere con chi?

        A disposizione.
        Cordiali saluti
        Marco Ballardini

        • E’ vero, mi sono registrato da poco, e più per curiosità che per altro motivo, visto che mi sembra un’ ottima finestra su un mondo che mi accingo ad esplorare.
          Mi voglio scusare con Marco e con tutti i partecipanti. A dire il vero non ho un motivo particolare nè per difendere nè per contestare politiche e strategie di mercato. La mia era solo una considerazione che comunque, ribadisco, non voleva offendere nessuno. Il mio nome è Andrea.
          Apprezzo comunque la passione e la specializzazione di taluni che hanno partecipato alla discussione.
          Per quanto mi riguarda, ritengo sia il caso di abbandonare questo portale. Buon lavoro a tutti e Buon divertimento.

  4. Gesummaria, state ad armare un casino della madonna per delle fottutissime boccole !
    In alternativa ai cuscinetti a rotolamento (sorry MB, qui l’attrito e’ di scorrimento) e’ stranoto che si usa il bronzo fosforoso – oddio una volta c’era pure il bronzo sinterizzato (le famose oilites) su cui non tutti erano d’accordo, ma tanto non credo che si trovino piu’
    Piuttosto, non sono affatto sicuro che questa moda di ridurre fino all’esasperazione la larghezza della superficie di appoggio abbia un senso
    Beppe

    • GIG ha proprio ragione… innanzitutto si tratta proprio di attrito di scorrimento… non ci sono parti che rotolano… l’albero non rotola, ma RUOTA strisciando sulla bronzina!
      Inoltre anche io la penso come gig riguardo alla superficie d’appoggio, in quanto mi ricordo vagametne (la formula esatta non me la ricordo più, ma potrei andare a verificare) che tale superficie d’appoggio era direttamente influenzata dal regime di rotolamento, dalla potenza da trasmettere e, soprattutto, dalle condizioni di funzionamento (con o senza lubrificazione -in bagno/forzata o come si vuole!).
      Quindi se si riduce eccessivamente la superficie d’appoggio non solo non migliorano le condizioni di funzionamento, ma addirittura potrebbero peggiorare….. !!!!!
      Ad ogni modo immagino che chi ha progettato tali particolari si sia preso almeno la briga di farsi 4 righe di calcoli, quindi non mi preoccuperei più di tanto.
      Per rispondere infine a Pallino… se non ricordo male, mi pare che uno dei produttori citati in precedenza sostituì gratuitamente la prima produzione delle proprie boccole che erano uscite dalla “fabbrica” con una classe di tolleranza forse eccessivamente ristretta il che le portava a scorrere con difficoltà -o a non scorrere proprio- sugli alberini da 3/32″.
      Per quanto riguarda i cerchi di Marco, effettivamente sono più cari degli altri, ma questo è dovuto esclusivamente al particolare tipo di lavorazione cui sono stati sottoposti il che li porta ad avere un ciclo produttivo (in termini di tempi di produzione) indicativametne doppio -se non addirittura triplo- rispetto agli altri cerchi (e la mano d’opera specializzata si paga!!!).
      Se poi una persona vuole avere quel cerchio perchè gli piace (non perchè sia più o meno valido di altri!!!), penso sia disposto a spendere sì qualcosa in più, ma comunque il giusto per avere un oggetto che oltre ad essere funzionale è anche bello da vedere.
      In fin dei conti anche con le macchinine spesso c’è questa grossa discrepanza di prezzi… pensate solo alle Policar e alle FLY…. e non aggiungo altro!
      bye, U.

      • Esatto l’efficacia dipende dal dimensionamento, però non dimentichiamo accoppiamento dei materiali, tolleranze, campo di applicazione e condizioni di uso, temperature, usura, lubrificanti ecc…….

I commenti per questo articolo sono chiusi.