Campionato OPV-CAN.AM a SUSA

Invariato invece lo spirito dell’OPV, questo campionato fortemente voluto dalla coppia “open Piemonte – Valle d’Aosta “ Dario Franco e Franz Cicogna , spirito di sana e allegra competizione slottistica.
Di rilievo la presenza del campione OPV 2003 Sandro Balbo e la numerosa ed agguerrita partecipazione dei piloti di Aosta, ma dominatore della serata, reduce dalla recente vittoria alla 6 ore di Milano, è Marco Prelli che sulla pista di casa riesce a battere Fabio Jordaney autore di una prestazione maiuscola. Al terzo posto un altro pilota di casa, Igor Masera che precede di poco Franz Cicogna.
Per la classifica completa attendiamo che venga pubblicata al più presto. Per tutto il resto non possiamo che registrare una serata “ super “ che ci auguriamo possa essere di buon auspicio per lo svolgimento di tutto il campionato.
Prossima e imminente tappa : venerdì 20 febbraio a Malanghero per la seconda gara di questo stupendo campionato CAN.AM

Riguardo

Slot

5 commenti su “Campionato OPV-CAN.AM a SUSA

    • Caro Sergio,grande sacchetta sfiatata di naftalina,ti rispondo direttamente per comunicarti di essere stato squalificato per motore “fuori giri”.
      Comunque,squalifica a parte, gara mediocre con un quarto posto da dimenticare in fretta.
      Ciau,pippaappilata!

      • verifiche post gara?
        se la risposta è si, allora cristo non è cambiato nulla!
        ma perchè non si fanno prima???????????????

        è una pugnalata terribile subire questo dopo la gara…

        • Hai ragione. E’ proprio brutto squalificare qualcuno dopo la gara, ed è proprio per questo motivo che venerdì sera ho controllato i motori di quasi tutti, prima della gara!!! Per poter dare un’indicazione al pilota sui giri del proprio motore. Beppe non ha pensato di farsi controllare il motore perchè pensava di essere in regola, ma così non era! E’ vero che il controllo che ho fatto non era vincolante, dato che il pilota potevaa riprendersi il modello, però leggendo i giri sul banchetto Kelvin potevo, eventualmente, suggerire di sostituire il motore, perchè vi era, sempre eventualmente, la possibilità di essere poi squalificato in verifica post gara. Beppe che evidentemente era sicuro del suo motore non ha pensato opportuno farlo controllare prima. E per essere + sicuro, dopo mezz’ora dalla fine della sua batteria ho provveduto a ricontrollare i giri del motore e, purtroppo, erano ancora oltre il limite massimo. Ripeto: purtroppo. Aggiungo ancora, a riprova della buona fede del Beppaccio, che è stato una sua iniziativa di farsi verificare i giri del motore! Perchè a quel punto della gara non poteva ancora sapere che sarebbe poi andato in verifica d’ufficio, la sua posizione di classifica è stata poi estratta a sorte fra quelli da verificare….
          Di conseguenza “chapeau” per la sportività a Beppe Nappi.
          Ciao Dario

      • Quarto con tutto il motore fuori giri???????????!!!!!!!!!!!!!??
        Nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!
        Che brutta fine!!!!!!!!!!!

I commenti per questo articolo sono chiusi.