Le gare a Slotlandia

Infatti sulla splendida pista a 8 corsie dell’Ayrton Senna Slot Club, protagonista oltre alla polvere è stato il sano agonismo, per far vedere al grande pubblico quello che le nostre “macchinette” sono in grado di fare una volta ben preparate.

Si comincia il sabato mattina con la gara Classic, disturbata moltissimo dal polverone alzato dal foltissimo pubblico accorso a vedere questi splendidi modelli.
Ha letteralmente dominato Davide Segante, con quasi 4 giri di distacco dal plurititolato Avanzini e dal sempre più veloce “Prof. Biacchi”. Ma quello che conta è che le batterie sono state 4, tutte al completo, per un totale di 40 piloti!!!! Senza contare alcune rinunce, anche illustri, per sovraffollamento.
In questa gara hanno debuttato le nuove gomme NSR, che si sono comportate benissimo sul fondo Ninco.
In più abbiamo visto in pista anche una Ferrari P4 della Racer (veloce oltre che stupenda) pilotata prima da Giacomo e poi da Paolo e la Ford GT40 della Scalextric portata al debutto da un coraggioso Ezio Sana.

Nel primo pomeriggio abbiamo assistito alla gara ad inviti organizzata dalla Racer, con alcuni dei più forti piloti Italiani. L’ha spuntata tra tutti Avanzini, ma la gara è stata tiratissima, con continui scambi di posizioni tra i piloti di testa e quelli delle retrovie, che comunque, erano sempre li ad insidiarli. Come gia scritto le bellissime vetture si sono ben comportate in pista ed i piloti, oltre al pubblico, si sono divertiti tantissimo.

Subito dopo abbiamo assistito alla gara DTM NC1 Ninco. Purtroppo la gara è stata castrata dal poco tempo a disposizione, ma a spuntarla è stato………UDITE UDITE!!!!!!!………il nostro EMILIO nazionale da La Spezia!!!!!!! Ebbene si, con la sua BMW M3 li ha messi tutti in riga, a cominciare “dall’uomo di plastica” Gala Trinchera.
Un mega applauso ad Emilo, poco presente alle gare ma sempre tra noi qui sul portale. Come gia detto si sono corse solo 2 batterie, mentre le ultime 2 sono state annullate.

Passiamo ora alle endurance della domenica. Si aprono le danze con la gara riservaa alle nuovissime Porsche 956 di Slot.it, messe tutte a disposizione da Maurizio. La gara è stata vinta dal Team Ufficiale di Maurizio, fiancheggiato da Felice Mirone, Roberto Addia e Fallini Lorenzo, quest’ultimo acquistato all’ultimo istante pe r raggiungere il numero minimo di partecipanti per squadra. Al secondo posto vediamo Milano 90 (Crippa, Segante Papo, Segante D. e Cavanna in prestito dall’Ayrton Senna). Al terzo il Team del Nuvolari Slot Club.

Un applauso và senza dubbio a Slot.it per aver realizzato una vettura (una delle poche) che, una volta tolta dalla scatola, è subito pronta per la bagarre delle piste. Le 8 Porsche si sono dimostrate tutte affidabili oltre che velocissime!!!!

Ed eccoci all’ultima endurance, la Porsche Cup con i modelli Ninco GT3. La gara, ha cui hanno preso parte 12 equipaggi, è stata vinta dal Team A.S.A. di Aosta, seguiti dal Nuvolari e da Napoli (terzi in pista ma primi in simpatia!!!!). Anche qui continui scambi di posizione soprattutto per il secondo gradino del podio.

Eccoci alla fine con quella che, per noi, è stata l’ultima gara della serata, il GP degli Stati Uniti di F1. Alle 20,00 in punto, tutte le persone rimaste ad ultimare i lavori di smontaggio, si sono riunite davanti alla televisione di Fallini, ridendo e scherzando, ed è questa la più grande vittoria che, noi che abbiamo fortemente voluto Slotlandia 2003, abbiamo ottenuto. Ovvero poter condividere con dei veri amici 3 giorni di gare, spettacolo e passione per lo slot.

Un grazie ancora a tutti quelli che hanno partecipato e che ci hanno aiutato.

Fallini “Poltronieri” Lorenzo.
A.S. Slot Club Soragna.

Qui i risultati delle gare

Riguardo

Slot, Rugby.

17 commenti su “Le gare a Slotlandia

  1. Peccato che i risultati delle gare di durata siano stati viziati da interpretazioni diverse da team a team dello spirito della competizione con specifico riguardo alla quantità dei turni di guida minimi per equipaggio…
    Ciao
    Gabriele

    • Ogni pilota doveva correre almeno un turno, cosa che è stata rispettata.

      Essendo le squadre libere in numero di piloti, ci si poteva cambiare anche durante un turno.

      Ricordo che nell’edizione del 2002 il Team Amazing ha fatto correre ben 10 piloti, 6 dei quali sarebbero rimasti altrimenti a piedi.

    • Ogni pilota doveva correre almeno un turno, cosa che è stata rispettata.

      Essendo le squadre libere in numero di piloti, ci si poteva cambiare anche durante un turno.

      Ricordo che nell’edizione del 2002 il Team Amazing ha fatto correre ben 10 piloti, 6 dei quali sarebbero rimasti altrimenti a piedi.

  2. Ma cosa è successo a Irilliriirirllrirllririrrilllli!
    Ho guardato i tempi sul giro e tranne su una corsia ha registrato tempi migliori di Emilio, primo classificato….. eppure! Mi sà che è meglio che ritorni al metallo!!!!! AH AH AH AH !

  3. ebbene si, Tanuzzo, i giri migliori non fanno risultato in gara, e io ne so qualcosa…
    Emilio è comunque avvisato per dicembre, IN CAMPANA!

    Tanù, il parma può correre nel DTM?

    • Caro amico….. c’è un bel campionato dtm con il metallo ….. altro che NC1!?!?!?!!?

I commenti per questo articolo sono chiusi.