Pulsante elettronico MB

Avvalendomi delle conoscenze tecniche di esperti, che hanno seguito i miei desideri, come nelle migliori famiglie abbiamo partorito qualcosa di veramente ………… non so sostituirete voi questi puntini con i vostri commenti.
Come vi dicevo ho quattro pulsanti che saranno a disposizione dei club di tutta italia per delle prove in pista, in quanto non vedo quale migliore banco di prova esista se non le varie piste sparse per l’Italia.
Personalmente mi sono recato per ora in un paio di piste una privata dell’amico Cambielli (quello che ha dato filo da torcere ad Avanzini nel DTM di Lodi) ha una pista Polistil di 4 corsie di 40 metri con tratti veloci e un misto lento impegantivo.
Per non dilungarmi:
Record pista con suo pulsante 13.61 con MB elettronico 13.41 (dopo 10 giri) il 70% dei giri erano sotto il 13.61 gli altri un decimo di più.
Un altra prova l’ho effetuata sulla pista del Nuvolari Slot Club di Lissone Lunedì 1 settembre.
Grazie all’ospitalità di Davide Pallini , lui stesso e Dario Fumagalli e Claudio Biacchi hanno potuto compiere alcuni giri con Audi TT Nc1.
Pallini record pista con suo pulsante 14.91 con pulsante MB elettronico 13.74 anche qui buona parte dei giri (7 su 10) dopo aver trovato la giusta regolazione (dopo dieci giri) erano sotto il record precedente.
Inoltre nella stessa serata è stata provata un GT, senza riscontro di tempi con altro pulsante, ma si è potuti passare da un auto con Nc1 ad una con 23.000 senza alcun problema.
Ciò che ho detto penso che lo possano confermare le persone citate.
Ora aspetto volentieri le vostre richieste, vi posso anticipare che giovedì sera sarò a Soragna, ma vi consiglio di non venire apposta, c’è già la fila.
Per poter far provare a tutti e specialmente sulle piste di casa, il pulsante, per avere dei riferimenti cronometrici, vi invito a mandarmi i vostri indirizzi e provvederò ad inviarmi un pulsante per tuute le prove che volete (riservato ai soli CLUB)
Spero inoltre di poter organizzare qualcosa anche a Novegro.

Grazie dell’attenzione e a presto.

Ciao MB


20 commenti su “Pulsante elettronico MB

  1. Ciao Marco sono Oliva, volevo chiederTi quanto costa modificare un Parma e che modello di pulsante ci vuole.
    Grazie e ciao.
    Walter Oliva

      • Io come nuovo hobby proporrei quello di tirare una serie di schiaffazzi in faccia a Beppelavanga con serie di 2 alla volta fino a quando diventano dispari.
        Poi vediamo se alla fine si stanca prima lui a prenderli o noi a darglieli.

    • Il pulsante di partenza dovrebbe essere un Parma plus.
      il Kit (pulsante smontato senza resistenza) dovrebbe costare all’incirca 55 euro, per la resistenza metti in conto una decina di euro, quanto venga a costare la meraviglia che Marco ci propone non ho proprio idea…

      Alla prossima
      Paolo

      • Ciao Pallido.
        Il problema ora non è quanto costa questo pulsante, ma che lo proviate in pista, infatti se costasse 10€ o 1000€ e la macchina non corre come deve non lo userebbe nessuno.
        Da qui a Novegro la mia intenzione è di raccogliere le vostre impressioni, sulle vostre piste, confrontando i tempi, LA SICUREZZA DI GUIDA, LE PRESTAZIONE AI BASSI REGIMI E IN CURVA, con i pulsanti che avete, con la stessa auto.
        Infatti se un pulsante non ha dei difetti di conduzione, i volt che l’alimentatore lascia li ritroviamo in pista (12 volt alimentatore 12 volt in pista). Cioè la stessa macchina in rettilineo lanciata ha la stessa velocità con qualsiasi pulsante. Cosa cambia? Come questi volt arrivano e vengono gestiti, al momento dello spunto in curva ecc..
        Quindi aspetto da tutti i club la richiesta di poter provare il pulsante presso la vostra pista, poi parliamo di costi che comunque non si discosteranno molto dagli attuali in commercio.

        Ciao MB

        • ” poi parliamo di costi che comunque non si discosteranno molto dagli attuali in commercio “.
          Cosa intendi per gli attuali in commercio?
          Un Parma (65 euro) o un NSR con chip (179 euro)?

          Walter

          • Walter se qualcuno mi proponesse un pulsante elettronico al prezzo di uno tradizionale, avrei qualche dubbio sulla bontà del pulsante.
            Il riferimento devi farlo sui pulsanti elettronici che esistono in commercio e non solo quello di NSR, comunque non ci discosteremmo di molto da queste cifre.

    • Per Modifica si intende che ad un Kit Turbo Art. 258 65€ e una resistenza plus 290/A/B/C/D 19.50€ totale 84,50€ devi aggiungere tutta la parte che costituisce l’elettronica, le varie parti meccaniche da sostituire e modellare.
      Se poi calcoli il tempo che ci metti, però si potrebbe considerare un piacere il tutto un pulsante modificato in casa ti costerebbe molto di più che comprarne uno fatto.
      Naturalmente bisogna saperlo fare e ti assicuro che farlo non fisicamente, ma di cervello non è assolutamente semplice.

      Quando lo proverai ti renderai conto quanto significa spostare di una sola tacca una manopola.

      Ciao MB

  2. capisco che ognuno ci tiene ai propri segreti, però dalle foto si vedono tre potenziometri a filo con relativa manopolina (totale 12€?) 1 deviatore micro (1€?) ed inoltre hai isolato il contatto scorrevole (mi sembra) dai contatti di fondo corsa e quello del massimo è regolabile. Direi che fino a qua niente da criticare, ma mi chiedo dove sta la parte elettronica, certamente in una scatolina separata: perché non l’hai fotografata?
    ciao
    Lucio

    • Ciao Lucio, ho fotografato propio tutto, l’unica cosa che non è all’interno del guscio di plastica sono i tre fili e la spina Magic.
      Qui ti riporto la frase che calza a pennello con la tua domanda, che ho scritto in risposta ad un intervento precedente:”Naturalmente bisogna saperlo fare e ti assicuro che farlo non fisicamente, ma di cervello non è assolutamente semplice”.
      L’elettronica c’è eccome, ma tutta nel pulsante, merito di componenti particolari, della loro qualità e caratteristiche tecniche (magari tutto più costoso) e delle conoscenze tecniche di chi ha messo tutto assieme, non ha caso ma capendo le esigenze dell’operatore finale lo SLOTTISTA.
      Perchè il grande problema è che se il tecnico è preparatissimo, ma non riesce ad applicare la conoscenza al problema specifico non si ottiene un buon risultato, quindi ne approffitto per ringraziare pubblicamente chi è riuscito in questa impresa che voi dovete giudicare.
      Questi piccoli segreti però c’è li teniamo stretti, l’importante per noi e che per gli slottisti, alla fine risulti un prodotto superiore a tutto quello che esiste, ma non devo e non voglio dirlo io, ma sentirlo dire dagli altri.

      Ciao MB

      • Ciau Caludo il caldo,il suggerimento di praticare un altro hobby era rivolto ad Olivola’ Olivolì che domande sono quelle lì?

  3. Ciao Marco, una domanda: ma Davide ha tolto 1,2 secondi dal suo record solo cambiando pulsante?!?!
    Mi sembra un tantino esagerato. E’ stato un errore di battitura?

    Ciao Lorenzo.

  4. Ciao a tutti quanti, desidero inizialmente per prima cosa ringraziare la gentilezza di Marco Ballardini di essere intervenuto durante le prove libere DTM di Lunedì scorso appositamente per farci testare il pulsante di “sua realizzazione”, ma sono qua a scrivere non solo per ringraziarlo ma per ben specificare e rettificare quanto detto dallo stesso, per lo meno quello che riguarda esclusivamente alla prova, eseguita sicuramente con criterio e logicità, al Nuvolari slot club brianza dal sottoscritto, dagli mici prof. Claudio Biacchi e Dario Fumagalli, visto e considerato che molti di voi dopo aver letto i fantasmagorici tempi segnalati nell’articolo del lodigiano è mio dovere dare le seguenti spiegazioni, perché è vero che sono stati utilizzati x le prove pulsanti propri a 2 regolazioni “immaginate quale possa essere” e quello a 3 dell’ISOLA BELLA ma vi sarete chiesti anche se quello di MB fa volare le macchine una spanna sopra la pista, annullando tutti gli attriti immaginabili così ottenendo poi dei tempi strepitosi addirittura più veloci della categoria GT Light!!!
    Dico ciò perché su certe cose è bello scherzarci sdrammatizzandole, senza buttar altra benzina sul fuoco, dato che le considerazioni estrapolate e specificate dalle prove e citate nell’articolo di ieri dall’ideatore dell’oggetto tanto citato, ha involontariamente incasinato un po’ le cose, ma molto probabilmente e ”credo che sia soltanto questo il motivo”
    non si sarà ricordato più i reali tempi cronometrici da noi ottenuti durante il test.!!!
    Quindi vorrei sfatare qualsiasi giudizio o considerazione affrettata fin qui fatta, dandovi i tempi realmente ottenuti, anche perché tutti prima o poi avranno la possibilità di provarlo per trarre le proprie considerazioni oggettive del caso!!!
    Si girava in corsia verde e il prof. Biacchi segnava, col proprio pulsante a 2 regolazioni con la propria Audi TT il miglior passaggio in 17”.120, con quello MB miglior passaggio in 16”.930.
    Pallini col proprio pulsante a 2 regolazioni (uguale a quello del prof.) con la propria Audi TT segnava il miglior passaggio in 16”.910, con quello MB miglior passaggio in 16”.770.
    Quindi le conclusioni e le sensazioni percepite da entrambi erano le stesse, quelle di ottenere una migliore coppia in uscita dalle curve offrendo anche dal punto di vista della guidabilità totale della vettura una sicurezza maggiore perdonandoci errori grossolani!!!
    Adesso tocca voi…….fateci sapere le vostre………!!!!!
    Ciao.

    Davide Pallini
    NSC Brianza

    • Scusatemi sto diventando scemo a girare di notte per la Lombardia e oltre, forse perchè do più attenzione alle differenze di tempo circa due decimi che il tempo reale.
      Grazie Davide per la precisazione.
      P.S. ma non era 16.740?

      • insomma alla fine della fiera sembra che questo pulsante sia un PWM…(ma dove avrò mai visto qualcosa del genere?)

        • Se l’hai già visto vuol dire che sei stato tra i pochi fortunati, ma ci sono delle persone ancora più fortunate che lo hanno provato.

          Ciao MB

  5. Scusa, ma io corro con un pulsante simile gia’ da un paio di anni (se vuoi te lo fotografo) nel metallo e da questo anno anche nella plastica. Stesse regolazioni(sensibilita’ antispin freno),stessa resistenza da 45 ohm, modificato piu’ di una volta in base anche alle esperienze degli amici siciliani che mi rendono partecipe di ciò che loro testano mentre io gli parlo delle mie prove. Nel mio club ne ho già preparati parecchi per coloro che abitualmente girano con me.
    Non e’ che ora lo brevetti e mi fai pagare i diritti su questo pulsante che ha uno schema di una semplicità estrema per chi conosce un minimo di elettronica?

I commenti per questo articolo sono chiusi.