A proposito del futuro dello slot

Le ultime due gare del torneo interno Grandi Serie Open, sono state vinte da una ragazzino di 13 anni!
Antonio, da noi sopranominato “Little Tony”, è comparso al ns. club 3 anni fa, 10 anni e tanta curiosità, voglia di imparare e gareggiare.
Da prima “assunto” coma mascotte del club, in poco tempo il bambino ha mostrato capacità di guida non indifferenti. Bastava dargli una macchina
competitiva e lui era li che se la giocava con i grandi. Pagava solo, e naturalmente, i suoi limiti emotivi. Non l’abbiamo mai mollato, a turno ognuno di noi si è sempre (o quasi) preoccupato di fornirgli materiali, pulsanti, consigli, macchine pronto gara. A turno ognuno di noi gli faceva e gli fa vedere come fare questo o quello, spiegandogli contemporaneamente il perchè ed il per come.
Oggi, che la mascotte ha lasciato il posto ad un ometto, i risultati sono sotto gli occhi di tutti noi.
Per un club che si chiama SLOT PROMOTION, credo che un premio più grande non si potesse immaginare.
Ecco come si costruisce il futuro del ns. gioco.
Ecco perchè la ns. vera missione dovrebbe essere, invece di prenderci a capelli per far passare questa o quella linea di “slotpensiero”, curarci dei giovani, aprire le porte dei ns. clubs a quanti più nuovi soci possibile. Dargli poche regole sicure e chiare da seguire, e, possibilmente, quanto meno soldi (inizialmente) possibile da spendere. Investire su di loro in tempo, passione, cercando di non fargli vivere il nostro mondo come una gabbia di matti. Se poi il tutto è condito, come da noi a Napoli, da un’aria goliardica (a volte anche troppa!), la reciproca fiducia fra tutti i soci, e una buona dose di follia tipica degli slottisti adulti, ancora meglio.

Mi direte che molti di voi già lo fanno. Ma ribadirlo una volta di più credo non possa far male.

Semplicità e umiltà, questi gli elementi base per la giusta ricetta del nostro futuro!

Ciao a tutti
Sergio
Napoli slot promotion

Riguardo

slot - musica

9 commenti su “A proposito del futuro dello slot

  1. Certo che se un ragazzino di 13 anni viene e vince 2 gare di fila…. allora siete messi proprio male male male
    AHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAAHA

    andate a mare che è meglioooooooooooo

  2. io lo so perchè ha vinto:
    ha rubato nella cassetta di Galak l’unico paio di nuove gomme NSR MAGNETIC che c’erano in tutta Napoli :-))))
    voglio proprio vedere martedi prossimo quando le avranno tutti…

  3. Ciao Sergio, e’ molto bello quello che avete fatto, penso succeda un po’ in tutti i Club di prendersi cura di qualcun altro ma, e qui il mio “slotpensiero”, puo’ succedere di essere in ogni caso criticati. E’ il caso dell’Ayrton Senna, quest’anno le nuove leve erano ben 9 con 4 categorie di gare e tutti sono stati messi in condizione di competere in tutte le categorie, prova ne sono le classifiche dove i “GIOVANI” le hanno date di santa ragione a molti anziani.
    In piu’ mettiamoci molti esterni che ogni lunedi venivano a gareggiare imparando ogni cosa volessero.
    Le critiche sono sempre arrivate puntuali, per questo o per quello, piu’ aiuti e piu’ vieni criticato.
    E quindi? E’ ora di riflettere

    Ciao Sergio e salutami la tua meta’ nonche’ essere superiore che e’ meglio di te e ti bastona ad ogli gara.

    Giacomo

    PS suona la chitarra che la prossima volta facciamo una festa

  4. Tra le note personali di Little Tony, mi sono dimenticato di dire che, malgrado la tenera età, e nonostante sia un ragazzo normodotato, è più alto di Noviello di mezzo metro!!!!
    Salvatò, rimanici a mareeeeeeeee!
    Cià

  5. ciao Sergio, sono znarfdellago!
    io è una vita che mi danno l’anima per andare di più
    senza cavare un ragno dal buco e mi bastava veni-
    re a Napoli?
    Mi sa che come al solito non ho capito niente!!!!
    Salutoni e al mare stateci che é bello!!!

    • Mi sa che per te neaanche noi di Napoli possiamo fare molto!!!!

      Salutoni (dal mare) anche a te
      A presto rivederti.

I commenti per questo articolo sono chiusi.