Misteri dello slot

3a prova del torneo GS del mio club (Napoli slot promotion). Le prime due gare le ho vinte con la mia Audi Slot.it, la stessa con la quale ho gareggiato ieri.
Gara alle 21, le 2 ore precedenti dedicate alla cura del modello, in pista una scheggia di una precisione sconfortante.
Giri record su tutte le corsie.
Qualifiche, pole position al secondo giro.
Gara: la macchina non vuole sapere niente e gira 3 – 4 decimi più alta del tempo di qualifica.
Forzo per migliorare i tempi ed inizio ad uscire! I compagni di batteria vanno come dei treni…..
Quinto!
Dopo la gara si va ai box a studiare….nulla sembra cambiato. Spazzole a posto, trasmissione silenziosa e libera, gomme ancora buone dritte ecc….
Non tocco nulla e rivado in pista.
Giri record su tutte le corsie!!!
Lo ripeto: qualcosa sfugge di questo gioco!
Chiunque di voi è in grado di svelare uno dei tanti misteri dello slot si faccia avanti….attendo fiducioso.
Ciao a tutti
Sergio
Napolislotpromotion

Riguardo

slot - musica

34 commenti su “Misteri dello slot

  1. Vuoi una risposta seria o no?
    Se no, di battute se ne sprecano (pregherei il sig. Beppelavanga di intervenire in merito, già che mi sembra il numero 1 in questo!!!).
    Se è seria, è normale quello che dici e succede a tutti: vuoi per fattori fisici umani (vista variabile, riflessi, tensione etc.), vuoi perchè i ns. modellacci di plastica sono, fondamentalmente, dei giocattoli trasformati in cosa seria.
    Le gomme: basta una temperatura diversa, che un testa di c…o prima di te abbia girato con qualcosa di strano nelle gomme.
    Poi, che l’Enel sia un pò più fiacca, che le spazzole si siano impregnate di qualche rumenta, che le gomme ant si siano gonfiate per l’olio………..
    quante ne vuoi ancora?
    Per non parlare del Toyota, che è un classico per “cambiamenti di umore”, anche io divento matto con il mio super Audi, ci sono sere che non fa una grinza e mi vien da pensare:”ora levo un pò di peso….”, la sera dopo sul ns. ponte non ne vuol sapere di stare giù (la prox volta ho già pronto un bel mattone pieno da mettere sul muso…..) e…… decolla (atterraggio disastroso!!!).
    Però…… ti immagini che palle fare la macchina, andare in pista e girare sempre perfetto tutte le volte?????
    Saluti
    Emilio

  2. Magari scopri che può essere anche il pulsante ….. se usi quello di Emilio, il risultato sarà sempre costante … basta due volte al giorno prima dei pasti…..
    LE SO’ ….. TUTTEEEEE!

    • Sei proprio una m…a !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Emilio

      Visto che me la menate tanto, e sicuramente siete invidiosi (?), prossimamente la foto del pulsante………….

      • Emilio caro…. io non ho bisogno del “tuo pulsante”, sono di natura così!….. fatto fino ai capelli…..

          • Ho saputo che a Frascati c’era un pilota con una siringa BELLISSIMA !!!!!!!!!!!!
            QUASI UNA FLEBO !!!!!!!!!
            Chi era?
            Emilio

  3. Ciao Sergio.
    Presupponendo che tu di esperienza ne hai tanta e leggendo hai controllato tutto quello che normalmente si deve controllare, ora ti faccio una domanda come hai fissato i pesi al telaio?
    Ho notato che sulla mia Audi R8 Slot.it, fissando i pesi con la colla, ma penso anche con il biadesivo, si può creare una cosa strana.
    In alcuni punti, particolarmente sul retro il telaio è molto flessibile e incollando i pesi al telaio diventano un corpo unico, ne consegue che se si stortano i pesi si storta anche il telaio.
    Le prestazioni della macchina calano in questo caso soprattutto con la carrozza montata in quanto si verificano degli squilibri nell’assetto. Infatti facendo girare solo il telaio non si verificano o almeno non allo stesso livello.
    Fammi sapere.

    Ciao MB

    • Caro Marco,
      anticipando che di esperienza non ne ho tanta quanto tu sei disposto a credere, ti confesso che a questo tipo di controllo non sono e non sarei mai arrivato.
      Può anche darsi che quello che dici possa avere un riscontro oggettivo, ma in questo caso, se così fosse stato, per quale motivo dopo la gara la macchina ha ripreso a correre come una disgraziata?
      Macchina squilibrata in gara, macchina squilibrata anche 5 minuti dopo, o no?
      Ciao
      Sergio

      • Non macchina squilibrata …… ma pilota squilibrato e fuori di testa in gara …. dopo…..chissà!
        ARRESTATELO….
        Io te l’ho detto … la sera, sul lungo mare di Napoli, è pericoloso aggirarsi dopo la mezzanotte!!!!

      • Perchè basta che prenda un colpo che ilpeso si pieghi e cambia tutto, tu la apri tocchi di qui e dila e rimetti a posto senza saperlo.

  4. ragazziiiiiiiiii !!!! mettete un pò più di tabacco in quello che fumate !! ah ah ah

  5. Da noi al Magical e’ successo qualcosa di simile ed era dovuto all’alimentazione non perfettamente stabilizzata su tutte e quattro le corsie.
    La conseguenza di cio’ era che i 12 Volt disponibili su ogni corsia quando girava una macchinina sola, si riducevano a una media di 11,5 quando giravano piu’ auto, con “picchi” (in negativo) di 11,3 e se i motori erano sotto sforzo (nelle accelerazioni).
    Non so dirti con precisione quali interventi siano stati fatti per correggere il problema ma da allora nessuno si e’ piu’ lamentato di non riuscire a ripetere in gara i tempi fatti in prova quando girava da solo.

    Ciao, Gattaccio

    • Se è per questo motivo non doveva succedere solo alla macchina di Sergio, ma a tutte.

      Ciao MB

      • Quando succedeva al Magical non tutti si accorgevano della differenza e io ero tra quelli che imputavano i tempi piu’ alti al fatto che si correva “distratti” da quello che facevano gli altri nelle altre corsie.

        Ciao, Gattaccio.

    • Ciao Gattaccio,
      è il classico caso in cui ti spacchi la testa per mettere un alimentatore da 100 ampere, megastabilizzato, iper condensatorato (!), supportato da batteria da camion, punti di alimentazione ogni mezzo metro, poi usi dei fili di collegamento sottodimensionati o metti i fusibili, con il risultato di mettere delle resistenze che, all’aumento dell’assorbimento (più macchine in pista), causano una proporzionale caduta di tensione.
      Emilio

      • La ns. pista è alimentata da 4 alimentatori digitali con amperaggio e voltaggio regolabili, e c’è una sola corsia che in questo momento ha qualche problema (uguali per tutti).
        Per il resto io giravo sotto i miei tempi su tutte le corsie, e i compagni di batteria andavano come scheggie in tutte le corsie.
        Dopo, durante le prove, con tutte le corsie occupate, l’Audi ha iniziato a girare come se la gara non ci fosse proprio stata!
        E’ questo che mi fa impazzire!!!!!!!!!
        Ciao

        • Non e’ allora che ti e’ venuto quello che in gergo si chiama “il braccino” ?
          A volte capita che lo strapotere in prova porta poi ad accusare un’ansia da prestazione che puo’ compromettere i nostri risultati in gara.

          Ciao, Gattaccio

      • Ciao Emilio,
        credo sia esattamente quello che succedeva da noi.
        La resistenza in questione sembra fosse il rele’ che, collegato al Dislot, gestiva l’alimentazione della pista.
        Credo che l’intervento risolutore sia stata la sostituzione di quel rele’ con uno piu’ adatto.

        Ciao, Gattaccio.

  6. Ciao Sergio, te ne racconto un’altra. Spesso può succedere che una goccia di olio “sparato” dalla corona, che come sai gira “verso” il motore, vada a finire sul collettore (a me è successo più di una volta). Si imbratta il tutto e il motore si inchioda. Successivamente tu smonti e rimonti e nel frattempo l’olio malefico si pulisce via da solo, col tempo. Oppure una volta mi è successo di avere trovato un pezzo di sbirsolona sulle spazzole, l’ho mangiata e poi correvo più di prima!!!!!
    ;-)))))
    Ciao Lorenzo.

  7. anche io ho una R8—- in prove libere prima della gara la macchina non andava…..qualifica discreta…..in gara un missile ho polverizzato tutti i record della pista……..lascia perdere che poi sono arrivato 6° perchè sono psicoplabile….
    ma se vai a vedere nel ns sito http://www.milano90.it
    in campinati….gt ….classifiche …..gara 5 / 6 / 7
    noterai come la macchina è cambiata le gare sucessive quei tempi non li ho piu’ fatti……
    perchè?????
    eppure non ho cambiato nulla….motore pesi…..
    tutto uguale……
    di fatto non so dare risposta ho avuto il problema opposto al tuo male in prove libere bene in gara …
    ma le gare sucessive…..un disastro….terminavo la gara col dito scassato manco avessi fatto un…….
    a non so chi :::::::::ehm !!!!!!
    questi sono i misteri dello slot……
    pista ? corrente ? gomme ? motore:::::::
    mah !!!!!!! chi piu’ ne ha piu’ ne metta
    ciao
    renato

  8. Ciao Segio,
    volevo solo citarti alcune LEGGI ferree alle quali nessun slottista si potrà mai sottrarre

    Legge di MURPHY:    
    Se qualcosa può andare storto, lo farà.
       
    Commento della sig.ra Murphy sulla Prima Legge: 
    Murphy era un ottimista.

    Costante di BROOK: 
    Non esiste un auto perfetta

    Principi di MILLER sulla competizione: 
    l. Non si può vincere.
    2. Non si può pareggiare.
    3. Non si può nemmeno smettere .

    Ipotesi di SAXTON: 
    La probabilità di individuare un errore in un modello aumenta in maniera esponenziale dopo la sua prestazione in gara.  L’importanza della gara è direttamente proporzionale alla gravità dell’errore.

    Legge di divergenza di CLEMENS:
    Un modello dato ed il relativo materiale usato non coincidono mai perfettamente.

    • GRANDISSIMO EZZZIOOOOOOOO

      pensa che a 39 anni ho comprato il primo libro sulle leggi di Murphy, proprio perchè a volte mi capitava quello che ha descritto sergio…

      ora sono sicuro, tranquillo e rilassato: sergio, è tutto normale quello che succede nello slot!

      :-)))))

      • Quello che succede con le slot, è tutto normale, ma il problema è che non è normale lo slottista Sergio!
        Per non parlare del Nano più famoso del Mondo!

I commenti per questo articolo sono chiusi.