Il Balenottero!

Vabbè, è solo una bozza, però avete visto che reazione? In fin dei conti siamo ancora solo a febbraio, stanno lavorando per noi!
Alle 18:00 in preda ad un orgasmico entusiasmo avvio il download ed attendo.
Ore 19:42, il balenottero è nato, 42 pagine di sano “slottismo” saranno la mia lettura per la notte, certo, per ricevere un fax ci sarebbe voluto meno!
Ore 23:45, mi rendo conto che leggendo questa roba non riuscirò a prendere sonno. Mi rassegno, prendo tastiera, penna e calamaio e Vi scrivo.
Il primo punto dell’annuario, creativamente denominato “5.” si occupa di “normative tecniche”, in particolare il punto:
5.1 “Le piste per essere omologate ANSI, devono essere impianti fissi (qui ci vorrebbe una virgola) siano esse di plastica o di legno…” mi tranquillizza, noi siamo a posto: la nostra è di plastica, tutto ok! Invece, improvvisamente, senza alcun preavviso, 18 righe più in giù, mi sento gelare il sangue:
“la pista dovrà necessariamente essere tutta in legno…” non credo ai miei occhi.
Vado avanti con la lettura e, al punto 5.3.1, intitolato “Norme comuni a tutte le categorie”, trovo un fulgido esempio di sintassi creativa, riporto testualmente:
“La carrozzeria deve coprire completamente il telaio, il motore, la guida e le ruote. (eccetto la F1)”
Ora, a parte il fatto che dopo il punto ci va sempre la maiuscola, il senso che emerge dalla frase è che la carrozzeria della F1 non deve necessariamente coprire il telaio, il motore, la guida e le ruote. Se l’obbiettivo era quello di comunicare una norma regolamentare agli slottisti del XXI secolo, mi permetto di suggerire la seguente formulazione:
“La carrozzeria deve coprire completamente il telaio, il motore, la guida e, ad eccezione della categoria F1, anche le ruote”. Non ci vogliono parentesi, le virgole, è ufficiale, sono già state inventate.
Al numero 6.2.1, Telaio Produzione, leggo:
– E’ consentito saldare o incollare le bronzine posteriori al telaio.
– E’ consentito saldare tubi porta spilli x (ancora sintassi creativa!) il fissaggio della carrozzeria al telaio.
– E’ consentito saldare il motore utilizzando i criteri delle categorie produzione 1/24.
– Il telaio ed il motore non potranno subire alcuna modifica: sono vietati alleggerimenti, saldature (eccetto i fili elettrici ed il pignone)…
Ma come! Sul mio telaio immaginario ci sono già 8 (otto) saldature, 2 per le bronzine, 2 più grossette per il motore e 4 per i tubi portaspilli, come faccio!?
Il rigo successivo mi dice:
– E’ possibile asolare le sedi del motore per favorire l’accoppiamento del modello.
Ho un breve colpo di sonno: sogno modelli che si accoppiano per evidenti scopi riproduttivi. E’ un incubo, mi sveglio sudato e mi rendo immediatamente conto di non avere la più pallida idea di cosi significhi “asolare”; lotto con il mio computer: il mio Microsoft Word non riconosce la parola e me la corregge automaticamente. Stremato, mi rivolgo con fiducia cartacea al “Dizionario della lingua italiana” Devoto/Oli, Le Monnier, Firenze: “asolare, verbo intransitivo, alitare, soffiare lievemente, es. non asola in filo di vento”. Non ho il tempo di chiedervi cosa c’entra, ho un nuovo colpo di sonno, stavolta sogno i tre porcellini che scappano, io sono il lupo cattivo e cerco di piegare un telaio con la forza del fiato!
Mi vesto, vado a fare un giro in moto, non bisognerebbe leggere horror prima di dormire, ma davanti a me ci sono altre 32 pagine, per molte altre notti insonni, dormite sereni voi che potete!
Se non avete sonno raggiungetemi sul lungomare, sono quello con i fari spenti a 220 kmh, stanotte c’è la luna e non asola un filo di vento!

Riguardo

Slot racing

10 commenti su “Il Balenottero!

  1. Premesso che nell’annuario ansi c’è materiale per 5 puntate di Zelig, e volendo per 100 numeri della mia umilissima gazzetta,oltre a non leggere horror, prima di dormire è sconsigliato assumere droghe pesanti caro Mimmo!!!
    Devi farmi conoscere il tuo pusher!
    Aspetto con ansia il resoconto delle altre 32 pagine!
    Ciao
    Sergio
    Napoli Campania Italia

  2. finalmente qualcuno che legge l’annuario e lo fa con attenzione e poi, con buona dose di spirito, pubblica la sua recensione.
    Quello che trovo strano è che in gran parte viene criticato ciò che era già riportato negli annuari precedenti (ed a sua volta deriva in buona parte dai regolamenti ISRA), almeno dal 1997 ad oggi: Mimmo, ti sei perso le puntate precedenti? se vuoi te le mando…

    • Come ben sai, ho trascorso qualche anno al gabbio.
      Sono stato un pochino fuori dal giro.
      E’ difficile, in certi ambienti restare aggiornati.

  3. Carissimo Mimmo ,
    lungi da me l’idea di commentare il modo in cui viene pensato e successivamente scritto e stampato l’annuario Ansi.
    Probabilmente hai ragione.
    Viceversa l’amore-odio che ognuno di noi nutre nei confronti di questa associazione , viene troppo spesso esplicitato in modo eccessivamente diplomatico e, se me lo consenti , un tantino ermetico.
    Per quanto mi riguarda mi fa un po’ specie che l’Ansi venga costantemente attaccata in modo marginale , oppure usando solo (e un po’ troppo) l’ironia.
    Per carità! Non voglio dire che le tue critiche siano errate , tutt’altro! Mi fa un po’ specie , tanto per fare un esempio banale e che mi tocca da vicino (sono uno degli ultimi mohicani….) , che su questo portale si parli con tanta passione del metallo preoccupandosi di quello che il regolamento dice e non dice di saldature , asolature e affini.
    Anche se l’italiano dell’annuario nel caso del paragrafo in questione lascia un po’ a desiderare , puoi star certo che nessuno di quei pochi che praticano questo tipo di slot si è mai lamentato per questo genere di lacune.
    Ripeto , la critica da parte tua è giusta .
    Su questo portale , però , noi metallari gradiremmo essere tutelati non tanto per quanto riguarda l’interpretazione di un regolamento un po’ criptico ……
    Piuttosto sarebbe bello che l’interesse nei confronti di questo tipo di slot non venisse artatamente tenuto “a basso profilo” con scuse banali e talvolta ridicole , salvo poi sentirsi difesi a spada tratta su un argomento (quello delle saldature) , sul quale siamo benissimo in grado di gestirci da soli , regolamento ANSI o no. Voglio dire : oltre al danno , la beffa!
    Sarebbe bello che su questo portale , tanto per fare i puristi , scomparissero neologismi legati al linguaggio informatico e gergali legati all’ambiente dello slot .
    Pratico questo…..”gioco” (?) da circa ventisette anni , ne ho quarantuno , e alle volte mi trovo anch’io un po’ spiazzato di fronte a tipi di linguaggi(ho fatto il liceo classico) e punteggiature che , più che essere sgrammaticate , semplicemente non si capiscono.
    Mi girano le palle quando leggo articoli farciti di accorati commenti tecnici e di vocaboli insopportabilmente complicati semplicemente per fare scena (oh , quanti ce ne sono su questo portale!) e lasciare intendere che l’autore di turno capisca tutto di computer e di slot.
    In questo momento , però , sono tutto preso dalla preoccupazione dettata dal fatto che vedo precipitare nel dimenticatoio una disciplina (lo slot metallico) che adoro e che tutti , sembra , fingono di ignorare……indipendentemente dal fatto che “asolatura” compaia nello “Zingarelli” , e che il numero di saldature consentito non sia tanto chiaro.
    Ad ogni buon conto , grazie per l’attenzione : almeno per quanto riguarda il regolamento mi sono sentito un po’ più “cagato”…..(è un neologismo incomprensibile?)
    E’ ancora poco , ma è già qualcosa.
    Grazie ancora ,

    Francesco Guastamacchia
    (Tecnoslot Milano)

    • Caro Francesco, siete voi “metallari” che vi dovete rilanciare, da quello che scrivi sembra che è colpa del portale e di chi lo frequenta se questo non accade. Se è così che la pensi ti sbagli di grosso.
      Ciao Lorenzo.

  4. UHAHAHAHAHAAHAHAHAHAAH!!!!!!!!!!!!!!
    MITICOMIMMOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!

    MA DOVE SEI STATO TUTTI QUESTI ANNI????
    NON TI VEDO DAL LONTANO ’85, O ’87, non ricordo nemmeno più….
    MITICOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    nb Magari a Zelig si occupassero di slot, sarebbe un boom inimmaginabile! Tu sogni, caro Sergio…

    in quanto ai commenti di Mimmo, vorrei che nessuno della commissione se la prendesse più di tanto, Mimmo è un carissimo ragazzo (oddio, ormai sarà oltre i 40…), vuole bene a tutti, veramente a tutti, ma è fatto così. Secondo me dovremmo mandarlo a Zelig per noi.

  5. Carissimo Fallini ,
    oltre ai commenti positivi di rito per tutto quello che scrivi e che pensi (ti leggo e ti ammiro spesso su questo portale) , mi permetto di risponderti per sommi capi per quanto riguarda la tua cririca al mio commento.
    Ti faccio notare in anticipo che i punti che andrai a leggere sono piuttosto inequivocabili , e che , tanto pere essere chiari , non è minimamente mia intenzione fare la guerra a nessuno e a nessun tipo di slot o di modellismo.
    1)Le macchine sono “brutte” . Termine generico e anche un po’ superficiale , visto che , spesso , la bellezza è fatto opinabile . Inoltre sfido chiunque (che se intenda….) a giudicare se , per esempio , è più bello un telaio eurosport (bellezza “tecnica” , oppure una Ninco da scatola (estetica).
    2) non è minimamente mia intenzione criticare chichessia (men che meno questo portale!) per lo scraso interesse che c’è nei confronti del metallo .
    Chi legge bene quello che ho scritto capisce al volo che non è così : mi lamentavo di ben altri atteggiamenti pseudo-protezionistici nei nostri confronti , spesso fini a se stessi , quando poi non è certo criticando il regolamento ANSI che ci si dà una mano!
    3) La critica che il metallo non sta facendo nulla per autopromuoversi , cozza contro , almeno per quanto mi riguarda , a due fatti incontestabili .
    Primo : ho partecipato a Slotlandia con entusiasmo e facevo parte , con buona pace di tutti , del comitato organizzatore .
    Ho fatto il possibile A MIE SPESE ED UNICO TRA TUTTI (in quella sede) per promuovere il metallo .Il risultato c’è stato perchè la pista era strapiena e tutti , plasticari compresi , erano entusiasti di correrci.
    Secondo : Martedì 11 Febbraio è stato inaugurato il club “Tecnoslot” qui a casa mia che , a quanto pare , avrà circa 15/20 partecipanti fissi ogni Martedì .
    Tanto per essere chiari : l’iscrizione è gratuita , e non possiamo essere tacciati ti interesse economico (come qualche stronzo ha subito avuto modo di simpaticamente osservare….) perchè di Tecnoslot è terminata l’attività professionale , ed inizia quella semplicemente di club.
    Vorrei far notare (immodestia a parte e presunzione a parte) , che questa è l’unica pista in legno per metallo di tutta la Lombardia , Piemonte , Liguria e Valle d’Aosta .
    L’iniziativa è stata presa da me e dai miei soci semplicemente PER PASSIONE e PER PROMUOVERE IL METALLO , ok?
    A questo punto puoi dare la colpa a tutti i metallari che ti pare , ma dopo quello che ho scritto , credo che , se non altro , le critiche nei miei confronti siano , come minimo , infondate (è un eufemismo)
    Ultimo punto . E qui , mi dispiace , ma a costo di scatenare un putiferio , devo dire quello che ho in gola da tanti mesi (anni?).
    Ho sentito P E R S O N A L M E T E negozianti , addetti ai lavori , soci di club , ed una valanga di altre persone , parlare deliberatamente male di questo tipo di slot , semplicemente con le scuse
    secondo le quali : sono brutte (e dagli!).
    Non ci sono le piste o , meglio , non si sa chi le fa.
    Bugiaaaaaa! Ma noi e Salvatore chi cazzo siamo?
    Non c’è lo spazio per metterle (perchè invece quelle della plastica , tipo Soragna , sono formato casalingo?)
    I bambini non ci possono giocare……Palla! L’età media del plasticaro mi risulta essere un tantino elevata….
    E via con amenità di questo genere….
    Ho visto e sentito persone che DELIBERATAMENTE ( e forse per proprio interesse?) hanno remato contro al metallo…
    E adesso la colpa è nostra? Mia no di sicuro : ti rimando ai punti precedenti.
    Ho avuto occasione di conoscerti a “Slotlandia” : so che sei persona seria , simpatica e preparata .
    Stimo sempre i tuoi interventi su questo portale , ed un tuo parere non può che far piacere e lusingare…
    Ma , per favore , non dite che la crisi (????) del metallo è (solo) colpa nostra.
    Almeno non mia.
    Sarebbe , tanto per cambiare , l’ennesima occasione per dire “oltre il danno , la beffa”.
    Perdonami lo sfogo , penso capirai se sei stato un po’ “metallaro” anche tu.
    Con affetto,

    Francesco Guastamacchia
    (Tecnoslot Milano)

    • In questo intervento, Francesco, mi sei piaciuto di più. I toni sono più pacati, come piace a me. Così si può parlare! Forse nel cercare di essere il più sintetico possibile ho scritto delle cose mooooolto fraintendibili, e me ne scuso. Non volevo dare la colpa a te (personalmente), anzi lungi da me dal farlo. Almeno la “Tecnoslot” ha fatto qualcosa.

I commenti per questo articolo sono chiusi.