18 commenti su “Assemblea ANSI

    • Salve Lucio io non sono anonimo, e ti propongo la stessa domanda….. ai una risposta??
      saluti
      Maury

    • Perchè tutto questo frequente ostracismo nei confronti degli anonimi?
      In fondo, quasi tutti noi, a parte rare eccezioni, ci presentiamo con un nick-name che rappresenta in tutto e per tutto una forma di anonimato.
      Poi, una osservazione di questo genere, essendo oggettivamente fondata, non può essere ragionevolmente rigettata per una obiezione di carattere meramente soggettivo: chi pone una domanda inteligente merita una risposta, chiunque esso sia, non credi?

  1. Vi invito a consultare il sito dell’ANSI dove è stato pubblicato l’organigramma per l’anno 2003.
    Per il settore plastica, considerando che non è stato ancora definito (ma si alla rifiniture finali) il regolamento sportivo e tecnico, non avrebbe molto senso parlare di calendario.

    Alla prossima
    Paolo

  2. L’invito agli amici dell’Ansi, è quello di far presto. Tutte le attività dei club sono o stanno per iniziare, e spesso i regolamenti interni prendono spunto dall’Ansi.
    Poi mai come quest’anno la curiosità è forte, ci sono stati cambiamenti, di tipo organizzativo e di tipo tecnico………CHE ANSI….A!
    FORZA RAGAZZI! Se avete bisogno di una mano fatemelo sapere………
    Sergio: ” Per carità”!!!!!!

  3. Ragazzi, ha ragione Gaetano. Siamo un pò in ritardo. Comunque capisco la difficoltà di riunire tutte le idee (e non erano poche) e fare un regolamento e un calendario che accontenti tutti.
    Ciao Lorenzo.

  4. Per quanto concerne le regole tecniche, che, PERSONALMENTE, RITENGO FONDAMENTALI PER DARE UN INDIRIZZO NAZIONALE DI RIFERIMENTO E CONSENTIRE DI GIRARE I CLUBS SENZA STRAVOLGERE QUELLO CHE SI E’ PREPARATO, noto con piacere che la filosofia dovrebbe essere di limitare i motori per i modelli più favoriti (sidewinder)
    Il “problema” Toyota, che per la carrozza leggera e il telaio “elastico” resta il modello favorito tra gli “in-line” (pur essendo un cesso per altre cose), sarebbe da appesantire a 24 grammi: penso sia cosa giusta, pur creando inevitabili problemi di verifiche e localizzazione della piombatura supplementare.
    Non ho ancora avuto il piacere di provere la Fly “light” o la Spirit, ma penso che se si applicherà quanto sopra, si vedranno più modelli in giro, dato che ogni circuito avrà inevitabilmente il suo modello “ideale”, ma le piste non sono tutte uguali.

    Emilio

I commenti per questo articolo sono chiusi.