OPV Acropolis Rally

Italia Slot

     Menù
· Home
· Invia Articolo
· Archivio Articoli
· Argomenti
· Downloads
· FAQ
· Forums
· Galleria Immagini
· Il tuo Account
· Lista Utenti
· Private_Messages
· Prove, Reportage, etc.
· Top
· Web Links

     International
English
Español
Deutsch
Français

     Slot Clubs

Piste permanenti
Slot Clubs


     Regolamenti

Regolamenti


     Chi è Online
Benvenuto Anonimo
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti

Nickname:
Password:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza
Digita il codice di sicurezza:

[ Password persa? ]

Utenti registrati:
Ultimo: Arthurmoats
Oggi: 0
Ieri: 0
Totale: 6195

Persone Online:
Visitatori: 48
Iscritti: 1
Totale: 49

Online Adesso:

01: Guarda il profilo di fazi  Invia un messaggio privato a fazi  fazi

Abbiamo avuto
pagine viste dal
Marzo 2001

     Rotazione Articoli

Revell-Monogram
[ Revell-Monogram ]

·Revell-Monogram
·Come “slottizzare” un modello statico DTM della Revell
·Revell scala 1/32

     Visitatori unici
free counters

     Disclaimer
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Il gestore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi all’immagine o all’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi al gestore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Leggere tutte le condizioni d'utilizzo del sito QUI

     Contatti
Se vuoi contattarmi, (Paolo)


Italia Slot
online da Marzo 2001

     RSS








     Visitatori

 OPV Acropolis Rally

Rally

Sono stati diciotto i concorrenti al via della quarta prova del Campionato OPV Rally svoltasi a Chatillon Martedì 9 Giugno; tre le speciali allestite con fondo terra e diversi tipi di pista, dalla Ninco alla Polistil passando per la SCX. La prima Superspeciale completamente Ninco, la seconda Mista Ninco, Ninco Rally e SCX, mentre la terza univa tutti e tre i fondi con il passaggio da SCX a Ninco e quindi Polistil, mettendo a dura prova l’abilità dei concorrenti nel cambiare modo di guida per ben quattro volte.
Quindici le PS in programma divise in due tappe, una di sei speciali e l’altra più lunga di nove.











E’ Manolo Menegotto su Focus ad aggiudicarsi la prima speciale, approfittando della miglior posizione di partenza rispetto ai primi, seguono Antonella Puddu e Michel Munier su Subaru e Dario Franco al via per l’occasione con una fiammante Citroen C4. I primi, come sempre nelle tappe sporche, chiudono nelle retrovie con Sarteur 8°, Bottazzi 10°, De Marchi 13° e Lavazza 15°.



Nella seconda speciale il primo colpo di scena De Marchi per un’errata scelta di ammortizzatori esce dalla prova con il 16° tempo, non molto meglio va a Lavazza 14° e a Dario Franco 15°, il rally perde in questa speciale già tre contendenti al podio, i distacchi infatti sono abbastanza pesanti. A vincere la prova è Bottazzi con un solo centesimo su Munier, seguono Chentre e Sarteur.
La terza Speciale vede la vittoria di Munier che precede Franco e De Marchi lanciati in un immediato recupero, quarto posto per Bottazzi e quinta posizione per un Cervellati tornato finalmente competitivo.



Si torna alla Superspeciale per la quarta PS, Munier vince rafforzando la sua leadership, Bottazzi è secondo e non molla il compagno di club, seguono i due biellesi Squiccimarra e De Marchi, quest’ultimo già risalito dalla sedicesima alla quinta posizione in due sole speciali.
Nella quinta speciale dove le pietraie mettono a dura prova gli ammortizzatori, la Subaru del leader di campionato è nuovamente in crisi, costringendolo all’ultimo tempo in prova, ben distante dai primi. Tutto da rifare, quindi, per il biellese che si ritrova nuovamente nel fondo della classifica. Vittoria di PS per la C4 di Sarteur davanti alla Focus di Menegotto e alle cinque Impreza di Bottazzi, Squiccimarra, Giacomini, Munier e Martinez.



Prima della fine della tappa c’è ancora il tempo per assistere ad un altro recupero di De Marchi che con la vittoria nella sesta PS risale in nona posizione nella generale, ad un decisivo attacco di Bottazzi che approfittando del contemporaneo settimo tempo di Munier si avvicina notevolmente alla vetta della classifica, ed all’ottima terza piazza di Brice Cervellati che lo proietta al sesto posto nella generale alla fine della prima tappa del rally.



Prima tappa che vede Munier condurre su Bottazzi per 79 centesimi, quindi Sarteur, Franco, Giacomini e Cervellati. Martinez e Menegotto precedono il leader di campionato De Marchi, mentre Chentre chiude la top ten. Lavazza chiude la prima tappa in quindicesima posizione, mentre ancor peggio di lui va a Pozzo (16°) e a Schiapparelli (18°).
Si riparte con la settima PS, dove De Marchi con un'altra zampata si porta in quarta posizione vincendo la speciale davanti a Lavazza e Franco. Ottime le prestazioni di Montegrandi e Martinez rispettivamente 4° e 5°.



Ottava speciale a Munier che precede Sarteur e De Marchi, l’assistenza di quest’ultimo pare infatti aver risolto i problemi di assetto, tanto che la Subaru del biellese ora non trova più difficoltà nelle pietraie.
Dalla speciale escono con tempi altissimi le due Impreza di Cervellati e di Giacomini, costringendoli ad abbandonare le ottime posizioni fin ora ottenute.
Nella nona PS è Bottazzi a precedere Franco e De Marchi, avvicinandosi a Munier, quarto al fine prova.
Mentre nella decima speciale Giacomini precede Lavazza, Munier e Squiccimarra. Due uscite a testa per Bottazzi e De Marchi, ma i due contengono il distacco in termini accettabili.



Bottazzi vince la PS 11, precedendo Munier, De Marchi e Sarteur racchiusi in tre centesimi, Dario Franco deve cedere, a causa di un 12° tempo in prova, la terza piazza a De Marchi, che ottiene così il massimo possibile da una trasferta iniziata veramente molto male.
Nella dodicesima speciale i nomi in vetta sono i soliti, Munier si impone davanti a Bottazzi e De Marchi, seguono Sarteur e Cervellati. Giornata no per Chentre che chiudendo ultimo in prova, abbandona le speranze di un buon punteggio per il campionato. Anche Dario Franco accusa problemi e il 10° posto in prova lo allontana dal podio.



Mentre Munier e Bottazzi continuano la lotta per la vittoria anche nella tredicesima speciale, con il primo che precede di soli 5 centesimi il secondo, si assiste ad un ottima prestazione di Fabio Lale Demoz che nonostante la 15° posizione in classifica ottiene un terzo posto da incorniciare, davanti a De Marchi, Menegotto e Sarteur.
Nella penultima speciale Bottazzi, vincendo, si porta a soli 79 centesimi da Munier (3°), anche Sarteur con il secondo tempo in prova recupera ben quattro secondi su De Marchi, approfittando di un errore del biellese.







Si va all’ultima prova ancora una volta senza nulla di certo, sia per quanto riguarda il podio, sia per quanto riguarda le posizioni subito dietro.
Bottazzi tenta il tutto per tutto, non ha nulla da perdere, la terza posizione è ben lontana ed un eventuale errore gli lascerebbe comunque il secondo posto, la pressione questa volta è tutta su Munier e su quei 79 centesimi. Il tempo di 38”,41 di Michel viene polverizzato dal 36”,23 di Bottazzi che vince la prova ed il rally di Grecia.
Dietro De Marchi mira a non sbagliare per mantenere una terza piazza che da come si erano messe le cose pareva quanto mai irraggiungibile. Ottiene il quinto tempo precedendo di pochi centesimi quello del rivale Sarteur al quale non rimane che la quarta posizione in generale.
Fissate le prime quattro posizioni con Bottazzi, Munier, De Marchi e Sarteur, si continua con la quinta piazza per Giacomini, che precede Martinez e Dario Franco, il quale deve cedere due posizioni proprio nel finale chiudendo settimo.
Menegotto, Puddu e Cervellati chiudono la top ten precedendo un Lavazza troppo in ombra in terra greca, David, Chentre, Lale Demoz e Squiccimarra, precipitato nell’ultima speciale; chiudono il gruppo Montegrandi, Schiapparelli e Pozzo.




Bottazzi con i punti della vittoria diventa ora il contendente maggiore per la vittoria finale del leader De Marchi, che con i punti della terza posizione in Grecia si allontana sempre più dagli attacchi dei due terzi a pari merito Sarteur e Lavazza, tanto che la prossima tappa potrebbe già dire qualcosa sia nel bene che nel male per le posizioni di vertice, quindi tutti in attesa dell’appuntamento sull’asfalto “corso”, a metà luglio.




 
     Links Correlati
· Inoltre Rally
· News by Paolo


Articolo più letto relativo a Rally:
Nuova pista rally a Genova !!!


     Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


     Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"OPV Acropolis Rally" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati







Generazione pagina: 0.12 Secondi